Ogni tanto i ragazzini fingono di essere malati, ma la maggior parte di loro non usa tecniche sofisticate. Alcuni si danno malati perché sono stanchi a causa dei compiti, altri perché sono vittime di bullismo, altri ancora perché hanno semplicemente bisogno di riposare. Smascherare un ragazzino che afferma di stare male non è una scienza esatta, ma, se sospetti che finga, in questo articolo troverai dei suggerimenti per confermarlo.

Parte 1 di 4:
Considerare i Sintomi

  1. 1
    Chiedigli quali sintomi accusa. I ragazzini che descrivono sintomi piuttosto vaghi che passano da una parte all'altra del corpo senza senso, spesso fingono [1].
    • Invece, se i sintomi sono tangibili e coerenti, come naso che cola e mal di gola o mal di stomaco e diarrea, non dovresti sospettare.
  2. 2
    Controlla la temperatura. Dopo aver dato il termometro a tuo figlio, non andare via. Molti ragazzini riescono a fingere di avere la febbre facendo scorrere dell'acqua calda sul termometro o avvicinandolo a una lampadina accesa.
  3. 3
    In caso di vomito, fidati del tuo udito e del tuo olfatto. Se tuo figlio ti dice di aver vomitato, devi averne le prove concrete.
  4. 4
    Osserva se ha la pelle umidiccia e sembra pallido. Il sudore viene causato da diversi fattori, fra cui reazioni allergiche, dolore intenso, ansia, disidratazione e polmonite [2].
  5. 5
    Chiedigli se puoi toccargli la pancia. A volte i bambini si lamentano del mal di stomaco. Se non ti permette di toccargli la pancia e si rifiuta di mangiare o bere, è possibile che accusi dolori addominali [3].
    • I dolori addominali possono essere causati da stitichezza, infezioni virali e in alcuni casi disturbi più gravi. Se persistono, rivolgiti al medico.
  6. 6
    Osserva gli occhi. Se sono rossi o lacrimano, chiedigli se avverte fastidi. Potrebbe trattarsi di una semplice allergia, ma la presenza di croste può essere sintomo di congiuntivite.
    • Se tuo figlio ha la congiuntivite, portalo dal medico. Questa infezione virale può essere molto contagiosa [4].
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Osservare i Livelli di Energia

  1. 1
    Suggeriscigli di andare dal medico o di prendere dei medicinali. Persino i bambini che detestano medici e farmaci accettano di fare tutto quello che devono pur di stare meglio. Se tuo figlio si rifiuta, probabilmente non ne ha bisogno.
  2. 2
    Osserva se sembra felice di rimanere a casa. Se ha cambiato espressione in un istante, forse vuole prendersi un giorno libero e passarlo davanti alla televisione.
    • Fai attenzione per vedere se parla di compiti. Se emette gridolini di gioia al solo pensiero di avere una giornata libera, è possibile che stia cercando di evitare qualcosa.
  3. 3
    Limita le sue attività. Non incentivarlo a stare a casa. Se capisce che ammalarsi significa essere coccolato e stare tutto il giorno davanti alla televisione, dimenticherà la scuola in un istante [5].
    • I giorni di malattia vanno dedicati al riposo e al recupero. Puoi sicuramente permettergli di guardare la televisione. Tuttavia, se tuo figlio è estremamente attento quando la guarda, anziché sdraiarsi sul divano con gli occhi semichiusi, è possibile che ci sia qualcosa sotto.
  4. 4
    Osserva se si rimette in forze nel corso della giornata. Gli hai detto che può rimanere a casa, solo che dopo aver dormito per altri 20 minuti si mette a giocare con i Lego e a correre. Ti avrà anche preso in giro una volta, ma può stare pur certo che non succederà di nuovo.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Indagare sulla Scuola

  1. 1
    Chiedi a tuo figlio che cosa ha in programma a scuola. Osserva se "casualmente" si ammala proprio il giorno in cui ha un'interrogazione. Se non ha studiato abbastanza, forse sta cercando di prendersi un altro giorno per rimediare.
    • Se è piuttosto nervoso a causa di un'interrogazione o un compito in classe, potrebbe sentirsi effettivamente male. Aiutalo a capire il motivo per cui è teso e considera delle soluzioni insieme a lui.
    • I ragazzini non hanno la giusta autoconsapevolezza per dire: "Oggi mi sento ansioso" [6]. Spiegagli che è normale avere paura e vedi se riesci ad aiutarlo a superarla [7].
  2. 2
    Considera se tuo figlio va d'accordo con gli insegnanti. Infatti, alcuni bambini hanno problemi da questo punto di vista. Se finge di essere malato per evitarli, ciò potrebbe ripetersi.
    • In questo caso, devi parlare direttamente con gli insegnanti per risolvere il problema.
    • Scopri se altri studenti hanno difficoltà con certi insegnanti. Se così non fosse, è possibile che questi problemi abbiano a che vedere con lo stile di apprendimento o la personalità di tuo figlio.
  3. 3
    Cerca di capire se tuo figlio è vittima di bullismo. Circa il 30% degli studenti di età compresa fra gli 11 e i 15 anni ha questo problema. Comprensibilmente, quelli che ne soffrono potrebbero decidere di fingersi malati per evitare di essere presi in giro [8].
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Decidere se Farlo Restare a Casa

  1. 1
    Considera se c'è un determinato schema che si ripete. Se ti accorgi che ogni martedì e giovedì (proprio i giorni in cui ha educazione fisica) tuo figlio accusa un vago crampo alle gambe, puoi mandarlo a scuola senza farti troppi problemi.
    • Se non riesci proprio a capire se sta fingendo e non hai notato schemi che si ripetono, fidati del tuo istinto.
    • Se tuo figlio è veramente malato, la scuola stessa lo manderà a casa.
  2. 2
    Se ha sintomi visibili, fallo restare a casa. Se ha la febbre a 38 °C, vomito, diarrea, dolori persistenti o una brutta tosse grassa, non dovresti mandarlo a scuola [9].
    • Prendere questa decisione non riguarda solo la salute di tuo figlio, ma anche quella di insegnanti e compagni di classe.
  3. 3
    Ricorda che ogni tanto tutti hanno bisogno di una pausa. È difficile credere che un ragazzino possa stressarsi, ma anche ai più giovani succede. A volte il weekend non basta a recuperare, specialmente se ha molti impegni.
    • I sintomi inspiegabili potrebbero essere indicativi di altro. L'ansia, la depressione o altri disturbi a volte possono manifestarsi in maniera somatica [10].
    Pubblicità

Consigli

  • Se ti accorgi che tuo figlio si dà malato solo nei giorni infrasettimanali, mentre nel weekend sta sempre bene, fai particolare attenzione quando afferma di stare male [11].

Pubblicità

Avvertenze

  • D'altro canto, a volte i bambini non ammettono di essere malati e lo tengono nascosto per paura di perdersi un evento importante.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Affrontare i Capricci di Tuo Figlio

Come

Essere un Buon Padre

Come

Affrontare la Crescita dei Propri Figli

Come

Affrontare l'Ansia da Separazione di Tuo Figlio

Come

Prepararti al Primo Giorno di Scuola

Come

Studiare

Come

Calcolare il Voto di un Test

Come

Fare lo Zaino per la Scuola (per Ragazze Teenager)

Come

Finire Velocemente i Compiti

Come

Convertire un Voto da Percentuale a GPA in Scala 4,0

Come

Fare Amicizia in una Nuova Scuola

Come

Andare Bene a Scuola

Come

Sopravvivere alle Medie

Come

Prepararsi per la Scuola (Ragazze)
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Lo Staff di wikiHow
Co-redatto da
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Il Content Management Team di wikiHow controlla con cura il lavoro dello staff di redattori per assicurarsi che ogni articolo incontri i nostri standard di qualità. Questo articolo è stato visualizzato 13 744 volte
Categorie: Cose di Scuola
Questa pagina è stata letta 13 744 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità