Come Pulire le Unghie in Acrilico

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 15 Riferimenti

In questo Articolo:Fare una Pulizia GeneraleMantenere le UnghieRinfrescare la Manicure

Le unghie in acrilico richiedono una pulizia e un mantenimento costante affinché siano sempre belle e visibilmente sane. Fai una pulizia generale tutti i giorni con una spazzola per unghie e un sapone antibatterico. In seguito al lavaggio, vanno asciugate con cura. Inoltre, per mantenerle in buone condizioni, bisogna proteggerle applicando un prodotto idratante. Per fare in modo che appaiano sempre pulite e fresche di manicure, levigale e limale ogni tre o quattro settimane.

1
Fare una Pulizia Generale

  1. 1
    Adibisci una zona specifica per la detersione accanto al lavandino. Prepara tutto l'occorrente: dovresti avere una spazzola per unghie (reperibile in profumeria, nei negozi che vendono articoli di bellezza o su internet), una spugnetta, un sapone mani antibatterico e un asciugamano pulito. Se proprio necessario, la spazzola per unghie può essere sostituita con uno spazzolino dalle setole morbide [1].
  2. 2
    Strofina le unghie. Inumidisci la spazzola e versaci del sapone antibatterico. Passala al di sotto di ciascuna unghia in acrilico, prendendoti tutto il tempo necessario per rimuovere gli eventuali residui rimasti incastrati in questa zona. Risciacqua bene le mani [2].
  3. 3
    Pulisci la superficie delle unghie. Dopo aver spazzolato la zona sottostante, massaggia la parte superficiale per assicurarti di pulirle completamente. Inumidisci la spugna e passala delicatamente sulle unghie, concentrandoti sulle cuticole e sulla zona circostante. Risciacqua di nuovo le mani [3].
  4. 4
    Asciuga bene le unghie. A lavaggio ultimato, tamponale con cura usando un asciugamano pulito. L'acqua o l'umidità in eccesso nella zona sottostante può causare la formazione di un ambiente propizio alla proliferazione batterica. Per accelerare il processo di asciugatura, prova a usare il getto di aria fredda dell'asciugacapelli [4].

2
Mantenere le Unghie

  1. 1
    Indossa i guanti per dedicarti alle faccende domestiche. Per proteggere le unghie in acrilico, usa i guanti per pulire la casa (per esempio per lavare i piatti o detergere le superfici). Scegli guanti leggermente più grandi affinché si adattino alle unghie. Se soffri di allergia al lattice e non puoi utilizzare i classici guanti di gomma, opta invece per quelli in vinile o nitrile [5].
  2. 2
    Portati una spazzolina per unghie. Per assicurarti di mantenerle pulite per tutto il giorno, portati una spazzolina. Elimina subito i residui di cibo, sporco o altro tipo che rimangano incastrati nella zona sottostante allo scopo di prevenire possibili accumuli. Prima di lavarti le mani (per esempio prima di mangiare), approfittane per dare una spazzolata veloce alle unghie con il fine di rimuovere le particelle rimaste al di sotto [6].
  3. 3
    Lava frequentemente le mani. Assicurati di igienizzarle spesso nel corso della giornata per mantenere pulite le unghie in acrilico. Usa un sapone antibatterico per rimuovere i germi che possono accumularsi e causare proliferazioni micotiche nella zona sottostante. Asciuga bene le unghie a lavaggio ultimato [7].
  4. 4
    Idrata le unghie e le cuticole. Per mantenerle visibilmente pulite e sane, idratale a fondo. Le lozioni e gli oli aiutano a rendere flessibili le unghie in acrilico, evitando che si spezzino o si danneggino. Ecco alcuni dei prodotti più efficaci per idratarle [8]:
    • Lozione alla vitamina E.
    • Olio di colza.
    • Olio di jojoba.
    • Olio di cocco.
  5. 5
    Applica un top coat ogni due o tre giorni. Per mantenerle pulite, fai una passata di top coat trasparente. Oltre a evitare che le unghie si sbecchino e si spezzino, le fa sembrare sempre fresche di manicure. Compra un top coat in profumeria o in un negozio che vende articoli di bellezza [9].
  6. 6
    Cambia spesso le unghie in acrilico. Per mantenerle sane, evita di tenerle per più di tre mesi di fila. Con il passare del tempo, nella zona sottostante si accumulano batteri, che possono favorire una proliferazione micotica. Sostituisci regolarmente le unghie e permetti a quelle naturali di riposare per almeno qualche giorno, in modo che si rigenerino prima di ripetere l'applicazione [10].
  7. 7
    Ritocca le unghie ogni due settimane. Se applichi le unghie finte dall'estetista, approfitta della seduta per prenotare subito il refill, in modo da non dimenticartene. Se esegui la procedura in casa, segna sul calendario o sul cellulare la data del ritocco (dovresti farlo due settimane dopo l'applicazione) [11].

3
Rinfrescare la Manicure

  1. 1
    Lima la superficie delle unghie. Dopo qualche settimana, le unghie in acrilico tendono a mostrare segni di logorio o alterazioni cromatiche. Prendi una normalissima limetta di cartone e passala delicatamente sulla superficie delle unghie per rimuovere eventuali segni o sfumature giallastre apparse nel tempo. Esegui dei piccoli movimenti circolari, prendendoti tutto il tempo che ti serve per levigare uniformemente la superficie di ciascuna unghia [12].
  2. 2
    Livella la parte inferiore delle unghie. Durante la levigatura, liscia lo spazio visibile fra l'unghia in acrilico e quella naturale sottostante. Leviga delicatamente il bordo inferiore dell'unghia in acrilico con una limetta di cartone fino a unirla con quella naturale senza interruzioni. Non esercitare una forza eccessiva mentre le limi, altrimenti rischi di danneggiare le cuticole o le unghie vere, che si sono probabilmente sensibilizzate in seguito all'applicazione di quelle finte [13].
  3. 3
    Spolvera le unghie. Dopo averle limate e levigate, prendi un pennello per rimuovere la polvere acrilica dalla superficie. Se non ne hai uno apposito (reperibile online o nei negozi che vendono articoli di bellezza), usa un vecchio pennello da trucco. Per prevenire accumuli, spolvera spesso le unghie durante il processo di levigatura [14].
  4. 4
    Applica un top coat. Spolverate le unghie, stendi un top coat trasparente. Ne basta un velo sottile, quindi non abbondare. Se vuoi ottenere una maggiore copertura, ripeti l'applicazione una volta asciugata la prima mano. Usa un pennellino per labbra per rimuovere i residui di smalto dalla zona circostante [15].
    • Asciugato il top coat, puoi applicare uno smalto colorato a scelta (ne basta una passata).

Cose che ti Serviranno

  • Spazzola per unghie
  • Spugna
  • Sapone per mani antibatterico
  • Asciugamano pulito
  • Guanti di gomma, nitrile o vinile
  • Prodotto idrante (per esempio, lozione di vitamina E o olio di cocco)
  • Lima di cartone
  • Pennello per spolverare le unghie
  • Top coat

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Cura di Mani & Piedi

In altre lingue:

English: Clean Acrylic Nails, Español: limpiar uñas acrílicas, Português: Limpar Unhas de Acrílico

Questa pagina è stata letta 323 volte.
Hai trovato utile questo articolo?