Come Pulire l'Argento con il Bicarbonato

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Gli oggetti in argento risplendono quando sono puliti, purtroppo però con il tempo tendono ad annerirsi e a perdere lucentezza. L'annerimento è il risultato di una reazione chimica che avviene naturalmente. Per fortuna esistono diversi modi per pulire l'argento, uno dei quali consiste nell'usare il bicarbonato in modo che scateni una reazione chimica dall'effetto inverso. Prepara gli oggetti e i gioielli in argento come descritto nella prima parte dell'articolo e, se è necessario, ripeti il procedimento finché non sono perfettamente puliti.

Parte 1 di 3:
Prelavare gli Oggetti in Argento e Preparare il Lavandino

  1. 1
    Lava gli oggetti d'argento a mano. Prima di provare a pulirli con il bicarbonato, risciacquali per eliminare la polvere e lo sporco, quindi assicurati che non siano presenti residui di cibo o di altro tipo.
    • Usa un sapone delicato e verifica che sia adatto per pulire l'argento.
    • Pulisci la superficie degli oggetti in argento con un panno in cotone o in microfibra.
    • Non mettere le posate e le stoviglie in argento in lavastoviglie.
    • Non usare una spugna abrasiva, dato che l'argento si graffia facilmente.[1]
  2. 2
    Tappa il lavandino. Per dare il via al processo, devi pulire il lavandino e poi tapparlo. Si tratta di un passaggio essenziale poiché la polvere, lo sporco o altre sostanze contaminanti potrebbero macchiare l'argento e compromettere il risultato.
    • Pulisci il lavandino con una spugna e un detergente leggero (o con il bicarbonato).
    • Una volta pulito, tappa ermeticamente il lavandino per poterlo riempire d'acqua.
  3. 3
    Rivesti la base del lavandino con la carta stagnola. Per ottenere un buon risultato, la carta deve coprire la maggior superficie possibile. Stendila con il lato lucido rivolto verso l'alto e non preoccuparti se non è completamente appiattita contro il fondo del lavandino.
    • Usa un pezzo di carta di dimensioni generose.
    • Puoi riutilizzare un pezzo di carta stagnola avanzata.
    • Non è necessario che la carta ricopra tutto il fondo del lavandino.[2]
  4. 4
    Disponi gli oggetti d'argento sulla carta stagnola. Sistemali sulla carta uno alla volta e assicurati che ciascuno di loro sia fisicamente a contatto con l'alluminio.
    • Appoggia gli oggetti sulla carta con delicatezza per non rischiare di romperla.
    • Non riempire il lavandino con troppi oggetti. Se hai tante cose in argento da pulire, è meglio procedere un po' alla volta.[3]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Immergere gli Oggetti in Argento nell'Acqua

  1. 1
    Fai bollire l'acqua. Prendi una pentola e metti a bollire una quantità di acqua adatta a riempire il lavandino e a sommergere completamente tutti gli oggetti in argento da pulire.
    • Per un lavandino piccolo basteranno un paio di litri d'acqua.
    • In ogni caso, è meglio mettere a bollire più acqua del necessario per averla a portata di mano nel caso ne servisse più del previsto.[4]
  2. 2
    Versa il bicarbonato nell'acqua bollente. Versalo nella pentola quando l'acqua ha raggiunto l'ebollizione. Il bicarbonato è essenziale perché, entrando a contatto con la carta stagnola, scatenerà la reazione chimica che pulirà l'argento.
    • Usa 60 g di bicarbonato per ogni litro d'acqua.[5]
  3. 3
    Versa l'acqua nel lavandino. Dopo aver creato la miscela con il bicarbonato e l'acqua bollente, versala molto lentamente nel lavandino tappato. Sii prudente per non rischiare di scottarti o di bagnare con l'acqua bollente le superfici circostanti.
    • Versa l'acqua bollente un po' alla volta.
    • Smetti di aggiungere acqua quando tutti gli oggetti in argento sono completamente sommersi.[6]
  4. 4
    Osserva la reazione chimica in atto. Dopo aver versato l'acqua bollente con il bicarbonato nel lavandino, noterai che si formerà una sorta di schiuma. L'effetto effervescente potrebbe iniziare lentamente e accelerare pian piano. La reazione chimica in atto dovrebbe durare per alcuni minuti.
    • Dovresti notare che sulla carta stagnola si sono creati dei frammenti giallastri: si tratta di solfuro di alluminio.
    • Potranno volerci anche diversi minuti prima che gli oggetti d'argento tornino puliti, anche se sono poco anneriti.[7]
  5. 5
    Lascia raffreddare l'acqua. Dopo aver assistito alla reazione chimica, lascia raffreddare la soluzione di acqua e bicarbonato per alcuni minuti. È importante aspettare per non rischiare di scottarti mentre rimuovi gli oggetti in argento dall'acqua.
    • Attendi che l'acqua smetta di fumare.
    • Puoi prendere un paio di pinze e rimuovere un oggetto dall'acqua per verificare se il processo chimico è completo.
    • Se temi che l'acqua sia ancora troppo calda, misura la temperatura con un termometro da cucina.[8]
  6. 6
    Ispeziona l'argento. Osservalo da vicino per assicurarti che il processo di pulizia abbia funzionato. Esamina la parte superiore, inferiore e laterale di tutti gli oggetti per capire se sono sufficientemente puliti.
    • Gli aloni scuri dovrebbero essere spariti o visibilmente diminuiti.
    • L'argento dovrebbe essere di nuovo splendente.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Pulire gli Oggetti in Argento Molto Anneriti

  1. 1
    Modifica la formula. Cerca di aumentare il potere detergente dell'acqua bollente combinata con il bicarbonato. Se il primo tentativo non ha dato i risultati sperati, puoi provare ad aggiungere il sale o l'aceto di vino bianco alla miscela di base.
    • Aggiungi 60 g di sale per ogni litro d'acqua. La quantità di sale deve essere equivalente a quella di bicarbonato.
    • Se preferisci usare l'aceto di vino bianco, aggiungine 100 ml ogni 200 ml di acqua.[9]
  2. 2
    Ripeti il procedimento. Se l'argento è solo leggermente annerito, dopo alcuni minuti potrebbe essere completamente pulito, ma se è molto sporco i tempi si possono allungare ed è probabile che dovrai ripetere il processo più volte per farlo tornare perfettamente pulito. In tal caso:
    • Svuota il lavandino;
    • Risciacqua l'argento;
    • Rimuovi la carta stagnola e sostituiscila con un foglio nuovo;
    • Disponi di nuovo gli oggetti in argento sulla carta;
    • Sommergili con altra acqua bollente e bicarbonato.[10]
  3. 3
    Risciacqua gli oggetti in argento. Quando tutti gli oggetti sono puliti, svuota il lavandino e risciacquali sotto l'acqua corrente fredda. Risciacquali con molta cura per rimuovere tutte le particelle di bicarbonato, sale o aceto residue.
    • Risciacqua accuratamente anche il lavandino per rimuovere i residui di bicarbonato, sale e aceto.[11]
  4. 4
    Asciuga gli oggetti in argento. Dopo averli risciacquati con cura, asciugali bene uno alla volta usando un panno morbido e pulito. Quando sono asciutti, appoggiali su un altro panno morbido e lasciali asciugare all'aria.
    • È meglio usare un panno in microfibra per ridurre al minimo il rischio di graffiare l'argento.[12]
  5. 5
    Getta la carta stagnola usata. Dopo aver asciugato gli oggetti in argento, rimuovi la carta stagnola dal lavandino e gettala via. Essendosi macchiata, non è possibile riutilizzarla per pulire l'argento in futuro.
    • Noterai che sulla carta si sono formate molte macchie. Sono il risultato della reazione chimica che ha trasferito il solfuro dall'argento all'alluminio.[13]
    Pubblicità

Avvertenze

  • Non eseguire questo processo in un lavandino di alluminio.
  • Non usare questo metodo per pulire gli oggetti in silverplate.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Hobby & Fai da Te
Questa pagina è stata letta 621 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità