Come Ribattere Quando Qualcuno Ti Dice Che Sei Grasso

Scritto in collaborazione con: Trudi Griffin, LPC, MS

Se le persone ti dicono che sei grasso, puoi certamente rimanerci molto male. A nessuno piace essere preso in giro per il proprio aspetto fisico. Ci sono molti modi di rispondere alle offese di questo tipo: puoi fare un commento ironico e sorprendere l'altra persona con la tua brillantezza, oppure farle notare che quello che dice è inappropriato. Lavora su come affrontare emotivamente l'accaduto; i commenti negativi sul tuo corpo fanno male, quindi dovresti chiedere aiuto alle persone care.

Metodo 1 di 3:
Rispondere in Modo Scherzoso

  1. 1
    Usa il sarcasmo. In alcuni casi, le persone che se la prendono con le altre non si aspettano una risposta. Prova a usare l'ironia e potresti sorprendere il bullo di turno. Spesso i prepotenti prendono di mira chi pensano che si lasci abusare, quindi un commento sarcastico può stroncare i loro tentativi sul nascere.[1]
    • Per esempio, fingi che l'insulto fosse un complimento. Puoi dire: "Wow! Grazie per averlo notato, lo apprezzo molto".
  2. 2
    Ribatti con una battuta scortese. Puoi reagire a un commento sul tuo peso con una battuta sarcastica e specifica. Per esempio, se qualcuno ti dice "Hai un viso molto bello, peccato che sei così grasso", prova a rispondere: "Anche tu hai un bel viso, peccato per il tuo carattere".[2]
    • Fai attenzione, però, a non lasciarti scappare commenti troppo offensivi, specie se non ti senti al sicuro. Non mettere a rischio la tua incolumità.
  3. 3
    Prendi in giro l'altra persona per la sua mancanza di competenza. Il peso di una persona è un argomento privato tra lei e il proprio medico. Gli altri non hanno il diritto di fare commenti se non hanno studiato medicina. Metti in evidenza questo aspetto. Farai sentire sciocco chi ti ha offeso per aver sollevato il problema.[3]
    • Per esempio, immagina di essere al primo anno di liceo e che un compagno di classe ti dica: "Ti farebbe bene perdere 15 chili". Rispondi dicendo: "Wow! Non sapevo che avessi preso una laurea in medicina già a 14 anni, perché solo un medico può sapere quanto peso devo perdere".
  4. 4
    Considera semplicemente di non rispondere. In alcuni casi, è meglio non ribattere. Alcuni bulli non aspettano altro che una reazione. Se hai replicato con battute argute e vieni comunque preso in giro, inizia semplicemente a ignorare chi ti offende. Nota se questo atteggiamento pone fine alle aggressioni verbali.[4]
    • Se qualcuno fa un commento indelicato sul tuo peso, fingi di non averlo sentito. Se continua a offenderti, limitati ad allontanarti.
    • Non vergognarti se senti il bisogno di piangere dopo aver ignorato le offese. È normale essere tristi quando qualcuno ferisce i nostri sentimenti. Anche se riesci a ignorare un bullo sul momento, se necessario in seguito sfoga le emozioni negative.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Affrontare la Situazione con Serietà

  1. 1
    Rispondi alla persona dicendole che il suo commento è inappropriato. In alcuni casi, si tratta di una soluzione vincente. Se qualcuno fa una battuta che ferisce i tuoi sentimenti, dille direttamente che cosa ha sbagliato. Chi prende in giro il prossimo riguardo al peso spesso viene preso alla sprovvista quando gli viene fatta notare la maleducazione del proprio comportamento.[5]
    • Cerca di essere franco. Girati verso l'altra persona e prova a dire: "Quello che hai detto non è per niente divertente. I commenti sul mio peso sono estremamente maleducati e non li apprezzo".
    • Puoi ribaltare la situazione con un consiglio saggio: "Offendermi per aumentare la tua autostima non è salutare. Forse dovresti trovare un altro modo per affrontare i tuoi problemi".
    • Puoi anche fare delle domande alla persona in merito al suo comportamento, come: "Perché senti il bisogno di insultare il mio aspetto fisico? Che beneficio ne trai?".[6]
  2. 2
    Spiega alle persone che la tua salute è solo affar tuo. Non tutti quelli che ti chiamano "grasso" cercano di ferire i tuoi sentimenti. Anche se le intenzioni non giustificano un comportamento di questo tipo, alcuni credono di poterti aiutare a migliorare la salute e il benessere. Se ritieni che qualcuno stia cercando di aiutarti con dei commenti sul tuo peso, fagli capire che non è così.[7]
    • Puoi dire: "Apprezzo la tua preoccupazione, ma la mia salute è una questione tra me e il mio medico. Se volessi consigli sulla dieta o sulla nutrizione, li chiederei a lui".
    • Se la persona insiste, puoi continuare: "Sai, non ritengo che sia davvero una conversazione appropriata e non la apprezzo".
  3. 3
    Ricorda che il corpo di ognuno di noi è diverso. Non esistono due persone identiche e dovresti far notare a tutti che si tratta di una diversità da celebrare. Mostra che sei fiero del tuo aspetto e gli altri potrebbero smettere di infastidirti. Puoi dire: "Mi piace il mio corpo così com'è, anche se non la pensi come me. Sono felice del mio aspetto, quindi la tua opinione non mi tocca più di tanto".[8]
  4. 4
    Stabilisci delle regole per il futuro. Se è un amico o una persona cara a chiamarti "grasso", imponi limiti rigidi che non deve superare. Nessuno deve sopportare commenti negativi costanti sul proprio peso. Se il comportamento della persona non cambia, forse dovresti rivalutare il vostro rapporto. Le persone che frequenti dovrebbero incoraggiarti, non insultarti o sminuirti.[9]
    • Spiega all'altra persona i comportamenti che non accetti nella vostra interazione. Per esempio puoi dire: "Non mi piacciono i commenti sul mio peso e non sono disposto ad accettarli. In particolare non tollero gli insulti, come quando mi chiami «grassone»".
    • Se necessario, dopo un po' di tempo ricorda all'altra persona i limiti che non deve superare. Per esempio, se fa di nuovo un commento sul tuo peso, puoi dire: "Ne abbiamo già parlato. Non apprezzo i commenti come quello".
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Gestire la Situazione dal Punto di Vista Emotivo

  1. 1
    Non fare discussioni accese. Anche se i commenti sarcastici sono consentiti, specie quando vieni molestato, assicurati di non avviare un litigio. Limitati a una replica breve, arguta e non insultare l'altra persona.[10]
    • Urlare in faccia alla persona o insultarla a tua volta non aiuta a risolvere la situazione. Cerca di mantenere la calma, persino se sei arrabbiato.
  2. 2
    Cerca il sostegno degli amici. È normale essere tristi quando ti dicono che sei grasso e rimanere male per i commenti. Chiedi aiuto alle persone che ti vogliono bene.[11]
    • Trova un amico fidato o un parente con cui sfogarti. Se i commenti ti feriscono ancora, prova a organizzare una serata divertente con gli amici, per esempio al cinema.
    • Scegli una persona empatica in grado di ascoltare.
  3. 3
    Concentrati sui lati positivi. Un commento sul tuo peso può farti sentire molto triste. Dopo essere stato offeso da un commento negativo, prova a pensare alle cose di te che ti piacciono. Ricorda tutte le cose belle che le persone hanno detto di te invece di concentrarti su una singola frase negativa.[12]
    • Prova a scrivere una lista. Annota tutte le cose belle che la gente ha detto di te. Fai riferimento a quei commenti e non a quello negativo sul tuo peso.
  4. 4
    Evita le persone che fanno commenti sul tuo peso. Se qualcuno parla sempre del tuo aspetto fisico, anche dopo che gli hai chiesto di smettere, hai tutto il diritto di non frequentarlo più. Non è corretto criticare continuamente una persona per il suo peso e sicuramente non è bello chiamarla "grassa". Non esitare ad allontanarti da chi continua a mancarti di rispetto.[13]
    • Se è un parente a offenderti, non è facile evitarlo. Per esempio, se tuo papà fa sempre commenti sul tuo peso, è difficile stargli lontano. Tuttavia, puoi prenderti delle piccole pause dalle situazioni negative. Quando lui critica il tuo aspetto fisico, inventa una scusa e vai in camera tua per qualche minuto.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Counselor Professionale Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Trudi Griffin, LPC, MS. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011.
Questa pagina è stata letta 11 302 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità