Come Pulire una Pietra Refrattaria

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 11 Riferimenti

In questo Articolo:a Manocon il Bicarbonato di Sodiocon la Funzione Autopulente del Forno

Una pietra refrattaria è una lastra di pietra portatile che permette ai cuochi casalinghi di ottenere una crosta croccante per pizza e altre pietanze; in genere, non è necessario pulirla regolarmente, perché durante la cottura della pizza la superficie si stagiona. Tuttavia, se devi lavarla, procedi in maniera corretta perché alcuni metodi, come l'ammollo o l'uso di acqua e sapone, possono rovinarla per sempre.[1] Se ti accorgi che è arrivato il momento di lavarla, ci sono alcune semplici tecniche che ti consentono di preservarla.

1
a Mano

  1. 1
    Aspetta che la pietra si raffreddi completamente. Prima di maneggiarla devi accertarti che ritorni a temperatura ambiente lasciandola dentro il forno per un'ora, altrimenti corri il rischio di romperla, soprattutto se la esponi improvvisamente all'aria o all'acqua fredda;[2] assicurati che sia fredda prima di continuare.
    • Se devi manipolarla mentre è ancora calda, usa dei guanti da forno per non ustionarti e appoggiala su una superficie resistente al calore.
    • Le pietre refrattarie si spezzano anche quando vengono inserite fredde in un forno caldo.
  2. 2
    Raschia o spazzola la superficie con uno strumento smussato per togliere i residui di cibo. Puoi utilizzare una spazzola specifica o una spatola di plastica per togliere le incrostazioni bruciate che sono rimaste sulla pietra; procedi con delicatezza e solo sulle zone in cui ci sono delle tracce di alimenti.
    • La spatola di metallo potrebbe graffiare la pietra.
  3. 3
    Non usare mai il sapone. Sebbene possa sembrare una cosa normale usare il sapone per i piatti, in realtà non fa altro che danneggiarla irrimediabilmente; ricorda che si tratta di un materiale poroso che assorbe il detergente, che a sua volta altera il sapore della pizza.[3] Una volta esposta al sapone, la pietra non è più la stessa.
  4. 4
    Strofinala con un panno umido, se necessario. Bagna un telo con acqua calda e usalo per pulire la superficie; cerca di rimuovere i residui di alimenti che hai smosso in precedenza raschiandoli.
  5. 5
    Come ultima risorsa, metti la pietra in acqua. A volte, devi mettere in ammollo il cibo bruciato o incrostato per poterlo rimuovere. Lascia semplicemente la superficie nell'acqua per tutta la notte e poi prova a raschiarla di nuovo; ricorda che durante il processo il materiale ne assorbe un po', devi quindi lasciarla asciugare per una settimana circa. Sappi che contiene parecchia acqua anche quando sembra asciutta in superficie.
  6. 6
    Aspetta che sia perfettamente asciutta prima di usarla di nuovo. Un'altra occasione in cui la pietra può spezzarsi nel forno è quando viene esposta al calore prima che sia asciutta. Riponila a temperatura ambiente prima di utilizzarla nuovamente per cucinare; l'acqua che è rimasta fra i pori del materiale ne riduce l'integrità durante il processo di riscaldamento.[4]
    • Lascia che si asciughi per un paio di ore prima di usarla ancora.
  7. 7
    Non mettere alcun tipo di olio sulla superficie. Quello d'oliva e gli altri grassi emettono fumo durante la cottura.[5] Sebbene alcune persone siano convinte che in questo modo la pietra si stagioni proprio come i tegami di ghisa, in realtà il materiale si impregna di unto invece di ricoprirsi di uno strato antiaderente.
    • Per creare una superficie antiaderente, usa un leggero strato di amido di mais.
    • Gli oli rilasciati dal cibo penetrano naturalmente nella pietra ma senza causare alcun danno, rendendola anzi sempre migliore; tuttavia, come descritto in precedenza, evita di stagionarla come faresti con una padella di ghisa.
    • La pietra sviluppa uno strato antiaderente e protettivo man mano che la usi per cucinare.
  8. 8
    Apprezza il fatto che diventa scura. Quando viene usata correttamente si ricopre in genere di aree scure e macchiate, diventando ben diversa da com'era subito dopo l'acquisto. Ricorda però che le qualità della pietra refrattaria migliorano con il tempo; non strofinarla nel tentativo di portarla all'aspetto originale e non pensare che sia giunto il momento di comprarne un'altra solo perché sembra "vecchia".

2
con il Bicarbonato di Sodio

  1. 1
    Mescola bicarbonato di sodio e dell'acqua calda in parti uguali dentro una ciotola. Lavora gli ingredienti finché non diventano una pasta dalla consistenza simile a quella del dentifricio; questa soluzione è in grado di rimuovere le macchie profonde che non puoi eliminare semplicemente strofinandole.
    • Il bicarbonato di sodio è un prodotto molto efficace contro la sporcizia e il grasso.[6]
    • È la sostanza più sicura su questo tipo di oggetto da cucina, dato che è solo leggermente abrasiva e non altera il sapore del cibo.
  2. 2
    Stacca i grossi residui bruciati con una spatola di plastica. Prima di usare l'impasto che hai appena preparato, devi togliere i pezzi più grossi di alimenti che sono rimasti sulla pietra.
    • Maneggia la pietra con delicatezza. Potresti aumentare le probabilità che si spezzi con il passare del tempo.[7]
  3. 3
    Strofina la superficie con il composto di bicarbonato e una spazzola. Puoi utilizzare uno spazzolino da denti o uno strumento apposito per la pietra, ma assicurati di eseguire movimenti circolari dedicandoti prima alle zone "più problematiche". Pulisci inizialmente i punti macchiati o scuri e passa poi al resto della pietra.
    • Se ci sono aree con macchie profonde e incrostate, puoi trattarle nuovamente dopo aver strofinato la pietra con un panno.
  4. 4
    Elimina il prodotto con uno straccio umido. Una volta sfregata, la superficie dovrebbe essere ricoperta da uno strato di bicarbonato; quando hai la sensazione di non riuscire a ottenere risultati ancora migliori, puoi eliminarlo con uno telo bagnato.
    • Dopo aver tolto l'impasto, tratta nuovamente le zone più difficili se non sei soddisfatto del risultato; ripeti l'intera procedura finché le macchie scure non sono scomparse o sbiadite.
  5. 5
    Attendi che si asciughi completamente. Questo metodo trasferisce molta più umidità nel materiale rispetto all'uso del semplice panno bagnato; di conseguenza, devi aspettare che la pietra sia perfettamente asciutta prima di usarla nuovamente, dato che l'acqua residua può causare dei danni.[8]
    • Puoi riporre la pietra nel forno in modo che resti a temperatura ambiente, ma ricorda di toglierla quando cucini altri alimenti.

3
con la Funzione Autopulente del Forno

  1. 1
    Usa questo metodo una sola volta. Ci sono parecchie probabilità che la pietra si rompa anche se segui queste indicazioni alla lettera.[9] Puliscila in questa maniera una sola volta e cerca di fare un lavoro accurato per non essere costretto a ripeterlo.
    • Se la superficie è ricoperta con tanto grasso, potrebbe prendere fuoco causando un incendio molto pericoloso.
    • Alcuni forni autopulenti sono dotati di una chiusura automatica dello sportello durante la procedura; se si scatena un incendio all'interno dell'elettrodomestico, non c'è modo di aprirlo.[10]
  2. 2
    Pulisci il forno finché non hai eliminato tutto il grasso e i residui di cibo grasso. Se usi la funzione autopulente, l'unto, l'olio e le incrostazioni generano molto fumo; devi quindi sbarazzatene preventivamente usando uno straccio e uno sgrassatore per forni.
    • Accertati che la pietra sia perfettamente asciutta prima di cominciare la procedura.
  3. 3
    Strofinala con un canovaccio. Togli il grasso e le incrostazioni superficiali per evitare la formazione di fumo.
    • Non trascurare i grossi residui di alimenti che sono rimasti appiccicati.
  4. 4
    Infornala e imposta la temperatura a 260 °C. Devi aumentare gradualmente il calore dell'elettrodomestico, per evitare che la pietra si spezzi a causa dello sbalzo di temperatura. Aspetta che la funzione di autopulizia aumenti lentamente la temperatura e lascia la pietra nel forno finché questo non raggiunge i 260 °C.
    • Dovresti usare lo stesso metodo per cuocere la pizza in maniera uniforme.
  5. 5
    Avvia la funzione di pulizia automatica. Durante la procedura l'elettrodomestico raggiunge temperature molto elevate, "bruciando via" lo sporco o il grasso in eccesso.[11]
    • Aspetta che il programma arrivi al termine e non interromperlo, a meno che non si inneschi un incendio.
  6. 6
    Monitora attentamente la situazione attraverso il vetro dello sportello. Dovresti vedere il grasso che bolle sulla superficie della pietra, ma non aprire l'elettrodomestico, altrimenti fai uscire il fumo.
    • Se noti la presenza di fiamme, disattiva la funzione di pulizia e chiama i pompieri.
    • L'ossigeno può alimentare l'incendio quando il fuoco viene esposto all'aria, causando un grave ritorno di fiamma; per questa ragione, non devi mai aprire lo sportello.
  7. 7
    Aspetta che la pietra refrattaria si raffreddi. Attendi tutta la notte, il processo automatico di pulizia dovrebbe aver rimosso ogni traccia di unto e di cibo incrostato.

Avvertenze

  • Usa il metodo della pulizia automatica come ultima risorsa.
  • La funzione autopulente può causare un incendio.
  • La tecnica migliore è la pulizia manuale.
  • Utilizza sempre dei guanti resistenti al calore quando maneggi la pietra calda.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Panini & Snacks

In altre lingue:

Español: limpiar una piedra para pizza, Português: Limpar uma Pedra para Pizza, Deutsch: Halt deinen Pizzastein sauber, Français: nettoyer une pierre à pizza, Русский: чистить противень для пиццы, Nederlands: Een pizzasteen schoonmaken, Bahasa Indonesia: Membersihkan Batu Piza, العربية: تنظيف حجر البيتزا

Questa pagina è stata letta 24 242 volte.
Hai trovato utile questo articolo?