Le punture di zanzara sono una grande scocciatura per i bambini piccoli. Non solo provocano molto prurito, ma possono anche trasmettere delle malattie, come la febbre scatenata dal virus del Nilo occidentale, e infezioni cutanee, se il bimbo si gratta. Esistono però molte soluzioni per evitare che venga punto. Ci sono molti rimedi che si rivelano utili: repellenti, indumenti adeguati e un po' di giudizio relativo a dove e quando il bimbo può giocare.

Parte 1 di 2:
Adottare Misure Protettive

  1. 1
    Applica un repellente contro le zanzare. Per i bambini da due mesi di età ai tre anni, dovresti scegliere un prodotto a base di DEET. Fai attenzione però che la sostanza non entri in contatto con il viso o le mani del bambino. Prima spruzza il repellente sulle tue mani e successivamente strofinalo sul corpo del bimbo; in alternativa, puoi prendere un prodotto in crema; ne basta una quantità moderata.[1] Applica il repellente solo sulla pelle esposta. Se non ci sono motivi specifici, non devi metterlo sotto gli indumenti. Usa acqua calda e sapone per risciacquare la cute, una volta che il bimbo è rientrato in casa per quella giornata o serata.[2]
    • I prodotti adatti per i bambini non devono contenere più del 30% di DEET.[3]
    • Assicurati di non usare questi repellenti se il bimbo ha meno di due mesi.[4]
    • Non spruzzare il prodotto su ferite aperte.[5]
    • I prodotti per prevenire le punture di zanzara a base di olio di eucalipto citriodora non sono adatti ai bambini.[6]
    • Sebbene sia importante applicare sia una crema solare sia un repellente, non devi usare un prodotto che contenga entrambi i principi attivi. Devi assolutamente evitarlo; spalma invece una crema protettiva e in seguito il repellente; attieniti alle istruzioni riportate sulle confezioni per conoscere le modalità d'uso corrette per riapplicarli.[7][8]
  2. 2
    Copri adeguatamente il bambino. Nei giorni estivi, mettigli degli indumenti leggeri e di colore chiaro. Vanno bene una camicia o maglietta a maniche lunghe e un paio di pantaloni lunghi di tessuto leggero. Dovresti anche mettergli calze e scarpe, oltre a un cappello a tesa larga.[9] L'ideale è utilizzare il cotone o il lino; in questo modo, lo proteggi non solo dalle zanzare, ma anche dai raggi solari.
    • Evita di vestirlo eccessivamente, in modo che non si surriscaldi troppo. Nelle giornate particolarmente calde scegli degli indumenti traspiranti e mettigli un solo strato di abiti.
    • Anche gli indumenti progettati per la protezione solare e il nuoto sono ottime soluzioni.
  3. 3
    Usa una zanzariera. Se ti trovi in una località in cui c'è una presenza massiccia di zanzare, dovresti proteggere il letto del bambino con una zanzariera durante la notte e i sonnellini. Se lo porti all'aperto all'alba o al tramonto, oppure fai delle passeggiate nei boschi o in delle zone paludose, metti la zanzariera sopra il passeggino. Anche così potrà respirare normalmente, ma eviterai il rischio che venga punto.
  4. 4
    Tratta gli indumenti con la permetrina. Spruzza gli abiti con un repellente a base di questa sostanza, in modo da aggiungere un ulteriore strato protettivo. Nei migliori negozi di articoli sportivi puoi anche trovare dell'abbigliamento già pretrattato con un insetticida.[10]
  5. 5
    Tieni il bimbo al chiuso nelle ore del tramonto e all'alba. Sebbene le zanzare possano pungere sempre, sono particolarmente attive in queste due fasi della giornata.[12] Se il bimbo si trova all'aperto in questi due momenti, fagli indossare degli abiti appropriati e usa un repellente.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Creare degli Ambienti Sicuri

  1. 1
    Scegli un'area asciutta del giardino dove installare il suo spazio giochi. Non mettere la sabbionaia, la piscina per bambini o l'altalena in una zona del giardino particolarmente soggetta alla formazione di pozzanghere o vicino a una palude e/o uno stagno; cerca invece delle zone asciutte e secche dove far giocare tuo figlio. Probabilmente vorrai scegliere un luogo ombreggiato, ma fai in modo che sia anche parzialmente esposto al sole.
    • Se sei preoccupato dell'esposizione ai raggi solari, riduci il tempo in cui resta all'aperto a giocare nella fascia oraria compresa tra le 10:00 e le 16:00.
    • Non lasciarlo giocare sotto le strutture rialzate del giardino; queste sono zone particolarmente umide, dove possono insediarsi le zanzare.
  2. 2
    Cambia l'acqua ferma ogni settimana o più spesso.[13] Nelle piscine per bambini e negli abbeveratoi per uccelli l'acqua tende a diventare stagnante, trasformandosi così in luoghi ideali dove possono proliferare colonie di zanzare.[14] Assicurati di cambiare l'acqua con una frequenza regolare.
    • Non lasciare vecchi vasi di fiori in giardino, perché possono riempirsi facilmente di acqua.[15]
    • Se non usi costantemente la piscina del bambino, cerca di usare l'acqua per innaffiare i fiori o il prato; dovresti sempre usarla per altri scopi, invece di limitarti semplicemente a gettarla.
  3. 3
    Fai una buona manutenzione degli spazi esterni di casa. Falcia regolarmente il prato e taglia l'erba alta. Elimina anche ogni residuo che si accumula sulle grondaie. Se hai qualche cisterna o serbatoio di raccolta, assicurati di svuotarla regolarmente dall'acqua stagnante.[16] Lo stesso vale se usi dei copertoni come altalene, in quanto possono ospitare intere colonie di zanzare.[17] In linea generale, dovresti fare in modo di mantenere sempre l'erba del giardino a un'altezza corretta, per evitare che si accumuli acqua in posti indesiderati.
    • Taglia regolarmente il prato.
    • Riduci anche l'altezza dell'erbaccia o dell'erba.
  4. 4
    Assicurati di installare delle zanzariere adeguate alle finestre della camera da letto del bambino.[18] Se hanno dei buchi, devi ripararle il prima possibile, dato che anche quelli più piccoli possono lasciar entrare molte zanzare. Soprattutto durante la notte, questi fastidiosi insetti cercano di penetrare attraverso i fori per pungere le persone.
    Pubblicità

Consigli

  • Conserva l'insetticida in un ambiente sicuro lontano dalla portata dei bambini.

Pubblicità

Avvertenze

  • Non spruzzare il repellente in un ambiente chiuso.
  • Se il bambino manifesta una reazione allergica a qualche prodotto repellente, come delle eruzioni cutanee, lava immediatamente la pelle con acqua e sapone e chiama subito il pediatra o il centro antiveleni. Cerca delle cure mediche tempestive anche se gli si gonfia il viso, il corpo o se ha difficoltà a respirare.[19]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Riconoscere la Puntura di un Ragno

Come

Trattare una Vescica da Ustione

Come

Togliere le Spine dei Cactus

Come

Trattare il Morso di un Gatto

Come

Trattare una Ustione da Acqua Bollente

Come

Riconoscere le Punture delle Cimici da Letto

Come

Alleviare una Scottatura sulla Lingua

Come

Togliere il Pungiglione di un'Ape

Come

Curare una Ustione da Sfregamento

Come

Rimuovere una Zecca

Come

Trattare le Punture delle Cimici da Letto

Come

Occuparti di un Graffio di Gatto

Come

Trattare le Punture di Ortica

Come

Trattare una Vescica da Ustione sul Dito
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Laura Marusinec, MD
Co-redatto da
Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato co-redatto da Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.
Questa pagina è stata letta 985 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità