Come Reagire Quando una Promozione Viene Respinta

Hai mai chiesto una promozione senza ottenerla? Può essere un’esperienza difficile, ma è possibile affrontarla tutelando il proprio ego e ottenendo, al tempo stesso, il giusto rispetto dagli altri se si agisce con autocontrollo e accortezza.

Passaggi

  1. 1
    Per cominciare, mantieni la calma. Sebbene tu possa sentirti un fiume in piena, colmo di rabbia e, forse, di senso di ingiustizia per essere stato scartato “nonostante quello che hai fatto”, così facendo non conquisterai la benevolenza di chi di fronte sta assistendo a un fallimento e non faciliterà le cose a nessuno. Non è possibile cambiare quello che è accaduto. E anche se sentirsi delusi è naturale e prevedibile, rendere noto che sei sconvolto e devastato, perché non sei stato preso in considerazione, farà sentire gli altri a disagio e potrebbe giungere alle orecchie di chi è in grado di promuoverti la prossima volta, inducendolo a chiedersi se tu sia davvero capace di gestire le situazioni difficili. In particolar modo, non tenere il broncio, non mostrarti petulante e non agire come se ti avessero “usurpato” un diritto. Tutte queste reazioni non faranno pensare bene di te.
    • Le persone non si preoccupano di te dicendoti “Che delusione! Non me lo auguravo!”. Sono frasi scontate. Quello che faranno è ascoltare le tue infinite lamentele e recriminazioni sulla promozione respinta, analizzando il colloquio e insistendo su come ti hanno trattato male.
    • Distraiti dal nutrire pensieri negativi. Concediti le cose che ti piace fare.
    • Trascorri il tempo con le persone che ti amano. Ti rassicureranno sui successi ottenuti finora!
  2. 2
    Non pensare a qualche complotto contro di te. Non conosci le ragioni spesso banali che stanno dietro alla scelta delle persone per una promozione; molte decisioni sono prese considerando che qualcuno ha più esperienza e competenza in un particolare settore di quelle che potrebbe avere un altro, invece che sulla base di questioni che attengono squisitamente al carattere e alla personalità. Supporre favoritismi o avversione nei propri confronti in realtà può o non può avere alcun fondamento, ma una volta che si inizia a pensare in maniera così negativa, si è destinati a presentarsi con un atteggiamento negativo e a danneggiare le proprie possibilità future.
    • Per quanto tu possa volerlo, prova a metterti nei panni di chi ti fa il colloquio. Non è facile fare le scelte giuste per i posti a disposizione all’interno di un’impresa; molte cose devono essere prese in considerazione. Ed è ancora più difficile per chi, pur conoscendoti già, pensa che si potrebbe fare di più avendo un’esperienza maggiore; sa che sarai pronto tra qualche tempo, ma non in questo momento, e sa anche che se le decisione vertesse su di te, rischierebbe di essere deludente.
  3. 3
    Concentrati sul futuro. Questa volta non hai raggiunto il traguardo che speravi, ma puoi sicuramente migliorare le cose in futuro e aumentare le tue probabilità di ottenere la promozione la prossima volta. Vedila come un’opportunità da cui apprendere la lezione per superare la delusione. Ripercorri le fasi del colloquio e della candidatura. In questo modo saprai in maniera approfondita quali punti potevi perfezionare, quali elementi era opportuno arricchire. Comincia a concentrarti sulle cose che devi fare per migliorare le tue probabilità di riuscita e muoverti in questo senso.
    • Credi in te stesso. Hai questa capacità e, sfruttandola, puoi cambiare il modo in cui vanno le cose. Se c’è qualcuno che nella tua situazione può fare la differenza, quello sei tu!
    • Di’ a te stesso di adottare le misure giuste per migliorare le cose in futuro e per ottenere ciò che ti meriti. Preparati ad agire.
  4. 4
    Fai un’analisi approfondita di tutto il lavoro svolto durante l’anno. Quali sono stati i punti di forza della tua attività e, in particolare, concentrati sui quelli in cui hai avvertito di non riuscire a ottenere quello che ci si aspettava da te. Hai fatto un elenco chiaro degli obiettivi che prevedevi di raggiungere? Hai avuto le risorse, le competenze e la formazione di cui necessitavi? Queste sono tutte cose che possono essere migliorate attivamente da parte tua.
  5. 5
    Chiedi al tuo supervisore e/o a chi conduce il colloquio una discussione dettagliata sui tuoi risultati. Ascolta apertamente quello che ha da dire ed evita di stare sulle difensive. Scopri i parametri fondamentali su cui si giudica il tuo rendimento durante il colloquio e ottieni la valutazione del tuo supervisore sul punto in cui ti trovi in questo momento. Cerca di sapere che cosa avresti potuto fare per avere con più probabilità la promozione. Chiedi anche al tuo dirigente in che cosa è necessario impegnarsi nel prossimo anno lavorativo per non ricevere un nuovo rifiuto.
    • Stai attento a come si percepisce la questione del tuo rendimento, anche se senti che non implica nulla a livello sostanziale. Se per qualsiasi motivo da parte dei massimi dirigenti c’è l’impressione che non sei pronto per la promozione, ascolta e impara come invertire quella percezione. Persino chiederlo colpisce le persone e contribuisce a far capire quanto siano serie le tue intenzioni nell’apportare le modifiche necessarie.
    • Se intuisci di non aver ricevuto una risposta diretta (cosa del tutto possibile, se la persona che rilascia le informazioni è preoccupata di sconvolgerti o non si sente a proprio agio nell’esprimere i veri motivi), allora cerca qualcuno di cui puoi fidarti per parlare – come un mentore, un altro supervisore o un superiore – e probabilmente conoscerai le reali motivazioni e come sarà meglio agire in seguito.
    • Non c’è nulla di male a chiedere a un estraneo quali sono le tue prospettive. Parla con le agenzie di lavoro o alcuni specialisti nel settore in merito alle competenze richieste in modo da avere la loro valutazione sui punti che vanno sviluppati per migliorare le tue possibilità. Il loro giudizio imparziale può essere molto utile ed emotivamente distaccato dalla posizione lavorativa che occupano. Così facendo, potrai vedere i problemi in modo più chiaro ed essere più aperto verso di loro.
  6. 6
    Inizia a prepararti per muoverti in maniera più mirata e diretta. Metti in correlazione il tuo talento, le tue capacità e il tuo interesse con ciò che ci si aspetta da te per promuoverti in questo ruolo. Esistono ulteriori competenze che devi acquisire al fine di eccellere nel tuo lavoro? Se sì, allora adotta immediatamente ogni misura per apprenderle. Spesso è possibile farlo a spese dell’azienda, durante l’orario di lavoro, perciò vedi questo aspetto come una grande opportunità.
    • Comincia a lavorare focalizzandoti con lucidità su ciò che devi raggiungere.
    • Continua a ricevere feedback dal tuo supervisore. Ascolta attivamente e, persino quando ti senti sulle difensive, fermati, discuti e concentrati su ciò che è necessario fare per colmare le tue lacune.
    • Non temere di chiedere consigli ai colleghi e ad altri che lavorano con te. Le persone sono generalmente disposte a condividere le loro impressioni, basate sull’esperienza acquisita, su come migliorare le competenze, a patto di sentirselo chiedere con gentilezza.
  7. 7
    Continua a mettere in luce il tuo lavoro svolto correttamente. Assicurati che chi sta sopra di te e coloro che decidono della tua promozione sappiano che stai lavorando duro e che sei capace in quello che fai. Parla con le persone che contano e fai conoscere il tuo impegno nel voler migliorare, affinché capiscano quanto sei serio nelle tue intenzioni.
  8. 8
    Sii fedele a te stesso. Se stai combattendo duramente per ottenere maggiori risultati, non per confermare il ritratto che avevi dipinto di te stesso, hai la grande opportunità in questo momento di cominciare a fare una nuova valutazione sulla direzione da prendere. Se stai cercando con difficoltà di modificare le tue competenze e il tuo atteggiamento, ma senti che quanto è necessario per ottenere la promozione non ti interessa o non rientra nelle tue possibilità, allora potrebbe essere il momento di cercare un lavoro più adatto a te o, addirittura, di accontentarti delle funzioni che hai adesso. Non c’è nulla di male a chiedere qualche compito in più all’interno della posizione lavorativa in essere, senza dover ottenere necessariamente una promozione. Mantieniti tutte le porte aperte.
    Pubblicità

Consigli

  • È la promozione giusta per te? Se sei ossessionato dalla promozione solo perché sembra che sia la cosa giusta da fare o perché è un modo per “metterti alla prova”, allora significa che le tue priorità sono distorte. Devi desiderare la promozione come un’opportunità per svolgere compiti più stimolanti, per riuscire a fare un uso più ampio delle tue competenze e per guidare le persone che dirigi a tirare fuori le loro migliori capacità (in altre parole, per essere un focus sugli altri, non su te stesso).
  • Talvolta una situazione può essere dannosa per alcuni tipi di persone. Una mancata promozione può dischiudere una maggiore felicità, pur svolgendo un lavoro simile in un altro gruppo. Considera e rifletti su questo aspetto.
  • Non di rado penserai che gli altri ti noteranno come la causa di quanto sta andando per il verso giusto, noteranno anche gli ottimi risultati che stai realizzando per conto dell’azienda e i successi conseguiti quotidianamente. In realtà, tutto questo non avverrà a meno che non sarai tu a farlo notare agli altri. Esiste un metodo con cui mettere le persone al corrente dei tuoi successi, senza vantarti. Sedersi insieme nel momento opportuno per condividere e valutare i progressi ottenuti, chiedendo agli altri qualche consiglio, non solo può essere utile, ma permette a colleghi e dirigenti di osservare il tuo lavoro. Se è degno di nota, se ne accorgeranno.
  • Spesso l’autocompiacimento comporta la perdita di qualcosa che si desidera intensamente. Può sembrare una cosa scontata che l’eccesso di fiducia in se stessi faccia allentare troppo la presa e trascurare il lavoro necessario a raggiungere l’obiettivo. Domandati seriamente se spendi i tuoi sforzi per ottenere la promozione o se in realtà ti autocompiaci e resti fermo dove sei al momento, sentendo la promozione come un tuo diritto.

Pubblicità

Avvertenze

  • Il risentimento e la pretesa di ottenere qualcosa si individuano a un miglio di distanza. Questi atteggiamenti sgretolano le persone, avvelenandole e inducendole a pensare al peggio, a sparlare degli altri e a fare le vittime. Non percorrere questa strada; è la tua vita, dai il meglio da solo.
  • Ci sono momenti in cui le opportunità che si danno per la promozione sono truccate. È un dato di fatto in alcuni posti. In tal caso, dove è evidente e dove vedi un muro bello alto posto contro la possibilità di salire di livello, si consiglia di riflettere sull’eventualità di trovare un nuovo lavoro. Lima il tuo curriculum, comincia a guardare altrove e sii aperto alle nuove opportunità. Tuttavia, non usare questo consiglio come una tattica per vendicarti dell’attuale datore di lavoro, in caso di mancata promozione. Si tratta di una possibile reazione alle situazioni in cui è chiaro considerare scaduta la propria collaborazione presso un determinato posto di lavoro in rapporto a un contesto lavorativo più ampio.
  • Evita di essere irascibile, meschino o sprezzante nei confronti di chi ha ottenuto la promozione. Aumenterà negli altri l’impressione che sia stata presa la decisione giusta e ti si ritorcerà contro. Sii premuroso e gentile. È meglio stringere amicizia (se non l’hai già fatto) e imparare da lui quanto puoi.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 12 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Il Mondo del Lavoro
Questa pagina è stata letta 3 609 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità