Come Ricavare la Farina di Cocco

In questo Articolo:Rimuovere la PolpaFiltrare il LiquidoDisidratare la Polpa di Coccola MacinaturaRiferimenti

La farina di cocco è una farina soffice ricavata dalla polpa avanzata dopo aver filtrato il latte di cocco. È una valida alternativa – priva di glutine e ricca di proteine – alle tradizionali farine di grano; in più, può essere fatta in casa. Ecco come fare.

Ingredienti

  • 1 Noce di Cocco matura
  • 1 litro d’acqua

Parte 1
Rimuovere la Polpa

  1. 1
    Fai un foro nella noce di cocco. Usa un trapano per praticare un foro attraverso uno degli occhi della noce di cocco.
    • Il trapano a mano è uno degli strumenti più efficaci per forare una noce di cocco ma, in mancanza di esso, puoi sempre usare un cavatappi, un cacciavite o uno spiedo di metallo.
    • In casi estremi, puoi usare un chiodo e un martello. Per ottenere un foro, pianta il chiodo nella noce di cocco e poi schiodalo usando la penna del martello.
    • Pratica il foro in uno dei tre occhi della noce di cocco; sono i punti più sottili del guscio ed i più facili da trapanare.
    • Aiutati posando la noce di cocco su una superficie non sdrucciolevole – come un tagliere o un panno da cucina – per evitare che scivoli via mentre usi il trapano.
  2. 2
    Fai scolare l’acqua dalla noce di cocco. Capovolgi la noce di cocco in modo da far scolare il liquido al suo interno.
    • L’acqua di cocco può essere utilizzata come ingrediente per cucinare o essere servita come bevanda; se non hai scopi particolari, puoi semplicemente scartarla lasciandola defluire nel lavandino.
  3. 3
    Apri la noce di cocco. Metti la noce di cocco in una borsa di plastica o avvolgila ben stretta in un panno da cucina. Colpiscila con un martello o un matterello finché non si spacca in due parti.
    • Per un miglior risultato, metti la noce di cocco su un pavimento in cemento, un marciapiede o una qualsiasi superficie ugualmente dura. Meglio non usare il banco da cucina, dato che potresti danneggiarlo mentre spacchi la noce.
    • Colpisci la noce di cocco con quanta più forza possibile, esattamente nel centro. Alcune noci si aprono facilmente, altre richiedono un maggiore sforzo.
    • Puoi anche aprire la noce battendola contro una pietra appuntita o tagliandola a metà con una sega. Se usi la sega, segui la linea di giunzione che passa in mezzo agli occhi.
  4. 4
    Rimuovi la polpa del cocco. Usa un coltello da burro o da frutta per staccare la polpa dall’interno del guscio [1].
    • Incidi la polpa fino a toccare la scorza della noce. Usa le dita o la punta del coltello per far leva e staccare la polpa a pezzi.
    • Per aiutarti, incidi la polpa in sezioni a “V” o a croce in modo da poterla rimuovere più facilmente.
    • È possibile infilare un cucchiaio o un coltello smussato tra la polpa e il lato interno della noce. Se ci riesci, solleva la polpa facendo leva all’interno della fessura.
  5. 5
    Rimuovi la buccia marrone. Usa un pelaverdure per rimuovere il sottile strato di buccia marrone all’esterno della polpa bianca.
    • Dopo aver staccato del tutto la polpa dal guscio, dovrebbe rimanere della buccia marrone sulla porzione di polpa che era a contatto con la noce. Questa parte deve essere eliminata prima di iniziare a preparare la farina.

Parte 2
Filtrare il Liquido

  1. 1
    Metti la polpa nel frullatore. Se i pezzi sono troppo grandi per entrare nel frullatore, tagliali in porzioni più piccole usando il coltello da burro o da frutta che hai usato in precedenza.
    • Se vuoi, puoi usare il mixer al posto del frullatore. Assicurati però che il mixer sia abbastanza capiente da contenere sia la polpa che l’acqua che andrai ad aggiungere.
  2. 2
    Aggiungi 1 litro d’acqua bollente. Riempi d’acqua un pentolino o un tegame e porta ad ebollizione. Versa l’acqua nel frullatore.
    • L’acqua dovrà coprire completamente la polpa di cocco.
    • A dire il vero, l’acqua non deve essere per forza bollente, ma in questo modo impregnerà più velocemente la polpa rispetto a quella fredda o a temperatura ambiente.
    • Usando l’acqua fredda o a temperatura ambiente, dovrai lasciare il tutto a riposo per due ore prima di proseguire.
  3. 3
    Miscela il composto ad alta velocità. Frulla la polpa insieme all’acqua per 3 – 5 minuti, o finché il composto non appare omogeneo.
    • Il composto non risulterà ben amalgamato come un passato di verdura, ma è importante che non rimangano dei pezzi di cocco troppo spessi o delle zone troppo concentrate. L’acqua ed il cocco dovrebbero essere amalgamati in maniera omogenea.
  4. 4
    Lascia raffreddare il composto. Aspetta 3 – 5 minuti, finché il composto non risulta freddo al tatto.
    • Se non lasci raffreddare il composto, potresti scottarti le dita mentre lo filtri. Questo passaggio diventa superfluo se hai usato dell’acqua fredda o a temperatura ambiente; in questo caso puoi procedere immediatamente al filtraggio.
  5. 5
    Filtra il latte di cocco con un filtro a borsa (di quelli specifici per il latte vegetale). Versa il contenuto del frullatore nel filtro. Raccogli il latte in una terrina posta sotto alla borsa e conserva la polpa per ricavarne la farina.
    • Se non riesci a procurarti questo tipo di filtro, puoi usare una pezza di tessuto abbastanza resistente e rado per colare. Adatta la pezza ad un colino e versa il composto. Come per la borsa, raccogli il latte e conserva la polpa.
    • Per ottenere la farina non avrai più bisogno del latte; puoi anche buttarlo, ma considera che il latte di cocco è ottimo da bere e può essere usato come ingrediente per preparare svariati tipi di piatti.

Parte 3
Disidratare la Polpa di Cocco

  1. 1
    Scalda il forno a una temperatura di 80°C [2]. Nel frattempo, prepara una teglia disponendovi sopra un foglio di carta da forno.
    • Il forno deve essere tenuto a temperatura bassa per disidratare la polpa di cocco senza tostarla o bruciarla. L’unico modo di ottenere un simile risultato è di mantenere il forno ad una temperatura che sia il più bassa possibile.
    • Non usare olio spray. La superficie della teglia deve rimanere asciutta.
    • Non usare la carta stagnola. Il gusto metallico della stagnola potrebbe rovinare quello delicato del cocco.
  2. 2
    Trasferisci la polpa di cocco sulla teglia. Spargi la polpa sulla carta da forno in maniera omogenea.
    • Usa una forchetta per disfare eventuali grumi. Lo strato deve essere il più sottile possibile.
  3. 3
    Lascia cuocere per 45 minuti. Cuoci la polpa finché non risulta completamente asciutta al tatto.
    • Dopo aver estratto la teglia dal forno, lascia raffreddare per 1 o 2 minuti. Con la dovuta cautela tocca la polpa con la mano. Se è perfettamente asciutta, è pronta; se invece la senti umida, dovresti rimetterla nel forno ancora per qualche minuto.
    • Il cocco può bruciare anche a temperatura bassa. Dovrai perciò controllarne attentamente la cottura. Estrai la teglia non appena noti che il cocco si sta tostando o bruciando.

Parte 4
la Macinatura

  1. 1
    Versa la polpa disidratata in un mixer. Raschia via il cocco e versalo in un mixer o in un frullatore.
    • Non aggiungere nient’altro. È fondamentale che il cocco sia perfettamente asciutto nel momento in cui lo versi nel mixer o nel frullatore.
    • Assicurati che il mixer o il frullatore siano completamente asciutti. Se usi lo stesso frullatore che hai usato in precedenza per miscelare il latte di cocco, dovrai asciugare la coppa con un panno prima di aggiungere la polpa disidratata.
  2. 2
    Aziona il frullatore ad alta velocità. Frulla il cocco per 1 o 2 minuti, o finché non ti sembra ben macinato.
    • Di tanto in tanto dovrai rimescolare il cocco con un mestolo ben asciutto, in modo da esporlo all’azione delle lame in maniera uniforme. Ferma il frullatore prima di compiere questa operazione!
  3. 3
    Conserva la farina in un contenitore ermetico [3]. Puoi usare la farina fin da subito ma, se hai intenzione di conservarla per dopo, mettila in un contenitore ermetico e custodiscila in un luogo fresco e asciutto.
    • Se conservata in maniera ottimale, la farina di cocco può durare anche un anno.
    • La farina fresca ha comunque un aroma migliore rispetto a quella più datata.

Consigli

  • Per risparmiare del tempo, usa dei tranci o del cocco in scaglie invece di iniziare la preparazione partendo da una noce intera.

Cose che ti Serviranno

  • Trapano elettrico, cavatappi, cacciavite, spiedo di metallo o chiodo e martello
  • Martello o matterello
  • Panno da cucina
  • Borsa di plastica
  • Coltello da burro o da frutta oppure cucchiaio
  • Pelaverdure
  • Pentolino o tegame
  • Frullatore o mixer
  • Filtro a borsa (per latte vegetale) e colino
  • Terrina
  • Teglia
  • Carta da forno
  • Forno
  • Mestolo
  • Contenitore ermetico

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Cucina

In altre lingue:

English: Make Coconut Flour, Português: Fazer Farinha de Coco, Deutsch: Kokosmehl herstellen, Русский: сделать кокосовую муку, 中文: 制作椰子粉, Español: hacer harina de coco, Français: faire de la farine de noix de coco, Bahasa Indonesia: Membuat Tepung Kelapa

Questa pagina è stata letta 6 863 volte.
Hai trovato utile questo articolo?