In qualsiasi momento della gravidanza può verificarsi un'emorragia vaginale e le cause possono essere diverse. In realtà, l'emorragia vaginale colpisce circa il 4% delle gravidanze superiori a 20 settimane di gestazione e solo la metà circa hanno una diagnosi chiara. Nonostante la frequenza con cui si verifica, esistono diverse cose che puoi fare per prevenirla e garantire una gravidanza sana.

Parte 1 di 4:
Prevenire la Comparsa di Emorragie

  1. 1
    Effettua regolari appuntamenti prenatali. Lo scopo delle cure prenatali è quello di individuare i fattori di rischio e le potenziali complicazioni che la madre potrebbe affrontare durante la gravidanza. Per questo motivo, è essenziale prendere regolari appuntamenti prenatali, presentandosi a ognuno.
    • La prima visita comprenderà una valutazione globale basata sull'anamnesi, sulle tue abitudini alimentari e così via. Le visite successive includeranno anche un esame fisico, esami di laboratorio e un esame ecografico.
    • Durante il check-up prenatale è consigliabile fare domande su tutte le preoccupazioni che potresti avere riguardo alle possibili complicazioni, vaccinazioni e altri modi per avere una gravidanza sana.
  2. 2
    Prendi regolari appuntamenti per verificare la presenza di disturbi materni correlati alla gravidanza. Durante i controlli prenatali il medico può prescrivere una serie di esami che facciano luce sullo stato di salute della gestante.
    • È possibile che vengano prescritti esami pelvici e pap test per determinare la presenza di eventuali problemi o infezioni.
    • Non esitare a chiedere al tuo ginecologo ulteriori informazioni sugli esami da fare eventualmente, perché è tenuto a spiegare alle pazienti la procedura e la finalità dei test, oltre a metterti al corrente dei risultati.
  3. 3
    Renditi conto che i cambiamenti nello stile di vita possono prevenire alcuni disturbi che causano l'emorragia. Molto spesso il sanguinamento vaginale e altre complicazioni in gravidanza dipendono da uno stile di vita poco sano. Pertanto, la soluzione più chiara è modificare il proprio stile di vita in base alle esigenze che si manifestano durante la gestazione. Per alcune donne questi cambiamenti non sono abbastanza facili, ma è sufficiente pensare al beneficio che apportano sia alla madre che al bambino.
  4. 4
    Fai una regolare attività fisica per evitare che si sviluppino disturbi in gravidanza. La gravidanza non è una scusa per l'inattività fisica (a meno che non sia controindicata dal medico per motivi di salute). Una donna incinta può sempre allenarsi durante la gravidanza, ma con minore intensità e durata.
    • L'esercizio fisico migliora la circolazione del sangue, contribuisce a ridurre lo stress, migliora l'autostima e la salute globale della donna incinta. L'attività fisica da prendere in considerazione può essere il nuoto, le passeggiate o lo stretching. È noto che questi esercizi non sono troppo intensi, perciò sono meno faticosi e molto comodi per le donne incinte che intendono allenarsi.
    • Allenati almeno tre volte a settimana per 30 minuti, poi riposati per 10 minuti quando hai finito, sdraiandoti su un fianco. In questo modo rimuoverai la pressione sulle vene principali nell'addome che portano sangue al cuore.
  5. 5
    Diminuisci l'intensità degli esercizi con l'avanzare della gravidanza. Verso la fine della gravidanza può verificarsi un maggiore sforzo respiratorio e una riduzione della riserva cardiaca. Tutto questo può portare a stress fisiologico. Per evitarlo, non è opportuno impegnarsi in un esercizio fisico intenso durante le fasi avanzate della gravidanza.
    • Smetti subito di allenarti se avverti mancanza di fiato, vertigini, intorpidimento, formicolio, dolore di qualsiasi tipo, più di quattro contrazioni uterine in un'ora, diminuzione dell'attività fetale o emorragia vaginale. Consulta immediatamente il medico o il ginecologo.
  6. 6
    Mangia in modo sano. La nutrizione è un fattore importante nella gravidanza. Chiedi al ginecologo o a un nutrizionista di prescriverti una dieta che fornisca il giusto equilibrio di nutrienti, vitamine e minerali di cui hai bisogno in gravidanza.
    • Inoltre, puoi controllare le razioni dietetiche giornaliere raccomandate o le dosi giornaliere raccomandate relative ai nutrienti selezionati dal medico su internet o nei testi che parlano di gravidanza.
    • Se ti tieni informata, potrai capire il ruolo della nutrizione durante la gravidanza e gli alimenti consigliati.
  7. 7
    Gestisci i livelli di stress. La gravidanza stessa può essere molto stressante, perché si affrontano diversi cambiamenti e disagi fisici. Purtroppo, lo stress è un male per il bambino e può favorire le perdite di sangue e altri problemi.
    • Pertanto, è importante ridurre al minimo le fonti esterne di stress e cercare di restare quanto più serene è possibile.
    • Si incoraggia il riposo e il relax in gravidanza. Una tecnica che può essere molto efficace per rilassarsi è il rilassamento cosciente.
  8. 8
    Pratica il rilassamento cosciente. Si tratta del processo attraverso cui si libera la tensione dalla mente e dal corpo sebbene il lavoro e l'esercizio siano volontari.
    • Preparazione: sbottona i vestiti, assumi una posizione comoda, o seduta o di fianco, mettendo dei cuscini intorno a tutte le parti del corpo. L'uso di una musica rilassante è facoltativo.
    • Inizio: fai in modo di stare calda e comoda. Inspira ed espira lentamente, immaginando un senso di serena distensione che giunge su ogni parte del corpo, dal collo fino alle dita dei piedi.
    • Fase intermedia: utilizza l'immaginazione per mantenere lo stato di rilassamento.
    • Risveglio: Ritorna allo stato di veglia gradualmente.
    • Pratica il rilassamento cosciente per 10-15 minuti al giorno e ti sentirai riposata e rinvigorita.
  9. 9
    Non fumare e non bere alcolici. Il consumo di alcool comporta un elevato rischio di aborto spontaneo. Il fumo di sigaretta, inoltre, è associato alla frequenza con cui si verificano il distacco della placenta, la placenta previa, la rottura prematura delle membrane e il parto pretermine.[1]
  10. 10
    Evita di esporti a rischi ambientali, come le radiazioni e altre sostanze nocive. Per ovvi motivi, questi fattori sono dannosi per il feto e la madre. Queste sostanze hanno la capacità di attraversare la barriera placentare che protegge il bambino.
    • Consulta il tuo medico prima di prendere qualsiasi farmaco da banco. Alcuni farmaci contengono ingredienti che possono essere dannosi per la gravidanza. Ricordati, inoltre, di leggere la composizione e il corretto uso di un determinato medicinale o prodotto sul foglietto illustrativo.
    • Se svolgi un lavoro ad alto rischio ambientale (per esempio, in un reparto di radiologia, in laboratori e fabbriche che hanno a che fare con diversi tipi di sostanze chimiche), pensa di cambiare l'incarico o il posto di lavoro.
  11. 11
    Pratica sesso sicuro. Il sesso è solitamente sicuro finché ti senti a tuo agio. Tuttavia, esistono alcune condizioni patologiche per le quali non è sicuro avere rapporti sessuali.
    • Astieniti dal sesso se hai precedenti di dilatazione prematura del collo uterino e di emorragia vaginale anormale.
    • Metti al corrente il tuo medico se si verificassero fenomeni di emorragia vaginale e/o crampi uterini durante il rapporto.
  12. 12
    Proteggiti contro le violenze. L'abuso fisico è dannoso sia per la madre sia per il bambino. Le percosse subite da una donna incinta aumentano il rischio di complicazioni in gravidanza, emorragie, infezioni e altre condizioni dannose.
    • Pertanto, è molto importante segnalare qualsiasi forma di abuso fisico al tuo medico o alle autorità competenti.
    • Questo non è mai un passo facile, soprattutto per le donne che danno importanza alla loro relazione sentimentale con il proprio partner.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Sapere Quando Chiamare il Medico

  1. 1
    Chiama il medico se si verificano gravi emorragie. Sanguinare significa cose diverse in tutto l'arco della gravidanza. Se la tua è un'emorragia forte, soffri di seri dolori addominali, hai crampi come quelli mestruali, e senti di svenire durante il primo trimestre, potrebbero essere tutti segni di una gravidanza extrauterina. La gravidanza extrauterina si verifica quando l'ovulo fecondato si impianta in un luogo diverso dall'utero e, pertanto, può portare alla morte. Una forte emorragia associata a crampi potrebbe anche essere il sintomo di un aborto spontaneo nel primo o all'inizio del secondo trimestre. Questi sono i termini usati per descrivere approssimativamente le quantità di sangue perse durante un'emorragia vaginale:
    • Sanguinamento vaginale grave: maggiore rispetto al normale ciclo mestruale più pesante.
    • Sanguinamento vaginale moderato: pari a un ciclo mestruale pesante.
    • Sanguinamento vaginale lieve: meno rispetto a un ciclo mestruale pesante.
  2. 2
    Cerca assistenza medica se hai nausea e vomito forti. È molto comune nelle donne avere un po' di nausea durante la gravidanza. Tuttavia, se è ingravescente, può essere il segno di qualcosa di più serio.
    • Se non riesci a mangiare o bere nulla, corri il rischio di disidratarti. La malnutrizione e la disidratazione possono danneggiare il bambino.
    • Se la nausea è forte, è importante informare il medico. Questi può prescrivere farmaci o consigliare di modificare la dieta.
  3. 3
    Controlla il livello di attività del bambino. Un medico, di solito, chiede alla gestante di stendersi su un fianco per vedere se questa posizione mette in movimento il bambino. Anche contare i calci può essere utile.
    • Come regola generale, si dovrebbero sentire dieci o più calci in due ore. Se sono inferiori a questo numero, dovresti chiamare il medico.
    • Il medico ha apparecchiature di monitoraggio che possono essere utilizzate per determinare se il bambino si muove e cresce in modo appropriato.
  4. 4
    Chiama il tuo medico se si verificano sintomi di preeclampsia. Alcuni segni di malessere, come un mal di testa persistente e forte, dolori addominali, disturbi visivi e gonfiore durante il terzo trimestre, potrebbero essere sintomi di preeclampsia.
    • La preeclampsia è una sindrome grave che si sviluppa durante la gravidanza ed è potenzialmente letale. La malattia è caratterizzata da pressione alta ed eccesso di proteine nelle urine, solitamente dopo la 20a settimana di gravidanza.
    • Se sospetti di avere una preeclampsia, devi chiamare subito il medico e farti misurare la pressione del sangue. Una buona assistenza prenatale può aiutare ad arrestare una preeclampsia precoce.
  5. 5
    Consulta il medico se vedi del tessuto sporgere dalla vagina. Se vedi qualsiasi tipo di tessuto sporgere dalla vagina, non tirarlo. Dovresti andare immediatamente dal medico per un controllo. Potrebbe trattarsi di un aborto spontaneo.
    • Anche se traumatizzante, un aborto spontaneo è spesso seguito da una gravidanza sana; esistono casi molto rari in cui una donna ha ripetuti aborti spontanei.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Fermare l'Emorragia

  1. 1
    Controlla quanto sanguini utilizzando gli assorbenti. Prova a mettere un assorbente per vedere approssimativamente la quantità di sangue che fuoriesce. È estremamente importante prestare attenzione e cercare eventuali coaguli di sangue (i coaguli potrebbe indicare un'emorragia interna o un altro disturbo della coagulazione) e stare attente al colore del sangue (è necessario capire se è di un rosso acceso o più scuro).
  2. 2
    Riposati. Se hai un'emorragia vaginale, è meglio stendersi per due motivi: prima di tutto, per evitare vertigini e, in secondo luogo, se si sdrai, riduci al minimo velocità delle perdite di sangue. Nella maggior parte delle volte la cura per le emorragie è il riposo. Il medico o il ginecologo potrebbe anche consigliare alla donna incinta di prendersi una pausa dal lavoro e di evitare di stare in piedi.
  3. 3
    Evita i rapporti sessuali. Se sanguini (anche minimamente), non avere rapporti sessuali per almeno qualche giorno dopo che l'emorragia si è fermata, a meno che non ti venga detto dal ginecologo di fare altrimenti. Questa misura ha lo scopo di proteggerti da un trauma fisico che potrebbe causare un'altra emorragia.
    • Non usare gli assorbenti interni. Non utilizzare i tamponi per controllare l'emorragia, ma ricorri agli assorbenti normali. È importante in quanto il tampone può irritare l'orifizio vaginale o la cervice, causando un ulteriore sanguinamento.
  4. 4
    Evita l'attività fisica. Non fare alcuna attività fisica dopo un'emorragia, in quanto potrebbe portare a una maggiore perdita di sangue. Ricorda che devi riposarti quanto più puoi dopo un'emorragia in gravidanza.
  5. 5
    Non fare lavande durante la gravidanza, soprattutto se hai emorragie. Pulendo la vagina in questo modo, rischi di influire sull'equilibrio della flora batterica al suo interno. Alterando questo equilibrio, potresti esporre la vagina ad altre infezioni che rischiano di influenzare la gravidanza.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Capire le Cause Comuni dell'Emorragia Vaginale

  1. 1
    Informati sul fatto che l'impianto dell'ovulo può causare emorragie durante il primo trimestre (ovvero le prime 12 settimane di gravidanza). Potresti avere qualche macchia nelle prime fasi della gravidanza, ma questo è normale in molte donne. Queste macchie (o spotting) sono dovute all'impianto dell'ovulo nell'utero e, di solito, si verificano entro 12 giorni dalla fecondazione.
    • Con impianto si indica che l'ovulo fecondato si è attaccato ed è penetrato nella mucosa uterina, preparandosi per un ulteriore sviluppo.
    • Oltre al sanguinamento da impianto dell'embrione (in molti casi innocuo), potrebbero essere altre malattie a produrre un'emorragia vaginale durante questa fase della gravidanza. Pertanto, è importante mettere al corrente il proprio medico di qualsiasi tipo di sanguinamento e sottoporsi a esami, se necessario.
  2. 2
    Renditi conto che l'aborto può causare un'emorragia. Il sanguinamento durante la gravidanza può essere il sintomo di un aborto spontaneo. Tuttavia, è molto importante sapere che non tutte le donne che hanno un'emorragia vaginale soffrono di aborto spontaneo. Quindi, se riscontri questo tipo di emorragia, non farti prendere dal panico – basta chiamare il medico.
    • È importante sapere che un aborto spontaneo ha anche altri sintomi, come i crampi addominali (che possono essere molto gravi e molto più forti di quelli normali di cui soffrono molte donne incinte) e la fuoriuscita di tessuto estraneo attraverso la vagina.
    • Se si verificano, dovresti andare immediatamente in ospedale.
  3. 3
    Renditi conto che le gravidanze ectopiche possono causare emorragie. Un'altra condizione medica che potrebbe causare l'emorragia vaginale (anche associata a un'emorragia interna) è la gravidanza ectopica. Questo significa che l'impianto non è avvenuto nel posto normale (la cavità uterina), bensì nelle tube di Falloppio.
    • Dopo essersi impiantato, l'embrione cresce e si sviluppa fino a quando le tube di Falloppio non possono più sostenerlo. Il tessuto ectopico si rompe, causando un'emorragia potenzialmente letale. Questa patologia è molto più rara dell'aborto spontaneo.
    • I principali sintomi di una gravidanza ectopica includono il dolore nel basso ventre (causato dalla rottura delle tube di Falloppio), bassa pressione sanguigna (causata dalla perdita di sangue per la rottura delle tube di Falloppio) e tachicardia (anch'essa causata dalla perdita di sangue, in quanto il cuore deve pompare più veloce perché ha una minore quantità di sangue da far circolare).
  4. 4
    Sappi che le gravidanze molari sono un problema di salute. Un'altra potenziale causa dell'emorragia vaginale è la gravidanza molare – quando cresce del tessuto anormale all'interno della cavità uterina, invece che nel feto. Si verifica a causa di una anomalia genetica.
    • Altri sintomi di questo disturbo (oltre al sanguinamento) possono essere una rapida crescita dell'utero (perché il tessuto anormale cresce molto più velocemente di un bambino normale) o nausea e vomito eccessivi.
    • Un altro possibile sintomo è la presenza di tessuto estraneo che sporge attraverso la vagina e che si presenta come un grappolo d'uva.
  5. 5
    Informati sul fatto che le infezioni vaginali possono causare un'emorragia. Qualsiasi infezione vaginale a causa di rapporti sessuali non protetti può portare a un sanguinamento vaginale durante il primo trimestre. Una delle infezioni vaginali più comuni è la gonorrea.
    • Le infezioni vaginali possono provocare un'emorragia in quanto infiammano e dilatano i vasi sanguigni, il che li rende più soggetti a rompersi.
  6. 6
    Fai attenzione alla placenta previa nel secondo e terzo trimestre di gravidanza. Poiché il feto è più sviluppato in questa fase, qualsiasi emorragia vaginale potrebbe indicare che sia il feto sia la madre sono in pericolo. Esistono alcune condizioni mediche associate al sanguinamento durante questa fase avanzata di sviluppo, una delle quali è la placenta previa.
    • Questa condizione medica non si verifica molto spesso, ma può generare una gravidanza preoccupante. Nella placenta previa, la placenta (la struttura anatomica che collega il feto alla madre) è posizionata in maniera anomala, più bassa del solito, che porta al blocco della cervice uterina.
    • Un sanguinamento causato dalla placenta previa non provoca dolore e, pertanto, è più difficile da diagnosticare in tempo; quindi, se hai un'emorragia vaginale – anche se non è associata a dolore – dovresti farti visitare subito.
  7. 7
    Sappi che il distacco della placenta è un problema serio. Il distacco della placenta è un disturbo molto grave che mette in pericolo madre e bambino.
    • Questa rara condizione medica è causata dalla separazione della placenta dalla parete uterina e, quindi, provoca un'emorragia a causa della rottura dei vasi sanguigni.
    • Altri sintomi relativi al distacco della placenta includono dolore al basso ventre e mal di schiena, ma anche coaguli di sangue espulsi dalla vagina.
  8. 8
    Renditi conto che un travaglio prematuro può causare un'emorragia. Un'altra causa del sanguinamento vaginale è il parto pretermine. Si verifica prima della 37a settimana di gravidanza e richiede un'immediata assistenza medica.
    • Potresti avere qualche perdita di muco vaginale, talvolta associata a sangue. Si verifica quando viene espulso il tappo mucoso che copre normalmente l'apertura della cervice uterina.
    • Anche le contrazioni sono presenti, come il dolore al basso ventre e il mal di schiena.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Qualsiasi perdita di sangue durante la gravidanza necessita di un'attenzione immediata. Chiama immediatamente il medico o vai al pronto soccorso.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Riconoscere una Gravidanza Ectopica

Come

Gestire i Disturbi della Gravidanza

Come

Assumere Omega 3 Durante la Gravidanza

Come

Comprendere le Ultime Settimane di Gravidanza

Come

Mantenersi in Salute durante la Gravidanza

Come

Stimolare l'Arrivo delle Mestruazioni

Come

Inserire gli Ovuli Vaginali

Come

Capire se Hai Avuto un Aborto Spontaneo

Come

Eliminare gli Odori Vaginali

Come

Evitare la Gravidanza senza Usare il Preservativo

Come

Perdere la Verginità Senza Dolore (Ragazze)

Come

Far Cessare il Ciclo Mestruale

Come

Prevenire i Grossi Coaguli di Sangue Durante le Mestruazioni

Come

Trattare le Lesioni Vaginali
Pubblicità
  1. http://www.webmd.com/baby/guide/7-pregnancy-warning-signs
  2. http://www.mayoclinic.org/symptoms/bleeding-during-pregnancy/basics/definition/sym-20050636
  3. Pagano, T. (2014) Understanding Placenta Previa -- the Basics. Reviewed last April 4, 2014. Retrieved last July 15,2014 at http://www.webmd.com/baby/understanding-placenta-previa-basics
  4. Wong, D., Perry, S., Hockenberry, M., Lowdermilk, D., and Wilson, D. 2009. Maternal and Child Nursing Care. Elsevier, Singapore. 3rd edition.
  5. WebMD Medical Reference. (2013) Placenta Abruptio - Topic Overview. Updated last April 03, 2013. Retrieved last July 14, 2013 at http://www.webmd.com/baby/tc/placenta-abruptio-topic-overview

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 4 231 volte
Categorie: Salute Donna
Questa pagina è stata letta 4 231 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità