Come Pulire e Prendersi Cura della Lavastoviglie

In questo Articolo:Pulizia ProfondaSmontare la Base della LavastoviglieManutenzione Periodica

La maggior parte delle persone pensa che pulire la lavastoviglie non sia importante. D'altronde se questo elettrodomestico serve per lavare i piatti dovrebbe detergersi da solo, giusto? Tuttavia, lo sporco si accumula e i depositi possono ridurre la sua performance. Per fortuna non è difficile pulirla! Ecco come fare.

Parte 1
Pulizia Profonda

  1. 1
    Riempi il lavello per metà con acqua e aggiungi 480 ml di aceto. Metti in ammollo le parti mobili della lavastoviglie mentre pulisci le pareti interne e il fondo. Se non hai l’aceto, considera queste alternative:
    • Preparati in polvere per limonate. Non usare prodotti dai colori troppo accesi, in quanto potrebbero macchiare i componenti dell’elettrodomestico. Non aggiungere lo zucchero.
    • Succo di limone.
    • Detergente specifico per lavastoviglie.
  2. 2
    Rimuovi i ripiani e i contenitori. Dovresti sfilare i due cestelli insieme ai vari contenitori per le posate e tutti gli altri pezzi che non formano un unico blocco con i ripiani. Se sono piccoli, mettili nella soluzione di aceto nel lavello. Se sono troppo grandi, strofinali con un panno bagnato con la soluzione stessa.
    • Verifica la presenza di residui di cibo! Se ne vedi alcuni infilati nelle varie fessure, usa uno stuzzicadenti o un utensile analogo per fare leva ed eliminarli.
  3. 3
    Togli ogni traccia di sporcizia accumulata all’interno dei fori dei bracci rotanti. Devi assicurarti che i fori siano aperti per consentire il flusso dell’acqua. Se sono otturati, devi procedere alla loro pulizia, così che l’elettrodomestico lavi i piatti in modo efficiente. Usa delle pinze con le punte ad ago, se le hai a disposizione, o in alternativa uno stuzzicadenti. Cerca di non graffiare nessun componente con delle punte metalliche. Ricordati di stare molto attento e prenditi tutto il tempo necessario.
    • Se questi buchi sono molto piccoli, piega del filo di ferro in modo che un’estremità sia uncinata. Fai passare questo filo nell’apertura più lontana dal centro di ciascun braccio. Ogni volta che esegui questa operazione, elimini dello sporco.
    • In alternativa, con un trapano, puoi praticare un foro più grande all’estremità del braccio. Fai un lavaggio a vuoto per espellere i residui dai bracci e poi chiudi questo buco con una vite di acciaio inox.
  4. 4
    Pulisci i bordi dello sportello e la guarnizione. Questo è un punto che non si lava durante il normale ciclo della lavastoviglie. Immergi un panno nella soluzione di aceto (o se preferisci spruzza del detergente delicato specifico). Un vecchio spazzolino da denti o un altro tipo di spazzola morbida andranno benissimo per pulire gli angoli più difficili e sotto la guarnizione.
    • Non dimenticare la zona sotto lo sportello! In alcuni modelli questo è un punto cieco in cui l’acqua non arriva e vi si accumulano dei detriti. Puliscilo con lo straccio imbevuto di acqua e aceto. Se lo sporco si è incrostato, ricorri alla spazzola!
  5. 5
    Rimuovi la muffa con la candeggina. Aziona un lavaggio a vuoto per eliminare ogni tipo di soluzione acida e non mescolare mai la candeggina con altri detergenti o saponi per la lavastoviglie. La candeggina è un agente chimico molto forte, sia per te che per la lavastoviglie, e va usata con parsimonia solo quando necessario.
    • Se la muffa è un problema, lascia la lavastoviglie leggermente aperta dopo ogni lavaggio così che l’interno si asciughi.
    • Evita di usare la candeggina o detergenti che la contengano se la lavastoviglie ha lo sportello interno costruito con l’acciaio inossidabile.
  6. 6
    Affronta le macchie di ruggine. Se l’acqua di casa tua ha un alto contenuto di ferro, allora la ruggine potrebbe essere fuori controllo. Se possibile, risolvi il problema alla radice. Se la fonte non è un tubo arrugginito, degli addolcenti per l’acqua potrebbero rimuovere o limitare la quantità di ferro in essa presente, anche se la loro principale azione è quella di modificare i minerali difficili da pulire trasformandoli in sali relativamente più semplici da eliminare dalle superfici. Esistono anche dei filtri in grado di rimuovere il ferro dall’acqua e potrebbe valere la pena fare una ricerca in merito se l’acqua del tuo impianto è particolarmente ricca di ferro.
    • Usa uno smacchiatore specifico per la ruggine ma sicuro da usare nella lavastoviglie. Tuttavia non limitarti a questo e consulta un professionista per sradicare il problema all’origine.
    • Se il rivestimento si sta scheggiando o i cestelli interni si stanno sfaldando, prova una vernice sigillante specifica per lavastoviglie. Togli i cestelli e controlla anche il fondo. Se il danno è molto grave o molto diffuso (non solo qualche punto arrugginito ma tutto il cestello è stata aggredito dall’ossidazione) allora vale la pena sostituire il ripiano. I negozi online hanno a disposizione una vasta gamma di pezzi di ricambio, quindi non dovresti avere difficoltà a trovarlo.
  7. 7
    Rimetti i componenti nella lavastoviglie. Una volta che i cestelli, il filtro, i bracci e tutte le parti interne smontabili sono state accuratamente pulite e ogni piccolo componente è stato lasciato in ammollo, rimonta il tutto. Se la tua lavastoviglie è davvero sporca, invece, continua a leggere la prossima sezione dell’articolo. Dovrai smontare la base dell’elettrodomestico e andare a fondo del problema.

Parte 2
Smontare la Base della Lavastoviglie

Controlla il fondo della lavastoviglie vicino allo scarico. Dovrebbe esserci una griglia o una grata in quella zona, proprio sotto i bracci rotanti. Questo è il punto di scarico dell’acqua sporca. Verifica se ci sono dei detriti che lo bloccano. Togli ogni sporco solido, soprattutto pezzi di carta, frammenti di piatti, ghiaia e così via. Se pensi che qualcosa possa essere passato oltre la grata, smontala per potervi accedere.

  1. 1
    Per togliere gli accumuli di sporco, per prima cosa togli l’alimentazione dalla presa di corrente. Controlla sotto il lavello, dovresti trovare la spina. Assicurati di avere scollegato proprio la lavastoviglie e non altri elettrodomestici come il tritarifiuti! Segui il cavo fino alla lavastoviglie per accertartene.
    • Se la tua lavastoviglie non è a incasso, spostala per essere sicuro che il cavo che hai tolto sia proprio il suo.
  2. 2
    Con grande cura, togli le viti dal fondo. Non farle cadere! Il coperchio del filtro si solleverà e lascerà la zona esposta.
    • Man mano che procedi a smontare ogni sezione, prendi nota di dove va inserito ogni pezzo. Scatta delle fotografie durante il processo e metti ogni componente in un posto sicuro. Quando sarai pronto per rimontare la lavastoviglie, non ci saranno dubbi su come procedere.
  3. 3
    Metti un pezzo di nastro adesivo sull’apertura del filtro. In questo modo eviti che i detriti vi cadano all’interno mentre pulisci. Devi eliminare ogni residuo di sporco e non intasare ancora di più i tubi.
  4. 4
    Con un panno togli i residui solidi e poi strofina la base, se necessario. Se sono presenti, maneggia con attenzione i frammenti di vetro; sarebbe una buona idea indossare guanti di gomma.
    • Usa una spazzola o un panno per allentare lo sporco incrostato. Quella lavastoviglie che non è stata pulita accuratamente di recente, ha bisogno di un detergente aggressivo perché bisogna eliminare anni di incrostazioni.
  5. 5
    Riavvita ogni componente al suo posto e rimetti la presa di corrente. La cosa migliore da fare è procedere a ritroso seguendo le stesse fasi dello smontaggio. Non stringere troppo le viti, soprattutto se sono in plastica morbida.
    • Fai un lavaggio rapido a vuoto per accertarti che tutto funzioni a dovere.

Parte 3
Manutenzione Periodica

  1. 1
    Usa la lavastoviglie regolarmente per prevenire gli accumuli di cibo e di sporco e ridurre la necessità di pulirla. A volte, fai dei lavaggi a vuoto, con un ciclo breve ed economico ovviamente!
  2. 2
    Fai scorrere un po’ di acqua bollente nel lavello prima di accenderla. Avrai dei piatti più puliti se l’acqua sarà calda fin da subito. Puoi raccogliere quest’acqua in un contenitore e usarla per altri scopi, come innaffiare le piante (quando si sarà raffreddata però!) Lascia che l’acqua scorra dal rubinetto finché sarà bollente.
    • Imposta il termostato a 50°C. Se l’acqua è al di sotto di questa temperatura, non sarà molto efficace nel lavaggio dei piatti, mentre una temperatura superiore potrebbe scottare le persone.
  3. 3
    Se ce l’hai, aziona il tritarifiuti prima della lavastoviglie. Questa infatti scarica negli stessi tubi del tritarifiuti che devono essere pervi. Se hai dei problemi con la lavastoviglie, in realtà potrebbero essere originati dal tritarifiuti. Ecco qualche articolo che potrebbe aiutarti:
  4. 4
    Periodicamente, fai un lavaggio a vuoto con l’aceto. Metti due tazze di aceto sul fondo della lavastoviglie e azionala per un ciclo di lavaggio a risparmio energetico. A metà lavaggio, ferma l’elettrodomestico e lascia che l’aceto agisca per 15-20 minuti.
    • Trascorso questo tempo riavvia la lavastoviglie e completa il ciclo. Se è davvero in cattive condizioni puoi valutare di lasciarla in ammollo per tutta la notte.
    • Se il tuo problema sono i cattivi odori, cospargi il fondo con 150 g di bicarbonato e avvia la lavastoviglie come al solito.
  5. 5
    Spruzza la parte anteriore dell'elettrodomestico con un detergente spray delicato. Pulisci poi con una spugna o un panno morbido. Stai molto attento ai tasti, alle manopole di controllo e alla maniglia. Non dimenticarti la cornice attorno ai pannelli perché tende ad accumulare lo sporco.
  6. 6
    Riempi il dispenser del brillantante circa una volta al mese. Questo prodotto aiuta a eliminare le macchie sui piatti. Svita il tappo rotondo che si trova sullo sportello e versa la dose consigliata indicata sul manuale d’uso dell’elettrodomestico.
    • Non usare il brillantante se hai l’addolcente per l’acqua.
    • Ora sono disponibili anche dei brillantanti solidi. Se tendi a dimenticarti di riempire lo scompartimento dedicato, i prodotti solidi ti vengono in aiuto in quanto più visibili.
    • Se lo preferisci, usa dei detergenti che contengono anche il brillantante.

Consigli

  • Il borace è un ottimo detergente.
  • Recupera velocemente gli oggetti che cadono sul fondo.
  • Non tutti i detersivi sono uguali. Prova varie marche e leggi recensioni. Opta per le polveri e le tavolette piuttosto dei gel e i liquidi e mantienile asciutte prima dell'utilizzo.
  • Carica bene la lavastoviglie, creando una pila rivolta verso il basso e l'interno. Assicurati che i bracci girino liberamente durante il lavaggio.
  • Fai carichi pieni per risparmiare acqua ed energia ma non ammassare le stoviglie. Le lavastoviglie puliscono i piatti spruzzandoli di acqua, quindi devi lasciare dello spazio sufficiente affinché tutte le superfici delle stoviglie vengano lavate.
  • Riponi dei piccoli oggetti nel cestello delle posate affinché non scivolino e finiscano sul fondo. Alcune lavastoviglie hanno dei cestini designati solo per gli utensili di minori dimensioni.
  • Per lo sporco secco, bagna l'area, spruzza del detergente e lascialo dissolvere per qualche minuto prima di strofinarlo, così non perderai tempo né farai fatica.
  • Non lavare i contenitori che hanno etichette che potrebbero perdersi. Gratta i detriti ostinati e le particelle più grandi dai piatti prima di metterli nell'elettrodomestico.
  • Metti i guanti di gomma per non toccare lo sporco o il detergente.
  • Non esagerare con il prelavaggio. Le formule dei detersivi sono migliorate. Se da un po' di tempo non hai provato questa tecnica, fai un tentativo. Resterai piacevolmente sorpreso.

Avvertenze

  • Non mescolare mai i detergenti per la casa tra loro, in particolare la candeggina e le altre sostanze chimiche.
  • Usa solo detersivi specifici per la lavastoviglie. Non usare il normale sapone liquido per i piatti (per il lavaggio a mano). Le lavastoviglie sono studiate per spruzzare l’acqua in determinate direzioni e non per rimuovere spessi strati di schiuma. Faresti solo un gran pasticcio.
  • Se non sei un esperto in riparazioni domestiche, non smontare e rimontare e non svitare il fondo dell'elettrodomestico che non necessita di una pulizia frequente.

Cose che ti Serviranno

  • Una bevanda acida o dell'aceto
  • Un panno o una spugnetta
  • Detergente spray
  • Cacciavite

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 43 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Pulizia

In altre lingue:

Español: limpiar y darle mantenimiento a un lavavajillas, Português: Limpar e Manter uma Lava Louça, Deutsch: Geschirrspülmaschine reinigen und warten, Français: nettoyer et entretenir un lave vaisselle, Русский: чистить посудомоечную машину, Čeština: Jak mýt a udržovat myčku, Bahasa Indonesia: Membersihkan dan Memelihara Mesin Cuci Piring, Nederlands: Een vaatwasser schoonmaken en onderhouden, العربية: تنظيف وصيانة غسالة الأطباق

Questa pagina è stata letta 42 457 volte.
Hai trovato utile questo articolo?