Le scarpe da calcio sono perfette e senza alcuna imperfezione appena comprate, ma entro breve tempo si ricoprono di fango, polvere ed erba. La loro pulizia potrebbe sembrare un lavoro complesso, ma basta una soluzione detergente delicata e un po' di "olio di gomito" per raschiare via la sporcizia incrostata, eliminare le strisciate e riportare le calzature al loro aspetto originale in men che non si dica.

Parte 1 di 2:
Pulire le Suole

  1. 1
    Scuoti le scarpe per eliminare la sporcizia in eccesso. Dopo aver giocato a calcio, toglile e battile l'una contro l'altra (sul lato delle suole) per staccare quanto più fango, terra ed erba possibile.[1]
  2. 2
    Togli il terriccio a secco. Usa una spazzola a setole morbide o uno strumento specifico per scarpe da calcio per raschiare la zona dei tacchetti,[2] in modo da allentare i grumi di erba e fango che si sono accumulati.
    • Quando pulisci le zone laterali della suola vicine alla tomaia, valuta di cambiare strumento di pulizia e usare uno spazzolino. Quest'ultimo è abbastanza abrasivo per rimuovere lo sporco, ma è più facile da gestire e ti permette di concentrarti sulle zone che stai pulendo.
    • Non usare un bastoncino per staccare l'erba e il terriccio dai tacchetti, in quanto potresti graffiare le suole e danneggiare le calzature.[3]
  3. 3
    Prepara la soluzione detergente. Dovresti usare dell'acqua in cui hai sciolto una piccola dose di sapone.[4] Il detersivo per i piatti e il sapone per le mani sono particolarmente efficaci; riempi una bacinella con mezzo litro d'acqua calda e un cucchiaio di detergente; mescola i liquidi con uno spazzolino finché non si sviluppa un po' di schiuma.
    • Non esagerare con il sapone, soprattutto se stai pulendo scarpette in pelle; è sufficiente una piccola dose.
  4. 4
    Lava le suole con l'acqua saponata. Una volta preparata la soluzione, intingi la spazzola a setole morbide che hai usato in precedenza per la pulizia a secco e strofina nuovamente la zona dei tacchetti.[5] Quando lo strumento si sporca di erba e terra, lavalo sotto l'acqua corrente del lavandino, intingilo ancora nella soluzione saponata e ripeti la procedura.
    • Anche durante questa fase dovresti usare uno spazzolino più piccolo per le zone laterali, prossime alla tomaia; uno strumento di questo tipo consente un'azione più precisa ma comunque efficace.
  5. 5
    Strofina le suole per terminare la pulizia. Intingi della carta da cucina nella soluzione di sapone e usala per sfregare la parte inferiore delle scarpe; così facendo, elimini gli ultimi pezzetti di erba e fango, la carta cattura i residui e ti permette di strofinare con le dita i punti difficili da raggiungere fra i tacchetti.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Pulire la Tomaia

  1. 1
    Togli e lava i lacci. Sfilali dalle calzature e intingili nella soluzione di acqua e sapone; lasciali in ammollo per circa 10 minuti prima di strofinarli con le dita e uno spazzolino, per sbarazzarti della sporcizia.[6]
    • Dopo averli lavati, mettili sotto l'acqua corrente e appoggiali ad asciugare su un panno sopra una superficie piana.
    • Potresti anche esporli al sole, ma ricorda che la luce solare diretta potrebbe farli scolorire.[7]
  2. 2
    Pulisci la porzione superiore delle scarpe con uno spazzolino. Intingine uno a setole morbide nell'acqua saponata e strofina la tomaia.[8] Inizia dalla zona centrale della scarpa, quella vicina ai lacci, muovendoti poi verso i lati; in questo modo, l'acqua sporca scorre in maniera naturale verso i bordi.
    • Non dimenticare la linguetta, una volta tolti i lacci puoi raggiungere questa zona senza difficoltà.
    • Vale la pena inserire una mano nella calzatura mentre ne strofini i lati.[9]
    • Un metodo alternativo e parimenti efficace consiste nell'usare una "gomma magica".
  3. 3
    Pulisci la porzione superiore delle scarpe con una "gomma magica". Intingila nella soluzione di acqua e detersivo e strizzala per eliminare la maggior parte di umidità; appoggiala sulla superficie da lavare e strofina le calzature.[10]
    • Non trascurare la linguetta, una volta tolti i lacci non dovresti avere difficoltà ad accedere a questa parte.
  4. 4
    Asciuga le scarpe. Puoi usare della carta da cucina o un panno asciutto e pulito per rimuovere le tracce di schiuma, acqua e sporcizia. Asciuga ogni parte della tomaia, incluse la linguetta, le zone laterali e la suola.[11]
    • Valuta di inserire all'interno della carta di giornale per assorbire l'umidità in eccesso che potrebbe essere penetrata nella tomaia.
  5. 5
    Rimetti i lacci. Quando le scarpe e i lacci sono asciutti, infila questi ultimi al loro posto senza stringerli e regolane infine la tensione in base alle tue necessità.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Misurare le Dimensioni della Mano

Come

Scegliere un Binocolo

Come

Imparare le Tecniche dei Ninja

Come

Andare sullo Skateboard (Guida per Principianti)

Come

Correre 5 km in 20 Minuti

Come

Diventare un Calciatore Professionista

Come

Diventare un Pilota di Formula 1

Come

Perdere Velocemente le Maniglie dell'Amore

Come

Andare in Skateboard

Come

Sparare con una Pistola

Come

Praticare lo Sci di Fondo

Come

Eseguire il Salto in Alto (Atletica Leggera)

Come

Trattenere il Respiro per Molto Tempo

Come

Fare un Sacco da Boxe
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 13 606 volte
Categorie: Sport & Fitness
Questa pagina è stata letta 13 606 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità