Come Redigere un Testamento

Ogni testamento dovrebbe comprendere sette punti chiave.

Passaggi

  1. 1
    Fornisci informazioni essenziali su te stesso e sul testamento. Includi il tuo nome, indirizzo e la data in cui hai firmato il testamento. Riporta inoltre l’informazione che questo è l’ultimo testamento che hai redatto e che va a sostituire eventuali versioni precedenti.
  2. 2
    Nomina il tuo esecutore testamentario. Scegliere un esecutore è la cosa più importante da decidere. L’esecutore è la persona che metterà in pratica le tue volontà.
  3. 3
    Dai al tuo esecutore il diritto di gestire le tue proprietà. Questo passaggio è molto semplice ma al tempo stesso di vitale importanza per risparmiare tempo e denaro, poiché permette all’esecutore di iniziare a gestire immediatamente i tuoi beni. Se non lo farai, l’esecutore dovrà andare in tribunale prima di poter soddisfare le tue volontà.
  4. 4
    Chiedi al tuo esecutore di pagare tutti i tuoi debiti e costi finali. Queste spese includono: mutuo, pagamento di prestiti, spese per il funerale e tasse finali sul reddito.
  5. 5
    Esprimi le tue volontà per i tuoi beni. Illustra a chi andranno i tuoi beni, come risparmi e proprietà (inclusa la tua casa), investimenti e contanti e tutte le cose che possiedi (come auto, mobili, quadri, gioielli). Le persone a cui decidi di lasciare i tuoi beni sono i beneficiari. Dovrai indicare il nome della persona e i beni che vuoi che riceva. Esprimi anche le tue volontà per quanto riguarda le tue proprietà nel caso in cui un beneficiario dovesse morire prima di te. Indica anche un beneficiario di scorta per ogni evenienza. Decidere cosa lasciare in eredità e a chi non è sempre così semplice: la scelta è influenzata dalla tua situazione familiare e dai tipi di beni che lascerai in eredità. In ogni caso, è molto importante specificare i beneficiari. Una comune convinzione errata è che coloro che muoiono senza testamento lasciano in automatico i loro beni al coniuge; tuttavia, questa regola non è sempre valida; a volte, infatti, i beni sono suddivisi in parti uguali tra coniuge e figli; se ci sono molti figli, il coniuge riceverebbe molto meno.[1]
  6. 6
    Prenditi cura dei tuoi figli. Questa decisione non è così semplice anche se sei sposato o se hai una compagna. Cosa succede se sia tu che la madre dei tuoi figli doveste avere un incidente d’auto fatale o se doveste morire entrambi a poca distanza l’uno dall’altro? I genitori con figli minorenni dovrebbero nominare un tutore nel caso di morte di entrambi. I tutori sono delle persone che si prenderanno cura dei tuoi figli se ti dovesse succedere qualcosa. In molti decidono di nominare un parente stretto o un amico che sanno si prenderà cura dei propri figli. Assicurati inoltre di lasciare ai tuoi figli abbastanza denaro per il futuro. All’inizio, il tutore userà questi soldi per crescere i bambini. È consigliabile specificare nel testamento l’età in cui vuoi permettere ai tuoi figli di gestire in modo indipendente le proprie finanze.
  7. 7
    Dimostra di avere letto e capito il testamento. Il documento dovrebbe includere la data e il luogo in cui è stato firmato. Due persone che non sono nominate nel testamento dovranno fare da testimoni. Inoltre, se hai un’assicurazione sulla vita o delle pensioni private, assicurati di nominare i beneficiari del denaro sui documenti di tali fondi; se li nomini solo sul testamento, potrebbero ricevere cifre inferiori.
    Pubblicità

Consigli

  • Ricorda: fare testamento è una delle cose migliori che puoi fare per la tua famiglia. Anche se dovrai pensare a domande difficili, per i tuoi cari sarà un po’ più semplice andare avanti dopo la tua morte.

Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Questa pagina è stata letta 2 054 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità