Sicuramente avrai visto qualcuno che soffre di cataratta. Si tratta di un processo che comporta la progressiva opacizzazione del cristallino. In effetti, oltre il 90% delle persone ne è colpito dai 65 anni in poi, anche se non in tutti i pazienti si verifica una diminuzione della vista tale da giustificare un intervento chirurgico.[1] La cataratta impedisce alla luce di raggiungere normalmente la retina causando una graduale perdita della vista, sebbene indolore. All'inizio non è sempre facile rendersene conto. Poiché oggigiorno è la prima causa di cecità nel mondo,[2] non esitare a consultare il medico per prevenire e trattare questo problema.

Parte 1 di 2:
Proteggere e Migliorare la Salute degli Occhi

  1. 1
    Proteggi gli occhi dal sole. Se devi uscire, metti gli occhiali da sole e un cappello a tesa larga. Opta per le lenti polarizzate in modo da ridurre lo sforzo causato dalla sensibilità al riverbero della luce. Dovrebbero contenere anche un elemento ultravioletto in modo da proteggersi dai raggi UVA e UVB.[3] I raggi del sole favoriscono lo sviluppo della cataratta, in particolare quelli UVB che possono provocare la degenerazione maculare.[4] Inoltre, ti conviene stare in casa tra le 11:00 e le 15:00.
    • Anche in caso di radioterapia (utilizzata soprattutto nel trattamento dei tumori), devi proteggere gli occhi. Indossa un paio di occhiali protettivi o schermali seguendo le indicazioni del medico.
  2. 2
    Proteggi gli occhi davanti allo schermo. Siediti almeno a 30 cm dal computer o dal televisore, perché anche gli schermi generano un basso livello di radiazioni. Sebbene non esistano studi che collegano lo sviluppo della cataratta all'uso del monitor, evita di stare troppo vicino e limita il tempo di esposizione. In questo modo, non comprometterai la vista.[5]
    • Chiudi le tende per diminuire il riverbero della luce. Regola la posizione del monitor del computer in modo che sia a 90° rispetto alla fonte di luce naturale. Non dimenticare che puoi anche regolare la luminosità e il contrasto per non affaticare la vista.[6]
    • Segui il metodo 20-20-20. Ogni 20 minuti, distanzia lo schermo di 20 piedi (6 metri) da qualsiasi oggetto per 20 secondi. Potrebbe essere utile programmare una sveglia.[7]
  3. 3
    Non sottovalutare le visite oculistiche. Dal momento che non è possibile vedere la cataratta a occhio nudo, dovresti andare regolarmente dall'oculista. È ancora più importante superati i 40 anni. Se hai un'età compresa tra 18 e 60 anni ma non sei esposto ad alcun rischio, fai un controllo ogni due anni. Se, invece, c'è qualche fattore che può contribuire allo sviluppo della cataratta, prendi un appuntamento annuale.[8]
    • Se hai superato i 61 anni e non corri rischi, dovresti fare una visita oculistica ogni anno, altrimenti più di una in caso di rischi.[9]
  4. 4
    Evita di bere e fumare. Il fumo rilascia radicali liberi nel corpo, riducendo la capacità di riparare i danni. Più radicali liberi sono presenti nell'organismo, più cellule vengono compromesse e, di conseguenza, è più probabile che si sviluppi la cataratta.[10] Dovresti anche evitare di bere più di un bicchiere di alcol al giorno. Secondo alcuni studi, questa sostanza compromette la stabilità del calcio nel cristallino.
    • L'alcol modifica anche l'interazione delle proteine all'interno dell'occhio, aumentando il rischio di danni alla membrana.[11]
  5. 5
    Consuma verdure a foglia scura. Secondo alcuni studi, è possibile prevenire la cataratta mangiando verdure a foglia scura che contengono antiossidanti. È stato dimostrato che gli antiossidanti, come la luteina e la zeaxantina (che si trovano nella retina e nel cristallino) agiscono contro la formazione della cataratta. Assorbono la luce dura e i raggi UV. Se preferisci gli integratori, cerca di assumere più di 6 mg di luteina e zeaxantina al giorno. Ottime fonti di antiossidanti includono:[12] [13]
    • Cavolo riccio;
    • Spinaci;
    • Cavolo nero;
    • Cime di rapa;
    • Tarassaco;
    • Senape indiana;
    • Barbabietola rossa;
    • Radicchio;
    • Zucchine.
  6. 6
    Prendi la vitamina C. Può migliorare la salute degli occhi e prevenire la formazione della cataratta. Diversi studi di medicina raccomandano di assumerla mangiando anziché assumendo integratori.[14] Anche se questi ultimi contribuiscono nella prevenzione della cataratta, è necessario prenderli per quasi dieci anni prima cominciare a notare qualche beneficio.[15] Se opti per gli integratori, segui la dose giornaliera raccomandata (90 mg per gli uomini, 75 mg per le donne, 35 mg per i fumatori). In caso contrario, dai preferenza ai seguenti tipi di frutta e verdura:[16]
    • Melone di cantalupo;
    • Cavolfiore;
    • Uva;
    • Litchi;
    • Zucchine;
    • Broccoli;
    • Guava;
    • Peperoni;
    • Arance;
    • Fragole.
  7. 7
    Prendi la vitamina E. Contiene antiossidanti che possono proteggere gli occhi dai danni provocati dai raggi UV. Cerca di assumerla seguendo un'alimentazione ricca di frutta e ortaggi di vari colori perché contengono sostanze naturali (fitochimici) che ti aiutano a restare in salute. Se opti per gli integratori, segui la dose giornaliera raccomandata (22 UI per gli uomini o 33 UI per le donne). In alternativa, assumi la vitamina E mangiando:[17]
    • Spinaci;
    • Mandorle;
    • Semi di girasole;
    • Germe di grano;
    • Burro di arachidi;
    • Cavolo nero;
    • Avocado;
    • Mango;
    • Nocciole;
    • Bietole.
  8. 8
    Fai ginnastica. Muoviti regolarmente, almeno 150 minuti a settimana. Gestisci il tempo che hai a disposizione in modo da allenarti e salvaguardare la tua salute.[18] [19] Anche un esercizio fisico moderato o una camminata a passo svelto riducono il rischio di cataratta.[20] Secondo alcuni studi, più è intenso l'allenamento, minore è il rischio.[21]
    • La cataratta è legata al diabete. Dal momento che il sovrappeso e l'obesità incidono sul rischio di sviluppare questa malattia, cerca di mantenere un peso sano.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Imparare a Riconoscere la Cataratta

  1. 1
    Riconosci i sintomi. La cataratta tende solitamente a svilupparsi in vecchiaia, a uno o entrambi gli occhi. Consulta immediatamente il medico se manifesti uno dei seguenti sintomi:[22]
    • Vista sfocata;
    • Percezione di colori sbiaditi;
    • Difficoltà a leggere e guidare;
    • Bagliori agli occhi (aloni intorno alle luci);
    • Scarsa visione notturna;
    • Diplopia;
    • Frequenti variazioni nelle diottrie.
  2. 2
    Fai una visita oculistica. Per verificare se soffri di cataratta, l'oculista effettuerà un controllo regolare insieme ad altri esami.[23] Ad esempio, potrebbe usare la lampada a fessura che gli consente di regolare l'ingrandimento, il tipo di illuminazione e la messa a fuoco allo scopo di vedere il cristallino e le altre parti situate dietro il bulbo oculare. Grazie a questo strumento riuscirà a valutare se la luce non riesce ad attraversare l'occhio a causa della cataratta.
    • Probabilmente ti somministrerà delle gocce per dilatare la pupilla. Dopodiché sarà in grado di osservare l'occhio e diagnosticare eventuali problemi.
  3. 3
    Scopri da quale tipo di cataratta sei affetto. Non tutte le cataratte sono uguali, anche se la vista offuscata è un sintomo che le accomuna. Si suddividono in quattro categorie a seconda della posizione, dei sintomi e delle alterazioni visive e includono:
    • Cataratta nucleare: interessa il centro del cristallino. All'inizio, può causare miopia, ma alla fine il cristallino diventa giallo o marrone. Uno dei sintomi principali è l'incapacità di distinguere i colori.
    • Cataratta corticale: coinvolge i bordi del cristallino. Possono formarsi alcune sfumature biancastre cuneiformi al centro del cristallino e alterare la percezione della luce. In altre parole, i pazienti accusano spesso problemi di abbagliamento della vista.
    • Cataratta subcapsulare posteriore: si presenta dapprima con piccole zone opache in prossimità della parte posteriore del cristallino. I pazienti affetti da questi disturbo lamentano serie difficoltà di lettura e sensibilità alla luce forte, ma anche aloni circostanti alle fonti luminose, specialmente di notte.
    • Cataratta congenita: si forma in fase prenatale, di solito a causa di un'infezione sviluppata dalla madre durante la gestazione (come la rosolia, la sindrome di Lowe, la galattosemia o la distrofia muscolare).[24] Il pediatra controlla il neonato subito dopo il parto. Se il disturbo blocca l'asse visivo, sarà necessario rimuovere la cataratta per prevenire l'ambliopia (occhio pigro). Se è piccola o fuori asse, non è urgente. Tuttavia, bisogna tenere sotto controllo gli occhi.
  4. 4
    Informati sui fattori di rischio. Alcune malattie o fattori possono indicare una predisposizione alla cataratta. Ad esempio, il diabete di tipo 2 può impedire all'organismo di assimilare i carboidrati. Poiché lo sviluppo della cataratta è correlato all'iperglicemia, ne consegue che il diabete accelera questo processo.[25] Gli afroamericani, gli ispanici e le donne sono soggetti particolarmente a rischio.[26] Inoltre, considera i seguenti fattori associati statisticamente all'opacizzazione del cristallino:[27]
    • Aumento dell'età;
    • Consumo eccessivo di alcol o fumo;
    • Eccessiva esposizione al sole;
    • Esposizione a radiazioni ionizzanti (come quelle utilizzate nelle radiografie e nella radioterapia per combattere i tumori) o tossine;
    • Casi precedenti in famiglia di patologie oculari, come cataratta, glaucoma o degenerazione maculare;
    • Pressione sanguigna alta (ipertensione);
    • Obesità;
    • Precedenti clinici di lesioni o infiammazioni agli occhi;[28]
    • Interventi agli occhi;
    • Condizioni di lavoro pesanti o pericolose per gli occhi;
    • Assunzione di farmaci che favoriscono effetti collaterali agli occhi, come i corticosteroidi (gli steroidi sono catarattogeni, ma anche gli antipsicotici sono collegati allo sviluppo di questo disturbo);[29] [30]
    • Uso di lenti a contatto;
    • Rosolia durante la gravidanza.
  5. 5
    Combatti la cataratta fin all'inizio. Dal momento che questa lesione al cristallino causa un continuo deterioramento della vista, è importante cercare di rallentare i danni. L'intervento chirurgico è un'opzione, ma se lo rimandi, il problema potrebbe peggiorare. Per evitare che la cataratta progredisca ulteriormente, prova a:[31]
    • Usare occhiali o lenti a contatto più forti;
    • Adoperare una lente di ingrandimento quando leggi caratteri molto piccoli;
    • Illuminare meglio gli ambienti;
    • Applicare farmaci che dilatano le pupille.
  6. 6
    Sottoponiti a un intervento chirurgico. Ti permette di rimuovere la cataratta o il cristallino opacizzato a causa dell'invecchiamento. Quest'ultimo viene sostituito con uno artificiale e, di solito, il recupero non supera le 24 ore.[32] Il medico ti prescriverà un collirio lubrificante e antibiotici per prevenire eventuali infezioni post-operatorie.[33] [34] Se la cataratta pregiudica solo la parte esterna del cristallino, ma risparmia la visione centrale, non è sempre necessario asportarla.[35]
    • Dopo l'intervento, potresti avere l'impressione che sia entrato un corpo estraneo negli occhi. Di solito, dipende dalla secchezza oculare causata dai punti o dall'incisione di un nervo. In quest'ultimo caso, ci vorranno alcuni mesi prima che si rigeneri e i sintomi scompaiano.
    Pubblicità

Consigli

  • Cerca di assumere la vitamina B seguendo un'alimentazione ricca di salmone, tacchino senza pelle, banane, patate, lenticchie, halibut, tonno, merluzzo, latte di soia, formaggio.
  • Consulta sempre il medico se vuoi apportare cambiamenti nel regime alimentare prima di modificarlo o aggiungere qualcosa.

Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Ridurre il Gonfiore Causato dal Pianto

Come

Rimuovere Qualcosa da un Occhio

Come

Eliminare un Orzaiolo

Come

Curare un'Abrasione Corneale

Come

Rimuovere le Lenti a Contatto Bloccate

Come

Sbloccare i Dotti Lacrimali Chiusi

Come

Togliere un Corpo Estraneo dall'Occhio

Come

Migliorare la Vista

Come

Ridurre le Miodesopsie

Come

Sbarazzarsi Velocemente delle Occhiaie

Come

Abbassare la Pressione Oculare senza l'Uso di Collirio

Come

Sbarazzarsi dei Corpi Mobili Vitreali

Come

Mettere le Lenti a Contatto

Come

Liberarsi degli Occhi Arrossati dal Pianto
Pubblicità
  1. The University of Michigan Kellogg Eye Center, Cataract
  2. http://www.bu.edu/alcohol-forum/alcohol-consumption-affects-risk-of-cataracts/
  3. http://www.aoa.org/patients-and-public/caring-for-your-vision/nutrition/nutrition-and-cataracts?sso=y
  4. Science Daily, Study: Eat Leafy Green Veggies To Help Prevent Cataracts
  5. Science Daily, Study: Eat Leafy Green Veggies To Help Prevent Cataracts
  6. http://umm.edu/health/medical/reports/articles/cataracts
  7. Science Daily, Study: Eat Leafy Green Veggies To Help Prevent Cataracts
  8. http://www.aoa.org/patients-and-public/caring-for-your-vision/nutrition/nutrition-and-cataracts?sso=y
  9. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23274600
  10. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17900234
  11. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23274600
  12. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17900234
  13. ABC News, Cataracts World's Leading Cause of Vision Loss
  14. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cataracts/basics/risk-factors/con-20015113
  15. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/cataracts/basics/risk-factors/con-20015113
  16. http://www.allaboutvision.com/conditions/congenital-cataracts.htm
  17. http://umm.edu/health/medical/reports/articles/cataracts
  18. http://www.aoa.org/patients-and-public/caring-for-your-vision/comprehensive-eye-and-vision-examination/recommended-examination-frequency-for-pediatric-patients-and-adults?sso=y
  19. Florida Eye Center, How to Delay or Prevent Cataracts
  20. http://www.aoa.org/patients-and-public/caring-for-your-vision/comprehensive-eye-and-vision-examination/recommended-examination-frequency-for-pediatric-patients-and-adults?sso=y
  21. http://umm.edu/health/medical/reports/articles/cataracts
  22. http://umm.edu/health/medical/reports/articles/cataracts
  23. http://www.reviewofophthalmology.com/content/i/1310/c/25217/
  24. http://medical-dictionary.thefreedictionary.com/Cataracts
  25. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/cataract.htm
  26. http://jama.jamanetwork.com/article.aspx?articleid=270662

Informazioni su questo wikiHow

Theodore Leng, MD
Co-redatto da:
Theodore Leng, MD
Specialista in Chirurgia Vitreoretinica
Questo articolo è stato co-redatto da Theodore Leng, MD. Il Dottor Leng è un Oftalmologo e Specialista in Chirurgia Vitreoretinica Iscritto all'Albo che lavora presso l'Università di Stanford. Ha completato l'internato in chirurgia vitreoretinica all'Università di Stanford nel 2010. Questo articolo è stato visualizzato 12 195 volte
Categorie: Cura degli Occhi
Questa pagina è stata letta 12 195 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità