Scarica PDF Scarica PDF

Il primo passo per studiare lo spagnolo? Sicuramente è imparare l'alfabeto. Infatti, tutte le lingue hanno questo prerequisito. Prima di cimentarti con la grammatica e la sintassi, devi capire le regole fonetiche.

Passaggi

  1. 1
    La lettera A si pronuncia come in italiano.
  2. 2
    Lo stesso vale per la B.
  3. 3
    Come avviene in italiano, la C può essere pronunciata in due modi: come la nostra C di “casa” (puoi trovarla in parole come cosa, “cosa”, e cuchara, “cucchiaio”) o come il th inglese (puoi trovarla in parole come cero, “zero”, e cima, “cima”; la pronuncia è simile alla nostra S nelle varianti sudamericane). Ricapitolando, quando la trovi davanti alle vocali a, o e u, si pronuncia come la nostra C di "canto", mentre quando precede le vocali e e i, come il th inglese o la S (a seconda della variante linguistica).
  4. 4
    La D si pronuncia come in italiano.
  5. 5
    Lo stesso vale per la E.
  6. 6
    Idem per la F.
  7. 7
    La G è un po' più difficile. Somiglia a un'acca aspirata (prevalentemente in Spagna); quando una persona la pronuncia, è come se stesse cercando di eliminare qualcosa dalla gola. Nei Paesi sudamericani di lingua spagnola il suono è comunque simile all'acca aspirata, ma è più tenue, e si nota solo quando precede la e e la i, in parole come gel ("gel"), gema ("gemma"), gitano ("zingaro") e girasol ("girasole"); quando si trova davanti alle vocali a, o e u, si pronuncia sempre come la nostra g di “gatto”; la troverai in parole come ganado ("vinto"), gol ("gol") e gusano ("verme").
  8. 8
    L'acca è muta, come in italiano.
  9. 9
    La I si pronuncia come in italiano.
  10. 10
    La J si pronuncia come la G (quando si trova davanti alla e e alla i, in parole come gel o gitano), quindi come se fosse un'acca aspirata in inglese. Contrariamente alla G però, la J si pronuncia in questo modo con tutte le vocali: jarra ("brocca"), jefe ("capo"), jícara ("ciotola"), José, Juno, jamás ("mai").
  11. 11
    La L si pronuncia come in italiano, ma quando viene raddoppiata il suono è simile alla nostra gl; puoi trovarla in parole come llegar ("arrivare"), llanto ("pianto") e lluvia ("pioggia").
  12. 12
    La V si pronuncia come la B, ma è leggermente più morbida.
  13. 13
    La X si pronuncia come in italiano. La trovi in parole come examen ("esame") o extranjero ("straniero").
  14. 14
    La pronuncia della Y varia in base alla posizione in cui si trova in una parola. Se è la prima lettera di un vocabolo, come in yerba ("erba"), la pronuncia è simile a quella della doppia L, ma in alcuni Paesi sudamericani di lingua spagnola somiglia alla nostra G di “gelo” o alla J francese. In posizione finale, somiglia alla I italiana; puoi trovarla in parole come ley ("legge"), buey ("bue") o Godoy.
  15. 15
    Il suono della Z è simile a quello del th in inglese (prevalentemente in Spagna), mentre nei Paesi sudamericani di lingua spagnola è simile alla nostra S.
  16. 16
    Come vedi, non è difficile, sono poche le lettere che si pronunciano diversamente. Cerca di ascoltare il più possibile i madrelingua e fai pratica con diverse parole. Dopo un po' ti verrà spontaneo parlare.
    Pubblicità

Consigli

  • Non sottovalutare lo spagnolo: non basta aggiungere una s a tutte le parole italiane per parlarlo bene! Soprattutto, ricorda che esistono numerosi falsi amici, ovvero vocaboli simili dal significato completamente diverso. Cerca sempre sul vocabolario o su internet quando hai un dubbio.
  • Non confonderti tra jota e joda: la prima parola si riferisce alla lettera J, la seconda è una parolaccia.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 13 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 5 079 volte
Categorie: Lingue
Questa pagina è stata letta 5 079 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità