Come Riaprire i Fori alle Orecchie

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow | 22 Riferimenti

In questo Articolo:Rivolgersi a un Piercer ProfessionistaProcedere in AutonomiaPrendersi Cura delle Orecchie

I fori delle orecchie possono chiudersi parzialmente o completamente per diversi motivi; forse hai rimosso gli orecchini troppo presto, non li hai indossati per un lungo periodo oppure si è sviluppata un'infezione dopo il primo piercing. È possibile aprire i fori anche in autonomia, ma sarebbe meglio rivolgersi a un professionista; una procedura eseguita male può causare un'infezione e altre complicazioni. Se hai deciso di forare nuovamente le orecchie, dovresti prepararle, trafiggerle con un ago e seguire quindi le dovute cure nei mesi successivi.

Parte 1
Rivolgersi a un Piercer Professionista

  1. 1
    Cerca uno studio di piercing affidabile. Esistono molte strutture che offrono il servizio di riaprire i fori delle orecchie, ma è meglio svolgere alcune ricerche prima di sceglierne una. I negozi di oreficeria che trovi nei centri commerciali sono in genere la soluzione più economica, ma non necessariamente la migliore, dato che gli operatori non hanno sempre ricevuto la formazione necessaria e inoltre usano le pistole per la foratura. Rivolgiti invece allo studio di un piercer professionista o di un tatuatore che si occupi anche di piercing.[1]
    • Le pistole per foratura non sono gli strumenti più adatti perché creano un impatto molto forte sulle orecchie e non possono essere ben sterilizzate.
    • Chiedi consiglio ad amici e parenti; puoi anche svolgere delle ricerche online.
  2. 2
    Recati allo studio prescelto per parlare con il piercer. Chiedi informazioni in merito alla sua formazione ed esperienza; il professionista dovrebbe essere autorizzato dall'ASL locale e dovrebbe aver svolto un lungo tirocinio presso un altro piercer di buona fama. Osserva il tipo di strumentazione che utilizza e presta attenzione al livello di igiene dell'ambiente.[2]
    • Puoi anche chiedere di vedere l'album fotografico dei suoi lavori;
    • Se puoi assistere al piercing di altri clienti, osserva come lavora il professionista.
  3. 3
    Fissa un appuntamento, se necessario. Alcuni studi eseguono immediatamente il lavoro, ma in genere è richiesto un appuntamento quando non c'è disponibilità; in tal caso, scegli la data e l'ora più comode per te e scrivi una nota sul calendario per non dimenticarti.[3]
  4. 4
    Scegli gli orecchini per la riapertura del foro. In genere, puoi acquistarli nello studio che esegue il lavoro; opta per un paio di barrette realizzate in metallo ipoallergenico – l'oro a 14 carati è l'ideale. Accertati che i gioielli siano conservati in una confezione ben sigillata e che non siano stati esposti all'aria, se non poco prima del piercing.[4]
    • In alternativa, puoi scegliere l'acciaio inossidabile chirurgico o il metallo placcato oro a 24 carati;
    • Se sei allergico al nichel, opta per il titanio chirurgico.
  5. 5
    Chiedi al piercer di spiegarti come prenderti cura della ferita. Esistono alcune pratiche di base che devi rispettare dopo la foratura, ma in genere ogni professionista consiglia un proprio protocollo. Se hai specifici timori in merito alla sensibilità delle orecchie o se hai avuto infezioni in passato, chiedi maggiori dettagli al piercer, il quale può fornirti istruzioni e suggerimenti personalizzati.[5]

Parte 2
Procedere in Autonomia

  1. 1
    Cerca di riaprire il foro senza trafiggere di nuovo l'orecchio. Osserva la zona per capire se è possibile aprire i fori senza l'uso di un ago; se ti sembrano parzialmente pervi, prova a infilare gli orecchini. Per prima cosa, cospargi la zona con della vaselina, in seguito resta davanti a uno specchio e cerca di inserire gli orecchini ruotandoli delicatamente. Se questo metodo non funziona, devi forare nuovamente la pelle.[6]
    • Può essere di aiuto strofinare le orecchie prima di cercare di inserire i gioielli per aprire un po' i fori; tuttavia, non procedere con forza per non causare danni.
    • Lavati le mani e disinfetta i gioielli prima di procedere.
  2. 2
    Lavati le mani. Le dita sporche possono trasferire i batteri nel foro e causare infezioni; lavale quindi con sapone antibatterico e acqua calda, asciugale poi con un telo pulito. Termina il processo di pulizia con un gel igienizzante per essere quanto più sterile possibile.[7]
  3. 3
    Disinfetta l'ago e gli orecchini. Per questa operazione puoi usare qualsiasi tipo di ago o spilla sottile; tuttavia, devi prenderti la briga di disinfettarlo, indipendentemente dal fatto che sia nuovo o usato. Inumidisci un batuffolo di ovatta con dell'alcool denaturato e usalo per strofinare tutto l'ago; prendi poi un nuovo batuffolo, bagnalo ancora con alcool e ripeti la procedura su tutta la superficie dei gioielli.[8]
    • Un ago nuovo, mai usato, è la soluzione ideale per il tuo scopo;
    • È probabile che un ago non disinfettato causi un'infezione.
  4. 4
    Applica un gel anestetico sulle orecchie. In genere, si ritiene che il ghiaccio possa intorpidire la zona e ridurre il dolore durante la foratura, ma non è vero. Le basse temperature generano maggiori abrasioni e rendono la pelle più dura complicando le operazioni; usa invece un gel anestetico per uso topico spalmandolo 30-60 minuti prima di trafiggere le orecchie.[9]
    • Puoi acquistarlo online o in farmacia;
    • Se non hai un gel per la pelle, puoi usare quello per lenire il mal di denti.
  5. 5
    Trova il punto del foro iniziale. È probabile che tu l'abbia già visto mentre controllavi le condizioni del piercing originale; in caso contrario, guardati allo specchio e individua la zona esatta in cui c'è il foro chiuso. A volte, l'apertura potrebbe essersi rimarginata al punto da essere invisibile; in tale circostanza, scegli la nuova posizione per il gioiello e utilizza un pennarello per marcarla.[10]
    • Puoi usare il pennarello per evidenziare il punto anche se il foro iniziale è visibile;
    • Sfrutta lo specchio per assicurarti che i piercing siano simmetrici.
  6. 6
    Appoggia una patata dietro l'orecchio. Hai bisogno di un ortaggio lavato che protegga il collo e riduca la forza dell'ago durante la foratura; quando sei pronto, tieni il tubero con la mano libera proprio dietro il primo orecchio che vuoi bucare.[11]
    • Se non hai una patata, puoi usare un altro alimento analogo o un oggetto come una pallina antistress.
  7. 7
    Inserisci lentamente l'ago nella pelle. Appoggialo esattamente sul punto che vuoi trafiggere e inizia a spingerlo attraverso l'orecchio. Tienilo leggermente inclinato e smuovilo per facilitare il movimento; continua in questo modo finché non spunta dall'altra parte.[12]
  8. 8
    Tieni un cubetto di ghiaccio sulla ferita. Togli la patata e sostituiscila con un grosso cubetto; tienilo sulla parte posteriore dell'orecchio per cinque minuti per controllare il dolore. L'ago dovrebbe restare nell'orecchio per tutto il tempo.[13]
  9. 9
    Infila l'orecchino nel foro. Dopo aver allontanato il cubetto di ghiaccio, prendi un gioiello e inizia a estrarre lentamente l'ago; contemporaneamente, inserisci l'orecchino nel foro spingendolo finché l'estremità della barretta non spunta dall'altra parte. Fissa la parte posteriore del gioiello in modo che non scivoli fuori.[14]
    • Quando riapri i fori è meglio usare degli orecchini a barretta perché sono più leggeri, ci sono meno probabilità che cadano e non danno fastidio nei primi mesi durante i quali li devi indossare 24 ore su 24, 7 giorni a settimana.
  10. 10
    Ripeti la procedura con l'altro orecchio. Ispeziona il primo per accertarti di aver svolto un buon lavoro; probabilmente, proverai un po' di fastidio, ma non dovresti notare sanguinamento o una grave sofferenza. Se ti sembra che il primo piercing sia perfetto, passa al secondo.[15]

Parte 3
Prendersi Cura delle Orecchie

  1. 1
    Puliscile due volte al giorno. Dopo averle forate devi igienizzarle quotidianamente, in due occasioni. In teoria, dovresti usare della soluzione salina specifica per piercing; se non ce l'hai, puoi utilizzare l'alcol denaturato. Applica la soluzione su un batuffolo di ovatta o un cotton fioc e strofina la parte anteriore e posteriore del foro.[16]
    • Se non ti prendi cura con scrupolo delle ferite, è probabile che il tuo lavoro non abbia successo;
    • Solitamente, il piercer ti fornisce la soluzione salina dopo la procedura; puoi chiedergli se te la vende anche se non ti sei rivolto a lui per l'apertura dei fori.
    • L'alcol potrebbe causare una sensazione pungente quando lo applichi sulla ferita.
  2. 2
    Lascia gli orecchini al loro posto per 6-8 settimane. In genere, i fori si chiudono perché le persone tolgono i gioielli troppo presto; aspetta quindi 6-8 settimane e, trascorso questo tempo, puoi scegliere di indossarne un altro paio.[17]
    • Puoi aspettare anche più di 6-8 settimane.
  3. 3
    Non restare troppo tempo senza i gioielli. Mettine subito un altro paio dopo aver rimosso il primo. I fori nuovi si chiudono rapidamente in assenza degli orecchini; cerca quindi di tenerli costantemente per almeno un anno.[18]
  4. 4
    Copri le orecchie quando fai la doccia o nuoti. Proteggi le ferite dall'acqua, dallo shampoo e dal balsamo per evitare infezioni; usa una cuffia per la doccia quando ti lavi durante i primi mesi. Quando devi usare lo shampoo e il balsamo, fai del tuo meglio affinché questi detergenti non entrino in contatto con i fori e risciacquali accuratamente dai capelli; se vai in piscina, usa una cuffia.[19]
    • Nelle prime 6-8 settimane dall'apertura dei fori dovresti evitare anche i prodotti per l'acconciatura, come i gel e le lacche.

Consigli

  • Se possibile, evita di usare orecchini economici e di bassa qualità, soprattutto dopo aver forato nuovamente le orecchie; il materiale con cui sono realizzati può causare un'infezione. Durante il primo anno si consiglia di utilizzare orecchini d'oro giallo a 14 carati.[20]
  • Se hai i capelli lunghi, dovresti acconciarli in una coda di cavallo o in uno chignon per almeno un mese dopo l'apertura dei fori; così facendo, impedisci ai batteri presenti sui capelli di contaminare le ferite e contemporaneamente eviti che le ciocche restino impigliate negli orecchini.[21]
  • Evita di toccare i piercing durante il giorno; il contatto inutile con le mani causa solo il trasferimento di batteri sulle orecchie.

Avvertenze

  • Se noti segni di infezione o provi dolore dopo aver riaperto i fori, rivolgiti subito al medico.[22]

Cose che ti Serviranno

  • Sapone antibatterico
  • Gel anestetico
  • Batuffoli di ovatta
  • Alcool denaturato
  • Ago
  • Orecchini
  • Patata
  • Cubetto di ghiaccio
  • Disinfettante (soluzione salina)
  • Cuffia da doccia

Riferimenti

  1. http://www.goodhousekeeping.com/beauty/anti-aging/a35208/piercing-guns-bad-dangers/
  2. http://www.goodhousekeeping.com/beauty/anti-aging/a35208/piercing-guns-bad-dangers/
  3. http://www.goodhousekeeping.com/beauty/anti-aging/a35208/piercing-guns-bad-dangers/
  4. http://www.goodhousekeeping.com/beauty/anti-aging/a35208/piercing-guns-bad-dangers/
  5. http://invernesscorp.com/5-things-to-know-before-getting-your-ears-pierced/
  6. http://www.drnumb.com/blog/8-ways-open-partially-closed-ear-piercing-hole/
  7. http://www.drnumb.com/blog/8-ways-open-partially-closed-ear-piercing-hole/
  8. http://www.drnumb.com/blog/8-ways-open-partially-closed-ear-piercing-hole/
  9. http://www.parents.com/health/ear-infection/ear-piercing-for-kids/
Mostra altro ... (13)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Categorie: Tatuaggi & Piercing

In altre lingue:

English: Re‐Pierce Ears, Português: Reabrir um Furo de Orelha, Español: volver a perforarse las orejas, Deutsch: Ohrlöcher erneut stechen, Русский: заново проколоть уши, Français: rouvrir les trous des oreilles

Questa pagina è stata letta 2 546 volte.
Hai trovato utile questo articolo?