Come Pulire i Dischi in Vinile

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Il modo in cui vengono conservati i dischi in vinile ha un impatto diretto sulla qualità del loro suono. Per una pulizia giornaliera dei tuoi dischi usa un pennello in fibra di carbonio per rimuovere la polvere dalla superficie; per una pulizia più profonda applica una soluzione liquida detergente. Usa un panno in microfibra per sfregare delicatamente e asciugare il disco, oppure decidi di investire del denaro in una macchina per la pulizia manuale.

Metodo 1 di 3:
Rimuovere la Polvere più Leggera e lo Sporco

  1. 1
    Lascia il disco sul piatto del giradischi. Per molte persone è il posto migliore per la pulizia in quanto sicuro e stabile. Se procedi in questo modo, assicurati di spostare il braccio del giradischi per evitare graffi accidentali. È anche importante usare poca forza durante questa procedura, altrimenti rischierai di alterare l’equilibrio del piatto.[1]
  2. 2
    Rimuovi lo sporco con l’aria compressa. Puoi acquistare una bomboletta di aria compressa in un qualsiasi negozio di forniture per ufficio. Segui le istruzioni per la pulizia riportate sull’etichetta facendo attenzione a non avvicinarti troppo al disco. Spruzza delicatamente l’aria sulla superficie del disco finché non risulta pulita e libera dalla povere e ripeti l’operazione, se necessario.
    • Qualche volta le bottigliette ad aria compressa possono dare origine a condensa: se succede, assicurati di ripulire il disco dall’eventuale liquido usando un panno morbido e pulito.
  3. 3
    Spolveralo con un panno in microfibra. Acquistane uno di media grandezza e di buona qualità, quindi strofinalo delicatamente sul disco con piccoli movimenti circolari. È un prodotto che si trova presso la maggior parte dei ferramenta e negozi di casalinghi ed è perfetto perché rimuove la polvere facilmente senza graffiare il disco.[2]
  4. 4
    Usa un pennello in fibra di carbonio. Cerca un pennello che sia specifico per la pulizia dei vinili: lo puoi trovare presso la maggior parte dei negozi di dischi. Appoggialo delicatamente sul disco, quindi comincia a farlo girare lentamente, guidando le fibre del pennello all’interno delle scanalature oppure spazzolandolo delicatamente sul disco andando dall’interno verso l’esterno. [3]
    • È una buona idea cominciare spazzolando il disco, anche se hai intenzione di procedere con una pulizia a umido. Spazzolare a secco rimuoverà eventuali particelle che potrebbero graffiare il disco se mescolate a un liquido.[4]
    • Controlla il pennello e procuratene uno nuovo nel caso in cui le fibre appaiano piegate o consumate e assicurati di riservarlo esclusivamente alla pulizia dei dischi in vinile.[5]
  5. 5
    Usa un braccio pulente. Si tratta di un accessorio da posizionare sopra il disco che agisce strofinando delicatamente un piccolo pennello mentre il disco gira. Dovrebbe rimuovere contemporaneamente polvere, sporco ed elettricità statica e può anche aiutarti a mantenere la puntina libera dalla polvere.[6]
    • Potrebbe essere il caso di pulire anche la puntina, se presenta un accumulo di polvere. Solitamente i detergenti per stilo sono disponibili in flaconcini provvisti di un pennellino o di una punta specifica per applicare il prodotto.[7]
  6. 6
    Usa una pistola antistatica. Si tratta di una piccola pistola di plastica che pulisce il disco rimuovendo l’elettricità statica dalla sua superficie. Segui le istruzioni sulla confezione e puntala direttamente verso il vinile senza toccarlo: la pistola neutralizzerà l’elettricità statica, facendo sì che il disco attragga meno polvere.[8]
    • Se quando lo riponi o lo togli dalla custodia il disco produce un fruscio, un crepitio o uno scricchiolio, forse ha bisogno di essere pulito con un dispositivo antistatico.
  7. 7
    Usa un rullo adesivo. Puoi acquistarne uno specifico per la pulizia dei dischi online oppure presso un negozio di musica. Fallo rotolare lungo le scanalature del disco: attirerà la polvere sulla sua superficie. Per riutilizzarlo in futuro puoi lavarlo oppure rimuovere lo strato superficiale.[9]
    • Assicurati soltanto che il rullo non lasci alcun residuo sul disco: basta una leggera passata con il panno per verificare.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Praticare una Pulizia più Profonda

  1. 1
    Realizza la tua soluzione detergente personale. Prendi una terrina di media grandezza, unisci tre parti di acqua distillata, una parte di alcol isopropilico e qualche goccia di detersivo per piatti o di liquido per lavastoviglie e mescola delicatamente. È meglio usare acqua distillata per evitare eventuali impurità che possono essere presenti nell’acqua del rubinetto.[10]
    • Non tutti sono d’accordo sul fatto di utilizzare l’alcol nella soluzione per la pulizia dei dischi, perché potrebbe privarli delle loro proprietà superficiali, pertanto usalo con cautela e moderazione.[11]
  2. 2
    Usa una soluzione preconfezionata. I negozi di dischi e di musica vendono spesso detergenti specifici da usare sul materiale audio. Controlla gli ingredienti del prodotto che desideri acquistare per accertarti che facciano al caso tuo e assicurati di seguire attentamente le istruzioni riportate sulla confezione.[12]
    • Assicurati di evitare prodotti per la pulizia della casa, come il Vetril: sono prodotti troppo abrasivi che potrebbero rovinare i vinili.[13]
  3. 3
    Appoggia il disco su un tappetino per la pulizia dei vinili. Puoi acquistarne uno presso i negozi di dischi: solitamente sono fatti di sughero o di un altro materiale morbido. Se sei preoccupato all’idea di usare liquidi sulla superficie del giradischi, un tappetino è una buona idea: puoi sistemarvi il disco e usare il perno annesso per mantenerlo fermo. [14]
    • Non tutti i tappetini sono adatti per essere usati con i liquidi: prima di procedere alla pulizia con una soluzione, accertati che il tuo lo sia.
  4. 4
    Spruzza il liquido sul disco. Una volta ottenuta la soluzione detergente, spruzzane qualche goccia sulla superficie oppure inumidisci un panno e applicala con questo. L’ideale è che il disco sia leggermente umido, non inzuppato.[15]
  5. 5
    Asciugalo con un panno in microfibra. Strofina il disco con un movimento antiorario, seguendo le scanalature. Sii delicato, ma applica una pressione sufficiente da far entrare in contatto il panno con le parti interne delle scanalature e usane uno nuovo per asciugare il disco quando hai terminato l’operazione.[16]
  6. 6
    Usa una macchina lavadischi manuale. Se non ti va di pulire i dischi a mano, puoi investire del denaro in una macchina che svolga questo lavoro al posto tuo. Ne esistono alcune che richiedono liquidi speciali, altre che spazzolano entrambi i lati del disco contemporaneamente e altre ancora che aspirano e spazzolano insieme: fai alcune ricerche online per trovare quella che fa per te.[17]
    • Sappi che alcune macchine possono essere piuttosto costose e avere prezzi che possono arrivare fino a 500€. Se vuoi risparmiare cerca una macchina che usi le spazzole per pulire, piuttosto che per aspirare.[18]
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Prendersi Cura dei Propri Dischi

  1. 1
    Mantienili asciutti. Non riprodurre né riporre mai un vinile quando è bagnato. È una leggenda quella che riferisce che riprodurre un disco bagnato contribuirebbe a diminuirne l’elettricità statica: piuttosto può danneggiare le scanalature e aumentare lo sporco da pulire. Assicurati di passare i dischi con un panno in microfibra o di lasciarli asciugare all’aria sul tappetino apposito.[19]
  2. 2
    Maneggiali con cura. Evita il più possibile di toccare le scanalature interne: piuttosto maneggiali appoggiando la punta delle dita sull’etichetta o sul bordo. L’olio naturale presente sulle dita può attrarre la polvere nelle scanalature e rendere ancora più difficoltosa la pulizia.[20]
  3. 3
    Sistemali in custodie per l’archiviazione. Una volta che sono puliti, sistemali all’interno di nuove buste protettive: quelle antistatiche sono un’ottima opzione. Scegli custodie che siano adatte all’archiviazione e antigraffio: serviranno a salvaguardare il disco quando lo riponi o lo estrai per ascoltarlo.[21]
  4. 4
    Conservali in posizione verticale. Assicurati di sistemarli l’uno accanto all’altro in verticale: se li appoggi distesi rischierai di deformarli o piegarli, così come se li posizioni in diagonale. Pertanto sistemali adiacenti, lasciando pochissimo spazio fra l’uno e l’altro.[22]
    Pubblicità

Consigli

  • Può sembrare un consiglio strano, ma assicurati di dare una pulita veloce anche ai dischi appena acquistati: potrebbero avere un sottile strato di polvere proveniente dal luogo in cui sono stati conservati o come residuo di produzione.[23]

Pubblicità

Avvertenze

  • Mantieni i dischi al riparo dalle temperature estreme e dall’umidità.[24]
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Aria compressa
  • Panno in microfibra
  • Pennello in fibra di carbonio
  • Braccio pulente
  • Pistola antistatica
  • Rullo adesivo
  • Acqua distillata
  • Alcol isopropilico
  • Detergente per piatti
  • Tappetino per la pulizia dei vinili

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Pulizia
Questa pagina è stata letta 3 205 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità