Come Programmare un Videogioco

In questo Articolo:IniziareCreare il VideogiocoRiferimenti

Oggigiorno i videogiochi per smartphone, tablet, browser internet, computer e console hanno raggiunto una diffusione e una popolarità estremamente alta, fenomeno che non si è mai verificato in passato. Oggi per creare un videogioco hai a disposizione migliaia di tutorial, software per la progettazione e la creazione e consigli di esperti, cosa che in passato non era possibile. Sviluppare un videogioco continua a richiedere ottime capacità e una grande quantità di pazienza, ma le risorse a disposizione sono più che sufficienti perché un programmatore possa portarlo a termine, indipendentemente dal suo livello.

Parte 1
Iniziare

  1. 1
    Valuta di utilizzare un motore grafico. Alcuni sviluppatori di videogiochi perdono tempo a "reinventare la ruota", cioè a creare da zero il proprio motore grafico su cui si baserà lo sviluppo del gioco. Ciò accade soprattutto nel caso della loro prima creazione. Se vuoi risparmiare tempo, immergerti subito nella fase creativa del processo, ma avere comunque a disposizione la possibilità di scrivere il tuo codice, un'ottima soluzione consiste nell'utilizzare un motore grafico già esistente. Normalmente questi tipi di programmi includono tutti gli strumenti necessari a modificare i modelli 3D, scrivere gli script per la gestione degli eventi e altre applicazioni utili per lo sviluppo, senza però precludere la possibilità di creare il proprio codice di programmazione.
    • Alcuni dei software più usati includono "Unity", "UDK", "Unreal Engine 4" e "CryENGINE".[1]
    • Se la tua esperienza di programmazione è limitata, valuta di usare dei programmi come "GameMaker", creato dalla YoYo Games. Si tratta di un software che permette di usare funzionalità come il "drag-and-drop" e creare videogiochi senza dover scrivere nemmeno una riga di codice, pur garantendo l'accesso da parte dello sviluppatore a un potente linguaggio di programmazione non appena sarà pronto per tale passo.
  2. 2
    Utilizza i framework e gli altri strumenti a disposizione. Il framework si trova a un livello inferiore rispetto al motore grafico del gioco, ma fornisce un insieme di strumenti e di API ("Application Program Interfaces") che ti consentono di risparmiare tempo e di ottimizzare il codice del tuo progetto. Considera questo insieme di programmi come il minimo indispensabile da padroneggiare e utilizzare per la creazione del tuo primo videogioco. In futuro dovresti sentirti più a tuo agio nel presentarti come programmatore o nell'interessarti agli aspetti che si nascondo dietro il funzionamento di un motore grafico per videogiochi. In base al framework e/o al motore grafico scelto, potresti voler fare un ulteriore passo in avanti aggiungendo API specifiche per la creazione di grafica 3D, come ad esempio "OpenGL".
    • "Polycode", "Turbulenz" e "MonoGame" sono esempi di framework creati per lo sviluppo di videogiochi 2D e 3D.[2]
  3. 3
    Prova ad affidarti a un IDE. Un "Integrated Development Environment" è un compilatore che raggruppa in un unico punto tutti i file sorgenti relativi a un progetto per semplificarne la compilazione.[3] Utilizzando un IDE, la programmazione del codice relativo al tuo gioco sarà molto semplice ed efficiente, soprattutto nel caso in cui fornisca funzioni integrate per interagire con i sistemi audio e video.
    • "Visual Studio" ed "Eclipse" sono due esempi di ambienti di sviluppo, ma ce ne sono molti altri a disposizione. Cerca un IDE che sfrutti un linguaggio di programmazione con cui hai già fatto esperienza.
  4. 4
    Impara un linguaggio di programmazione. La maggior parte degli strumenti elencati nei passaggi precedenti sono basati su linguaggi di programmazione molto diffusi, quindi seguirne i tutorial che includono all'interno è un ottimo punto di partenza. Anche se puoi creare un videogioco utilizzando qualsiasi linguaggio di programmazione sufficientemente potente, quelli più utilizzati sono: C++ o C# per la programmazione su qualsiasi tipo di dispositivo, Flash ActionScript o HTML5 per la creazione di videogiochi per browser internet e Java o Objective C per la programmazione su dispositivi mobili. Sono tutti linguaggi di programmazione utili da conoscere se il tuo obiettivo è quello di essere assunto da una software house esistente, ma sappi che moltissimi videogiochi indipendenti ("Indy Games") vengono creati utilizzando Python, Ruby o JavaScript.

Parte 2
Creare il Videogioco

  1. 1
    Crea un piano di sviluppo del videogioco. Prima di iniziare, definisci nei minimi dettagli il videogioco che vuoi creare. Includi informazioni come ad esempio il genere, l'ambientazione, l'eventuale trama e le meccaniche su cui si basa il gameplay. Iniziando a scrivere il codice prima ancora di avere ben chiara l'idea che è alla base del progetto, molto probabilmente ti ritroverai a dover ricominciare più volte da zero, gettando all'aria una grande quantità di lavoro. Un simile scenario potrebbe verificarsi in ogni caso, ma avere un piano di sviluppo preciso e dettagliato ti aiuterà a ridurre le probabilità che questo accada.
    • L'esperienza basata sulla maggior parte dei videogiochi presenta quella che viene chiamata curva di apprendimento, si tratta quindi di un ottimo punto da cui iniziare a pianificare lo sviluppo del tuo titolo. Normalmente i progressi all'interno del gioco vengono alimentati dai seguenti aspetti: la scoperta di maggiori informazioni riguardanti l'ambiente di gioco, la trama, i personaggi, il dover prendere decisioni che modificano lo svolgersi degli eventi, lo sviluppo del proprio personaggio attraverso l'acquisizione di abilità aggiuntive o l'aumento di livello, l'esplorare nuove aree di gioco o il risolvere enigmi sempre più difficili.
  2. 2
    Assembla le tue risorse artistiche. Crea o raggruppa tutte le texture, gli sprite, i suoni e i modelli grafici di cui avrai bisogno all'interno del gioco. Esistono molteplici risorse gratuite nel web che puoi utilizzare a tale scopo, quindi non ti resta che eseguire una piccola ricerca. Se stai creando un videogioco in 2D e non hai a disposizione un creativo che ti aiuti nella progettazione, puoi scegliere di disegnare tu stesso tutte le strutture di cui hai bisogno.
  3. 3
    Crea gli script da inserire nel gioco. Gli script sono porzioni di codice che indicano al motore grafico di eseguire determinate azioni in momenti specifici. Se stai utilizzando un motore grafico open-source, è molto probabile che includa un linguaggio di scripting e anche un tutorial su come utilizzarlo. Se invece hai creato da zero il tuo motore grafico, dovrai provvedere alla creazione di un linguaggio per la gestione degli script. In ogni caso avrai la necessità di creare i seguenti componenti:
    • Un ciclo principale sempre in esecuzione che controlli gli input inseriti dall'utente. I processi adibiti alla generazione dei risultati relativi alle scelte dell'utente. I processi adibiti al controllo degli altri eventi presenti nel gioco. Eseguire i calcoli relativi a ciò che deve essere visualizzato a video e che deve essere inviato alla scheda video. Tutto questo deve essere eseguito almeno 30 volte al secondo.
    • Script "active listener" che controllino gli eventi generati nel gioco e che rispondano adeguatamente quando necessario. Ad esempio, un primo script dovrà controllare l'interazione del giocatore con le porte presenti nel gioco e dovrà avviare la riproduzione dell'animazione relativa all'apertura quando necessario, rendendola poi "immateriale" per permettere al giocatore di passarci attraverso. Un secondo script dovrà gestire l'evento in cui il giocatore, anziché aprire la porta nel modo convenzionale, decide di farlo con le armi a disposizione nel gioco e avviare di conseguenza l'animazione relativa alla distruzione della porta stessa.
  4. 4
    Crea i livelli di gioco. Quello che viene chiamato "level design" implica la progettazione di tutti i livelli presenti nel gioco (ad esempio "livello 1", "livello 2", eccetera), ovvero di tutte le aree che il giocatore può esplorare o a cui può accedere. In base alla natura del gioco, anche il "level design" sarà diverso (ad esempio in un "picchiaduro" rappresenterà la creazione della struttura che guiderà l'utente fra i singoli combattimenti). Questa fase dello sviluppo di un videogioco richiede abilità che non sono correlate alla programmazione. Inizia creando un livello semplice che l'utente possa utilizzare per prendere confidenza con le modalità del gioco. Per farlo, segui questa semplice scaletta relativa al genere di videogiochi in cui è richiesto di muoversi ed esplorare ambienti diversi:
    • Crea la struttura base dell'area di gioco.
    • Decidi quale sarà il percorso base che l'utente potrà intraprendere per muoversi lungo l'area di gioco. Aggiungi le sfide da superare man mano che il giocatore avanza nel percorso, compresi gli oggetti o gli eventuali benefici che trarrà dal superamento di queste difficoltà. Mantieni viva l'atmosfera e l'adrenalina concentrando gli eventi in un rapido susseguirsi. Al contrario, se vuoi creare un videogioco rilassante e godibile da tutti, riduci il numero delle sfide da superare.
    • Inizia ad aggiungere gli elementi grafici. Posiziona le sorgenti luminose lungo il percorso principale di gioco in modo da invogliare l'utente a seguirlo, allo stesso tempo non enfatizzare i percorsi secondari o le aree meno importanti.
    • Miscela e bilancia adeguatamente il gameplay, lo stile e le impostazioni del gioco. Ad esempio, in un "survival horror", aumenta la suspense interrompendo momenti di esplorazione con attacchi a sorpresa. Un'ondata consistente di nemici da fronteggiare può innalzare il livello di adrenalina del giocatore e, dato che la fase di combattimento richiede un'attenta pianificazione tattica, allo stesso tempo lo distoglierà dall'atmosfera carica di emotività che caratterizza questo genere di videogiochi.
  5. 5
    Testa il risultato finale. Adesso è il momento di controllare il frutto del tuo duro lavoro. Testa minuziosamente ogni singolo livello di gioco per eliminare ogni difetto. Concentrati soprattutto nel giocare al tuo videogioco usando approcci che normalmente non utilizzeresti. Ad esempio, dirigiti subito verso aree che presentano molte difficoltà. La scelta migliore è quello di avvalersi dell'aiuto di persone esterne al progetto che dovranno giocare al tuo videogioco e fornirti la maggiore quantità di feedback possibile.
    • Osserva qualcuno mentre utilizza il tuo gioco, ma non dargli alcun consiglio su come affrontarlo, a meno che non si tratti di un semplice tutorial iniziale nel caso le informazioni base sul gameplay non siano ancora state inserite nel titolo definitivo. Il ripetersi di errori frustranti da parte del giocatore o l'incappare in punti in cui è impossibile avanzare evidenziano la necessità di guidare meglio l'utente, o che occorre apportare qualche modifica alla struttura del livello.
    • Quando il gioco (o almeno un livello) è completo, affidati all'aiuto esterno di uno sconosciuto per testare il risultato finale. Gli amici tendono a essere troppo ottimisti, elemento ideale per sentirsi incoraggiati e motivati, ma di scarso aiuto se si desidera cercare di prevedere le reazioni dei futuri giocatori.
  6. 6
    Passa al livello successivo. Se il tuo progetto è concluso, puoi decidere di renderlo disponibile gratuitamente o a pagamento, ma prima di farlo assicurati di leggere attentamente i contratti per l'uso su licenza di tutti i programmi e software utilizzati. Sia che tu abbia terminato o meno il tuo videogioco come avevi programmato, puoi utilizzare alcune risorse e idee per la creazione di un progetto più ambizioso oppure puoi fare tesoro della lezione appresa e ricominciare da zero.

Consigli

  • Prendi nota delle idee e degli strumenti che ti servono nell'immediato, anziché di quelli di cui potresti aver bisogno in futuro.
  • Non perdere tempo "reinventando la ruota". Se per le tue necessità attuali puoi utilizzare una libreria di funzioni o di programmi già esistente, approfittane senza esitare. In caso contrario assicurati di avere un'ottima ragione per dover scrivere tutto il codice da zero.

Avvertenze

  • Se hai intenzione di vendere il tuo videogioco, dovrai utilizzare un motore grafico open-source, uno creato direttamente da te oppure acquistare la licenza per l'utilizzo di uno di quelli in commercio.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 74 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Videogames | Programmazione

In altre lingue:

English: Program a Video Game, Español: programar un juego, Português: Programar um Jogo, Русский: написать видео игру, Deutsch: Ein Videospiel programmieren, Français: programmer un jeu vidéo, Bahasa Indonesia: Merancang Program Permainan Video, Nederlands: Een videogame programmeren

Questa pagina è stata letta 18 358 volte.
Hai trovato utile questo articolo?