Come Pulire le Orecchie del Coniglio

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

Le orecchie del coniglio sono molto sensibili. Se al loro interno si accumula cerume o altre sostanze, possono diventare un ambiente perfetto per la proliferazione di acari e batteri. In teoria, la pulizia delle orecchie del coniglio è molto semplice; hai bisogno solo di una semplice soluzione detergente e un po' di impegno. Tuttavia, la procedura potrebbe rivelarsi complessa: se l'animale è a disagio, spaventato o prova dolore, potrebbe cercare di mordere, scalciare o graffiare per liberarsi. Queste reazioni potrebbero causare delle ferite a te e al coniglio stesso; devi pertanto instaurare un rapporto di fiducia con il roditore prima di utilizzare i materiali e i metodi corretti per pulirgli le orecchie.

Metodo 1 di 3:
Preparare il Coniglio

  1. 1
    Tienilo tranquillo. Pulire le orecchie di un coniglio, soprattutto se sono otturate da qualche accumulo di secrezione, può rivelarsi un'operazione dolorosa e spaventosa; è importante instaurare con l'animale un buon rapporto amichevole, in modo che resti calmo.[1]
    • Prima della pulizia, togli l'animaletto dalla gabbia e gioca con lui.
    • Abitualo al tuo tocco. Accarezzalo delicatamente cercando di avvicinarti gradualmente alla testa e alle orecchie; in questo modo, il coniglio si adatta a essere toccato e non corri il rischio di coglierlo di sorpresa.
    • Afferralo per abituarlo a essere trattenuto.
    • Questi roditori non amano in genere essere sollevati da terra, evita quindi di prenderlo in braccio e di portarlo in giro.
  2. 2
    Trattieni il coniglio. Quando sono spaventati, questi piccoli mammiferi possono ferirsi da soli perché il loro primo istinto è quello di correre o scappare. Per questa ragione, è fondamentale mantenere una buona presa quando devi sottoporre il tuo amico peloso a qualche procedura. Quando ti prepari a pulirgli le orecchie, tieni in considerazione questi fattori:
    • Fai in modo che un'altra persona di cui l'animale si fida lo tenga mentre tu gli pulisci le orecchie.
    • Mentre il coniglio si trova sul tavolo, circondalo con un braccio per tenerlo fermo, ma senza schiacciarlo verso il basso; puoi inclinare il tuo busto verso l'animale per impedirgli di saltare ma non applicare pressione, altrimenti non farai altro che innescare il suo istinto di fuga.[2]
    • Se tuo amico peloso si fida di te ed è calmo, potrebbe anche restare sul tavolo e tu dovrai solo tenergli le orecchie mentre le pulisci.
    • Se è troppo agitato, valuta di provvedere alla pulizia in un secondo momento, per risparmiargli ulteriore stress ed evitare che si faccia del male.
  3. 3
    Sii delicato. Le orecchie di questi animali sono molto, molto sensibili. Ricorda sempre di essere molto attento quando ti prendi cura di un coniglio e delle sue orecchie.
    • Durante la pulizia, si consiglia di afferrare ciascun padiglione auricolare con cura, usando in genere l'indice e il pollice.
  4. 4
    Riconosci i segnali di stress. Se l'animale inizia a scalciare, a tamburellare con le zampe, a mordere, a graffiare o a urlare, potrebbe essere troppo nervoso per collaborare. Rimettilo delicatamente nella sua gabbia o nel recinto finché non si tranquillizza e ritenta la procedura quando sarà più sereno.[3]
    • Altri segnali di stress sono: restare immobile, inarcarsi con le orecchie vicino al corpo, atteggiamenti aggressivi, inquietudine, respirazione affannosa, tentativi di nascondersi e irrequietezza.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Pulire le Orecchie

  1. 1
    Prendi delicatamente l'orecchio. Quando il coniglio si trova a suo agio e in un ambiente sicuro, tieni il suo orecchio sensibile fra pollice e indice; non afferrarlo nella zona centrale, per evitare di toccare la punta estremamente delicata e il canale auricolare.
    • Durante questa prima fase, il tuo obiettivo è quello di identificare segni di irritazione o ostruzione; puoi usare una piccola torcia a stilo per osservare l'interno del canale auricolare.
    • Puoi anche tentare di manipolare l'orecchio con estremo scrupolo per osservarne le pareti interne.
  2. 2
    Estrai i residui con un paio di pinzette. Se è ben visibile del materiale accumulato, come cerume o resti di acari, prova a rimuovere i pezzi più grandi; se sono bloccati in profondità o sono attaccati alla cute, evita di strapparli o pizzicarli.
    • Non spingere mai cerume o sporcizia in profondità; i residui potrebbero penetrare a fondo nel canale auricolare e causare un'infezione.
  3. 3
    Inumidisci un applicatore e usa la soluzione detergente. Una volta estratti tutti i detriti allentati, devi applicare un prodotto all'orecchio. Esistono molti rimedi casalinghi e prodotti commerciali, ricorda di leggere attentamente l'etichetta e discutine con il veterinario, per essere certo che siano adatti al tuo piccolo amico peloso. Le tre soluzioni casalinghe sono:
    • Miele. Mescola un cucchiaino di miele con due di acqua calda (non bollente!). Lascia cadere due o tre gocce di questa soluzione nell'orecchio e massaggia per farle penetrare. Esegui la procedura due volte al giorno per tre giorni e poi passa a un'applicazione quotidiana. Le orecchie dovrebbero tornare pulite nel giro di una settimana.[4]
    • Acqua ossigenata. Inumidisci un batuffolo di ovatta o un cotton fioc con dell'acqua ossigenata e usalo per strofinare l'interno dell'orecchio. Esegui questa pulizia due volte al giorno finché le orecchie non iniziano a migliorare. Monitora la pelle del padiglione e del canale auricolare perché potrebbe seccarsi; se così fosse, massaggiala con olio minerale, di semi o di oliva dopo ogni applicazione, per evitare screpolature e secchezza.
    • Olio di oliva. Massaggia le orecchie con circa 15 ml di olio due volte al giorno finché non sono pulite.[5][6]
    • Attenzione: l'efficacia di questi metodi casalinghi non è dimostrata, quindi sarebbe più sicuro l'utilizzo di prodotti commerciali formulati appositamente per i conigli (in alcuni casi, solo su consiglio del veterinario, è possibile usare prodotti per gatti).
  4. 4
    Strofina delicatamente il padiglione auricolare muovendoti dall'interno verso l'esterno. Quando la soluzione inizia a essere efficace, il materiale accumulato si stacca. Pulisci delicatamente le orecchie del coniglio con un tovagliolo di carta o di tessuto morbido per sbarazzarti dei residui che potrebbero causare ulteriore infezione.
  5. 5
    Evita di contaminare nuovamente le orecchie. Gli acari, la sporcizia e le infezioni hanno numerose cause; tuttavia, è importante mantenere la tana dell'animale in perfette condizioni igieniche, per evitare nuove infestazioni.
    • Pulisci la gabbia o il recinto usando una soluzione detergente quando il coniglio non si trova al suo interno.
    • Ricorda di cambiare spesso le ciotole del cibo e dell'acqua.
    • Rimuovi sempre il substrato sporco.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Riconoscere i Segni e i Sintomi di Malattia

  1. 1
    Riconosci un orecchio sano.[7] Le orecchie dei conigli sono diverse in base alla razza e all'età dell'esemplare; in ogni caso, quando sono in buona salute, dovrebbero essere pulite. In genere, sono rosate e in alcune razze è possibile vedere le vene che le attraversano.
  2. 2
    Fai attenzione alle infezioni. Un coniglio che ne soffre tende a grattarsi la testa, a inclinarla, a non mangiare, a manifestare segnali di dolore e presenta delle secrezioni che fuoriescono dalle orecchie.[8] L'otite può essere molto grave e dovrebbe essere curata da un veterinario.
    • Se l'infezione causa la formazione di pustole micotiche (dei brufoli rilevati con una testa biancastra), puoi pulire le orecchie del coniglio con i metodi descritti in precedenza.[9] Tuttavia, dovresti comunque sottoporre l'animale all'attenzione di un veterinario affinché prescriva degli antibiotici per curare l'infezione.
  3. 3
    Individua gli acari delle orecchie. Questi parassiti sono piuttosto comuni fra i conigli e si possono riconoscere senza difficoltà.[10] Tra i sintomi puoi notare la presenza visibile degli insetti, croste e accumulo di cerume.
    • Le orecchie sono gonfie e arrossate, l'animale potrebbe scuotere spesso la testa o grattarsi le orecchie.
  4. 4
    Presta attenzione all'accumulo di cerume o materiale micotico. Un altro disturbo frequente fra questi roditori è l'eccesso di cerume o di lieviti che fa ricoprire le orecchie di scaglie giallastre o di sostanza cerosa. Puoi pulire queste secrezioni usando i metodi descritti nella seconda parte dell'articolo.
    • Il veterinario può prescrivere una pomata per uso topico, se il problema persiste.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Fai sempre riferimento al veterinario se hai delle domande, preoccupazioni o se le condizioni di salute del coniglio peggiorano.
  • Dovresti valutare di mettere gli esemplari infetti in quarantena se hai più di un coniglio, per evitare la diffusione di acari o malattie.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Pinzette
  • Miele
  • Acqua ossigenata
  • Olio di oliva o di semi
  • Tovagliolo (di carta o tessuto)
  • Batuffoli di ovatta
  • Torcia classica o a stilo

Informazioni su questo wikiHow

Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.
Categorie: Animali
Questa pagina è stata letta 6 605 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità