Ogni automobilista dovrebbe sapere come raffreddare il motore surriscaldato di un veicolo. Se sei in grado di diagnosticare e riparare i problemi meccanici della tua auto, puoi ritornare in strada rapidamente, eviti riparazioni costose e sai quando è il caso di rivolgersi a un meccanico esperto.

Parte 1 di 3:
Gestire un Motore Surriscaldato

  1. 1
    Non farti prendere dal panico e accosta non appena possibile. Il surriscaldamento del motore è un problema serio, ma non causa nessun pericolo immediato. Se il termometro sul cruscotto raggiunge la zona rossa o noti del vapore che esce dal cofano, rallenta e parcheggia a bordo strada non appena trovi un posto sicuro. Se noti degli sbuffi bianchi provenire dal motore, non si tratta di fumo, ma di vapore, per cui hai un po' di tempo per accostare. Se non hai la possibilità di fermarti immediatamente, dovresti:
    • Spegnere il condizionatore e aprire i finestrini.
    • Azionare al massimo la ventola e il riscaldamento per risucchiare il calore dal motore.
    • Accendere il segnale di emergenza (impropriamente chiamato "quattro frecce") e guidare lentamente a una velocità costante finché non puoi fermarti.
  2. 2
    Solleva il cofano quando non esce più il vapore. Se la vettura non è troppo calda, spegni il motore e solleva il cofano del vano motore lentamente. Se invece la carrozzeria è bollente al tocco o vedi ancora del vapore, allora aspetta che la temperatura cali. Aprire il cofano dissipa parte del calore che si sviluppa dal motore.
    • Spegni il motore e lascia la chiave nella posizione "On". Le luci, il cruscotto, eccetera, dovrebbero essere ancora accesi. Questo permetterà alle ventole di funzionare a motore spento.
    • Aspetta che il motore sia del tutto freddo prima di toccarlo o di aprire il tappo del radiatore. Il processo potrebbe durare 30-45 minuti, ma ti risparmierà gravi ustioni.
  3. 3
    Verifica la parte superiore della pompa del radiatore. Spremere la pompa può aiutarti a determinare se il sistema di raffreddamento è sottoposto a pressione e di conseguenza decidere se puoi togliere il tappo in tutta sicurezza.
    • Usa uno strofinaccio per toccare la pompa, può essere davvero molto calda.
  4. 4
    Aspetta che il radiatore si raffreddi completamente prima di togliere il tappo. La pressione e il vapore all'interno del circuito di raffreddamento potrebbero causare delle esplosioni o schizzi di fluido verso il tuo volto. Resta al sicuro e attendi più tempo che puoi. Quando lo percepisci appena caldo al tatto, puoi toglierlo.
    • Il liquido refrigerante dentro un motore surriscaldato può raggiungere temperature alte, fino a oltre i 120 °C. In un sistema a chiusura ermetica non bollirà. Tuttavia, una volta esposto all'aria bollirà istantaneamente e può causare gravi ustioni. Aspetta che il sistema sia freddo.
  5. 5
    Gira il tappo del radiatore. Usa uno spesso strofinaccio per girarlo con cautela. Il tappo esporrà il fluido che si trova all'interno del radiatore o della testata all'atmosfera. Se il tappo non è ad avvitare, sarà necessario premerlo verso il basso una volta allentato in maniera da togliere la sicura. Questo ti permetterà di rimuoverlo completamente.
  6. 6
    Controlla il serbatoio del liquido refrigerante una volta che il motore si è raffreddato a sufficienza. Solitamente, dovrebbero essere necessari 30-45 minuti. Tale serbatoio è solitamente un contenitore plastico collegato al tappo del radiatore. Di norma, ci sono dei segni su un lato che ti fanno sapere quanto dovrebbe essere pieno.
  7. 7
    Controlla il motore alla ricerca di perdite. La causa più comune di surriscaldamento è una perdita nel circuito di raffreddamento. Cerca una pozza di liquido verde sotto la vettura o sul motore, soprattutto se ti sei accorto che il serbatoio è vuoto o quasi. Detto questo, va ricordato che il sistema di raffreddamento ha bisogno di pressione per funzionare, quindi anche la più piccola fessura che lascia cadere una pur minima quantità di liquido può rappresentare un problema.
    • Il liquido refrigerante, in genere, ha un odore dolce e puoi percepirlo provenire dai tubi, sotto la vettura e attorno al tappo del radiatore.
    • Il liquido refrigerante è spesso verde su modelli di auto più datati, ma il colore può variare in base alla marca o al modello di autovettura specifico.
  8. 8
    Rabbocca il serbatoio del radiatore quando la macchina è fredda. Se hai con te del liquido refrigerante, aggiungine un po' quando il motore è freddo; di solito basta attendere 30-45 minuti. Apri il tappo del radiatore e versane poco, quanto ne puoi mettere in 3-5 secondi. Se hai anche dell'acqua, usala per diluire il refrigerante in parti uguali e poi versa la miscela nel radiatore. La maggior parte dei motori è costruita per funzionare con una miscela al 50% di acqua e refrigerante.
    • In casi estremi, sappi che è sufficiente anche l'acqua pura, anche se poi non è consigliabile guidare per molto tempo.
  9. 9
    Avvia di nuovo il motore, una volta che si è raffreddato, e controlla il termometro sul cruscotto. La lancetta è ancora nella zona rossa? In tal caso devi spegnere ancora il motore e attendere altri 10-15 minuti prima di rimetterti in strada. Se il termometro indica una temperatura accettabile, guida fino alla prima officina meccanica.
  10. 10
    Chiama un carro attrezzi, se non riesci a risolvere il problema o se noti delle complicazioni. Se c'è una perdita nel sistema di raffreddamento, dalla coppa dell'olio o il motore non si raffredda, allora chiama subito il soccorso stradale. Un motore surriscaldato potrebbe danneggiarsi completamente e addirittura rovinare tutta la vettura, se non sei cauto.
    • Se devi assolutamente guidare la macchina, accertati che il motore sia il più freddo possibile prima di riaccenderlo.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Guidare con un Motore Surriscaldato

  1. 1
    Ricorda che puoi ricominciare a guidare una volta che il termometro rileva una temperatura nella norma. Tuttavia, non dovresti guidare a lungo, se ne puoi fare a meno. Detto questo, ci sono occasioni in cui non hai alternative.
    • Se il motore non si surriscalda di nuovo, allora potrebbe essere stato un episodio momentaneo causato da una serie di fattori (condizionatore acceso, giornata torrida, traffico intenso con continue fermate e partenze). In ogni caso, continua a monitorare la spia della temperatura per evitare problemi peggiori.
    • La maggior parte delle vetture è calibrata per percepire il surriscaldamento prima che il motore si danneggi gravemente, offrendoti così il tempo di intervenire. Tuttavia, questo non significa che devi ignorare le spie.
  2. 2
    Spegni il condizionatore. Questo dispositivo usa la potenza del motore per raffreddare l'abitacolo e l'ultima cosa che vorresti è quella di mettere sotto sforzo il motore. Apri i finestrini.
  3. 3
    Accendi il riscaldamento al massimo. Anche se può sembrarti un controsenso, sappi che il riscaldamento funziona aspirando aria calda dal motore e riversandola nell'abitacolo. Per tale ragione, avvia la ventola e il riscaldamento al massimo per eliminare l'aria calda dal motore e dalla macchina, anche se non sarà molto piacevole restare nell'abitacolo.
    • Ruota le bocchette dell'aria verso i finestrini per evitare che faccia troppo caldo all'interno dell'auto.
    • In alternativa, puoi impostare la temperatura su "Sbrinamento" per evitare che venga soffiato direttamente su di te.
  4. 4
    Inserisci la marcia in folle e manda su di giri il motore. Portalo fino a 2000 rpm con il cambio in posizione neutra. In questo modo permetti sia al motore che alla ventola di ruotare più rapidamente, così che la circolazione del refrigerante e dell'aria sia maggiore, eliminando un po' di calore. Se il traffico è "a singhiozzo", questa è un'ottima tecnica per mantenere il motore in movimento quando l'auto è ferma.
  5. 5
    Versa dell'acqua nel radiatore, se non hai il refrigerante. Questo rimedio, però, non è consigliabile per percorrere lunghi tragitti, in quanto l'acqua raffredda solo un po' il motore. Versa dell'acqua tiepida nel radiatore ma non prima che il motore si sia raffreddato. L'acqua fredda potrebbe causare delle rotture e bloccare il motore a causa dell'estremo sbalzo di temperatura.
  6. 6
    Guida per brevi tratti, quindi spegni il motore e ripeti se devi continuare a viaggiare. Se non puoi fare a meno di guidare con un motore surriscaldato, allora controlla attentamente il termometro sul cruscotto. Ogni volta che raggiunge un livello di allarme, accosta, spegni il veicolo e aspetta 10-20 minuti per far sì che il motore si raffreddi. Non è una procedura ottimale per l'integrità del motore, ma è meglio che guidare senza sosta fino a fonderlo completamente.
  7. 7
    Sappi che dovrai rivolgerti a un meccanico, se la tua vettura si surriscalda molto spesso. Se la macchina continua a surriscaldarsi, ha una perdita o il motore non si avvia, chiama il meccanico. Anche se i consigli descritti in questo tutorial ti consentono di "gestire" la situazione quando si presenta, c'è comunque un problema maggiore che deve essere risolto prima di fondere completamente il motore.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Evitare il Surriscaldamento

  1. 1
    Guida lentamente e a velocità costante invece di fermarti e ripartire nel traffico. Continue fermate e ripartenze stressano i motori e li fanno surriscaldare, soprattutto quelli delle vetture vecchie. Non esagerare con il freno e lascia che la macchina proceda lentamente, consapevole del fatto che dovrai fermarti comunque non appena raggiungerai il paraurti della vettura che ti precede.
    • Abituati a controllare l'indicatore della temperatura a ogni semaforo rosso e segnale di stop.
  2. 2
    Per raffreddare l'abitacolo abbassa i finestrini, invece di usare il condizionatore. Il condizionatore usa la potenza del motore per ridurre la temperatura all'interno dell'abitacolo, mettendolo così sotto sforzo. La prima cosa che dovresti fare, quando ti accorgi che il motore si sta scaldando troppo, è quella di spegnere il climatizzatore, anche se dovresti evitare sempre di usarlo, se la tua vettura tende a surriscaldarsi per qualsiasi motivo.
    • Se sei molto in ritardo rispetto ai tempi della revisione, hai trovato una perdita nell'impianto di raffreddamento, c'è poco refrigerante nel serbatoio o il condizionatore ha dei problemi che non hai ancora risolto, allora non azionare assolutamente il climatizzatore.
  3. 3
    Cambia l'olio regolarmente e, in tale occasione, controlla anche la ventola. L'olio vecchio porta a un surriscaldamento del motore, soprattutto se sono presenti altri malfunzionamenti o il refrigerante nel serbatoio del radiatore è scarso. Ogni volta che procedi a un cambio dell'olio, chiedi al meccanico di controllare anche la ventola; individuare un problema nell'immediato ti risparmierà costose riparazioni in futuro.
    • Dovresti percepire un fruscio che proviene dalla ventola, una volta spento il motore, perché questo elemento sta lavorando per raffreddarlo.
  4. 4
    Rabbocca il liquido refrigerante all'inizio dell'estate. Verifica il serbatoio del radiatore e accertati che il livello del liquido corrisponda alle tacche che si trovano sui lati del contenitore. Se il livello è un po' basso, prepara una miscela in parti uguali di acqua e refrigerante e provvedi al rabbocco fino al livello raccomandato. Questo accorgimento è molto importante, soprattutto se vivi in regioni molto calde.
    • Quando controlli il refrigerante, prenditi anche un paio di minuti per verificare che non ci siano perdite. Il liquido del radiatore, solitamente, è verde e ha un odore dolce. Controlla sotto la vettura, attorno al motore e sui tubi o elementi del radiatore che puoi vedere.
  5. 5
    Tieni in auto un kit di emergenza per queste situazioni. L'ultima cosa che vorresti che accadesse è quella di trovarti abbandonato nel nulla con una vettura che non puoi usare. Un semplice kit manterrà la tua auto e la tua persona al sicuro, soprattutto se devi continuare a guidare prima di raggiungere un meccanico. Il kit dovrebbe contenere:
    • Liquido refrigerante di scorta;
    • 4 l di acqua;
    • Strumenti e attrezzi meccanici di base;
    • Una torcia;
    • Cibo non deperibile;
    • Una coperta;
    • Una lama tagliente dritta;
    • Nastro adesivo;
    • Cacciaviti a stella e a taglio.
    Pubblicità

Consigli

  • Puoi continuare a guidare con il motore molto caldo se sei bloccato in una zona sconosciuta o la strada è buia. Guida lentamente finché il termometro sul cruscotto raggiunge la zona rossa, a questo punto ti devi fermare, spegnere il motore e aspettare che si raffreddi prima di ripartire. Questa tecnica dovrebbe consentirti di raggiungere un'area sicura, se non sei molto lontano.

Pubblicità

Avvertenze

  • Ricorda che aprire il tappo del radiatore a motore caldo è molto pericoloso perché è sotto pressione.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Rocco Lovetere
Co-redatto da:
Rocco Lovetere
Maestro Meccanico
Questo articolo è stato co-redatto da Rocco Lovetere. Rocco Lovetere svolge il ruolo di Maestro Meccanico nell'officina a gestione familiare Rocco's Mobile Auto Repair in California. È un tecnico con certificazione ASE (Eccellenza Servizio Automobilistico) e lavora nel settore delle riparazioni auto dal 1999. Questo articolo è stato visualizzato 19 787 volte
Questa pagina è stata letta 19 787 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità