Un pericolo di contaminazione radioattiva, come quello derivante dalle "bombe sporche", da "un’arma radiologica" o da una falla in una centrale nucleare, causa una grande preoccupazione. Tuttavia, una reazione calma e ragionata è la chiave per proteggersi in modo efficace. Nel caso di bombe sporche e di armi radiologiche si tratta di un attentato deliberato, dove delle scorie radioattive vengono fatte saltare in aria con del normale esplosivo allo scopo di diffondere le radiazioni su un determinato obiettivo. Non si tratta di bombe atomiche perché la forza dell’esplosione e la contaminazione è localizzata. In caso di perdite da un impianto di energia nucleare, generate per lo più da un incidente, l’estensione della contaminazione dipende dalla violenza con cui la rottura è avvenuta, dalle condizioni meteorologiche, dall’orografia e da altri fattori.

Sebbene l’esplosione sia immediatamente visibile e ovvia, la presenza e l’estensione delle fuoriuscite e la radioattività non sono chiaramente definibili finché del personale specializzato con il giusto equipaggiamento non delinea un quadro completo. Proprio come per qualunque tipo di radiazione, devi limitare immediatamente l’esposizione del corpo. In particolare è importante evitare di respirare la polvere radioattiva che è stata rilasciata nell’aria.

Passaggi

  1. 1
    Tieni presente fin dall’inizio che per limitare l'esposizione alle radiazioni devi concentrarti su tre cose: il tempo, la distanza e il rifugio. Gli effetti delle radiazioni sono cumulativi, quindi più tempo rimani in una zona contaminata, più radiazioni assorbi. Per minimizzare il rischio, cerca di seguire questi consigli:
    • Tempo: riduci il tempo passato in una zona contaminata per minimizzare il rischio.
    • Distanza: allontanati dalla fonte della radioattività. Più sei lontano dal sito dell’esplosione e dalla ricaduta radioattiva, minore è l’esposizione. Se puoi andartene, fallo il prima possibile.
    • Rifugio: se tra te e il materiale radioattivo c’è uno spesso riparo, allora la quantità di radiazioni assorbite è inferiore.
    • Nel caso di un incidente a un reattore nucleare, il tempo non è così urgente come nel caso di bombe sporche o di armi radiologiche, anche se vivi in un raggio di 15 km dall’impianto. Dovresti già essere a conoscenza delle procedure da applicare in caso d’incidente alla centrale.
  2. 2
    Se ti trovi in un'area geografica più ampia che è stata esposta alle radiazioni, allora devi andartene rapidamente, altrimenti dovrai prendere altre precauzioni. Dopo un’esplosione o una perdita, se non puoi allontanarti in fretta e in sicurezza, cerca di agire come segue:
    • Se ti trovi all’aperto e c’è stata un’esplosione o le autorità hanno diramato un allarme per radiazioni nei paraggi, copriti il naso e la bocca e cerca immediato riparo all’interno di un edificio che non è stato danneggiato. Proteggi naso e bocca con un fazzoletto, con la mano o con qualunque cosa tu abbia a disposizione (come una felpa). Un edificio non danneggiato è una struttura edile che appare sicura a una rapida analisi, quindi le pareti devono essere integre, senza crolli o rotture.
    • Chiudi le porte e le finestre. Spegni il condizionatore d’aria, le pompe di calore e gli altri sistemi di ventilazione.
  3. 3
    Se ti trovi già all’interno di una casa, controlla che l’abitazione non abbia subìto danni ma resta dentro. Se il tuo rifugio è stabile, rimani dove sei.
    • Se ti trovi al chiuso e avviene un’esplosione nei paraggi o vieni avvertito che le radiazioni penetrano nel tuo edificio, allora copri il naso e la bocca ed esci immediatamente. Cerca un altro rifugio o un altro riparo che non abbia subìto danni ed entraci.
    • Una volta trovato un riparo, chiudi porte e finestre. Spegni l’aria condizionata, il riscaldamento e ogni tipo di sistema di ventilazione. Cerca di rendere la stanza “ermetica”, ammassando oggetti e tessuti sulle zone aperte. Non accendere nessun sistema di ventilazione che aspiri aria dall’esterno, come il condizionatore o il deumidificatore.
    • Non lasciare che il rifugio si surriscaldi, altrimenti le persone più deboli corrono il rischio di avere un infarto, di soffocare o di soffrire di altre complicazioni. Accendere di tanto in tanto il condizionatore è molto meglio che morire per surriscaldamento.
    • Se al momento dell’incidente ti trovi in macchina, chiudi tutti i finestrini e parcheggia. Entra in un edificio non danneggiato. Se non è possibile lasciare il veicolo, mantieni i finestrini chiusi e non usare l’aria condizionata.
  4. 4
    Pulisci velocemente. Se pensi di essere stato esposto alle radiazioni, togliti gli abiti e lavali il prima possibile. Le autorità suggeriscono spesso di pensare al materiale radioattivo come al fango: non camminare per tutta la casa con gli abiti contaminati, non diffondere lo “sporco” ovunque e non permettergli di penetrare in profondità nella pelle. Nota che la polvere e le particelle radioattive o altro materiale sono visibili solo nel caso di bombe sporche; la contaminazione rilasciata da un reattore nucleare è invisibile. I passaggi descritti in questo articolo sono applicabili in entrambi i casi, solo che non "vedrai" alcuna particella radioattiva se il pericolo proviene da una falla in una centrale. Per decontaminarti, procedi in questo modo:
    • Elimina lo strato esterno degli abiti. Mettili in un sacco di plastica e sigillalo. Lascialo in un luogo come il garage o il bagagliaio dell’auto, se le autorità vorranno testare gli indumenti in seguito.
    • Togli le scarpe una volta in casa o nel rifugio (insieme agli abiti). Riponile nel sacco di plastica e sigillalo. Se riesci a svolgere queste azioni all’esterno dell’abitazione, meglio: in questo modo eviti di portare dei residui di radioattività all’interno. Non schiacciare il sacco con l’intento di fare uscire dell’aria, altrimenti disperderai della polvere contaminata.
    • Evita di sfilarti gli abiti sopra la testa. Se non hai alternativa, copri almeno la bocca e il naso e trattieni il respiro per non inalare la polvere contaminata che si trova sui vestiti. Se devi tagliarli, fallo per il bene della tua salute. Ogni taglio o ferita sulla pelle deve essere protetto prima di togliere i vestiti, per evitare che entri in contatto con i residui radioattivi.
    • Fai una doccia tiepida. Non usare acqua molto calda e non strofinarti con forza perché aumenti l’assorbimento del materiale nocivo. Lava i capelli ma usa solo lo shampoo, perché il balsamo lega le particelle di materiale radioattivo al capello.
    • Lavati dalla parte alta del corpo verso il basso con un sapone delicato o con la sola acqua. Strofina gli occhi, le orecchie e il viso.
    • Se non puoi fare una doccia, usa un lavandino e lavati meglio che puoi (anche le salviette umidificate possono essere di aiuto).
    • Anche i bambini dovrebbero fare la doccia ma, se non la amano, evita di immergerli in acqua che potrebbe essere contaminata. La doccia resta sempre la soluzione migliore, altrimenti strofinali con dei panni bagnati.
  5. 5
    Mangia solo il cibo e bevi solo i liquidi che erano sigillati. Tutti quelli che sono rimasti aperti durante e dopo l’incidente potrebbero essere stati esposti alle radiazioni e non sono sicuri. Gli alimenti appena tolti dal frigorifero e dalla dispensa dovrebbero essere i più sicuri, come quelli ancora nei contenitori sigillati.
  6. 6
    Rimani dove sei e tieniti informato. Guarda la TV, ascolta la radio e controlla internet per conoscere le notizie ufficiali appena si rendono disponibili.
    • In caso di bomba sporca, il tempo di permanenza al chiuso è relativamente breve, da 30 minuti a qualche ora, in base alle condizioni meteo e ad altri fattori che le autorità comunicheranno.
  7. 7
    Stai molto attento quando è necessario evacuare. Una delle maggiori preoccupazioni è il panico: quando ci sono degli ingorghi di traffico e lunghe code per fare rifornimento di benzina, non è semplice lasciare la zona dell’incidente. Avere un incidente automobilistico, ferirsi o rimanere ucciso non è di nessun aiuto per te e la tua famiglia, quindi cerca di stare attento e procedi in modo ordinato.
    • Resta informato per quanto riguarda gli avvertimenti da parte delle autorità.
    • Sii cauto nel valutare i pettegolezzi e le notizie non ufficiali. Sono dilaganti e spesso completamente erronei; non basarti su di essi per prendere le tue decisioni. Ascolta la radio, guarda la TV e controlla internet per avere consigli e direttive da parte delle autorità.
    Pubblicità

Consigli

  • Come con qualsiasi emergenza, le autorità locali potrebbero non essere in grado di fornire tempestivamente le informazioni su cosa sta accadendo e su come dovresti agire. Nonostante ciò, ascolta la radio, guarda la TV e controlla su internet spesso per conoscere le notizie ufficiali e le informazioni man mano che diventano disponibili.
  • Le radiazioni sono misurate in millisievert (mSv) mentre la dose assorbita dal corpo in milligray. Piccoli dosaggi controllati sono del tutto sicuri, ma una forte esposizione (attorno ai 5000 mSv) di tutto il corpo può portare alla morte, mentre un’esposizione di 6000 mSv è fatale, a meno che non venga trattata immediatamente. Le malattie derivanti dalle radiazioni includono la leucemia, il cancro ai polmoni, alla tiroide e al colon.
  • Se possiedi una fattoria e nelle vicinanze avviene un incidente nucleare o delle scorie radioattive esplodono, i tuoi animali potrebbero essere messi in quarantena per un tempo indefinito (se sono stati esposti alle radiazioni), soprattutto se si tratta di animali da latte. Se puoi agire in sicurezza, trova un riparo per gli animali il prima possibile, mettili nel fienile e sbarra tutte le finestre, le porte e ogni altro accesso. Copri la loro fonte di cibo con un telone cerato e proteggi anche l’acqua.
  • I bambini non ancora nati sono ben più al sicuro nel corpo materno che all’esterno. Le donne incinte dovrebbero avere la priorità su cibo e acqua sicuri.
  • Se devi andartene, cerca di portare con te i tuoi animali domestici. Se li abbandoni corrono un elevato rischio di morire per fame e incuria. Cerca di pulire gli animali contaminati, altrimenti chi vi entra in contatto trasferirà la contaminazione radioattiva. Se non puoi pulirli, mettili in un luogo chiuso e sicuro come un garage. Gli animali percepiscono la tua ansia, quindi cerca di restare calmo in loro presenza.
  • Un dosaggio giornaliero controllato di ioduro di potassio in pillole può aiutare a prevenire l’assorbimento da parte del corpo dello iodio radioattivo. Tuttavia, è indispensabile che venga somministrato da un medico.
  • Le mamme che allattano al seno possono farlo in maniera sicura anche se sono state contaminate all’esterno, dato che il latte è protetto. Tuttavia, sia la cute del bambino che quella della madre devono essere lavate per prevenire ogni possibile trasferimento di contaminazione dalla pelle alla bocca. Se la madre è stata irradiata internamente, allora anche il latte è contaminato, e in tal caso bisogna usare del latte artificiale.
  • Finché non sarai decontaminato, evita di toccare chiunque su bocca, naso e occhi.
  • Comprendi che dopo l’incidente iniziale che ha creato un’esposizione radioattiva non intenzionale (come una falla in una centrale nucleare o l’esplosione di un’arma atomica), le radiazioni presenti nell’aria iniziano immediatamente a cadere e la fonte principale del pericolo è il materiale radioattivo (nel caso di un'esplosione atomica è la "pioggia" radioattiva); per questo motivo la maggior parte del cibo e degli oggetti che sono stati sigillati in maniera efficace dal contatto con l’aria contaminata è sicura da maneggiare.
  • Segui scrupolosamente le istruzioni fornite dalle autorità.
  • Gli anziani e i malati cronici sono più vulnerabili allo stress, al freddo, alla scarsità di cibo e così via. Prenditi particolarmente cura delle loro necessità.
  • I bambini con problemi comportamentali o difficoltà di apprendimento, come l’autismo, possono soffrire di un forte stress per i cambiamenti causati dall’evacuazione o dalla vita nei rifugi. Spiega loro in maniera calma e con termini semplici da comprendere cosa sta succedendo, fai in modo che siano sereni e mantienili occupati senza però nascondere nulla, a meno che si tratti di qualcosa che possa spaventarli o preoccuparli.

Pubblicità

Avvertenze

  • Se devi uscire mentre il livello di radiazioni è ancora elevato, tieni sempre coperto il naso e la bocca usando un fazzoletto, un lembo della camicia, della carta da cucina o igienica avvolta più volte su se stessa.
  • Quando proteggi il naso e la bocca dei bambini e delle persone anziane, stai attento a non bloccare la loro respirazione.
  • L’ansia e il panico sono strettamente correlati alla paura della radioattività. Fai del tuo meglio per agire in modo calmo, razionale e con grande attenzione, seguendo i suggerimenti riportati in questo articolo. Renditi conto che le probabilità di sopravvivere a una ricaduta radioattiva sono ben maggiori rispetto alle storie che potresti aver sentito.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Riparo e rifugio
  • Accesso ai mezzi di comunicazione
  • Radio a batteria o ad alimentazione solare

wikiHow Correlati

Come

Vivere Senza Elettricità

Come

Accendere il Fuoco nel Caminetto

Come

Usare un Deumidificatore

Come

Ritrovare degli Oggetti Smarriti

Come

Riscaldare una Stanza

Come

Scassinare una Serratura con una Forcina

Come

Controllare un Motore Elettrico

Come

Prenderti Cura di una Dracena Marginata

Come

Misurare l'Amperaggio

Come

Prendersi Cura degli Spatifilli

Come

Evitare che la Lampada di Sale si Sciolga

Come

Rimuovere la Ruggine dall'Acciaio Inossidabile

Come

Potare un Olivo

Come

Individuare le Infiltrazioni d'Acqua nelle Murature
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 13 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 3 030 volte
Categorie: Casa & Giardino
Questa pagina è stata letta 3 030 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità