Scarica PDF Scarica PDF

Puoi ricamare sull’uncinetto con la stessa facilità con cui ricameresti su qualsiasi altro tipo di materiale. Il punto scivolato è la tecnica usata più di frequente, ma esistono anche altre tecnice di ricamo di base che vale la pena conoscere, fra cui il punto filza e il nodo francese.

Metodo 1 di 3:
Punto Scivolato[1] [2]

  1. 1
    Annoda il filato sull’uncinetto. Attacca il filato che vuoi usare per il ricamo ad un ago da uncinetto, realizzando un nodo scorsoio comune.
    • L’ago da uncinetto dovrebbe avere all’incirca le dimensioni di quello che hai usato per lavorare la maglia su cui stai ricamando.
    • Per realizzare un nodo scorsoio:
      • Forma un nodo incrociando l’estremità sciolta del filato al di sotto di quella attaccata.
      • Afferra il lato attaccato e tiralo attraverso il nodo, creando così un secondo nodo.
      • Stringi il primo nodo intorno al secondo.
      • Inserisci l’uncinetto nel secondo nodo e stringilo sull’ago.
  2. 2
    Tira il nodo sul davanti della maglia. Rimuovi con attenzione il nodo scorsoio dall’uncinetto. Posiziona il nodo sul retro della maglia, quindi inserisci l’ago nella fessura più vicina e aggancia il nodo. Tira il nodo scorsoio sul davanti della maglia.
    • Il nodo deve rimanere sul retro della maglia.
    • Il punto in cui farai passare il nodo dovrebbe essere la posizione in cui vuoi far partire il ricamo.
  3. 3
    Inserisci l’uncinetto nella maglia, passando dal lato anteriore. Tenendo il nodo scorsoio ancora inserito sull’ago, fallo passare nella fessura vicino al punto adiacente.
    • Andrà bene il punto adiacente a destra, sinistra, sopra o sotto. Potrebbe trovarsi anche in diagonale rispetto al punto di partenza. Il punto “adiacente” sarà semplicemente il punto più vicino che ti servirà per realizzare il ricamo che hai in mente.
    • Con questo passaggio inizierai il primo punto scivolato.
  4. 4
    Tira un nodo sul davanti. Sul retro del lavoro, avvolgi il filato sull’uncinetto con un movimento in senso anti orario. Fai passare l’anello di filato sul davanti della maglia.
    • In questo modo continuerai la realizzazione del punto scivolato, senza però completarlo.
  5. 5
    Fai passare il secondo nodo attraverso il primo. Tira il nuovo nodo appena creato attraverso il cappio del nodo scorsoio originale, lasciando cadere dall’uncinetto il nodo scorsoio.
    • Il nuovo nodo dovrebbe quindi essere l’unico rimasto sull’uncinetto.
    • In questo modo avrai completato il primo punto scivolato.
    • Potresti tenere il nodo o la base del nodo scorsoio fermo sul retro della maglia, mentre crei il primo punto scivolato. In questo modo realizzerai un punto diritto, preciso e ben stretto.
  6. 6
    Esegui un punto scivolato nel punto successivo. Crea un secondo punto scivolato con la stessa tecnica con cui hai realizzato il primo.
    • Inserisci l’uncinetto nello spazio vuoto dopo il punto successivo, tenendo fermo il nodo sull’ago man mano che lavori.
    • Fai passare il filo sull’uncinetto dal retro della maglia, avvolgendolo in senso anti orario.
    • Fai passare il gettato sul davanti e attraverso il nodo sull’uncinetto. Il nodo precedente dovrebbe scivolare dall’uncinetto e dovresti trovarti con un nuovo nodo sull’ago.
  7. 7
    Ripeti il punto scivolato tutte le volte necessarie. Continua a ripetere il processo fino a completare il ricamo desiderato.
  8. 8
    Inserisci l’uncinetto passando dal retro. Dopo aver realizzato l’ultimo punto del ricamo, rimuovi con attenzione l’uncinetto dal nodo. Inserisci nuovamente l’uncinetto sul retro del lavoro, raccogliendo così il nodo e tirandolo sul retro.
    • Assicurati che il nodo rimanga aperto una volta rimosso l’uncinetto.
  9. 9
    Fissa il filo. Taglia il filo, lasciando una coda lunga circa 7,5 cm. Tira attraverso il nodo sull’uncinetto, facendolo cadere e fissando così il filo.
    • Intreccia l’estremità in eccesso sul retro del lavoro, nascondendolo al di sotto del ricamo a punto scivolato sul davanti. In questo modo renderai il ricamo più resistente e nasconderai il filo in eccesso.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Punto Filza[3]

  1. 1
    Infila il filo nell’ago. Fai passare un’estremità del filo attraverso l’occhiello di un ago piuttosto grande. Non annodare il filo.
    • Invece di annodare il filo, dovresti far passare una coda di circa 10 cm attraverso l’occhiello. Tira la coda contro l’occhiello dell’ago man mano che lavori, in modo da tenere fermo il filo.
    • Se il filo dovesse uscire dall’ago mentre ricami, infilalo di nuovo e riprendi a lavorare.
  2. 2
    Annoda l’altra estremità del filo. Taglia un pezzo di filo abbastanza lungo per il progetto. Annodalo all’estremità appena tagliata del filo.
    • Il filo dovrebbe essere un po’ più lungo della lunghezza totale del ricamo finito.
    • Non ti servirà un nodo scorsoio. Andrà benissimo un nodo semplice.
    • Assicurati che il nodo sia più grande dello spazio vuoto fra i punti dell’uncinetto. Un nodo largo impedirà al ricamo di disfarsi.
  3. 3
    Tira il filo dal retro. Fai passare l’ago attraverso il primo spazio all’inizio della fantasia, tirandolo dal retro al davanti della maglia.
    • Tira completamente il filo fino a quando il nodo non si bloccherà sul retro della maglia.
  4. 4
    Fai passare il filo in un altro punto. Supera un intero punto dell’uncinetto, quindi inserisci l’ago nello spazio vuoto dal lato opposto del punto che hai saltato.
    • Fai passare l’ago sul retro del tessuto. Continua a tirare fino a quando il filo del ricamo non toccherà il materiale.
    • Se preferisci, puoi realizzare un punto più lungo facendo passare l’ago oltre più di un singolo punto dell’uncinetto, prima di reinserirlo nella maglia.
    • In questo modo avrai completato un punto filza.
  5. 5
    Tira di nuovo il filo. Attraversa un altro punto singolo sul retro, quindi fallo entrare nello spazio vuoto dal lato opposto. Fai passare l’ago sul davanti, tirando così anche il filo.
    • In questo modo inizierai un nuovo punto.
    • Assicurati che il filo sul retro della maglia sia ben piatto contro il materiale, una volta tirato l’ago.
    • Se preferisci, puoi modificare lo spazio fra i punti saltando più di un punto singolo.
  6. 6
    Ripeti tutte le volte che vuoi. Continua allo stesso modo fino a raggiungere la fine del disegno.
    • Salta un punto intero sul davanti, quindi fai passare l’ago sul retro.
    • Salta un punto intero sul retro, quindi fai passare l’ago sul davanti.
  7. 7
    Valuta se realizzare una seconda linea di punto filza. Se lasciato così, il punto filza creerà una linea a tratti, dando al ricamo un aspetto più “cucito”. Se vuoi creare una linea più continua, puoi ripassare la prima linea con una seconda.
    • In pratica dovrai ripassare la prima linea all’indietro, invertendo i punti di ricamo. Una volta raggiunto un punto visibile sulla sommità della stoffa, realizza un punto visibile sul retro. Per ciascun punto visibile sul retro, realizza un punto sul davanti.
  8. 8
    Annoda l’estremità. Una volta raggiunta la fine del ricamo, inserisci l’ago nella stoffa sul davanti e tiralo sul retro. Annoda il filo con un nodo largo per completare il ricamo.
    • Anche qui sarà sufficiente un nodo semplice. Assicurati che sia abbastanza grande da non scivolare nelle fessure del materiale.
    • Puoi spuntare il filo in eccesso o intrecciarlo sul retro del materiale. Assicurati però che non sia visibile sul davanti.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Nodo Francese[4] [5]

  1. 1
    Infila il filo nell’ago e annodalo. Taglia un pezzo di filo lungo circa 25 cm. Annoda un’estremità e infila l’altra nell’occhiello di un ago da cucito piuttosto grande.
    • Fai passare circa 10 cm di filo attraverso l’occhiello dell’ago, in modo da evitare che scivoli fuori mentre lavori.
    • Per questo passaggio basterà un nodo semplice. Non usare un nodo scorsoio.
    • Il nodo dovrà essere abbastanza grande da non scivolare nelle fessure dell’uncinetto, in modo da evitare che salti fuori mentre ricami.
  2. 2
    Infila l’ago dal retro. Infila l’ago sul retro del materiale, nel punto in cui desideri realizzare il nodo francese. Tira ago e filo sul davanti.
    • Dovresti posizionare l’ago fra i punti della maglia all’uncinetto.
    • Continua a tirare il filo fino a quando il nodo semplice alla fine della lunghezza non toccherà il retro della maglia.
  3. 3
    Pizzica il filo e raddrizza l’ago. Con indice e pollice della mano non dominante, pizzica il filo 7,5-10 cm sopra alla superficie del materiale.
    • Posiziona il lato dell’ago contro il filo, fra le dita e la superficie del materiale.
  4. 4
    Avvolgi il filo intorno all’ago. Usando la mano non dominante, avvolgi il filo attorno all’ago dalle due alle quattro volte.
    • Mentre esegui questa operazione, continua a tenere pizzicato il filo. Dovrai mantenere una buona tensione per evitare che il filo si sciolga.
    • Il numero di volte in cui avvolgerai il filo cambierà lo spessore del nodo francese. Più avvolgerai il filo, più largo sarà il nodo francese.
  5. 5
    Inserisci la punta dell’ago dal retro della stoffa. Scegli un punto direttamente vicino all’uscita, ma non coincidente. Lo spazio vuoto di un punto adiacente andrà benissimo.
    • Non infilare ancora l’ago nel materiale.
    • Non usare esattamente lo stesso foro. È molto probabile che il nodo finisca per uscire dal retro della stoffa una volta terminata l’operazione.
  6. 6
    Stringi la spirale. Usa la mano non dominante per tirare il filo verso il basso, stringendo così la spirale.
    • Continua a tirare fino a quando la spirale non si avvolgerà su se stessa, stringendosi sulla sommità del materiale dell’uncinetto.
  7. 7
    Tira l’ago completamente. Tira completamente l’ago attraverso la stoffa.
    • L’ago e la coda pendente dovrebbero passare al centro della spirale, stringendola in un nodo decorativo.
  8. 8
    Annoda il filo sul retro. Realizza un altro nodo semplice sul retro del materiale per fissare il nodo francese dal lato opposto.
    • Spunta il resto dell’estremità, se preferisci, o intrecciala sul retro dell’uncinetto per nasconderla.
    Pubblicità

Consigli

  • Decidi cosa “disegnare” prima di iniziare. Potrebbe essere utile fare uno schizzo del disegno su un pezzo di carta. Puoi anche usare un modello pre-costruito trovato online o su una rivista di ricamo, se non hai un’idea ben precisa in mente.
  • Cuci negli spazi vuoti fra i punti dell’uncinetto originale. Se passerai fra i fili dei singoli punti, il risultato potrebbe essere poco ordinato. Inoltre tenere il filo da ricamo negli spazi vuoti fra i fili dell’uncinetto renderò possibile sciogliere i punti in caso di errore.
  • Non fare dei punti troppo stretti. Tira il punto del ricamo solo fino a quando il filo non toccherà la stoffa. Tirare troppo il filo potrebbe far raggruppare l’uncinetto, o addirittura sfilacciare il filo.
  • Tieni l’ago all’altezza dell’occhiello mentre ricami. In questo modo impedirai che il filo scivoli via.

Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Maglia all’uncinetto realizzata precedentemente
  • Filato di colori contrastanti
  • Uncinetto (facoltativo; solo per il punto scivolato)
  • Ago da cucito
  • Forbici

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 7 971 volte
Categorie: Hobby & Fai da Te
Questa pagina è stata letta 7 971 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità