L'insufficienza cardiaca congestizia (ICC) è una grave sindrome clinica che provoca l'accumularsi di liquido nei polmoni, nell'addome e negli arti inferiori, causata dall'incapacità del cuore di pompare sangue a sufficienza nel corpo. Sono esposte a rischio di ICC le persone che soffrono di determinati disturbi. Fare determinati cambiamenti nello stile di vita può aiutare a prevenire l'insufficienza cardiaca congestizia, vivendo più a lungo e conducendo una vita più produttiva. Continua a leggere per imparare cosa fare per ottenere un cuore sano.

Parte 1 di 2:
Prevenire l'ICC

  1. 1
    Fai esercizio regolarmente. Uno dei modi più importanti per prevenire l'ICC consiste nel fare esercizio. L'attività fisica rafforza il tuo muscolo cardiaco facendolo pompare più forte e in maniera più efficiente. Fare attività fisica almeno tre volte alla settimana per mezzora migliorerà l'efficienza del tuo cuore.
    • Comincia con esercizi a basso impatto, come passeggiare tre volte alla settimana per mezzora e fare yoga una volta a settimana per un'ora. Camminare è un esercizio cardio che permette al tuo cuore di pompare rendendolo più forte, mentre lo yoga rilassa corpo e mente riducendo il tuo livello di stress.
    • Se non fai esercizio da un po', è meglio consultare prima il medico.
  2. 2
    Segui una dieta a basso contenuto di sodio. Il sodio è un nemico se si è a dieta e a rischio ICC. Ricorda sempre che l'acqua contiene il sodio, responsabile dell'accumulo di fluido nei polmoni e in altre parti del tuo corpo. Ecco quello che ti serve sapere al riguardo:
    • Limita il sale a 1500 mg o 1,5 grammi al giorno. Un cucchiaino da caffè contiene 2,3 grammi di sodio, quindi dovresti consumarne meno di un cucchiaino al giorno.[1]
    • Evita di aggiungere il sale al tuo cibo mentre cucini o a tavola. Impara a usare spezie come il rosmarino, l'origano, il basilico e il prezzemolo insieme alle cipolle e all'aglio per sostituirlo.
    • Evita di mangiare cibi ad alta concentrazione di sodio come le patatine, cibi in scatola, noodle pronti e le salse. Se un cibo è stato trattato, allora è molto probabile che abbia un'alta concentrazione di sodio.
    • Prediligi gli alimenti sulla cui etichetta viene riportato “senza sale” o “ a basso contenuto di sodio”. Leggi le etichette e controlla il contenuto di sodio. “Senza sale” o “senza sodio” significa che quel prodotto contiene meno di 5 mg di sodio a porzione. Quelli con la scritta “basso contenuto di sodio” ne contengono 140 mg a porzione e quindi dovresti limitarne il consumo a 4 porzioni al giorno.
    • Puoi anche controllare il valore percentuale giornaliero sulle etichette. Se è del 5% o meno, allora quel cibo è a basso contenuto di sodio.
  3. 3
    Mangia sano. Oltre a limitare l'assunzione di sodio nella tua dieta, è anche molto importante mangiare sano in generale. Ecco alcuni consigli per diminuire il rischio di insufficienza cardiaca:
    • Dovrebbero essere evitati i carboidrati semplici, come lo zucchero, e gli amidi, ad alto contenuto glicemico. Consuma invece molti carboidrati ad alto contenuto di fibre come i cereali integrali, pane e fagioli. Dovrebbero essere evitate anche le bevande ad alto contenuto di zucchero come le quelle gassate e i succhi di frutta dolci.
    • Mangia più frutta e verdura. Si raccomanda di consumarne grandi quantità ogni giorno.
    • Evita di inserire nella tua dieta i grassi saturi e insaturi, che sono contenuti nei prodotti di tutti i giorni come il latte e il burro, oli animali e insaccati. Prediligi invece quelli monoinsaturi e polinsaturi contenuti negli oli vegetali, olio d'oliva e pesci grassi come salmone e tonno.
  4. 4
    Smetti di fumare. Il fumo è la principale causa delle malattie cardiache che possono provocare l'ICC. Provoca il restringimento e il blocco delle arterie con le placche. Se smetti di fumare, riduci in modo significativo il rischio di insorgenza della ICC.
    • Si stima che il fumo duplica o triplica il rischio di insorgenza di malattie cardiache. D'altra parte, smettere di fumare provoca una riduzione del rischio del 60% in tre anni, con circa la metà dei benefici che si possono avere nei primi 3-6 mesi dopo aver smesso.
    • Il tuo medico ti può aiutare a smettere di fumare, prescrivendoti i cerotti alla nicotina o altri farmaci. Metti al corrente anche la tua famiglia! Può essere di grande supporto.
  5. 5
    Riduci il consumo di alcool. Bere un bicchiere di vino prima di andare a dormire fa bene al tuo cuore, ma eccedere nell'alcool può causare l'esatto opposto: provoca infatti danni alle arterie del cuore, esponendoti al rischio di ICC. Inoltre, un bicchiere al giorno… non significa berne sette in una volta come anticipo della settimana!
    • Se hai dei problemi di dipendenza, cerca aiuto tra le varie organizzazioni come la Alcolisti Anonimi. Loro ti possono offrire il supporto di cui hai bisogno, imparando il metodo più giusto per uno stile di vita più sano.
  6. 6
    Controlla la pressione sanguigna. Anche un piccolo aumento di 7 mmHg nella tua pressione sanguigna rispetto alla norma incrementa il rischio di insufficienza cardiaca del 27%. Una pressione sanguigna alta mette sotto stress il cuore perché deve pompare più sangue nelle arterie. Quindi è importante mantenere più che puoi la pressione sanguigna bassa o nei valori della norma.
    • Se hai più di 60 anni, la tua pressione sanguigna dovrebbe essere più bassa di 150/90 mmHg. Chi ha meno di 60 anni dovrebbe avere la pressione più bassa di 140/90 mmHg.
    • Secondo degli studi, per ogni 10 Kg persi, la pressione sanguigna si abbassa da 5 a 20 mmHg.
    • La moderazione del consumo di alcool aiuta a diminuire la pressione sanguigna da 2 a 4 mmHg.
    • Fai esercizio aerobico regolarmente come una camminata veloce o jogging per almeno 30 minuti al giorno, per 3 o 4 volte alla settimana. È stato provato che diminuisce la pressione da 4 a 9 mmHg.
    • Se un intervento sullo stile di vita non basta per tenere sotto controllo la tua pressione del sangue, saranno necessari i farmaci. Il tuo dottore ti prescriverà i farmaci anti-ipertensivi più adatti alle tue condizioni di salute.
  7. 7
    Prendi le medicine. Ricorda che se i disturbi come l'ipertensione o il diabete sono tenuti sotto controllo adeguatamente, si riducono notevolmente le possibilità di sviluppare un'insufficienza cardiaca. Per esempio, l'assunzione dei farmaci anti-ipertensivi, ti aiuterà a tenere sotto controllo la tua pressione e quindi a prevenire l'ICC.
    • Tuttavia, è importante specificare che non dovresti mai prendere dei farmaci senza consultare un medico. Ricorda che alcuni possono aumentare il rischio di insufficienza cardiaca. Quindi è sempre meglio avere un consulto medico.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Conoscere la Malattia

  1. 1
    Impara in che cosa consiste la ICC. Il tuo cuore pompa continuamente ossigeno e sangue ricco di sostanze nutritive in tutto il corpo, con una determinata forza e tasso, noto come frazione di eiezione. L'insufficienza cardiaca congestizia insorge quando il tuo muscolo cardiaco si indebolisce e diventa lento.
    • Quando il tuo cuore funziona correttamente, il sangue viene pompato in modo efficiente dal tuo cuore agli arti e quindi agli organi del tuo corpo. Quindi, il sangue ritorna al cuore attraverso le vene per essere ossigenato dai polmoni e poi nuovamente dal cuore. L'insufficienza cardiaca congestizia interrompe questo ciclo continuo causando l'arresto del sangue e una congestione nei tuoi polmoni e negli altri organi.
  2. 2
    Apprendi le cause dell'ICC. Alcuni disturbi causano la compromissione delle tue arterie cardiache restringendole o rompendole, contribuendo all'insorgenza dell'ICC. Ecco le cause più frequenti:
    • Pressione sanguigna alta
    • Colesterolo alto
    • Crisi renale
    • Malattie dell'arteria coronarica
    • Diabete
  3. 3
    Riconosci i segni e i sintomi dell'ICC. Ecco una lista dei sintomi a cui devi prestare attenzione se sei preoccupato di esserne affetto:
    • Respiro corto dopo un sforzo o mentre sei sdraiato. Se devi dormire con almeno due cuscini o hai bisogno di dormire seduto probabilmente stai sviluppando una ICC.
    • Tosse
    • Edema (gonfiore che ricorre maggiormente in gambe, piedi e mani)
    • Debolezza
    • Affaticamento
      • Affaticamento, debolezza e tosse sono ovviamente dei segni tipici anche di altre malattie. Prima di giungere a qualunque conclusione, consulta il tuo medico per una valutazione accurata.
    Pubblicità

Consigli

  • Programma degli accertamenti regolari con il tuo dottore. Le visite continue sono di vitale importanza affinché il tuo medico possa monitorare la tua salute e quella del tuo cuore.
  • Una buona colazione potrebbe essere composta da un uovo bollito, un pezzo di pane tostato, un cucchiaino di burro non salato di girasole, marmellata senza zucchero e un bicchiere di succo d'arancia senza zucchero.
  • Ecco un esempio di sana dieta giornaliera:
    • Un buon pranzo potrebbe consistere in una mela tagliata a spicchi, meno di 100 grammi di petto di pollo senza pelle, pane integrale e insalata verde con una vinaigrette all'olio di oliva.
    • Una buona cena potrebbe essere composta da 150 grammi di salmone cotto, 150 grammi di carote e broccoli bolliti, 100 grammi di riso e 100 grammi di yogurt magro freddo.
    • Una banana, 4 brezel non salati e un bicchiere di succo d'arancia senza zucchero potrebbero essere un ottimo snack.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Migliorare Sensibilmente la Tua Qualità di Vita

Come

Fare i Test per la Demenza

Come

Smettere di Fumare

Come

Mangiare Sano

Come

Seguire una Dieta Povera di Sodio

Come

Iniziare e Mantenere il Tuo Regime di Allenamento

Come

Smettere di Bere Alcolici

Come

Far Crescere più Velocemente il Seno

Come

Crescere In Altezza

Come

Distinguere il Dolore Renale dal Dolore Lombare

Come

Usare un Preservativo

Come

Diventare Più Alti Naturalmente

Come

Farsi un Clistere

Come

Aumentare la Saturazione dell'Ossigeno
Pubblicità

Riferimenti

  1. http://www.mskcc.org/cancer-care/patient-education/resources/2-gram-sodium-diet
  2. Bonow, RO, et al: Braunwald's Heart Disease: A Textbook of Cardiovascular Medicine, 9th Ed. Philadelphia: Elsevier Saunders; 2012.
  3. Chobanian AV, Bakris GL, Black HR, et al: The Seventh Report of the Joint National Committee on Prevention, Detection, Evaluation, and Treatment of High Blood Pressure: The JNC 7 Report. JAMA 289:2560, 2003.
  4. Longo DL, Fauci AS, Kasper DL, Hauser SL, Jameson JL, Loscalzo J, eds. Harrison's Principles of Internal Medicine. 18th ed. New York: McGraw-Hill; 2012.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 2 408 volte
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 2 408 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità