Scarica PDF Scarica PDF

I mobili antichi di un certo valore presentano spesso uno strato di sporco in superficie a causa degli anni di esposizione a polvere, detriti e fumi. Se vuoi pulire un pezzo di antiquariato, devi procedere delicatamente. Evita di danneggiarlo usando sostanze chimiche aggressive. Una volta terminata la pulizia, assicurati di prendertene cura spolverandolo e lucidandolo regolarmente.

Parte 1 di 3:
Pulire il Mobile

  1. 1
    Scegli un detergente delicato. Per iniziare, scegli un prodotto delicato. Dato che bisogna fare attenzione a non rovinarlo, si sconsiglia l'uso di sostanze chimiche aggressive.[1] Nella maggior parte dei casi è preferibile adoperare un detersivo per piatti delicato diluito con acqua, naturalmente per il lavaggio a mano. Quelli per la lavastoviglie sono più acidi.[2]
    • Se non è efficace, opta per un prodotto leggermente più forte. Ad esempio, l'olio di Murphy è indicato, ma usane poco. Evita di applicare prodotti oleosi in quantità generose sui mobili antichi.[3]
    • Alcuni esperti ritengono che, per pulire i pezzi d'antiquariato, la cera in pasta per mobili, che puoi comprare in ferramenta o al supermercato, sia una scelta migliore rispetto all'olio.[4]
  2. 2
    Applica il prodotto che hai scelto con un panno morbido. Per iniziare, inumidisci uno straccio con una piccola quantità del detergente che hai comprato. Passalo delicatamente sulla superficie del mobile. Continua finché non raccoglie più sporco e detriti.[5]
    • Evita di strofinare energicamente, altrimenti rischi di danneggiare la finitura del mobile. Piuttosto, procedi con movimenti delicati.[6]
    • Sposta lo straccio seguendo le venature del legno.
  3. 3
    Rimuovi le macchie incrostate con la lana d'acciaio. Alcune zone potrebbero presentare macchie o sporco incrostato. Per ripulire tutto, adopera la lana d'acciaio, purché sia di grana 0000, e procedi con movimenti delicati.[7]
    • Passala seguendo le venature del legno. Continua fino a eliminare sporco e detriti.
    • Non essere troppo energico, altrimenti rischi di danneggiare la finitura.
  4. 4
    Usa uno spazzolino da denti nei punti più difficili da raggiungere. Alcune parti del mobile, come gli angoli o le curve, possono essere problematiche da pulire con lo straccio. In questi casi, usa uno spazzolino da denti. Immergilo nel detergente che hai comprato. Seguendo le venature del legno, passalo sulle aree più difficili da raggiungere finché lo sporco non scompare.[8]
  5. 5
    Usa un panno e lascialo asciugare. Una volta finita la pulizia vera e propria, utilizza uno straccio asciutto. Procedi con movimenti delicati, in modo da assorbire la maggior parte del detergente, finché il legno non sembra asciutto al tatto. Lascia il mobile all'aria prima di terminare.[9]
  6. 6
    Lucida. Una volta che il mobile è asciutto, lucidalo. In questo modo avrà una finitura scintillante e un aspetto impeccabile. Ti basta prendere un panno pulito e passarlo sulla superficie finché non risplende.[10] È meglio evitare i lucidanti per legno sui pezzi d'antiquariato, in particolare quelli a base di silicone.[11]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Curare un Mobile Antico

  1. 1
    Spolveralo regolarmente. Per evitare che si accumuli lo sporco, togli periodicamente la polvere. Quando ti dedichi alle pulizie di casa, prendi uno straccio ed elimina i detriti depositati in superficie.
    • Se vuoi adoperare uno spray, scegline uno delicato e non spruzzarlo direttamente sul legno.
  2. 2
    Non esporlo alla luce del sole. I raggi UV possono danneggiare i pezzi d'antiquariato. Pertanto, è preferibile tenerli lontani dalla luce diretta del sole.[12]
    • Non lasciarlo fuori, neanche all'ombra.
    • Non mettere oggetti d'antiquariato vicino alle finestre, dove possono essere colpiti dalla luce del sole che proviene all'esterno.
  3. 3
    Utilizza un umidificatore se l'aria è secca. I mobili antichi risentono dell'umidità presente nell'aria e le variazioni igrometriche possono arrivare a contrarre il legno fino a spaccarlo. Installa un umidificatore nell'ambiente in cui conservi i tuoi pezzi d'antiquariato. Manterrà stabile il tasso di umidità, riducendo al minimo gli effetti negativi causati dagli sbalzi igrometrici.[13]
  4. 4
    Togli subito il mobile se sospetti un'infestazione di parassiti. I mobili antichi possono avere un valore inestimabile. Pertanto, è preferibile proteggerli dall'attacco di parassiti. Alcuni insetti, tra cui gli scarafaggi, ratti e topi rosicchiano il legno. Se noti un'infestazione in casa, sposta immediatamente il tuo pezzo d'antiquariato. Conservalo altrove finché non avrai risolto il problema.[14]
    • Controlla che non abbia componenti allentate o danneggiate prima di spostarlo. Non dovresti muoverlo se ha pezzi instabili o traballanti.
    • Se si tratta di una sedia, prendila per il telaio della seduta. Se è un tavolo, afferralo per la superficie o le gambe. Solleva sempre con cautela i mobili, in particolare quelli di grosse dimensioni, invece di trascinarli.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Evitare gli Errori Durante la Pulizia e la Manutenzione

  1. 1
    Consulta un esperto di antiquariato prima di restaurare o ritoccare un mobile antico. Se possiedi un oggetto d'antiquariato costoso o da collezione, evita di restaurarlo da solo. Rivolgiti a un antiquario e chiedigli consigli. Se non conosci le tecniche di restauro, ti conviene ingaggiare un professionista del settore invece di farlo da solo.[15]
  2. 2
    Testa prima il detergente su una piccola porzione di legno. Devi assicurarti che il prodotto che hai scelto non danneggi il mobile. Applicane una quantità limitata su una zona piccola e nascosta: ad esempio, se si tratta di una sedia, fai una prova nella parte sottostante. Aspetta qualche ora e controlla. Se non noti nessun danno o alterazione nel colore, puoi utilizzarlo tranquillamente.[16]
  3. 3
    Non utilizzare nessun tipo di olio se il mobile è molto vecchio. In genere, l'olio di Murphy non comporta controindicazioni per i pezzi d'antiquariato, una volta diluito.[17] Tuttavia, se il legno ha molti anni, è preferibile applicare un prodotto a base di cera. È un'opzione migliore perché la cera ha un'azione protettiva oltre che detergente.[18]
  4. 4
    Non toccare la pittura. È normale notare tracce di pittura vecchia o scheggiata sui pezzi d'antiquariato. Il primo impulso è quello di eliminare queste imperfezioni. Tuttavia, è una cattiva idea perché rischia di pregiudicare il valore del mobile.[19]
    • Di solito i collezionisti cercano oggetti d'antiquariato che si avvicinano il più possibile al modello originale, anche se recano tracce di vernice o pittura scheggiata. Se un giorno pensi di vendere il tuo mobile, dovresti soprattutto evitare di alterare la vernice.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Quando utilizzi sostanze chimiche aggressive, come il diluente per vernici, fallo in un ambiente ben ventilato, indossando guanti protettivi e mascherina.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Rimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul BucatoRimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul Bucato
Rimuovere i Trasferibili a Caldo dai Vestiti
Pulire le Fughe nel PavimentoPulire le Fughe nel Pavimento
Usare una Lavatrice
Organizzare l'ArmadioOrganizzare l'Armadio
Far Tornare Bianchi i Capi Bianchi
Caricare la LavastoviglieCaricare la Lavastoviglie
Pulire le Converse Bianche
Pulire la Tua CameraPulire la Tua Camera
Fare il Bucato a Mano
Pulire le Cromature e Rimuovere la Ruggine senza Usare Detergenti CostosiPulire le Cromature e Rimuovere la Ruggine senza Usare Detergenti Costosi
Allargare i Vestiti Ristretti
Rimuovere il Vomito dagli Interni dell'AutoRimuovere il Vomito dagli Interni dell'Auto
Sturare un WCSturare un WC
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Tanglewood Sue
Co-redatto da:
Esperta di Fai da Te e Riutilizzo di Materiali Riciclati
Questo articolo è stato co-redatto da Tanglewood Sue. Tanglewood Sue è un'esperta di fai da te e riutilizzo di materiali riciclati. È la titolare dell'attività Tanglewood Works a Hyattsville, nel Maryland. Con più di nove anni di esperienza, Sue è specializzata in mobili dipinti ricondizionati e altri prodotti fatti a mano, personalizzati e sostenibili. Avendo una grande passione per l'arte e la reinvenzione, esperienza nel settore del marketing e una laurea in Broadcast Media, è stata in grado di creare un business che non solo fornisce pezzi di qualità, consente anche ai clienti di creare opere tutte loro mettendo a disposizione una libreria di tutorial, dimostrazioni dal vivo e forniture per il fai da te. Questo articolo è stato visualizzato 19 084 volte
Categorie: Pulizia
Questa pagina è stata letta 19 084 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità