Sono pochi gli apparecchi domestici che vengono usati con la stessa frequenza di un piano cottura a gas, quindi per mantenerlo sempre in perfette condizioni è importante pulirlo spesso. Prosegui nella lettura dell'articolo e scopri quali sono i metodi giusti per mantenere il piano cottura efficiente e brillante negli anni.

Parte 1 di 3:
Pulizie di Routine

  1. 1
    Rimuovi le griglie e gli spargifiamma. Versa alcune gocce di detersivo per i piatti nel lavandino e aggiungi l'acqua calda per creare una soluzione detergente. Rimuovi le griglie e gli spargifiamma dal piano cottura e mettili a bagno nell'acqua insaponata. Questo passaggio serve ad ammorbidire i residui di cibo per riuscire a eliminarli più facilmente.[1]
    • Usa un detersivo per i piatti con una formulazione delicata. In genere tutti i detersivi per lavare i piatti a mano sono adatti a questo scopo.
  2. 2
    Passa un panno asciutto sul piano cottura per rimuovere i residui di cibo che non richiedono di strofinare. Puoi usare la carta da cucina, una spugna o un panno asciutto per rimuovere i residui di cibo secchi che giacciono sul piano cottura. In questa fase evita di strofinare, limitati a portare via le briciole e gli altri residui dal piano prima di pulirlo.
  3. 3
    Pulisci i bruciatori ed elimina gli eventuali ostacoli al passaggio del gas. Esamina il lato inferiore di tutti i bruciatori. Talvolta i residui di cibo bruciati possono ostruire gli ugelli del gas, che hanno il ruolo di iniettare il gas nel bruciatore, quindi il fornello potrebbe non funzionare correttamente e nei casi peggiori potrebbe scatenarsi un incendio. Per riuscire a eliminare ogni residuo di cibo dagli ugelli del gas dei bruciatori, è meglio usare un piccolo oggetto (per esempio una graffetta). Se i residui di cibo sono molti, puoi usare uno spazzolino da denti asciutto e rimuoverli un po' alla volta con delicatezza.
  4. 4
    Strofina il piano cottura con acqua e sapone. Pulisci il piano cottura a gas usando il lato abrasivo di una spugnetta per i piatti umida e alcune gocce di detersivo per i piatti. Compi dei movimenti circolari per rimuovere le macchie ostinate, strizzando e bagnando di nuovo la spugnetta ogni volta che si sporca.[2]
    • Fai attenzione a non usare troppa acqua quando pulisci il piano cottura per non saturare gli ugelli del gas. Strizza regolarmente la spugna perché se gli ugelli dovessero essere troppo umidi avrai difficoltà ad accendere i fornelli. Ad ogni modo, una volta asciutti il problema sarà risolto.
  5. 5
    Risciacqua il piano cottura con l'acqua e asciugalo con un panno pulito. Quando hai finito di pulire il piano cottura con il sapone, risciacqua accuratamente la spugna e passala su tutte le superfici per risciacquarle. Asciuga il piano cottura con un panno o un canovaccio pulito.
  6. 6
    Strofina le griglie e gli spargifiamma con acqua e sapone. Usa il lato abrasivo della spugnetta per pulire le griglie e gli spargifiamma dopo averli lasciati a bagno nell'acqua calda con il detersivo per i piatti. I residui di cibo dovrebbero essersi ammorbiditi e pertanto dovrebbero venire via facilmente. Risciacquali con l'acqua dopo aver eliminato tutta la sporcizia e asciugali con un panno o un canovaccio.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Rimuovere lo Sporco Incrostato

  1. 1
    Scalda un panno umido. Se alcuni residui di cibo non sono venuti via lavando il piano cottura con acqua e sapone, prova ad ammorbidirli con questa tecnica. Per prima cosa, bagna un canovaccio, strizzalo e scaldalo nel microonde per 30 secondi. Se il tuo microonde è molto potente, fai attenzione a non scottarti con il vapore bollente quando è il momento di estrarre il canovaccio caldo.[3]
  2. 2
    Stendi il canovaccio umido e caldo sullo sporco incrostato. Stendi il panno sulle incrostazioni di cibo e lascia agire il vapore per 15 minuti. Puoi ripetere il processo diverse volte se è necessario.
    • Il vapore caldo allenterà i residui di cibo e lo sporco attaccati al piano cottura. Quando si saranno ammorbiditi, basterà strofinare con una spugnetta intrisa di acqua calda e detersivo per i piatti per eliminarli.
  3. 3
    Usa una soluzione a base di aceto bianco e acqua. Se il detersivo per i piatti non è sufficiente, puoi creare una soluzione detergente fai da te miscelando l'aceto bianco e l'acqua in parti uguali. Elimina lo sporco strofinando con il lato ruvido della spugnetta.
    Consiglio dell'Esperto
    Andrii Gurskyi

    Andrii Gurskyi

    Guru del Pulito e Titolare di Rainbow Cleaning Service
    Andrii Gurskyi è il Titolare e il Fondatore di Rainbow Cleaning Service, un'impresa di pulizie di New York specializzata in appartamenti, case e pulizie per traslochi. Ha fondato Rainbow Cleaning Service nel 2010 a New York e da allora i servizi dell'impresa sono stati forniti a oltre 35.000 clienti. RCS impiega soluzioni di pulizia non tossiche e prive di fragranze artificiali, sicure per essere usate nelle abitazioni dove vivono animali domestici e bambini piccoli.
    Andrii Gurskyi
    Andrii Gurskyi
    Guru del Pulito e Titolare di Rainbow Cleaning Service

    Se il piano cottura non è particolarmente sporco, puoi usare l'aceto, l'acqua e il detersivo per i piatti. Se è molto incrostato, prova a usare un prodotto più potente, per esempio il detergente per il forno. Se decidi di usare un prodotto come questo che contiene sostanze chimiche pericolose, indossa una maschera e dei guanti protettivi e apri una finestra per assicurare una corretta ventilazione nella stanza.

  4. 4
    Risciacqua il piano cottura dall'aceto. Quando hai terminato, risciacqua la spugnetta e pulisci il piano cottura solo con l'acqua per eliminare l'odore di aceto. Asciugalo con un canovaccio pulito. Può essere utile lasciare una finestra aperta per una migliore ventilazione.[4]
  5. 5
    Usa un detergente per la pulizia del forno. Se le incrostazioni di cibo sono di vecchia data, potresti essere costretto a usare un detergente per il forno. Dato che generalmente il piano cottura e il forno sono fatti dello stesso materiale, non dovrebbero esserci controindicazioni nell'usare un detergente per il forno per pulire il piano cottura a gas. Segui le istruzioni d'uso con attenzione e area la stanza se è necessario.
    Consiglio dell'Esperto
    Fabricio Ferraz

    Fabricio Ferraz

    Consulente di Pulizie e Co-titolare dell'impresa Hire a Cleaning
    Fabricio è il Co-titolare e Gestore dell'impresa Hire a Cleaning insieme a Reylia Ferraz. Hire a Cleaning è un'impresa di pulizie domestiche a gestione familiare che offre i propri servizi nella zona di San Francisco da più di 10 anni, con oltre 400 clienti regolari.
    Fabricio Ferraz
    Fabricio Ferraz
    Consulente di Pulizie e Co-titolare dell'impresa Hire a Cleaning

    Il Nostro Esperto Concorda: i detergenti per il forno sono tra i prodotti migliori da usare su un piano cottura a gas e agiscono molto velocemente (leggi le istruzioni per sapere per quanto tempo lasciare in posa il prodotto). Copri le superfici circostanti per proteggerle prima di applicare il detergente.

    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Regole per Mantenere il Piano Cottura Pulito

  1. 1
    Pulisci il piano cottura una volta alla settimana. Pulire il piano cottura a gas una volta alla settimana ti consentirà di mantenere al minimo le incrostazioni. Più lo pulisci frequentemente e meno di frequente dovrai dedicarti a una pulizia approfondita con un panno caldo e il detergente per il forno. Scrivi una nota sul calendario per non dimenticartene.
  2. 2
    Rimuovi immediatamente le macchie di acqua o cibo. La difficoltà di pulire il piano di cottura a gas è data dal fatto che quando il cibo o l'acqua fuoriescono accidentalmente dalla pentola tendono a bruciarsi per via del calore. Le macchie si fissano e rimuoverle può risultare complicato. Ecco perché dovresti prendere la buona abitudine di intervenire subito se l'acqua o il cibo fuoriescono dalla pentola, per evitare che il calore trasformi i residui in incrostazioni.
  3. 3
    Dedica 10 minuti alla pulizia del piano cottura quando è il momento di riordinare la cucina a fine pasto. Quando lavi le pentole e le padelle, passa la spugnetta anche sul piano cottura per eliminare le macchie che si sono formate mentre cucinavi. Basta dedicare 10 minuti al giorno alla pulizia del piano cottura per evitare di dover trascorrere intere ore a rimuovere macchie ostinate e incrostazioni.[5]
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Detersivo per i piatti
  • Acqua
  • Spugnetta per i piatti
  • Panno o canovaccio
  • Aceto di vino bianco
  • Detergente per il forno (facoltativo)

wikiHow Correlati

Pulire le Fughe nel PavimentoPulire le Fughe nel Pavimento
Sturare un WCSturare un WC
Pulire il FornoPulire il Forno
Caricare la LavastoviglieCaricare la Lavastoviglie
Rimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul BucatoRimuovere i Colori che si Sono Trasferiti sul Bucato
Pulire le Cromature e Rimuovere la Ruggine senza Usare Detergenti CostosiPulire le Cromature e Rimuovere la Ruggine senza Usare Detergenti Costosi
Far Tornare Bianchi i Capi BianchiFar Tornare Bianchi i Capi Bianchi
Rimuovere i Trasferibili a Caldo dai Vestiti
Organizzare l'ArmadioOrganizzare l'Armadio
Allargare i Vestiti Ristretti
Pulire la Tua CameraPulire la Tua Camera
Eliminare l'Elettricità Statica dai Vestiti
Rimuovere la Cera dai TessutiRimuovere la Cera dai Tessuti
Pulire la Custodia di un CellularePulire la Custodia di un Cellulare
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

AG
Co-redatto da:
Guru del Pulito e Titolare di Rainbow Cleaning Service
Questo articolo è stato co-redatto da Andrii Gurskyi. Andrii Gurskyi è il Titolare e il Fondatore di Rainbow Cleaning Service, un'impresa di pulizie di New York specializzata in appartamenti, case e pulizie per traslochi. Ha fondato Rainbow Cleaning Service nel 2010 a New York e da allora i servizi dell'impresa sono stati forniti a oltre 35.000 clienti. RCS impiega soluzioni di pulizia non tossiche e prive di fragranze artificiali, sicure per essere usate nelle abitazioni dove vivono animali domestici e bambini piccoli.
Categorie: Pulizia
Questa pagina è stata letta 74 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità