Scarica PDF Scarica PDF

Un cuoio capelluto sano è sinonimo di capelli sani. Il problema è che può sporcarsi a causa dell'accumulo di sebo, sudore e prodotti usati per la cura dei capelli. Purificarlo ogni 2 o 3 settimane per rimuovere tutti i residui che si sono accumulati può aiutare a combattere prurito, secchezza e forfora, favorendo anche una buona salute dei capelli. Come fare? Prova a usare shampoo e prodotti purificanti, rimedi di detersione naturali o uno scrub mirato.

Metodo 1 di 3:
Pulire il Cuoio Capelluto con Prodotti Reperibili in Commercio

  1. 1
    Una volta al mese dovresti lavare i capelli con uno shampoo chiarificante. Lascialo in posa per 3 minuti (o per tutto il tempo raccomandato dalla confezione). Questo trattamento aiuta a rimuovere le cellule morte e tutti i residui lasciati dal sebo o dai prodotti usati [1] .
    • Gli shampoo chiarificanti fanno scaricare la tinta, quindi usali prima di rifartela.
  2. 2
    Prova un prodotto mirato per pulire il cuoio capelluto. In commercio ne esistono parecchi che aiutano a purificarlo, come esfolianti, spume lavanti da massaggiare sulla zona interessata e sieri che aiutano a eliminare le cellule morte [2] .
    • La spuma può essere direttamente applicata sui capelli e massaggiata sul cuoio capelluto, senza che sia necessario formare una schiuma. Gli scrub aiutano a eliminare gli accumuli di prodotto, mentre i sieri rimuovono i residui rimasti in seguito alla pulizia del cuoio capelluto.
    • Alcuni di questi prodotti sono costosi ed esclusivamente reperibili in negozi specializzati o su internet.
  3. 3
    Pulito il cuoio capelluto, usa un balsamo nutriente. Durante la procedura i capelli vengono stressati e inariditi, quindi a trattamento ultimato vanno nutriti con un balsamo idratante, che aiuta a rimetterli in sesto [3] .
    • Il balsamo va applicato solo sulle punte, non sul cuoio capelluto o sulle lunghezze, in quanto può far afflosciare i capelli fini [4] .
    • Puoi anche sostituirlo con un balsamo senza risciacquo.
  4. 4
    Stabilisci un programma di detersione. Per prendersi cura dei capelli in maniera adeguata, bisogna eseguire regolarmente una pulizia profonda del cuoio capelluto. La frequenza varia a seconda del proprio tipo di capello. Per iniziare, fallo una volta al mese [5] .
    • Se sul tuo cuoio capelluto si sono accumulati residui di sebo o di prodotti per la cura dei capelli, oppure sudi molto, cerca di pulirlo a fondo ogni 2 settimane.
    • Che la frequenza sia settimanale, quindicinale o mensile, bisogna pulirlo regolarmente.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Pulire il Cuoio Capelluto in Maniera Naturale

  1. 1
    Usa l'aceto, un prodotto delicato per pulire a fondo il cuoio capelluto. Per iniziare, lava i capelli come al solito. Completato l'ultimo risciacquo, versa una soluzione a base di acqua e aceto sul cuoio capelluto. Lasciala in posa per circa 5 minuti e risciacqua con acqua fredda [6] .
    • Prepara la soluzione mescolando 1 parte di aceto e 2 parti di acqua.
  2. 2
    Prova l'aceto di mele, che aiuta ad avere un cuoio capelluto più sano in quanto elimina batteri, virus e funghi responsabili di secchezza e forfora. Permette inoltre di eliminare gli eccessi di sebo e i residui lasciati dai prodotti usati, senza contare che purifica il cuoio capelluto [7] .
    • Mescola 60 ml di aceto di mele con 250 ml di acqua. Versalo in un flacone spray, quindi spruzzalo sui capelli e sul cuoio capelluto. Massaggialo e lascialo in posa per 3-5 minuti. Risciacqualo con acqua tiepida e fai lo shampoo come al solito.
  3. 3
    Considera l'acqua di amamelide, un astringente che aiuta a rimuovere tutti i residui rimasti sul cuoio capelluto. Puoi applicarla massaggiando un batuffolo imbevuto sul cuoio capelluto o preparando una soluzione composta da 1 parte di acqua di amamelide e da 2 di acqua. Lascia in posa per qualche minuto e poi lava i capelli [8] .
    • Scegli un'acqua di amamelide senza alcool.
  4. 4
    Prepara una soluzione e base di sapone di Castiglia e bicarbonato di sodio. Se sul cuoio capelluto si sono accumulati molti residui di prodotti e sebo, ti serve un preparato più forte. Mescola del sapone di Castiglia con 1 cucchiaio di bicarbonato e massaggia la soluzione sul cuoio capelluto. Lasciala in posa per circa 5 minuti [9] .
    • Risciacquala con dell'acqua tiepida e concludi con un risciacquo freddo.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Esfoliare il Cuoio Capelluto per Pulirlo a Fondo

  1. 1
    Se vuoi esfoliare il cuoio capelluto, prova a preparare uno scrub a base di zucchero, avena e balsamo. Massaggialo sul cuoio capelluto seguendo un movimento circolare dopo aver fatto lo shampoo. Lascialo in posa per qualche minuto e risciacqualo. È un trattamento particolarmente indicato per i capelli secchi [10] .
    • Per prepararlo, mescola 2 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di fiocchi d'avena e 2 cucchiai di balsamo.
    • Questo scrub è indicato anche per un cuoio capelluto sensibile.
  2. 2
    Fai una maschera alla cannella, che aiuta a eliminare i batteri dal cuoio capelluto. Aggiungi anche del bicarbonato di sodio (che permette di rimuovere i residui di sebo e prodotti) e dell'olio d'oliva (che favorisce l'idratazione di cuoio capelluto e capelli). Massaggia la maschera sull'intero cuoio capelluto e copri la testa con una cuffia da doccia. Lasciala in posa per 10-15 minuti e fai lo shampoo [11] .
    • Per prepararla, mescola 1 cucchiaino di bicarbonato di soda, 2 cucchiai di olio d'oliva e ½ cucchiaino di cannella in polvere.
    • Questa maschera è indicata per i capelli secchi.
  3. 3
    Prova uno scrub al bicarbonato di sodio, che aiuta a pulire a fondo il cuoio capelluto. Aggiungi dell'olio di melaleuca per eliminare i batteri responsabili della forfora [12] . Mescola 1 cucchiaio di bicarbonato, qualche goccia di olio di melaleuca e dello shampoo. Durante l'applicazione assicurati di massaggiare la soluzione sul cuoio capelluto. È un trattamento particolarmente indicato per un cuoio capelluto secco e squamoso [13] .
    • Rimuovi la soluzione risciacquandola con dell'acqua tiepida.
    • Se hai i capelli tinti, non usarla. Va evitata anche in caso di cuoio capelluto sensibile, in quanto l'olio di melaleuca può irritarlo.
  4. 4
    Prepara uno scrub al sale, che ha buone proprietà esfolianti. Mescolato con dell'olio d'oliva e del succo di limone può rimuovere la forfora e altri residui dal cuoio capelluto. Massaggia la soluzione per un paio di minuti, quindi procedi con il risciacquo e fai lo shampoo [14] .
    • Per preparare lo scrub usa 2 cucchiai di sale marino, 1 cucchiaio di succo di limone e 2 cucchiai di olio d'oliva.
    • Evitalo in caso di cuoio capelluto sensibile: il sale e il succo di limone possono irritarlo.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Fare un Taglio ScalatoFare un Taglio Scalato
Far Crescere i Capelli in una SettimanaFar Crescere i Capelli in una Settimana
Applicare l'Olio di Ricino sui CapelliApplicare l'Olio di Ricino sui Capelli
Prendersi Cura dei Capelli con la PermanentePrendersi Cura dei Capelli con la Permanente
Fare la Doppia Treccia Francese
Schiarirsi i Capelli con l'Acqua OssigenataSchiarirsi i Capelli con l'Acqua Ossigenata
Accelerare la Crescita dei CapelliAccelerare la Crescita dei Capelli
Fare la Treccia alla Francese
Decolorare i Capelli Castano Scuro o Neri al Biondo Platino o al BiancoDecolorare i Capelli Castano Scuro o Neri al Biondo Platino o al Bianco
Schiarire i Capelli NaturalmenteSchiarire i Capelli Naturalmente
Scegliere lo Stile di Capelli più AdattoScegliere lo Stile di Capelli più Adatto
Trattare i Capelli BruciatiTrattare i Capelli Bruciati
Farsi un Taglio di Capelli Scalato da Soli
Fare una Treccia con i Capelli
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Sarah Gehrke, RN, MS
Co-redatto da:
Infermiera Registrata
Questo articolo è stato co-redatto da Sarah Gehrke, RN, MS. Sarah Gehrke lavora come Infermiera Registrata in Texas. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche alla University of Phoenix nel 2013. Questo articolo è stato visualizzato 47 747 volte
Categorie: Cura dei Capelli
Questa pagina è stata letta 47 747 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità