Come Pulire le Pareti di Casa con l'Aceto

3 Parti:Preparare la StanzaCreare la Soluzione DetergentePulire le Pareti

I prodotti per l'igiene della casa possono essere sia molto costosi sia tossici, per questo molte persone vanno alla ricerca di possibili approcci alternativi. L'aceto è un detergente multiuso e può essere utilizzato con efficacia anche per pulire le pareti di casa. Puoi creare una soluzione detergente semplicemente miscelandolo all'acqua. Sebbene sia una miscela generalmente innocua è bene testarla su una piccola area prima di procedere.

Parte 1
Preparare la Stanza

  1. 1
    Proteggi i pavimenti. Stendi un telo protettivo o degli asciugamani lungo il battiscopa, nel punto in cui intendi iniziare. Idealmente la spugna non dovrebbe gocciolare mentre la usi, quindi sentiti libero di saltare questo passaggio se hai fiducia nella tua capacità di prendere al volo le eventuali gocce che potrebbero colare lungo il muro.[1]
    • In ogni caso, tieni qualche straccio a portata di mano per tamponare un'accidentale fuoriuscita di liquido dalla bacinella. È meglio essere previdenti e metterne uno anche al di sotto.
  2. 2
    Ventila la stanza se è necessario. In base al grado di concentrazione della soluzione, l'odore di aceto potrebbe essere troppo pungente. Se così fosse, apri le finestre e/o accendi un paio di ventilatori per favorire la circolazione dell'aria. I fumi dell'aceto non sono pericolosi, ma potrebbero invogliarti a finire più in fretta il lavoro, con il rischio che la soluzione a base di aceto goccioli o lasci dei segni visibili sulle pareti.[2]
  3. 3
    Proteggiti dalla corrente elettrica. Stacca le spine dalle prese. Se intendi pulire le placche delle prese e/o l'area in cui coprono la parete, disattivale agendo sul quadro elettrico prima di iniziare. Fai lo stesso per gli interruttori delle luci, le prese del telefono e ogni altro elemento collegato all'impianto elettrico.[3]
  4. 4
    Rimuovi gli elementi decorativi. Se intendi pulire una parete intera e non solo una piccola parte, devi staccare tutto ciò che vi hai appeso. La polvere si accumula anche dietro agli oggetti, quindi devi rimuoverli per fare un lavoro accurato e per non avere impedimenti. Gli elementi decorativi possono includere:
    • Fotografie, poster e quadri;
    • Mensole, appendiabiti a parete e altri accessori pratici;
    • Dispositivi elettronici, per esempio una TV montata sulla parete o delle casse acustiche.

Parte 2
Creare la Soluzione Detergente

  1. 1
    Inizia con una concentrazione leggera. Parti con il presupposto che una piccola quantità di aceto miscelata con l'acqua calda sia sufficiente per fare un buon lavoro. Versa 2-3 cucchiai di aceto di vino bianco in una bacinella (o in un contenitore simile) riempita con 4 litri d'acqua calda.[4]
    • Ricorda che dovrai spostare la bacinella a mano a mano che ti muoverai lungo la parete. Regola la quantità di liquido in base alla capienza totale per evitare che sia troppo piena e che l'acqua possa strabordare mentre la muovi. L'ideale è riempirla al massimo fino a metà.
  2. 2
    Esegui un test su un'area limitata della parete. Scegli un punto che generalmente è nascosto dietro a un mobile o a un oggetto decorativo. Imbevi la spugna con la miscela e strizzala con forza per eliminare tutto il liquido in eccesso. Passala sull'area prescelta con un movimento circolare, applicando una pressione minima. Ripeti l'operazione con una seconda spugna imbevuta di acqua pulita per risciacquare. Completa il lavoro asciugando il muro con un panno morbido o con un asciugamano.[5]
    • Le spugne devono essere morbide (a differenza di quelle che usi per staccare il cibo dalle stoviglie o dalle pentole), in special modo se la parete è stata dipinta. Usando delle spugne abrasive potresti rovinare la pittura.
  3. 3
    Aggiungi dell'altro aceto se è necessario. Paragona l'area di test con il resto della parete. Se la soluzione detergente si è dimostrata efficace, usala così com'è. Se invece la parete appare ancora sporca, aumenta la quantità di aceto in proporzione all'acqua e riprova. Inizia aggiungendo 100 ml di aceto ai 4 litri d'acqua. Se la miscela non è ancora abbastanza concentrata, aggiungine gradualmente dell'altro, 100 ml alla volta.[6]
    • Se le pareti di casa sono molto sporche, potresti dover aumentare la concentrazione fino ad arrivare a due parti di aceto ogni tre parti di acqua.[7]
  4. 4
    Aggiungi anche del bicarbonato se è necessario. Se lo sporco si è accumulato o incrostato sui muri, potresti aver bisogno di una miscela leggermente più abrasiva per eliminarlo. Inizia aggiungendo alla soluzione di acqua e aceto 50 g di bicarbonato e fai una prova.[8] Se è necessario, aggiungine dell'altro gradualmente. Tuttavia ricorda che:[9]
    • Se i muri sono stati dipinti, qualunque elemento abrasivo come il bicarbonato potrebbe danneggiare la pittura, in special modo quella acrilica. Se noti che la vernice si rovina, la soluzione potrebbe essere quella di imbiancare nuovamente anziché pulire.

Parte 3
Pulire le Pareti

  1. 1
    Riempi un'altra bacinella con acqua pulita. Anche in questo caso è meglio che non sia troppa per evitare che fuoriesca mentre sposti il recipiente da una parte all'altra della casa. Quest'acqua pulita ti servirà per risciacquare le pareti. In base al grado di concentrazione della soluzione con l'aceto e all'ampiezza della superficie da risciacquare, dovrai sostituire l'acqua periodicamente per assicurarti che sia sempre pulita.[10]
    • Ricorda che dovrai usare una seconda spugna per risciacquare. Come per l'acqua, sostituiscila con un'altra pulita ogni volta che è necessario.
  2. 2
    Bagna e strizza la spugna che intendi usare per pulire la parete. Come abbiamo già detto, devi assicurarti che sia morbida per evitare che rimangano delle antiestetiche strisciate permanenti sul muro. Imbevila nella soluzione di acqua e aceto e poi strizzala finché non smette completamente di gocciolare.[11]
  3. 3
    Procedi dall'alto verso il basso. Innanzitutto, suddividi mentalmente la parete in colonne larghe circa 30-60 cm. Inizia a pulire ogni singola colonna nel punto in cui la parete incontra il soffitto e scendi fino ad arrivare al pavimento prima di passare alla sezione adiacente. In questo modo avrai maggiori probabilità di riuscire a rimuovere le gocce che potrebbero cadere accidentalmente.[12]
  4. 4
    Procedi con delicati movimenti circolari. Ricorda che se le pareti sono dipinte, strofinandole vigorosamente potresti danneggiare la pittura. Usa solo la pressione necessaria. Pulisci con movimenti circolari, cambiando direzione di tanto in tanto, per ridurre ulteriormente il rischio di danneggiare la parete.[13]
  5. 5
    Procedi su una piccola sezione alla volta. L'ideale è usare meno liquido possibile per evitare che l'acqua causi la formazione di macchie o aloni. Inoltre, lasciandolo asciugare all'aria, il liquido potrebbe lasciare dietro di sé delle striature, quindi non cercare di pulire l'intera colonna tutta in una volta. È meglio procedere con una piccola area (60 cm) alla volta.[14]
    • Se ti trovi in piedi su una scala, è meglio pulire delle sezioni ancora più piccole perché potresti essere costretto a salire e scendere tra le fasi di pulizia, risciacquo e asciugatura.
  6. 6
    Risciacqua e asciuga immediatamente ogni sezione. Non appena hai finito di pulire una piccola area di parete con la soluzione di acqua e aceto, cambia spugna e ripeti lo stesso processo con l'acqua pulita. Dopodiché tampona il muro per asciugarlo con un panno morbido o un asciugamano, sostituendolo quando diventa troppo umido.[15]

Cose che ti Serviranno

  • Aceto
  • Acqua
  • Bicarbonato (facoltativo)
  • 2 bacinelle (o 2 recipienti simili)
  • Dosatore per i liquidi
  • Spugne morbide
  • Panni morbidi o asciugamani
  • Scala (facoltativo)
  • Ventilatori (facoltativo)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Pulizia

In altre lingue:

English: Clean Walls with Vinegar, Português: Limpar Paredes com Vinagre, Русский: отмыть стены уксусом, Deutsch: Wände mit Essig reinigen, Español: limpiar las paredes con vinagre, Français: nettoyer les murs avec du vinaigre

Questa pagina è stata letta 453 volte.

Hai trovato utile questo articolo?