Come Prevenire la Malattia di Alzheimer

La malattia di Alzheimer (conosciuta anche come morbo di Alzheimer o semplicemente Alzheimer) è una patologia che cambia la vita delle persone. Essa può colpire quasi chiunque ed è molto più diffusa di quanto tu possa immaginare. A un americano su otto dai sessantacinque anni in su è stata diagnosticata la malattia di Alzheimer e un'ulteriore donna su cinque e un uomo su dieci possono aspettarsi tale diagnosi durante la parte rimanente della loro vita.[1] L'Alzheimer colpisce per lo più le persone sopra i 65 anni, e si manifesta attraverso una demenza che progredisce rapidamente. La malattia molto probabilmente è causata da microlesioni cerebrali che si accumulano nel corso degli anni. Questa accumulazione si può manifestare come una lesione minore, osservabile tramite risonanza magnetica, e viene spesso scambiata per cambiamenti dovuti all'età, poi cresce gradualmente fino al punto in cui può essere notata da un esperto, quindi, alla fine, da chiunque. Se da un lato non esiste una cura conosciuta una volta che la malattia di Alzheimer si manifesta, ci sono modi per diminuire le possibilità che la tua vita venga stravolta dall'Alzheimer.

Passaggi

  1. 1
    Conosci i sintomi. Sapere quali sono i sintomi ti consentirà di contattare un medico in tempo. Spesso i medici possono ancora prescrivere farmaci che aiuteranno nelle prime fasi. Se la malattia di Alzheimer progredisce senza che venga fatta alcuna prevenzione, l'aiuto potrebbe venire troppo tardi. I sintomi di demenza ed anche della della malattia di Alzheimer sono i seguenti:
    • Perdita totale della memoria di breve termine (per esempio, chiedere ripetutamente: "io faccio le 3:27; tu che ore fai?" -- e cose di questo tipo).
    • Essere inconsapevole dell'ora/luogo (dire "voglio andare a casa!", mentre sei già a casa).
    • Dimenticare nomi e persone, amici stretti e/o familiari.
    • Mettere le cose fuori posto - per esempio, mettere ripetutamente i piatti puliti nel frigo o nella stufa per nessuna ragione.
    • Disorientamento inusuale e bizzarro nei posti dove si è vissuto per anni -- perdersi facilmente, non sapere come ottenere aiuto, dimenticare vecchi punti di riferimento, ecc.
    • Negare di avere qualcosa che non va; anche se vengono indicati i sintomi.
  2. 2
    Conosci chi ha un rischio maggiore di contrarre la malattia, e ferma i possibili fattori di rischio. Le persone che hanno:
    • Diabete (zuccheri elevati) hanno un rischio più alto di contrarre l'Alzheimer -- hanno bisogno di:

      abbassare e CONTROLLARE la glicemia.
    • Pressione alta o colesterolo alto sono ad alto rischio -- hanno bisogno di:

      abbassare e CONTROLLARE l'alta pressione sanguigna.
    • L'abitudine di fumare (59% di possibilità in più di contrarre l'Alzheimer) -- hanno di bisogno di:

      diminuire e CESSARE il consumo di tabacco.
    • Piccoli eventi cardiovascolari e ischemici come per esempio l'"attacco ischemico transitorio" stanno evidentemente facendo dei danni di grado leggero, lesioni piccolissime e centinaia di lesioni piccolissime possono non essere notate da una risonanza magnetica -- hanno bisogno di:

      diminuire e FERMARE le malattie progressive cardiovascolari."
    • Produzione anomala del peptide beta-amiloide, che si accumula, danneggiando il cervello -- hanno bisogno di:

      abbassare e fermare tale produzione con appropriate misure biologiche e chimiche (attività, cibo, erbe, medicine, eccetera.).
  3. 3
    Vivi in modo più sano. Molte cose caratteristiche di uno stile di vita salutare prevengono anche l'Alzheimer:
    • Assicurati di fare molto 'esercizio aerobico (aumentare la respirazione ed il battito cardiaco per parecchi minuti, molte volte al giorno, lavorando o giocando, nuotando, ecc.)
    • Mantieni occupata anche la mente. Prova a fare cruciverba, giocare a scarabeo, sudoku o scacchi, ecc.
    • Mangia in modo più sano. In particolar modo è raccomandata la cucina mediterranea. Ciò significa fondamentalmente mangiare più ortaggi, frutta (pomodori cotti:licopene) e legumi (fagioli) e cessare il consumo di margarina. Cambia il tuo olio: cucina con olio di oliva o di cocco (acidi grassi) invece dei più economici oli vegetali o del burro (e non usare lardo e nemmeno "grasso vegetale"). Mangia l'avena, anche se fuori moda. Usa farina d'avena (senza glutine). Taglia i cibi "bianchi" come il pane e gli zuccheri! Inoltre, mangia un un piccolo pezzo di cioccolata fondente (intorno ai 15 grammi) ogni giorno come per esempio un extra fondente col 60% di cacao, le più costose specialità di cioccolato fondente contengono dal 65 all'80% di cacao. Consuma quello più amaro, o nero speciale (senza ripieno di caramello e senza cioccolato al latte dolce); questa chicca raffinata aumenta l'energia, mentre abbassa la pressione sanguigna di parecchi punti.
    • Prendi buoni integratori multi vitaminici. Prendi vitamina C (da 2000 a 3000 unità). La vitamina C blocca lo sviluppo tumorale causato dai nitrati e dai nitriti che si trovano principalmente nella carne di maiale elaborata, nel bacon, nel prosciutto nella carne in scatola e nei würstel (per PubMed NIH.gov). La Vitamina B9, soprattutto se assunta con l'acido folico, ha dimostrato di prevenire il deterioramento del cervello, che in sostanza causa l'Alzheimer. È anche provato che le donne che assumono estrogeni durante la menopausa hanno un rischio meno elevato.
  4. 4
    Combatti l'infiammazione che causa il danno cerebrale. Sono utili gli acidi grassi Omega-3, in particolare l'acido docosaesaenoico (o DHA, pesce e crostacei), ma non l'acido α-linolenico ( o ALA, oli vegetali e noci). Gli Omega-3 legati ai fosfolipidi (pesce e uova di avicoli, latte) sono più biodisponibili in confronto agli Omega-3 legati ai trigliceridi (olio di pesce). Come viene spesso riportato, gli acidi grassi omega-3 aiutano a mantenere basso il livello di infiammazione in ogni parte del corpo. Essere in sovrappeso incrementa l'infiammazione; quindi cerca dei modi di incrementare i tuoi omega-3. Mangia tre volte la settimana pesce grasso selvaggio pescato in alto mare (buon bilanciamento di acido eicosapentaenoico o EPA e di DHA). Mangia molte noci e un po' di cereali integrali, l'avena è senza glutine! Assumi ogni giorno 1000 mg di olio di pesce concentrato e purificato (DHA: EPA). Sebbene i semi di chia contengano omega-3 (per lo più ALA) non sono utili dal momento che il corpo umano non può convertite gli ALA in DHA. Mangia mandorle o noci oppure arachidi tostate senza sale.
    • Assumi cibi che contengono Omega-3 legati a fosfolipidi come latte, tuorli d'uova, uova di pesce (bottarga, caviale) eccetera.
    • Assumi integratori di coenzima Q10, anche conosciuto come ubichinone o vitamina Q (capsule in soft gel, non capsule dure) che potrebbe essere ciò di cui hai bisogno per mantenere alti i tuoi livelli di energia, e che è essenziale per ogni cellula del tuo corpo (anche del cervello)!
    • Fai attenzione. Molti casi di Alzheimer si riscontrano in persone che hanno avuto una commozione cerebrale dopo i 60 anni oppure ripetutamente negli anni giovanili (danno cerebrale).
  5. 5
    Controlla questa alternativa, la berberina: Un possibile fattore per combattere l'Alzheimer suggerito da qualche recente ricerca.[2] Se sei in cura da un medico, chiedigli di provare la berberina: esamina attentamente la ricerca su questa erba medicale, anche chiamata berberina idroclorato e cloruro di berberina, inclusi i rischi; La ricerca mostra che ci possono essere potenziali effetti benefici nel combattere la malattia di Alzheimer usando la berberina (che è usata in India ed in Cina, ma per scopi diversi)[3]) ma sono necessari altri studi per verificarne l'efficacia.
  6. 6
    Prendi nota delle ricerca sulla berberina che mostra come essa:aiuta a prevenire lesioni alle biomolecole dall'ossidazione nel cervello, inibisce certi enzimi che degradano importanti molecole della memoria, riduce i peptidi che interferiscono con la corretta funzione della memoria, e abbassa i lipidi che interferiscono con la circolazione sanguigna cerebrale..[2]Che cos'è? È una sostanza estratta naturalmente in laboratorio o derivata dal corpo di diverse piante (radici, rizomi, fusti e corteccia) inclusi " berberis europeo, idraste, coptis, maonia, phellodendron, e crespino indiano": gli ultimi due sono venduti online come prodotto erboristico, farmaco/medicinale. È possibile comprare un prodotti a base di foglia o radice di berberis, maonia eccetera, oppure l'estratto di barberina purificata.
    • La barberina modifica l'azione una sola proteina progenitrice dell' Alzheimer, chiamata amiloide-β o peptide Abeta (Aβ) diminuendone la sua secrezione. Tuttavia, monitorare un singolo marcatore può anche non essere un indicatore di una possibile cura. Un recente studio suggerisce che questa accumulazione di Aβ costituisce un fattore scatenante che conduce a manifestazioni patologiche dell'Alzheimer[4]
    • La berberina cambia i processi del corpo per stare meglio, essendo un antidepressivo. Oltre a diminuire alcuni enzimi indicatori dell'Alzheimer nella tua chimica fisiologica[4]
    • Sentiti meglio con la berberina, grazie alla sua azione simil-antidepressiva sulla mente,[5]. Tuttavia, questo stare meglio non è in alcun modo connesso con la prevenzione dell'Alzhemier. Così come nessun prodotto erboristico a base di berberina è ufficialmente etichettato né è stato autorizzato da alcuna autorità competente come trattamento per la prevenzione dell'Alzheimer.
  7. 7
    Migliora il tuo diabete di tipo 2 con la berberina: Nella regolazione del metabolismo del glucosio, il livello di insulina a digiuno e dopo i pasti" è stato valutato avere gli stessi effetti della metformina un farmaco su prescrizione per diabete di tipo 2.
    • Abbassa i tuoi "trigliceridi e colesterolo totale". "L'attività della berberina è stata migliore del farmaco metformina" nell'abbassare "i trigliceridi e il colesterolo totale" e nella "regolazione del metabolismo dei grassi" che ha "è diminuito ed è stato significativamente più basso del gruppo sotto metformina."[6]
    Pubblicità

Consigli

  • È anche indicato bere un po' di bevande alcoliche almeno ogni settimana per diminuire le possibilità di contrarre l'Alzheimer -- ma non è raccomandato iniziare a bere, se già non lo fai.
  • Avere contatti sociali e mantenersi in contatto con mondo aiuta a mantenere la tua mente giovane e attiva.

Pubblicità

Avvertenze

  • Fai un controllo medico su base regolare e poni particolare attenzione se ci sono casi di Alzheimer nella tua famiglia.
  • Non assumere alcun integratore se non dietro consiglio del tuo medico.
Pubblicità

Riferimenti

  1. https://www.alz.org/downloads/facts_figures_2012.pdf
  2. 2,02,1Ji HF, Shen L. "Berberina: un prodotto naturale ad azione multipla per combattere la malattia di Alzheimer (in inglese)." Molecules (rivista) 2011 Aug 9;16(8):6732-40.
  3. http://www.journalofnaturalproducts.com/Volume3/8_Res_paper-7.pdf
  4. 4,04,1Asai M, Iwata N, Yoshikawa A, Aizaki Y, Ishiura S, Saido TC, Maruyama K. "La berberina altera l'elaborazione della proteina amiloide progenitrice dell'Alzheimer diminuendo la secrezione di Abeta (in inglese) ." Biochemical and Biophysical Research Communications (rivista) 2007 Jan 12;352(2):498-502. [PubMed]
  5. Kulkarni SK, Dhir A. "Sul meccanismo di azione simil-antidepressiva del cloruro di berberina (in inglese)." European Journal of Pharmacology. 2008;589(1-3):163–172. [PubMed]
  6. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2410097/ pubblicato: "Efficacia della berberina nei pazienti con diabete di tipo 2" Metabolism [rivista] maggio 2008; 57(5): 712–717. [PubMed] -- "doi:10.1016/j.metabol.2008.01.013 -- si può leggere un abstract su nih.gov

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 10 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute
Questa pagina è stata letta 1 881 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità