Lavare le finestre è probabilmente un lavoro che molti odiano, perché bisogna lottare con la sporcizia, le gocce d'acqua, dozzine di fogli di carta da cucina o di giornale e con i fastidiosi aloni. Esistono molte tecniche e metodi a disposizione ed è piuttosto difficile definire quale sia il più efficace. Tuttavia, quando hai dei dubbi, vale sempre la pena osservare come lavorano i professionisti. In definitiva, pulire le finestre è il loro lavoro; il metodo rapido che utilizzano prevede l'uso di un secchio con una soluzione detergente, una spugna o una spatola e una spazzola tira acqua.

Parte 1 di 2:
Pretrattamento

  1. 1
    Elimina le macchie ostinate. La parte esterna delle finestre è particolarmente suscettibile a questo genere di sporcizia, perché è esposta a scrosci di acqua calcarea, minerali, feci di uccelli e agenti atmosferici, che fanno incrostare la polvere e il sudiciume. Puoi seguire alcuni metodi per sbarazzarti di queste macchie all'interno e all'interno delle finestre:
    • Usa un detergente anticalcare. Inumidisci una spugna con il prodotto e strofinala sulle macchie che si trovano sui vetri. Risciacqua con acqua e procedi poi con la normale pulizia.[1]
    • Spruzza la zona interessata con aceto puro e lascia che agisca per almeno cinque minuti. Usa una spugna o uno straccio per strofinare e continua con la solita pulizia.[2]
    • Prepara un impasto con acqua e un detergente a base di acido ossalico.[3] Applicalo sulle macchie più difficili con un panno pulito e strofina con vigore. Risciacqua via il composto e continua come al solito.
  2. 2
    Elimina gli adesivi e le decalcomanie. È difficile togliere le sostanze appiccicose dai vetri, a prescindere che tu abbia dei bambini che amano decorare con gli adesivi oppure che abbia applicato delle decalcomanie per evitare che gli uccelli urtino le finestre. Tuttavia, tutto quello di cui hai davvero bisogno è una bottiglia spray piena di acqua e un raschietto con un bordo affilato.
    • Spruzza l'acqua sugli adesivi e aspetta un paio di minuti che venga assorbita.
    • Tieni il raschietto appoggiato alla finestra in modo che formi un angolo di 45° e applica una leggera pressione. Inizia dalla base degli adesivi e raschia verso l'alto, cercando di inserire la lama sotto l'adesivo stesso. Usa uno straccio per eliminare l'acqua.[4]
  3. 3
    Togli e pulisci le zanzariere. Puliscile ogni volta che lavi le finestre, siano esse interne o esterne; questo lavoro andrebbe fatto due volte all'anno. Smontale e puliscile con l'aspirapolvere per eliminare la polvere e la sporcizia.
    • Lavale con un panno o una spugna pulita e acqua calda mescolata a un po' di aceto o detersivo per i piatti. Aspetta che si asciughino completamente all'aria prima di rimontarle. [5]
  4. 4
    Elimina la sporcizia e la polvere dalle finestre esterne. Queste sono esposte a ogni tipo di grasso, polvere, inquinanti e altre sostanze. Se sono davvero molto sporche, inizia il processo bagnandole con un tubo da giardino ed eliminare così lo strato superiore di sudiciume sia dai vetri sia dagli infissi.[6]
    • Se non hai un tubo da giardino, usa un panno in cotone che non lasci pelucchi e dell'acqua per togliere parte della sporcizia.
  5. 5
    Spolvera o pulisci la parte interna con l'aspirapolvere. Non tralasciare alcuna zona dei vetri e degli infissi, angoli inclusi. In questo modo, eviti di diffondere la polvere mentre pulisci.[7]
    • Prima di iniziare la pulizia della parte interna, stendi un grande asciugamano davanti alla finestra per raccogliere gli schizzi di liquido.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Pulire l'Interno e l'Esterno delle Finestre

  1. 1
    Riunisci tutto il necessario e gli attrezzi. Hai bisogno di qualche materiale per eseguire la pulizia di base delle finestre, tra cui:
    • Spazzola o spugna (o spazzola lavavetri);
    • Spazzola tira acqua in gomma per asciugare;
    • Panno assorbente in microfibra o straccio che non lasci pelucchi;
    • Panno o straccio pulito;
    • Secchio con soluzione detergente;
    • Ampio asciugamano per proteggere il pavimento all'interno.
  2. 2
    Prepara la soluzione detergente. Puoi usare differenti prodotti per i vetri, ma la maggior parte degli esperti consiglia di utilizzare una semplice miscela di acqua e sapone per i piatti. Se usi una bottiglia a spruzzo e dei fogli di carta da cucina o di giornale, ti limiti a spostare la polvere mescolata al detergente, lasciando i vetri opachi e pieni di aloni.[8] Per realizzare il detergente puoi mescolare:
    • Otto litri di acqua con 6 ml di detergente liquido per i piatti; [9]
    • Acqua e aceto bianco in parti uguali;[10]
    • 60 ml di alcol isopropilico con una pari quantità di aceto, 15 g di amido di mais (per evitare gli aloni)[11] e 500 ml di acqua.[12]
  3. 3
    Pulisci le finestre. Per le finestre con più pannelli puoi usare una spugna, mentre per quelle con un'unica lastra di vetro è meglio utilizzare una spazzola tira acqua. Intingi la spugna nel secchio di detergente, strizza il liquido in eccesso e strofina tutta la finestra facendo attenzione a pulire bene anche gli angoli.[13]
    • Per pulire la parte esterna senza usare una scala, fissa la spazzola tira acqua a un manico estensibile o a quello della scopa.[14]
    • Quando hai pulito una finestra, ricorda di asciugarla prima di passare alla successiva. Se la spazzola tira acqua "cigola" parecchio mentre lavi o asciughi il vetro, aggiungi ancora un po' di sapone all'acqua.
  4. 4
    Strofina il vetro per asciugarlo. Se hai delle finestre con vetri piccoli, usa il bordo di gomma della spazzola tira acqua per eliminare l'acqua. A questo scopo, muovi lo strumento dall'alto verso la base della finestra. Per una portafinestra o una finestra molto grande, fai dei movimenti orizzontali, iniziando dall'alto e spostandoti man mano verso il pavimento. Fai in modo che ogni movimento si sovrapponga a quello precedente per qualche centimetro e asciuga il bordo gommato dello strumento dopo ogni passata, usando un panno che non lascia lanugine.[15]
    • Accertati che la gomma non perda mai il contatto con il vetro.
    • Un metodo semplice per ottenere una finestra pulita senza aloni è quello di acquistare una spazzola tira acqua di buona qualità e verificare che il bordo di gomma sia sempre in perfette condizioni.[16] Sostituisci la striscia di gomma quando ti sembra usurata, perché in questo caso non è in grado di aderire bene al vetro, lasciando degli aloni.
  5. 5
    Elimina l'acqua in eccesso con un panno. Asciuga ogni superficie della finestra su cui l'acqua è schizzata o gocciolata usando un panno assorbente che non lasci pelucchi. In questo modo, non si formano delle striature sul vetro.
    • Per evitare di danneggiare gli infissi, usa un panno o uno straccio diverso per assorbire l'acqua dal davanzale.
    Pubblicità

Consigli

  • Purtroppo è impossibile pulire la parte interna di una finestra con doppi vetri senza rovinare la guarnizione ermetica fra le due lastre. Tuttavia, l'accumulo di ragnatele o polvere in questo spazio indica che il sigillo è rotto e dovresti considerare di sostituire la finestra.[17]

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 22 273 volte
Categorie: Pulizia
Questa pagina è stata letta 22 273 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità