Uno stato confusionale può essere descritto come l'incapacità di pensare con la consueta chiarezza o velocità [1]. Può manifestarsi all'improvviso o progressivamente. In genere fa sentire una persona perduta, disorientata, incapace di concentrarsi, ricordare e prendere decisioni [2]. È dovuto a numerose cause patologiche, alcune sono permanenti (come la demenza), ma spesso si tratta semplicemente di un problema temporaneo che va via in poco tempo o di un lapsus di memoria associato all'età [3]. Imparare a prevenire la confusione può aiutarti a mantenere una buona concentrazione e lucidità mentale, evitando di andare all'ospedale.

Parte 1 di 3:
Mantenere una Buona Lucidità Mentale

  1. 1
    Usa le tue abilità cognitive. Se non le utilizzi e non le metti in pratica regolarmente, alla fine le perderai [4]. Se possibile, cerca di imparare qualcosa di nuovo, come parlare una lingua, suonare uno strumento o acquisire tutta una serie di conoscenze. Non puoi provare nuove attività? Modifica le tue abitudini quotidiane in maniera più semplice per rafforzare le tue abilità cognitive, come fare le parole crociate, leggere sezioni del quotidiano a cui non sei abituato o imboccare una strada diversa dalla solita [5].
    • Esistono altri metodi per usare le proprie abilità cognitive, fra cui leggere, unirsi a un club di lettura (a cui si aggiunge il fattore dell'interazione sociale), dedicarsi a giochi di strategia come gli scacchi o iscriversi a un corso per imparare qualcosa di nuovo [6].
  2. 2
    Mantieniti attivo dal punto di vista sociale. Quando una persona rimane da sola per periodi prolungati, diventa maggiormente predisposta a depressione, stress e ansia. Nel tempo tali sintomi possono contribuire alla manifestazione di uno stato confusionale e perdita di memoria [7]. Passare del tempo insieme agli altri è un ottimo metodo per prevenire questi problemi. Ciò ti incoraggia infatti a ricordare eventi passati e a elaborare quelli attuali allo scopo di portare avanti una conversazione. È efficace per mantenere una buona lucidità mentale e godersi la compagnia di altra gente [8].
    • Avere una rete di appoggio è particolarmente importante per affrontare gli stati confusionali che interessano le persone anziane.
    • Prova a trascorrere del tempo con amici, parenti o persino sconosciuti (facendo volontariato) [9]. Non isolarti. Lasciati coinvolgere dalla vita e dalla società.
  3. 3
    Organizza la tua vita e il tuo ambiente. Ciò ti aiuterà a evitare di fare confusione nelle immediate vicinanze, ma anche a rafforzare la memoria e l'elasticità mentale [10]. Non preoccuparti qualora non fossi super organizzato: puoi iniziare in piccolo e stare a vedere quali risultati ottieni a poco a poco. Secondo alcuni studi, smettere di fare congetture in merito agli impegni e agli eventi quotidiani può aiutarti a focalizzarti e a concentrarti meglio per imparare nuove cose e ricordare eventi/informazioni importanti [11].
    • Prova ad annotare appuntamenti, commissioni, faccende domestiche e cose da comprare al supermercato. Abituati a portarti queste liste ovunque tu vada e a controllarle quotidianamente [12]. Cerca di averle sullo smartphone.
    • Assegna un posto designato agli oggetti essenziali che ti servono tutti i giorni, come portafoglio, chiavi e cellulare (se lo porti con te). In questo modo non sprecherai mai tempo per cercare tutto l'occorrente prima di uscire di casa [13].
    • Sforzati di tenere la casa ordinata, cercando in particolare di combattere il disordine. Esamina vecchi documenti, appunti e liste delle cose da fare: butta tutto quello che non ti serve più [14].
    • Avere un diario può essere efficace per mantenere i pensieri organizzati, tenere traccia della propria vita e dei propri obblighi quotidiani.
  4. 4
    Usa tutti i sensi. Quando impari o provi qualcosa di nuovo, utilizzare più di un senso aiuta a mantenere attive molteplici parti del cervello, ma anche a fissare i ricordi nella memoria e acquisire delle abilità [15]. Alcuni studi hanno dimostrato che usare un solo senso per sperimentare qualcosa diminuisce la predisposizione a ricordare o a fissare le informazioni/esperienze nella memoria, mentre usare due o più sensi permette di ottenere un risultato migliore [16].
    • Metti alla prova i tuoi sensi tutti i giorni, almeno un po'. Quando provi un piatto nuovo al ristorante, fai attenzione all'odore prima di assaggiare il cibo e dopo. Sfida te stesso. Per esempio, prova a identificare certi ingredienti o esercita le tue abilità cognitive leggendo un quotidiano o un libro mentre ti gusti gli aromi e i sapori di una pietanza sconosciuta [17].
  5. 5
    Cerca di avere una routine prestabilita, che può essere efficace per migliorare la memoria e le proprie abilità cognitive. Ogni volta che segui una routine, il cervello riesci a fare connessioni e a riconoscere schemi comportamentali con maggiore facilità. Sembra semplice, ma il solo fatto di avere una routine giornaliera nel tempo può aiutare a ridurre gli effetti dello stato confusionale e della perdita di memoria [18].
    • Per esempio, assicurati di alzarti e di andare a letto allo stesso orario tutti i giorni. Questo può aiutare a migliorare la qualità del riposo e la salute in generale.
  6. 6
    Usa trucchetti mnemonici. Vengono utilizzati per ricordare liste, ordini delle operazioni e scale musicali, ma puoi anche crearli tu stesso per aiutarti a ricordare qualunque cosa associata alla tua quotidianità. Prova a scrivere i passi necessari per fare qualcosa, quindi prendi la prima lettera di ciascuna parola. Unisci le iniziali per creare un vocabolo o un'espressione relazionata. Per esempio, per ricordare le note musicali (Do, Re, Mi, Fa, Sol, La, Si), puoi utilizzare questa frase: "Dino Riposa Mentre Flavia Suona La Spinetta" [19].
    • Creare e usare trucchetti mnemonici permette di rafforzare sia le proprie abilità cognitive sia la memoria. Cercare dei metodi per ricordare i passi di un certo processo può anche aiutare a liberare la memoria allo scopo di elaborare e fissare nuove informazioni [20].
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Apportare dei Cambiamenti allo Stile di Vita

  1. 1
    Idratati. La disidratazione è una causa comune dello stato confusionale, ma è facile da prevenire. Si manifesta ogni volta che il corpo perde più acqua di quanta ne venga assunta [21]. Purtroppo in questo caso lo stato confusionale è solitamente sintomatico di una grave disidratazione e può richiedere un intervento medico [22].
    • Bere acqua o bevande sportive aiuta a trattare una disidratazione lieve o moderata. Nei casi più gravi è necessaria la somministrazione (eseguita da un professionista) di una soluzione salina per endovena [23].
  2. 2
    Mangia sano. Migliorare la propria alimentazione spesso aiuta a combattere o a prevenire gli stati confusionali. È importante mangiare frutta fresca, verdure, cereali integrali e proteine salutari come pesce, pollame senza pelle e tofu [24].
    • Evita l'alcool, che contribuisce comunemente alla manifestazione di stati confusionali e/o perdita della memoria [25]. In linea di massima, questo fenomeno può verificarsi quando una persona smette di bere dopo averlo fatto tutti i giorni.
    • Assicurati di assumere abbastanza vitamina B12 e acido folico, in quanto si crede che aiutino a proteggere il sistema nervoso [26].
    • Secondo alcuni studi, la ginkgo biloba, un integratore a base di erbe, può aiutare a migliorare la memoria e a rafforzare le proprie abilità cognitive [27]. Prima di prendere un integratore che ti interessa, parlane con il tuo medico.
  3. 3
    Dormi a sufficienza. Il sonno è molto importante per mantenere buone abilità cognitive, in quanto aiuta a rafforzare e a solidificare la memoria. Dormire poco può causare stato confusionale e incertezza [28].
    • Cerca di avere una buona igiene del sonno. Implementa una routine da seguire prima di andare a letto (come farti una doccia, ascoltare della musica rilassante, eccetera) e delle abitudini di riposo regolari.
    • La maggior parte degli adulti e delle persone più in là con l'età ha bisogno di sette-nove ore di sonno a notte. Assicurati di riposare bene per prevenire confusione e disorientamento [29].
  4. 4
    Mantieniti attivo. L'esercizio fisico aiuta ad aumentare l'afflusso di sangue al cervello, permettendo di mantenere intatte le proprie abilità cognitive [30]. Se ne hai la possibilità dal punto di vista fisico, cerca di fare almeno 150 minuti di esercizio aerobico moderato alla settimana, oppure 75 di esercizio aerobico intenso [31]. Devi anche includere due-tre giorni di allenamento di forza alla settimana per un totale di almeno 40 minuti.
  5. 5
    Abbassa la pressione. Se è alta e non viene trattata, può causare problemi significativi alla memoria e alla capacità di risolvere i problemi [33]. Se ti sono stati prescritti dei medicinali, prendili seguendo le istruzioni indicate dallo specialista. Se attualmente non ne assumi, rivolgiti al tuo medico per sapere quali metodi implementare per abbassare la pressione, per esempio dimagrire o apportare cambiamenti all'alimentazione [34].
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prendersi Cura di una Persona Affetta da Stato Confusionale

  1. 1
    Presentati. Per quanto tu conosca questa persona da anni (che siate amici, familiari o semplici conoscenti), dovresti sempre identificarti o presentarti. Molti soggetti che soffrono di stato confusionale si spaventano. Di conseguenza, se un individuo che percepiscono come uno sconosciuto dovesse avvicinarsi improvvisamente senza avvisare, questo può causare comportamenti imprevedibili o addirittura violenti [35].
    • Di' il tuo nome e ricordagli come vi siete conosciuti. Parla lentamente e avvicinati al soggetto con cautela [36].
  2. 2
    Offrigli vari promemoria. A volte bastano dei piccoli solleciti per aiutare una persona in preda a uno stato confusionale a ricordare chi è e dove si trova. Altre volte la confusione è associata all'orario, al giorno o all'anno [37]. Se un individuo che conosci è confuso, cerca di aiutarlo nei seguenti modi:
    • Ricordagli dove si trova in quel dato momento [38].
    • Metti accanto a lui un calendario o un orologio affinché possa controllare la data e l'orario ogni volta che ne ha bisogno [39].
    • Parlagli di eventi attuali o recenti e dei piani previsti per la giornata [40].
  3. 3
    Crea un ambiente rilassato. Alcune persone in stato confusionale affrontano anche conseguenti stati emotivi come paura o ansia. Un metodo per combatterli? L'ambiente che si trova nelle immediate vicinanze del soggetto interessato dovrebbe essere tranquillo, calmo e rilassante [41].
    • Se possibile, rimuovi tutte le cose potenzialmente traumatizzanti o sconvolgenti dalle immediate vicinanze. Non devi necessariamente sbarazzartene, ma nasconderle fino a quando l'individuo non si sentirà meglio può aiutare ad accelerare i tempi di recupero [42].
    • Stai particolarmente attento alla sindrome del sundowning, o del "sole che tramonta". A fine giornata gli individui affetti da demenza possono assistere a un peggioramento dello stato confusionale e depressivo. Se pensi che una persona ne stia soffrendo, parlane con il suo medico, che potrebbe suggerire dei medicinali o una terapia efficace.
    • Prova a tenere le finestre aperte di giorno per fare in modo che il paziente stia più attento, sveglio e meno confuso.
  4. 4
    Prepara uno spuntino per alzare il glucosio. In alcune circostanze lo stato confusionale è dovuto all'ipoglicemia (i medicinali per il diabete ne sono una causa piuttosto comune). In questi casi prova a offrire uno spuntino o una bevanda dolce al diretto interessato [43]. Equilibrare i valori del glucosio può giovare all'umore e permettergli di pensare meglio senza arrabbiarsi.
    • Il succo di frutta è ottimo in caso di stato confusionale causato da ipoglicemia. Può essere efficace anche fare piccoli snack, mangiando per esempio qualche biscotto o salatino [44].
    • Per i soggetti che soffrono di ipoglicemia può essere necessario assumere delle apposite compresse. Se possibile, informati anticipatamente sul trattamento preferito da questa persona per aiutarla a riprendersi dallo stato confusionale [45].
  5. 5
    Rivolgiti a un medico. Se lo stato confusionale si manifesta di punto in bianco, quindi il sintomo non è mai apparso precedentemente, o dovesse iniziare a intaccare la vita quotidiana della persona interessata, chiama subito un medico [46]. Eseguirà un esame generale e prescriverà analisi del sangue e delle urine, test neuropsicologici, elettroencefalogramma (EEG) e/o TAC cerebrale [47]. In alcuni casi può essere necessario andare al pronto soccorso. Se tu o una persona che conosci doveste manifestare sintomi associati allo stato confusionale o uno dei seguenti campanelli d'allarme, chiama un'ambulanza [48]:
    • Pelle fredda o umidiccia;
    • Vertigini o sensazione di svenimento;
    • Battito cardiaco accelerato;
    • Febbre;
    • Mal di testa;
    • Respiro irregolare (lento o rapido);
    • Tremolio incontrollabile;
    • Complicanze associate al diabete;
    • Trauma cranico;
    • Perdita di coscienza.
  6. 6
    Comprendi le cause dello stato confusionale. Può essere dovuto a molteplici complicanze mediche. Il trattamento dipende dalla causa o dalle cause scatenanti. Ecco alcune delle complicazioni più comuni [49]:
    • Intossicazione (droghe o alcool – complicanza temporanea);
    • Tumore del cervello (può essere trattabile nel caso in cui il tumore possa essere curato/rimosso);
    • Trauma o lesione cranica, fra cui commozione cerebrale (solitamente temporanea, ma richiede una valutazione medica e un trattamento immediato);
    • Febbre (temporanea);
    • Squilibrio di fluidi/elettrolitico (spesso causato dalla disidratazione – complicanza temporanea, a patto che i fluidi vengano somministrati il prima possibile);
    • Patologie come la demenza (complicanza permanente che richiede un'accurata assistenza medica);
    • Mancanza di sonno (temporanea, a patto che le abitudini associate al riposo vengano corrette);
    • Ipoglicemia (complicanza temporanea, a patto che si faccia uno snack o si beva un succo);
    • Ipossiemia. Le cause possono essere varie, fra cui disturbi cronici ai polmoni (le complicanze possono essere temporanee o permanenti – richiedono un'assistenza medica immediata);
    • Effetti collaterali causati da medicinali (la complicanza può essere temporanea o richiedere delle modifiche da apportare ai farmaci, al dosaggio o ai tempi di somministrazione);
    • Carenze nutrizionali, comuni quando non si assume abbastanza niacina, tiamina o vitamina B12;
    • Convulsioni (possono essere temporanee o permanenti, a seconda della patologia o delle circostanze che le causano);
    • Ictus;
    • Malattia di Parkinson;
    • Età avanzata;
    • Compromissione sensoriale;
    • Cambiamenti improvvisi a carico della temperatura corporea, come colpo di calore o ipotermia (complicanza temporanea, se si corre subito ai ripari). Se non si offre un'assistenza medica immediata, i cambiamenti improvvisi della temperatura corporea potrebbero essere letali.
    Pubblicità

Consigli

  • Se tu o una persona che conosci doveste entrare in uno stato confusionale, all'inizio bisogna bere dell'acqua per trattare una possibile disidratazione. Poi occorre rivolgersi immediatamente a un medico.
  • Esiste una comune patologia chiamata "demenza multi-infartuale". Si manifesta spesso fra gli adulti più in là con l'età che hanno piccoli ictus o attacchi ischemici transitori. Questi colpi apoplettici si accumulano nel tempo e si verifica di conseguenza un declino progressivo delle funzioni cerebrali. Non esistono cure per la demenza multi-infartuale e viene diagnosticata attraverso una serie di TAC alla testa.

Pubblicità

Avvertenze

  • Le persone in preda a uno stato confusionale, specialmente se causato da demenza, potrebbero comportarsi in maniera imprevedibile o persino violenta. Se un individuo dovesse dire parole o fare gesti minacciosi, dagli spazio e chiama un medico per valutare la situazione.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Superare un'Ossessione

Come

Smettere di Piangere

Come

Stare Bene con Se Stessi

Come

Capire se una Persona è Bipolare

Come

Sapere se Sei Malato Mentalmente

Come

Smettere di Essere Geloso

Come

Controllare gli Impulsi Sessuali

Come

Smettere di Avere gli Incubi

Come

Smettere di Sudare a Causa dell'Ansia

Come

Identificare uno Psicopatico

Come

Combattere la Depressione senza Farmaci

Come

Essere Più Sicuro di Te

Come

Nascondere le Cicatrici Causate dall'Autolesionismo

Come

Superare un Periodo Difficile
Pubblicità
  1. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518
  2. http://www.health.harvard.edu/healthbeat/7-ways-to-keep-your-memory-sharp-at-any-age
  3. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518
  4. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518
  5. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518
  6. http://www.health.harvard.edu/healthbeat/7-ways-to-keep-your-memory-sharp-at-any-age
  7. http://www.health.harvard.edu/healthbeat/7-ways-to-keep-your-memory-sharp-at-any-age
  8. http://www.health.harvard.edu/healthbeat/7-ways-to-keep-your-memory-sharp-at-any-age
  9. http://www.webmd.com/brain/tc/confusion-memory-loss-and-altered-alertness-home-treatment
  10. http://www.health.harvard.edu/healthbeat/7-ways-to-keep-your-memory-sharp-at-any-age
  11. http://www.health.harvard.edu/healthbeat/7-ways-to-keep-your-memory-sharp-at-any-age
  12. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/dehydration/basics/definition/con-20030056
  13. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/dehydration/basics/symptoms/con-20030056
  14. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/dehydration/basics/symptoms/con-20030056
  15. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518?pg=2
  16. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518?pg=2
  17. http://www.webmd.com/brain/tc/confusion-memory-loss-and-altered-alertness-prevention
  18. http://www.webmd.com/brain/tc/confusion-memory-loss-and-altered-alertness-home-treatment
  19. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518
  20. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518
  21. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518?pg=2
  22. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518?pg=2
  23. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518?pg=2
  24. http://www.webmd.com/brain/tc/confusion-memory-loss-and-altered-alertness-prevention
  25. http://www.webmd.com/brain/tc/confusion-memory-loss-and-altered-alertness-prevention
  26. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  27. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  28. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  29. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  30. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  31. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  32. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  33. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  34. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  35. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000386.htm
  36. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/000386.htm
  37. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/healthy-aging/in-depth/memory-loss/art-20046518?pg=2
  38. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  39. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm
  40. https://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003205.htm

Informazioni su questo wikiHow

Chris M. Matsko, MD
Co-redatto da
Medico di Medicina Generale
Questo articolo è stato co-redatto da Chris M. Matsko, MD. Il Dottor Matsko è un Medico in pensione che vive in Pennsylvania. Si è laureato presso la Temple University School of Medicine nel 2007. Questo articolo è stato visualizzato 2 480 volte
Categorie: Salute Mentale
Questa pagina è stata letta 2 480 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità