Scarica PDF Scarica PDF

Realizzare personalmente il tuo bancone da lavoro ti permetterà di sceglierne personalmente stile e aspetto… e non è poi così difficile! Il calcestruzzo è un materiale piuttosto economico, ma può durare con facilità per una vita intera, con un pizzico di manutenzione. Creare un bancone richiede soltanto un po' di abilità. Quest’articolo spera di poterti aiutare a realizzare il tuo personalissimo capolavoro di fai da te. Inizia dal primo passaggio.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Realizzare la Forma

  1. 1
    Prendi le misure necessarie per realizzare il bancone. È consigliabile iniziare a misurare l‘area che dovrai coprire con il tuo piano di lavoro. Non preoccuparti delle misure di eventuali inserti per il momento, come per esempio quello per il lavandino: scegli la forma di cui hai bisogno, che sia rettangolare oppure a L. Non esagerare, però, o il tuo bancone sarà più difficile da posizionare. Se possibile, dividilo in sezioni più piccole.
    • Ricordati che in genere dovrà esserci una sporgenza di circa 3 cm dal bordo degli armadietti.
  2. 2
    Misura gli spazi necessari per gli inserti. Se dovrai inserire un lavandino, misura o tratteggia la forma di cui avrai bisogno su della carta o del cartone. Trasferisci quindi la forma su della schiuma resistente e ad alta densità (come quella usata per le composizioni floreali), quindi ritagliala.
  3. 3
    Ritaglia la base di melamina. Ritaglia una base per lo stampo usando le misure che hai appena preso, aggiungendo però circa 2 cm tutt’intorno. Puoi ritagliare la melamina usando una sega da tavolo o uno strumento simile.
    • Per esempio, se hai intenzione di realizzare un bancone di 65x150 cm, ritaglia un pezzo di melamina di 67x152 cm.
  4. 4
    Ritaglia i lati. Ritaglia i pezzi laterali dello spessore desiderato, aggiungendo circa 2 cm su entrambe le estremità e su uno dei lati. Regola la misura in modo che le estremità siano lunghe o corte, a seconda di come vuoi che le tavole si sovrappongono. Non importa la modalità di realizzazione, l’importante è creare la forma della base.
    • Se per esempio volessimo un bancone spesso 5 cm, taglieremmo dei pezzi che misurino 7 cm x 152 cm per i lati lunghi e 7 cm x 67 cm per quelli corti.
    • Potremmo quindi regolare la misura dei lati corti in modo che diventi 65 cm, permettendo così che si incastrino fra i pezzi lunghi. Potresti però anche procedere al contrario e diminuire la misura dei lati lunghi, in modo che diventi 150 cm.
  5. 5
    Attacca i pezzi. Usando dei giunti di testa base, realizza dei fori pilota e avvita i lati della schiuma. Potrai quindi attaccare i lati alla base procedendo allo stesso modo.
  6. 6
    Aggiungi gli inserti. Usando del mastice o un altro collante forte e che si asciughi uniformemente, incolla l’inserto di schiuma per il lavandino nel posto giusto del bancone.
    • Se il lavandino andrà posizionato sui bordi del bancone, sarà più facile semplicemente costruirlo nella schiuma.
  7. 7
    Rivesti e sigilla la forma. Avvolgi del nastro intorno alle cuciture interne della schiuma, lasciando solo un piccolo spazio (circa 3 mm) fra i due pezzi che si trovano direttamente sopra alle giunture. Stendi quindi una linea di sigillante lungo la linea di unione e modellala usando le dita, in modo che aderisca alla giuntura. Lasciala asciugare e togli il nastro adesivo. La tua forma è pronta per essere usata!
  8. 8
    Controlla che la base sia piana. Usa una livella da carpentiere per assicurarti che la superficie superiore della forma sia perfettamente piana.
    • Cerca di valutare se la superficie non è appoggiata su una base d’appoggio diseguale! Cerca di livellare la base di appoggio prima di prendere le misure.
    • Se la forma non dovesse essere piana, dovrai compensarla con delle zeppe quando la monterai.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Versare il Calcestruzzo

  1. 1
    Versa il calcestruzzo. Usa un mix di colore e additivi che sia progettato espressamente per banconi o pavimenti. È molto importante, dato che dovrai cercare di usare sostanze rinforzanti e altri materiali di riempimento che possano migliorare la funzionalità del tuo piano di lavoro. Il negozio di fai da te della tua zona dovrebbe poterti indicare i prodotti migliori da usare.
    • Mischia il calcestruzzo in un mixer, in modo da fargli assumere il giusto volume e la giusta consistenza. Puoi affittarne uno in un negozio di ferramenta.
    • Segui le istruzioni del produttore per mescolare il calcestruzzo e gli additivi. In genere per un calcestruzzo più resistente bisognerà aggiungere meno acqua che per uno normale.
  2. 2
    Versa il calcestruzzo. Usando una pala o un mestolo, versa il calcestruzzo nella forma fino a quando non avrà raggiunto il bordo superiore. Usa una cazzuola per livellarlo sulla sommità e per spingerlo verso il lati.
    • Riversa nei lati il calcestruzzo in eccesso nella forma. Dovrai eliminare le parti in eccesso, ma non avendo abbastanza materiale non potrai produrre un buon bancone.
    • Puoi aggiungere un po’ di resistenza in più tagliando e posizionando delle maglie metalliche nel calcestruzzo ancora umido nel corso del processo, in modo che rimangano completamente inserite al suo interno. Non è strettamente necessario, ma è importante per prevenire fessure e per creare un bancone che possa resistere per molto tempo.
  3. 3
    Scuoti i bordi della forma. Se possibile, fai vibrare il tavolo su cui riposa la forma, ma almeno cerva di agiare i lati della forma, in modo da evitare la formazione di bolle. Puoi anche usare una levigatrice a basso settaggio, è la soluzione più semplice.
  4. 4
    Leviga la superficie della forma. Posiziona il bordo di una superficie piatta sulla sommità della forma e fallo scivolare avanti e indietro, muovendo la tavola verso il lato opposto. In questo modo rimuoverai l'eventuale calcestruzzo in eccesso e ti assicurerai che la superficie sia piana.
  5. 5
    Lascia riposare il calcestruzzo. Coprilo con della plastica e lascialo riposare per 10 giorni.
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Finire il Bancone

  1. 1
    Apri la forma. Svita i lati della forma e solleva con delicatezza la melamina dal calcestruzzo. Ribalta il bancone, usando un telo per proteggere i lati, e rimuovi quindi la base dal bancone. Il lato che si trovava contro la base sarà la superficie del prodotto finito.
  2. 2
    Pulisci il bancone. Indossa dei guanti di gomma e pulisci il bancone con un mix di 10 parti d’acqua e 1 parte di acido muriatico, per rimuovere eventuali residui rimanenti e preparare il materiale per la fase di sigillatura. Rimuovi l’acido in eccesso con una spatola.
  3. 3
    Smeriglia il bancone. Usa una smerigliatrice e una carta molto abrasiva (120, 180, 220) e smeriglia il bancone e i lati, fino a quando non sarà completamente liscio. Rimuovi la polvere con un panno e un po’ di acqua.
  4. 4
    Sigilla il bancone. Usando un sigillante penetrante, piega uno straccio il più sottile possibile e saturalo di sigillante. Applicalo in lunghe mandate, ripassando ogni applicazione con quella successiva, fino a quando il bancone non sarà interamente coperto. Lascialo asciugare. In genere ci vogliono circa 2 ore.
  5. 5
    Passa la cera e lucida il bancone. Usa una cera per alimenti e una lucidatrice per apportare le ultime finiture al bancone. Quando sarà brillante e la cera sarà stata completamente assorbita, avrai finito!
  6. 6
    Monta il bancone. Disponi con attenzione il bancone nel luogo di destinazione. Se è abbastanza piccolo da non poter star fermo solo grazie al proprio peso, usa delle sostanze adesive. Controlla che sia piano e, in caso contrario, applica delle zeppe di legno per raggiungere il livello desiderato.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • 24 dosi di cemento Portland di tipo III. Si tratta di un prodotto speciale di una società che si occupa di forniture per costruzioni.
    • Il cemento di tipo II è più facile da trovare e andrà bene, ma impiega più tempo a rafforzarsi: il bancone sarà quindi più fragile agli inizi.
  • 37 dosi di “ghiaia multi uso”, un mix di pietre piccole e arrotondate.
    • Viene chiamata anche “ghiaia fine”.
  • 72 dosi di sabbia, 2/3 delle quali di “sabbia multi uso”, e il resto di “sabbia media”. La prima è ruvida e impari, mentre la seconda è più sottile e consistente.
  • 2 dosi di pigmento rosso di ossido di ferro.
  • Circa 10 dosi d’acqua
  • 300 ml di plasticizzante (usa la quantità massima consigliata)
  • 10 ml di fibre di nylon corte (facoltative)

wikiHow Correlati

Rimuovere una Placca AntitaccheggioRimuovere una Placca Antitaccheggio
Sistemare un Letto che CigolaSistemare un Letto che Cigola
Preservare le Foglie AutunnaliPreservare le Foglie Autunnali
Tingere il PoliestereTingere il Poliestere
Eliminare il Problema dell'Elastico in un Capo d'Abbigliamento
Fare un Nodo Scorsoio
Liberare lo Scarico della DocciaLiberare lo Scarico della Doccia
Creare un Fiocco da un Nastro
Svitare una Vite Senza Cacciavite
Verniciare una BiciclettaVerniciare una Bicicletta
Aggiustare una Tavoletta del Water InstabileAggiustare una Tavoletta del Water Instabile
Aggiustare una Pinzatrice BloccataAggiustare una Pinzatrice Bloccata
Riciclare le Bottiglie di ProfumoRiciclare le Bottiglie di Profumo
Creare Angoli Retti Usando la Proporzione 3 4 5 del Teorema di PitagoraCreare Angoli Retti Usando la Proporzione 3 4 5 del Teorema di Pitagora
Pubblicità

Riferimenti

  1. Donnatakespictures on Flickr - Images and instructions shared with permission.

Informazioni su questo wikiHow

Pete Sveen
Co-redatto da:
Artigiano Fai da Te
Questo articolo è stato co-redatto da Pete Sveen. Pete Sveen è un appassionato di fai da te che vive nel Montana. Crea e condivide video tutorial incentivanti su progetti di costruzione, dai mobili alla lavorazione dei metalli. Il suo canale YouTube, DIY Pete, ha più di 240.000 iscritti. Questo articolo è stato visualizzato 7 380 volte
Categorie: Fai da Te
Questa pagina è stata letta 7 380 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità