I normali applicatori cosmetici in genere sono monouso, ma le Beauty Blender e altre spugnette simili sono state pensate e progettate per un utilizzo prolungato nel tempo. Come tali, richiedono una regolare pulizia che ne rimuova macchie e batteri nocivi.

Metodo 1 di 3:
Pulizia di Base

  1. 1
    Prepara dell'acqua saponata. Riempi una ciotola di acqua tiepida e aggiungi qualche goccia di sapone o shampoo delicato. Mescola leggermente, fino a quando non si formerà della schiuma in superficie.
    • Gli shampoo per bambini e quelli biologici a "formulazione dolce" funzionano particolarmente bene, ma puoi utilizzare qualunque genere di detergente considerato sicuro per capelli e pelle.
  2. 2
    Metti la spugna in ammollo per 30 minuti. Intingila nell'acqua saponata e strizzala due o tre volte con le mani, quindi lasciala a bagno per circa mezz'ora.[1]
    • Fai in modo che nella ciotola ci sia acqua a sufficienza per coprire completamente l'applicatore: puoi aggiungerne altra, se lo ritieni necessario.
    • Mentre viene assorbita, l'acqua inizierà a cambiare colore: assumerà la tonalità beige o marrone chiaro del fondotinta e degli altri cosmetici di cui è impregnata la spugna.
    • Saturandosi di acqua, l'applicatore si espanderà alla sua dimensione originale.
  3. 3
    Applica sulla spugna un prodotto pulente. Strofinala delicatamente con un detergente solido specifico o un sapone equivalente, direttamente sulle zone più sporche. Utilizza un detergente delicato per evitare di rovinare l'applicatore. Tra i prodotti solidi, il sapone di Castiglia funziona in genere molto bene. Se invece preferisci un detergente liquido, scegli uno shampoo idratante per bambini o uno biologico a formula delicata.
    • Continua a frizionare il detergente per circa tre minuti, utilizzando solo la punta delle dita: non servirti di una spazzola o qualche altro utensile abrasivo, in quanto potresti danneggiare la spugnetta.
  4. 4
    Risciacqua la spugna. Serviti dell'acqua corrente calda per eliminare ogni traccia di detergente. In questa fase, verranno rimossi anche tutti i residui di make-up.
    • Dovrai strizzarla delicatamente sotto l'acqua corrente per togliere il sapone e i residui dei prodotti per il trucco.
  5. 5
    Controlla che sia sufficientemente pulita dopo il risciacquo. Se vedi che l'acqua scorre limpida dalla spugna, puoi passare alla fase di asciugatura; ma se appare ancora sporca, è consigliabile effettuare una pulizia avanzata (vai alla sezione "Pulizia Profonda" di questo articolo).
  6. 6
    Asciuga la spugnetta con della carta da cucina. Elimina l'acqua in eccesso strizzando delicatamente l'applicatore, quindi fallo rotolare sulla carta da cucina pulita, che assorbirà i residui di umidità.
    • Se risulta ancora bagnato, lascialo all'aria e attendi che sia completamente asciutto prima di utilizzarlo.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Pulizia Profonda

  1. 1
    Effettua una pulizia profonda della spugna, se lo ritieni necessario. In linea generale, avrai bisogno di farlo se ti sembrerà ancora sporca dopo aver eseguito i passaggi della pulizia di base.
    • È probabile che succeda, se la utilizzi più volte al giorno o se ti sei dimenticata di pulirla per una o più settimane.
    • Controlla l'applicatore per capire se ha bisogno di una pulizia profonda. Dovrai effettuarla se, dopo l'asciugatura, saranno ancora presenti delle macchie oppure se l'acqua di risciacquo risulterà ancora sporca, dopo la pulizia di base.
  2. 2
    Bagna la spugna. Mantienila sotto l'acqua corrente calda per circa 30-60 secondi o fino a quando non avrà assorbito tanta acqua da tornare alle sue dimensioni originali.
    • Puoi anche immergerla in una ciotola di acqua calda per un periodo di tempo compreso tra i 5 e i 10 minuti. Non è necessario utilizzare del sapone e non dovrai aspettare che l'acqua cambi colore, prima di passare alla fase successiva.
  3. 3
    Applica il detergente sulle zone macchiate. Tampona il sapone, solido o liquido, direttamente sulle aree della spugna che appaiono molto sudicie.
    • Anche in questo caso, abbi cura di utilizzare un detergente delicato. Uno specifico "Detergente per Applicatori" funziona bene; ma ci sono altre opzioni, altrettanto efficaci, come il sapone solido di Castiglia, uno shampoo liquido per bambini o uno shampoo biologico per pelli sensibili.
  4. 4
    Strofina la spugna con il palmo della mano. Friziona le zone macchiate per circa 30 secondi, effettuando piccoli movimenti circolari contro il centro della mano.[2]
    • Il lavaggio dovrebbe essere un po' più energico e intenso di quello utilizzato per la pulizia di base, ma abbi cura di essere abbastanza delicata da non strappare la spugna o non alterarne la forma.
    • Mentre strofini, i residui dei cosmetici penetrati in profondità tenderanno a salire in superficie: noterai che la schiuma assumerà il colore del fondotinta.
  5. 5
    Risciacqua continuando a strofinare. Mantieni la spugna sotto l'acqua corrente calda e continua a sfregare contro il palmo con movimenti circolari, fino a quando non vedrai più schiuma.
    • Potresti dover continuare il risciacquo per diversi minuti: è importante eliminare proprio tutto il sapone, quindi non avere fretta.
  6. 6
    Esamina l'applicatore. Applica altro detergente e strofinalo ancora contro il palmo: sarà pulito se vedrai formarsi della schiuma bianca, anziché grigia o beige.
    • Sciacqua nuovamente la spugnetta sotto l'acqua corrente fino alla totale scomparsa della schiuma.
  7. 7
    Asciuga l'applicatore del make-up. Comprimilo delicatamente con la mano per eliminare la maggior parte dell'acqua; quindi lascialo scorrere sulla carta da cucina pulita affinché si asciughi meglio.
    • Sarà ancora umido, dopo questo passaggio, quindi lascialo all'aria in un luogo asciutto. Utilizzalo solo quando non avrà più alcuna traccia di umidità.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Sterilizzazione a Caldo

  1. 1
    Sterilizza la spugna mensilmente. Anche pulendola con frequenza settimanale, dovresti disinfettarla a caldo almeno una volta al mese, soprattutto se la utilizzi tutti i giorni. La normale pulizia rimuove i batteri in superficie ma, per eliminare anche quelli che si annidano in profondità, dovrai utilizzare un breve colpo di intenso calore.
    • Se noti un rapido accumulo di batteri, potrebbe essere necessario sterilizzare la spugnetta con più frequenza. Ti accorgi di una proliferazione batterica se inizi a soffrire di atipici sfoghi di acne oppure quando l'interno dell'applicatore emana un odore rancido o insolito.
    • Tieni presente che dovrai comunque eseguire una pulizia di base, dopo la sterilizzazione, poiché questa uccide i batteri ma non elimina le macchie di cosmetico.
  2. 2
    Metti la spugna in una ciotola di acqua. Posizionala al centro di un recipiente adatto al microonde contenente circa 2,5 cm di acqua.
    • L'applicatore deve essere immerso nell'acqua: in caso contrario, potrebbe prendere fuoco o il materiale di cui è composto potrebbe danneggiarsi.
  3. 3
    Avvia il forno a microonde. Inserisci la ciotola, senza coprirla, e accendi l'apparecchio alla potenza massima per 30 secondi.[3]
    • Mentre il forno è in funzione, tieni d'occhio la spugna e non allarmarti se si espande leggermente o se si sviluppano piccole tracce di fumo; preoccupati, invece, di spegnere subito l'apparecchio se si gonfia eccessivamente o se vedi formarsi del fumo denso.
  4. 4
    Lasciala riposare. Attendi un paio di minuti prima di togliere la ciotola dal microonde e rimuovere la spugna dall'acqua.
    • L'applicatore sarà molto caldo, una volta finito il ciclo di riscaldamento: il tempo d'attesa è proprio per la tua sicurezza. Potrai toccarlo non appena si sarà sufficientemente raffreddato.
  5. 5
    Asciuga la spugna. Falla rotolare delicatamente su un foglio di carta da cucina, quindi mantienila a temperatura ambiente fino alla completa asciugatura.
    • Se intendi effettuare la pulizia di base dopo la sterilizzazione a caldo, potrai procedere appena la estrarrai dal microonde, senza attendere che si asciughi.
    • Aspetta che l'applicatore sia completamente asciutto prima di utilizzarlo nuovamente.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

Pulizia di Base

  • Una piccola ciotola
  • Acqua
  • Detergente delicato, solido o liquido
  • Lavandino
  • Carta da cucina

Pulizia Profonda

  • Detergente delicato, solido o liquido
  • Lavandino
  • Carta da cucina

Sterilizzazione a Caldo

  • Una ciotola idonea al forno a microonde
  • Acqua
  • Forno a microonde
  • Carta da cucina

Informazioni su questo wikiHow

Melissa Maker
Co-redatto da
Fondatrice di Clean My Space
Questo articolo è stato co-redatto da Melissa Maker. Melissa Maker è presentatrice ed editor di CleanMySpace, un canale YouTube e blog con oltre 1 milione di iscritti. Ha più di 10 anni di esperienza nel settore della pulizia professionale e offre utili consigli su tutto quello che concerne la cura e la manutenzione della casa. Questo articolo è stato visualizzato 29 038 volte
Categorie: Truccarsi
Sommario dell'ArticoloX

Per pulire una spugnetta per il make-up, riempi innanzitutto una ciotola con dell'acqua calda saponata. Usa un sapone per le mani o uno shampoo delicato così eviterai di irritare la pelle quando impiegherai la spugna dopo averla lavata. Immergila nell'acqua saponata per 30 minuti. Passati 30 minuti, massaggia un po' di sapone in più sulla superficie della spugnetta e risciacquala con acqua tiepida fino a rimuovere tutti i residui di prodotto. Finito di lavarla, asciugala con uno o più tovaglioli di carta. Scorri verso il basso per sapere come pulire a fondo una spugnetta per il make-up!

Questa pagina è stata letta 29 038 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità