Scarica PDF Scarica PDF

Può essere terrificante avere a che fare con uno psicopatico, ma esistono alcuni modi per evitare di diventare la sua vittima. La psicopatia è una forma di disturbo antisociale di personalità, caratterizzata da scarsa empatia, disprezzo per le regole e comportamento impulsivo.[1] Se non puoi fare a meno di interagire con un individuo simile, devi imparare a gestirlo con calma. Non farti coinvolgere dalla situazione perché, se ti infastidisci, gli dimostrerai che è in grado di controllarti. Chiedi aiuto se ti senti in pericolo e impara a riconoscere i segnali che indicano tentativi di violenza fisica o emotiva.

Parte 1 di 3:
Chiudere una Relazione con uno Psicopatico

  1. 1
    Chiama i servizi di emergenza se sei in grave pericolo. Chiedi immediatamente aiuto se la persona in questione ha minacciato di fare male a te, a se stessa o ad altre persone. Prendi sul serio le sue minacce anche se in passato non è mai stata fisicamente violenta.[2]
    • Non tutti i soggetti che soffrono di disturbo antisociale di personalità sono fisicamente violenti, ma spesso questa condizione è associata a un'aggressività improvvisa e comportamenti imprudenti.
    • La minaccia di suicidarsi potrebbe essere una tattica per manipolarti dal punto di vista emotivo. Se ritieni che abbia l'intenzione e la possibilità di farsi del male, chiama i servizi di emergenza.
    • Se sospetti che le sue minacce servano solo a controllarti o se minaccia ripetutamente di farsi del male, non perdere di vista i tuoi limiti. Dille che non sei responsabile delle sue azioni e che non le consenti di controllarti.[3]
  2. 2
    Ricorda che non sei responsabile del suo comportamento. Gli psicopatici sono esperti nel manipolare, ingannare e respingere ogni colpa. La situazione che stai vivendo non dimostra che sei una persona ingenua o un facile bersaglio. Invece di incolpare te stesso, cerca di capire che sei stato maltrattato e che non sei responsabile del comportamento di chi ti fa soffrire.[4]
    • Devi tenere presente che in genere un soggetto psicopatico sembra inizialmente amichevole e simpatico. Per settimane potrebbe mostrare un atteggiamento eccezionale e in seguito incominci a dare i primi campanelli d'allarme. Ad esempio, è possibile che scompaia per un paio di giorni e che, quando gli chiedi che fine ha fatto, vada su tutte le furie, minacci di farti del male e ti dica che non sono affari tuoi.
    • Inoltre, ricorda che non sei solo. Una persona con tendenze psicopatiche ignora il benessere altrui e tratta tutti come oggetti. Tieni presente che non sei la prima persona che mortifica e offende.
  3. 3
    Fidati del tuo istinto se sospetti che la tua relazione non sia sana. Segui il tuo istinto se hai l'impressione di dover trattare questa persona con i guanti di velluto. Se l'idea di interagire con lei ti riempie di paura, è il momento di prendere le distanze.[5]
    • Potresti esitare perché ti piace la sua compagnia nei momenti in cui si mostra gentile. Tuttavia, chiediti se è cordiale solo quando fai qualcosa per lei. Supponiamo che ti chieda di portarla da qualche parte e le rispondi che non puoi. Se perde le staffe, probabilmente sta cercando solo di circuirti per ottenere quello che vuole.
    • Considera che la paura non è l'unico campanello d'allarme. Fidati del tuo istinto se noti che ti attribuisce sempre la colpa di qualcosa, mente costantemente, approfitta di te, diventa improvvisamente aggressiva o non sembra preoccuparsi della tua salute fisica o mentale.
  4. 4
    Impara a stabilire e difendere i limiti personali. È noto che gli psicopatici esercitano pressione al fine di destabilizzare i limiti delle persone, soprattutto se non sono netti e definiti. Man mano che la tua relazione va avanti, impara a mettere dei paletti e preservarli. Prenditi un po' di tempo per prendere coscienza di quello che stai provando e stabilisci dei limiti che ti proteggano dal rischio di essere manipolato o sminuito sul piano emotivo.
    • Ad esempio, potresti modificare l'arredamento di casa in modo da non associare l'ambiente domestico alla persona che ti ha manipolato. Potresti anche decidere di non trasferirti o condividere un conto in banca con l'altra persona finché non avrete concluso la terapia di coppia.[6]
    • Ricorda che hai tutto il diritto di dire di no. Non sei tenuto a dare nessuna spiegazione e non sei obbligato a cambiare idea.
    • Assicurati di stabilire dei limiti che ti proteggano in futuro dal punto di vista fisico, emotivo ed economico.
  5. 5
    Interrompi tutti i contatti quando chiudi la relazione. Il modo migliore per gestire uno psicopatico consiste nel distaccarsi da lui e dalle situazioni che lo riguardano. Metti un punto alla vostra storia e non cercarlo più. Potrebbe sembrare drastico, ma la cosa migliore per il tuo benessere psico-fisico è quella di chiudere la relazione.[7]
    • Non guardare i suoi profili sui social media, resisti alla tentazione di chiamarlo o inviargli messaggi di testo e non mettere in discussione la tua decisione. Se ti ha maltrattato emotivamente e verbalmente o ha approfittato di te sul piano economico, non merita nessun posto nella tua vita.
    • Chiudere una relazione non è mai facile, ma cerca di essere forte e non soccombere al senso di colpa. Renditi conto che non stai abbandonando nessuno nel momento del bisogno, ma stai solo proteggendo te stesso.
    • Ricorda che non sei il suo consulente né il suo psicologo e non puoi costringerlo a cambiare. Una persona che soffre di disturbo antisociale di personalità non cambia senza l'aiuto di un professionista, anche se nella maggior parte dei casi non vuole curarsi.[8]
  6. 6
    Sviluppa un piano di emergenza se ritieni che possa diventare violento. Se temi che la fine della relazione scateni la sua aggressività, considera di troncarla per telefono o tramite e-mail. Se convivete, chiedi a un parente o un amico di cui ti fidi di aiutarti a uscire incolume da questa situazione.[9]
    • Impara a memoria i numeri di telefono più importanti e, se puoi, procurati un secondo cellulare a cui non può accedere. Prima di allontanarti, prendi i tuoi documenti personali e, se puoi farlo senza che se me accorga, trasferisci il denaro e deposita i tuoi guadagni su un altro conto bancario.
    • Fai una duplicato delle chiavi della tua macchina e nascondilo in un luogo sicuro.
    • Organizzati in modo da passare qualche giorno a casa di un amico o un familiare. In mancanza, puoi cercare protezione presso un centro di accoglienza per vittime di violenza domestica.
  7. 7
    Richiedi un ordine restrittivo se temi per la tua incolumità. La prima cosa da fare, senza dubbio, è quella di rivolgersi alle forze dell'ordine, raccontando i fatti nei minimi particolari e chiedendo informazioni sulla procedura necessaria per ottenere un ordine restrittivo. Dopo la denuncia dei fatti la Procura farà partire una diffida verso il soggetto colpevole e verrà inviata la richiesta al tribunale.
    • Chiedi a un amico di cui ti fidi o un familiare di accompagnarti per avere un sostegno morale.
    • Puoi anche affidarti a un avvocato competente, che effettuerà la richiesta in modo corretto, ma anche per avere dei consigli di tipo legale.
    • Riferisci il lavoro e l'indirizzo della persona che ha usato violenza nei tuoi confronti e porta con te qualsiasi prova, come referti medici, fotografie o verbali della polizia.
  8. 8
    Affidati alla tua rete di sostegno. Già è abbastanza difficile mettere fine a una relazione, ma uscire da un rapporto tossico è ancora più complicato. La famiglia e gli amici possono aiutarti a superare questi momenti, quindi confidati con loro e cerca la loro compagnia. Gli psicopatici tentano di isolare la vittima, ma chi ti vuole bene può aiutarti a rimanere obiettivo e darti la conferma che voltare pagina è la cosa più giusta da fare.[10]
    • Puoi anche cercare un gruppo di sostegno per le vittime di violenze fisiche ed emotive.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Avere a Che Fare con uno Psicopatico a Scuola o al Lavoro

  1. 1
    Non cadere nella trappola delle scuse e delle spiegazioni. Gli psicopatici mentono, manipolano e inventano storie senza alcun rimorso per ottenere quello che vogliono ed evitare ogni responsabilità. Non prendere mai per buono quello che dicono.[11]
    • Chiediti perché questa persona ti racconta un fatto, spettegola o cerca di dare una spiegazione. Se puoi, verifica la sua versione. Chiama un amico o un collega oppure fai una rapida ricerca online per avere dei riscontri. Se non hai questa possibilità, affidati al tuo istinto.
    • Supponi che ti riferisca che un collega ha parlato male alle tue spalle. Chiediti: "Qual è la sua motivazione? Che cosa spera di ottenere e in che misura queste informazioni resistono a un'analisi scrupolosa? Ha a cuore il mio interesse o sta cercando di dare vita a una guerra inutile?".
  2. 2
    Sii sospettoso se cerca di lusingarti. Prendi con le pinze i suoi complimenti, soprattutto se sono esagerati. Le caratteristiche principali dei soggetti psicopatici includono una forte capacità comunicativa, fascino e arguzia. In genere, la loro apparente amabilità è una strategia per ottenere quello che vogliono.[12]
    • Fai del tuo meglio per andare oltre il fascino e l'adulazione. Valuta come si comporta quando non usa il suo carisma per ottenere qualcosa. Chiediti: "Che cosa ho da offrirgli che potrebbe giustificare il suo tentativo di blandirmi?".
    • Ad esempio, non mostrarti docile se ti subissa di complimenti per arrivare a chiederti se puoi prestargli dei soldi o fargli un favore. Rispondi: "Mi dispiace. Non presto mai denaro ad amici, familiari e colleghi" oppure "Mi spiace. Ho mille impegni e non posso occuparmi del tuo progetto".
  3. 3
    Non farti trascinare in una lotta di potere. Metti in chiaro che non otterrà niente se cerca di intimidirti o minacciarti. Gli psicopatici tendono a esercitare un controllo psicofisico sulle loro vittime e usano la fascinazione, l'intimidazione, la manipolazione e la violenza per mantenere il loro potere. Se litighi, rischi di peggiorare la situazione e il fatto che questa persona riesce a toccare i tasti giusti le darà ancora più soddisfazione.[13]
    • Se sei uno studente e pensi di essere in pericolo, consulta un insegnante o un consulente scolastico. Se hai a che fare con uno psicopatico sul lavoro, riferisci le tue preoccupazioni al dipartimento delle risorse umane o, se possibile, a un dirigente.
    • Se sei un insegnante che ha a che fare con uno studente indisciplinato, non farti condizionare dai suoi tentativi di aggirare le regole della scuola. Metti in chiaro che non può permettersi di non rispettarle, informalo delle conseguenze a cui va incontro e chiedi aiuto dall'amministrazione scolastica in caso di violazioni flagranti delle regole.
  4. 4
    Cerca di interagire con calma e pazienza. Se non puoi fare a meno di interagire con uno psicopatico, cerca a tutti i costi di mantenere il sangue freddo. Se manifesti nervosismo, capirà di avere potere su di te. Piuttosto, parlagli in modo rispettoso e tieni a bada la tua frustrazione, anche se dovesse comportarsi in maniera riprovevole.[14]
    • Ad esempio, se ha sbagliato e cerca di scaricare la colpa su di te, non rispondere gridando: "Stai mentendo! Sei stato tu!".
    • Invece, digli tranquillamente: "Capisco che pensi questo". Se nella situazione è coinvolta una persona che occupa una posizione importante e autorevole, come un insegnante o un responsabile dell'azienda in cui lavori, sii razionale e riporta le prove che dimostrano la tua estraneità alla faccenda.
  5. 5
    Parla con una figura che ha una posizione importante se la situazione diventa insostenibile. Se non riesci più a lavorare o interagire con questa persona, chiedi di essere trasferito a un altro reparto. Se necessario, cerca un altro lavoro. Se il problema si è verificato a scuola, chiedi aiuto a un professore, un consulente scolastico o un adulto di cui ti fidi.[15]
    • Sebbene l'opzione migliore sia quella di evitare la persona che ti sta creando problemi, non è sempre possibile. Magari sei costretto a lavorare a stretto contatto con lei oppure potresti diventare bersaglio di sortite indesiderate al lavoro o a scuola.
    • Chiedere aiuto a una persona che occupa una posizione importante, cambiare lavoro o iscriversi in un'altra scuola sono tutte misure apparentemente drastiche, ma necessarie se sei oggetto di violenze verbali, emotive o fisiche.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Riconoscere i Segni della Psicopatia

  1. 1
    Chiediti se questa persona rispetta le regole. Un criterio dirimente per individuare il disturbo antisociale di personalità è il generale disprezzo delle regole, leggi e norme sociali. Lo psicopatico comprende il concetto di regola o norma, ma non si ritiene soggetto a quello che la società considera giusto e sbagliato.[16]
    • Tieni presente che, se qualcuno ruba una caramella o non si ferma davanti al segnale di stop, non significa che sia uno psicopatico. C'è differenza tra il fatto di infrangere un precetto o un obbligo e il disprezzo costante ed evidente di tutte le regole, tra l'altro non accompagnato da nessun rimorso.
  2. 2
    Fai attenzione all'arroganza o al senso di superiorità.[17] Nello psicopatico il mancato rispetto delle norme e leggi sociali deriva dalla convinzione che tutto gli è permesso. Chi soffre di disturbo antisociale di personalità crede di essere al di sopra delle regole della società e giustifica praticamente qualsiasi azione pur di arrivare a quello che desidera. Non si sente in colpa se infrange la legge o manipola le persone.[18]
  3. 3
    Nota i comportamenti impulsivi e irresponsabili. In assenza di rispetto delle regole, chi è affetto da disturbo antisociale di personalità è incline a comportamenti sconsiderati e rischiosi, tra cui l'abuso di sostanze stupefacenti e alcol. È poco probabile che uno psicopatico rifletta prima di prendere una decisione, anzi molto spesso potrebbe rispondere: "L'ho fatto perché ne avevo voglia".[19]
    • Ricorda che una notte di bagordi e follie o una scorribanda da qualche parte non è un comportamento psicopatico. Il disturbo antisociale di personalità abbraccia un gruppo complesso di schemi comportamentali. Solo un professionista della salute mentale specializzato in psicologia anormale ed esperto di psicopatia può fare una diagnosi accurata.[20]
  4. 4
    Individua i segni della manipolazione piscologica violenta e subdola (gaslighting). Il cosiddetto gaslighting è una tecnica crudele mediante la quale una persona – che può essere un amico o un partner – cerca di convincerti che le tue percezioni e i tuoi pensieri sono sbagliati. I segni di questa forma di violenza mentale sono evidenti nella vittima quando essa si mette continuamente in dubbio, sente sempre il bisogno di scusarsi, si assume ogni colpa e giustifica sempre chi la manipola.[21]
    • In questi casi, potresti avere il presentimento che qualcosa non va o credere di perdere il controllo della realtà. Se ritieni di essere vittima di gaslighting o manipolazione emotiva, contatta una persona di cui ti fidi o un professionista della salute mentale per avere un punto di vista più obiettivo su tutta la situazione.
    • Lo psicopatico manipola la sua vittima sul piano emotivo per ottenere quello che vuole e mantenere il controllo sugli altri per sentirsi gratificato o apparire egli stesso una vittima.[22]
  5. 5
    Stai in guardia nelle situazioni rischiose. Lo psicopatico punta bersagli vulnerabili e tra le varie situazioni considera quelle in cui la vittima è isolata, desiderosa di esperienze eccitanti o in cerca di compagnia. Questi scenari potrebbero verificarsi in un aeroporto all'estero, un locale per single, un sito web o un'applicazione di incontri.[23]
    • Tenere alta la guardia non vuol dire essere paranoici in ogni contesto in cui si ha la possibilità di socializzare. Piuttosto, presta attenzione ai segnali e segui il tuo istinto. Se una persona ti fa una brutta impressione, lasciala perdere e recati in un luogo pubblico sicuro e ben illuminato.
    • Fai sapere a un amico dove andrai prima di uscire con qualcuno. Non rivelare informazioni private a estranei, non prestare denaro e non permettere che abbiano accesso ai tuoi oggetti di valore.
    • Se la relazione va avanti, considera una prima bugia, promessa non mantenuta o responsabilità disattesa come un possibile malinteso. Comincia a nutrire qualche sospetto la seconda volta e chiudi il rapporto dopo la terza.[24]
  6. 6
    Tieni presente che la psicopatia è un disturbo che esula dai giudizi di ordine morale. Se qualcuno è affetto da disturbo antisociale di personalità, il suo comportamento potrebbe risultare inaccettabile e tutte le interazioni con questa persona rischiano di diventare insostenibili. Tuttavia, questo non vuol dire che sia "malvagia" o "cattiva". È preferibile usare una terminologia psicologica in grado di descrivere un problema di salute mentale.[25]
    • Sebbene sia importante distinguere ciò che implica una definizione psicologica e un giudizio morale, evita di legarti a qualcuno che ti maltratta o approfitta di te.
    • Un disturbo di salute mentale non giustifica necessariamente il comportamento del soggetto affetto. Il grado di consapevolezza e controllo delle azioni di chi è affetto da disturbo antisociale di personalità è un argomento complesso e controverso, ma in ogni caso non devi tollerare abusi e maltrattamenti.
    Pubblicità

Consigli

  • Non è facile avere a che fare con un amico o un parente che soffre di un grave disturbo mentale. Uno psicologo può aiutarti a capire la sua malattia e fornirti strategie per evitare situazioni potenzialmente pericolose.[26]
  • Non tutti coloro che hanno un disturbo antisociale di personalità si comportano in modo violento. Tuttavia, gli scatti d'ira e le azioni sconsiderate fanno parte delle caratteristiche del disturbo, quindi non dovresti sottovalutare nessuna minaccia di violenza e abuso verbale o emotivo.[27]
  • Il disturbo antisociale di personalità può colpire fino al 3% della popolazione e manifestarsi in tutti gli strati sociali ed economici. Gli psicopatici, al contrario dei sociopatici, sono tendenzialmente ad alto funzionamento e meno inclini a crisi violente o imprevedibili.[28]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Fargli Sentire la Tua MancanzaFargli Sentire la Tua Mancanza
Capire se un Ragazzo ti Cerca solo per il SessoCapire se un Ragazzo ti Cerca solo per il Sesso
Smettere di Amare Qualcuno Che Non Ti AmaSmettere di Amare Qualcuno Che Non Ti Ama
Dire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere RespintoDire a una Ragazza che Ti Piace Senza Essere Respinto
Capire se un Ragazzo Non è Più Interessato a TeCapire se un Ragazzo Non è Più Interessato a Te
Comportarti quando Ti Senti EsclusoComportarti quando Ti Senti Escluso
Dimenticare una Persona che AmiDimenticare una Persona che Ami
Capire se Non Sei Più Innamorato del Tuo PartnerCapire se Non Sei Più Innamorato del Tuo Partner
Capire Quando la Tua Ragazza Vuole LasciartiCapire Quando la Tua Ragazza Vuole Lasciarti
Capire se l'Ex Tiene Ancora a TeCapire se l'Ex Tiene Ancora a Te
Capire se la Relazione è FinitaCapire se la Relazione è Finita
Capire se Alla Tua Ragazza Piace Qualcun AltroCapire se Alla Tua Ragazza Piace Qualcun Altro
Superare l'Ossessione per una PersonaSuperare l'Ossessione per una Persona
Dimenticarsi di una PersonaDimenticarsi di una Persona
Pubblicità
  1. https://www.psychologytoday.com/us/articles/199401/charming-psychopath
  2. https://www.forbes.com/sites/amymorin/2017/07/05/how-to-deal-with-a-workplace-psychopath/#688b91d76793
  3. https://www.inc.com/marla-tabaka/16-signs-you-re-working-with-a-sociopath-and-how-to-protect-yourself.html
  4. https://www.psychologytoday.com/us/articles/199401/charming-psychopath
  5. https://www.forbes.com/sites/amymorin/2017/07/05/how-to-deal-with-a-workplace-psychopath/#688b91d76793
  6. https://www.forbes.com/sites/amymorin/2017/07/05/how-to-deal-with-a-workplace-psychopath/#688b91d76793
  7. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0015230/
  8. Liana Georgoulis, PsyD. Psicologa. Intervista all'Esperto. 6 September 2018.
  9. https://leb.fbi.gov/articles/featured-articles/psychopathy-an-important-forensic-concept-for-the-21st-century
  10. https://leb.fbi.gov/articles/featured-articles/psychopathy-an-important-forensic-concept-for-the-21st-century
  11. Liana Georgoulis, PsyD. Psicologa. Intervista all'Esperto. 6 September 2018.
  12. http://www.thehotline.org/2014/05/29/what-is-gaslighting/
  13. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0015230/
  14. https://www.psychologytoday.com/us/articles/199401/charming-psychopath
  15. https://www.inc.com/marla-tabaka/16-signs-you-re-working-with-a-sociopath-and-how-to-protect-yourself.html
  16. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0015230/
  17. https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/antisocial-personality-disorder/diagnosis-treatment/drc-20353934
  18. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0015247/
  19. https://psychcentral.com/blog/differences-between-a-psychopath-vs-sociopath/

Informazioni su questo wikiHow

Liana Georgoulis, PsyD
Co-redatto da:
Psicologa
Questo articolo è stato co-redatto da Liana Georgoulis, PsyD. La Dottoressa Liana Georgoulis è una Psicologa Clinica Matricolata con oltre 10 anni di esperienza. È attualmente Direttrice Sanitaria al centro Coast Psychological Services di Los Angeles. Si è laureata in Psicologia alla Pepperdine University. Il suo studio offre terapia cognitivo-comportamentale e altri trattamenti di pratica basata sulle evidenze per adolescenti, adulti e coppie. Questo articolo è stato visualizzato 93 453 volte
Questa pagina è stata letta 93 453 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità