Come Proteggere le Barriere Coralline

Le barriere coralline sono ecosistemi unici, biologicamente ricchi e complessi, che a volte vengono chiamati "le foreste pluviali dell'oceano". L'inquinamento, le malattie, le specie invasive e i turisti disattenti sono tutti elementi che le possono danneggiare. Il declino delle barriere coralline destabilizza l'ecologia mondiale e può avere un impatto economico negativo. Le barriere coralline tengono sotto controllo la concentrazione di anidride carbonica nell'oceano e sono pertanto fondamentali per l'equilibrio della catena alimentare. Puoi proteggerle in vari modi.

Parte 1 di 3:
Essere un Turista Responsabile

  1. 1
    Evita di colpire o toccare la barriera corallina. Toccare la barriera con la chiglia di una barca può causare seri danni. La protezione delle barriere coralline dipende da quella che gli esperti chiamano "gestione del natante" adeguata.[1]
    • Comprendi dove si trovano le barriere coralline in modo da non colpirle con la barca, nemmeno involontariamente. Si possono danneggiare le barriere coralline anche semplicemente toccandole.
    • In realtà i coralli che formano le barriere sono animali di piccole dimensioni, pertanto questo ecosistema vivente è estremamente fragile e vulnerabile. I coralli sono animali che non si spostano, vivono in colonie e posseggono scheletri di carbonato di calcio duro che danno alle barriere coralline la loro tipica struttura.
    • Ricordati dei piedi. Controlla le pinne quando ti tuffi o fai snorkeling, in maniera da non toccare per sbaglio una barriera corallina.
  2. 2
    Non pescare o andare in barca vicino a una barriera corallina. Il contatto con oggetti come ancore o reti da pesca è uno dei modi principali in cui le barriere coralline vengono danneggiate o muoiono.[2]
    • Non gettare l'ancora su una barriera corallina. Invece, gettala in una zona con fondale sabbioso o usa un ormeggio. Puoi anche usare una boa di ormeggio invece dell'ancora.[3]
    • Sia lenze che reti e ami da pesca causano danni alle barriere coralline. Questa è un'altra delle tante ragioni per cui faresti meglio a pescare altrove. Scopri dove si trovano le barriere coralline prima di avventurarti sull'oceano.
    • Non gettare le acque di scarico della barca nell'oceano. Trova invece uno stabilimento della zona in cui sia possibile scaricarle in maniera sicura.[4]
  3. 3
    Non gettare rifiuti sulla spiaggia o nell'oceano. Lasciare oggetti come reti da pesca o rifiuti generici sulla spiaggia può danneggiare le barriere coralline. Se getti i rifiuti nell'oceano, questi possono alla fine venire in contatto con la barriera corallina.
    • Quando i rifiuti si depositano su una barriera corallina possono soffocare i coralli. Ricorda sempre che sono organismi viventi. A volte i coralli sono considerati alla stregua di conchiglie ma in realtà sono vivi e quindi estremamente vulnerabili.[5]
    • I rifiuti possono anche danneggiare o perfino uccidere i pesci che popolano le barriere coralline. Il termine tecnico per questo genere di rifiuti è "detriti marini". I detriti marini danneggiano anche altri organismi che si trovano sulle barriere coralline e sono necessari per la loro sopravvivenza.
    • Alcune organizzazioni promuovono la pulizia delle spiagge. Se aiuti a raccogliere i rifiuti degli altri sulle spiagge, oltre a non gettarli tu stesso, aiuterai le barriere coralline.
  4. 4
    Fai snorkeling e immersioni subacquee con attenzione. Molte persone amano immergersi vicino alle barriere coralline a causa della loro bellezza unica. Chi fa immersioni e si tuffa, tuttavia, può causare seri danni alle barriere coralline, in particolare nelle zone molto frequentate dai turisti.
    • Non strappare mai un pezzo di barriera corallina per portarlo con te. Si dice che quando ci si trova nell'oceano si dovrebbero lasciare solo bollicine e portare via solo fotografie. Ricordati che se prendi un pezzo di barriera stai distruggendo un organismo vivente.
    • Fai pratica di snorkeling prima di avvicinarti a una barriera corallina, in maniera da non rischiare di toccarla per sbaglio.[6]
    • In acqua mantieni una posizione orizzontale ed evita di scalciare la sabbia o agitare troppo le pinne. Non nuotare troppo velocemente o utilizza le braccia per nuotare.[7]
    • Se tocchi una barriera corallina puoi anche ferirti. Ad alcune persone è capitato di riportare tagli e punture.[8]
    • Non avvicinarti troppo alla barriera corallina se hai applicato molta crema solare. Gli oli contenuti nella lozione sono dannosi per la barriera.[9]
  5. 5
    Non comprare souvenir in corallo. Non dovresti prendere nulla di vivo dall'oceano, e nemmeno comprarlo in negozio. In alcuni Paesi puoi trovare gioielli e altri souvenir fatti di corallo: non comprarli.[10]
    • In alcuni Paesi è illegale vendere il corallo. Il corallo può impiegare un tempo molto lungo per crescere, quindi farlo finire nel tuo acquario o portagioie può avere un effetto durevole che potrebbe richiedere anni per essere riparato.[11]
    • Il corallo rosa e quello rosso sono particolarmente apprezzati in gioielleria per la loro colorazione. Provengono dalle acque più profonde.
    • Non comprare nemmeno pesce proveniente dalle barriere coralline. Informati sui pesci marini che compri nei negozi di animali e scegli quelli nati in cattività.[12]
  6. 6
    Scegli un hotel che abbracci la causa ambientalista. Gli hotel possono avere un grande effetto sull'ambiente. Spesso si trovano vicino alle coste e sono un punto di passaggio per molte persone. Sostieni gli hotel che mettono in pratica politiche volte a ridurre l'inquinamento.
    • Gli hotel che hanno programmi per il trattamento delle acque di scolo e offrono il riciclaggio e altre misure di sostenibilità possono aiutare a proteggere le barriere coralline migliorando lo stato dell'ambiente attorno a esse.[13]
    • Il turismo associato alle barriere coralline è uno dei segmenti più in crescita del settore, quindi i consumatori, facendo pressione su un numero maggiore di hotel perché adottino pratiche di sostenibilità, possono fare una grande differenza.[14]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Ridurre il Danno Ambientale

  1. 1
    Tutela l'ambiente. Le barriere coralline vengono danneggiate quando la qualità generale dell'ambiente attorno a esse declina, quindi puoi aiutare a proteggerle semplicemente praticando uno stile di vita più sostenibile.
    • Pianta alberi. Gli alberi riducono il deflusso nell'oceano, che danneggia le barriere coralline.
    • Ridurre la tua impronta di carbonio è davvero importante: l'innalzamento concentrazione di anidride carbonica nell'aria può portare al riscaldamento globale, che a sua volta può danneggiare le barriere coralline. Tutto è collegato. Per ridurre la tua impronta di carbonio potresti per esempio andare al lavoro in bicicletta e stendere il bucato, anziché usare l'asciugatrice.[15]
    • Usa meno acqua. In questo modo contribuirai a diminuire il deflusso, che è uno dei modi principali in cui le barriere coralline vengono danneggiate.
    • Utilizza fertilizzanti organici per evitare che composti chimici si disperdano nell'ecosistema. Non dare per scontato che i composti chimici che usi nel tuo giardino non possano raggiungere l'oceano solo perché non vivi sulla costa.
  2. 2
    Evita lo sviluppo del territorio e l'edilizia vicino alla costa. Alcune barriere coralline si trovano vicino alla costa e possono essere danneggiate da vari aspetti dello sviluppo del territorio e dell'edilizia come la costruzione di darsene, moli e l'aratura dei campi.[16]
    • Quando i sedimenti e il limo vengono smossi a causa dello sviluppo del territorio e dell'edilizia e finiscono nell'oceano possono causare la morte dei coralli oscurando la luce solare che è necessaria per la loro crescita.
    • Metalli, pesticidi, erbicidi e altri prodotti chimici associati con l'attività mineraria e il reflusso da discariche, agricoltura e progetti di sviluppo urbano possono danneggiare sia i coralli sia i pesci che vivono attorno a essi.
  3. 3
    Opponiti al riscaldamento globale. Un modo in cui le persone danneggiano indirettamente le barriere coralline è il generale peggioramento dell'ambiente. Le barriere sono estremamente sensibili all'innalzamento della temperatura dell'acqua, che le danneggia. Ridurre la tua impronta di carbonio contribuisce anche a fermare il riscaldamento globale.
    • L'innalzamento della temperatura dell'acqua di appena 1 grado danneggia la barriera corallina. Lo sbiancamento del corallo è un indicatore chiave del cattivo stato di salute delle barriere, ed è in crescita fin dagli anni Ottanta del secolo scorso. Le alghe all'interno della barriera ne determinano il colore, e lo sbiancamento avviene quando l'alga è assente o muore.[17]
    • Temperature più elevate dell'oceano possono anche stimolare la crescita di alghe, che danneggia le barriere coralline bloccando la luce solare di cui hanno bisogno per crescere.
    • Quando l'oceano si scalda ha una concentrazione più elevata di anidride carbonica. Questo rallenta la crescita delle barriere coralline rendendo più difficile per i coralli la creazione degli scheletri di carbonato di calcio.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Aiutare ad Informare le Persone sulle Barriere Coralline

  1. 1
    Boicotta i metodi di pesca dannosi. Se consumi pesce pescato in un modo che danneggia le barriere coralline, diventi parte del problema. Non usare prodotti ottenuti danneggiando l'ambiente è un modo per aiutare a proteggere le barriere. Comprendi quali pesci vengono pescati con un metodo che danneggia le barriere e spargi la voce.
    • In alcuni Paesi, incredibilmente, i pescatori fanno saltare in aria la barriera con materiale esplosivo per poter pescare con più facilità il pesce che si raggruppa attorno a esse e poi lo vendono a ristoranti e negozi.
    • Un altro metodo di pesca devastante prevede l'utilizzo di cianuro che viene rilasciato nell'acqua per stordire il pesce. Questo metodo uccide le barriere coralline attorno ad esso.[18]
    • La pesca eccessiva è un altro modo in cui le barriere vengono danneggiate. In alcuni Paesi questo tipo di pesca è determinato dalle condizioni economiche; le barriere coralline, infatti, possono fornire fino a un quarto del pesce consumato nei Paesi in via di sviluppo.[19]
    • Non mangiare pesce pescato a strascico. La pesca a strascico è così dannosa che può distruggere barriere che avrebbero potuto vivere per migliaia di anni e si trovano nelle profondità dell'oceano. Un esempio di pesce che a volte viene pescato a strascico è il pesce specchio atlantico.[20]
  2. 2
    Fai volontariato per sostenere la ricerca scientifica sulle barriere. Da decenni molti governi mappano nel dettaglio le barriere coralline per monitorarne il declino. Tali sforzi spesso si uniscono a quelli di gruppi privati che accettano donazioni e volontari e a quelli delle amministrazioni locali per proteggere le barriere.
    • In Australia, per esempio, il governo ha creato un sistema per coinvolgere le persone nella protezione della Grande Barriera Corallina. Il governo australiano ha creato un programma di monitoraggio che permette alle persone comuni di contribuire alla protezione della barriera comunicando le proprie osservazioni e letture dei dati. [21]
    • Gli scienziati studiano delle mappe dettagliate che segnalano lo sbiancamento delle barriere coralline, che può essere causato dall'innalzamento delle temperature marine e dalla proliferazione delle alghe.[22]
    • I dati sono così sofisticati che gli scienziati ricevono aggiornamenti ogni ora in particolare dalle barriere coralline delle Hawaii, di Portorico e delle Isole Vergini Americane. I dati monitorati sono la pressione barometrica, il livello della marea, la temperatura dell'aria e dell'acqua e altri fattori importanti per le barriere coralline.
    • Gli scienziati stanno incrociando le barriere coralline e facendo esperimenti con diverse varietà in ambienti con maggiore acidità e altre condizioni particolari. [23] Sono anche riusciti a trovare alcuni metodi per ancorare i coralli al fondo dell'oceano e stimolarne la crescita attraverso l'uso di corrente elettrica.
  3. 3
    Aiuta le associazioni dedite alla protezione delle barriere coralline. Ci sono molte organizzazioni che lavorano duramente per fermare la distruzione delle barriere coralline. Alcune si spingono perfino a costruire delle barriere artificiali per sostituire quelle distrutte o danneggiate.
    • The Coral Reef Alliance, Reef Relief e Planetary Coral Reef Foundation sono alcuni esempi di organizzazioni private che stanno tentando di salvare le barriere coralline. Queste organizzazioni (e altre simili) permettono alle persone di essere coinvolte in diversi modi.[24]
    • Puoi registrarti come volontario per un'associazione per la protezione delle barriere coralline e partecipare agli eventi e alle iniziative per la formazione. Unisciti alla pulizia di una barriera.[25]
    • Molte di queste organizzazioni si finanziano attraverso donazioni.
    • Alcune organizzazioni per la protezione delle barriere coralline hanno programmi educativi per i bambini, per spiegare ai più piccoli l'importanza delle barriere coralline.
  4. 4
    Parla delle barriere coralline. Molte persone toccano o danneggiano in altri modi le barriere coralline senza volerlo. Potrebbero semplicemente non sapere che le barriere sono piene di fragili creature viventi o comprendere che anche il contatto più leggero può danneggiarle. Aiutare a informare quante più persone possibile sulle barriere coralline può fare la differenza.
    • Molte organizzazioni non-profit dedicate alla protezione delle barriere offrono informazioni dettagliate sul tema nei propri siti web.
    • Puoi firmare un impegno a non usare gioielli in corallo.
    • Molti siti governativi offrono informazioni dettagliate sulle barriere coralline, la loro importanza e la loro protezione. La National Fish and Wildlife Foundation, creata dal Congresso degli Stati Uniti, per esempio, dedica grande spazio al tema. [26][27]
    • La Coral Reef Alliance invita tutti a educare gli altri a proposito dell'importanza delle barriere e offre badge gratuiti per i social network che possono essere utilizzati per segnalare il proprio supporto per la protezione del corallo.[28] Mettono anche a disposizione e-card.[29]
  5. 5
    Fai pressione sui politici affinché proteggano le barriere. I meccanismi legali per la protezione delle barriere coralline possono essere fondamentali. Fai sapere ai tuoi rappresentanti che vuoi che supportino misure che garantiscano la limitazione del danno alle barriere coralline.
    • La creazione di zone marine protette è una misura che può fare la differenza.[30]
    • Informati sulle strategie di azione locali in maniera da capire cosa si sta facendo nella tua zona e altrove.[31]
    • Greenpeace è sempre molto attiva nella protezione delle barriere coralline: visita il sito di questa importante organizzazione se desideri ricevere qualche notizia in più.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 22 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Attivismo Sociale | Animali
Questa pagina è stata letta 2 976 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità