Come Riconoscere e Prevenire un'Infezione da Ossiuri

Scritto in collaborazione con: Victor Catania, MD

In questo Articolo:Esaminare il Ciclo di Vita dell'InfestazionePrevenire le Infezioni da Ossiuri9 Riferimenti

Gli ossiuri (conosciuti anche come nematodi) vivono nell'intestino umano. Si tratta di parassiti piccoli, bianchi e rotondi che assomigliano a dei piccoli fili di cotone bianco. Sono presenti in tutto il mondo e tendono a infestare soprattutto i bambini; sebbene non siano pericolosi, sono comunque fastidiosi e possono provocare una serie di spiacevoli sintomi.

Parte 1
Esaminare il Ciclo di Vita dell'Infestazione

  1. 1
    Documentati sulle modalità di diffusione degli ossiuri. Possono colpire indifferentemente i giovani e gli adulti e si trasmettono per via oro-fecale. Si diffondono tra le persone attraverso l'ingestione delle uova che hanno contaminato le dita, il letto, i vestiti e altri oggetti.[1] Ad esempio, un bambino infestato prova prurito al sedere e, grattandosi, trattiene delle uova sulle dita o sotto le unghie. In questo modo le può diffondere sugli oggetti o sulle altre persone oppure infestare se stesso un'altra volta.
  2. 2
    Valuta il rischio. Come puoi immaginare, maggiore è il tempo trascorso con persone che hanno una scarsa (o nessuna) conoscenza delle norme igieniche e più elevato è il rischio di infestazione.[2]
    • Alto rischio: i bambini in età scolare o prescolare, le persone che vivono in istituti (ospizi, prigioni, case di cura e via dicendo), i familiari, i coinquilini e coloro che si occupano dei primi due gruppi. I bambini toccano qualunque cosa e in genere senza preoccuparsi di lavarsi. Mettono spesso le mani o le dita in bocca, toccano i giocattoli, i tavoli e altri oggetti strofinando le mani sui vestiti. La stessa cosa avviene nei centri residenziali. Entrambi questi gruppi di persone diventano una sorta di piastra di Petri dove gli ossiuri possono proliferare.
    • Rischio moderato: come puoi ben comprendere analizzando le persone che sono ad alto rischio, coloro che entrano in contatto con alcuni o tutti gli individui che appartengono a questa categoria sono classificati come "a rischio moderato" di infestazione. Non c'è molto da fare oltre a seguire tutte le norme standard di igiene. Dato che non puoi evitare le persone solo perché sono colpite dagli ossiuri, tutto ciò che puoi fare è di proteggerti meglio che puoi.
    • Basso rischio: in questa categoria rientrano sostanzialmente tutte le altre persone. Gli adulti che hanno pochissimi o nessun contatto con le persone ad alto o moderato rischio o che interagiscono in maniera limitata con quelli a rischio moderato hanno poche probabilità di infestarsi.
  3. 3
    Impara a conoscere il ciclo di vita di questi nematodi. Una volta ingerite le uova degli ossiuri, bisogna aspettare un periodo di incubazione di 1-2 mesi o più prima che le femmine adulte gravide maturino nell'intestino tenue.[3]
    • Una volta raggiunta la maturità, le femmine si spostano nel colon e depositano le uova attorno all'ano durante la notte, quando il loro ospite dorme. In questa fase usano una specie di "colla" che permette alle uova di aderire ai tessuti umani ed è questa sostanza che scatena la sensazione di prurito.
    • Quindi si spiega perché il prurito in genere è maggiore durante la notte: quando i vermi si spostano nell'area attorno al retto per depositare le uova.
  4. 4
    Impara come si diffondono. Grattando i punti pruriginosi puoi contaminare le dita con le uova minuscole. Da qui, le uova entrano nell'organismo attraverso la bocca o le altre mucose.[4]
    • Questo passaggio mano-bocca può anche avvenire in maniera indiretta. Le uova possono prima passare su varie superfici, come una camicia o la scrivania, dove possono vivere per due o tre settimane per poi entrare in contatto con le mani di qualcun altro che, senza lavarle, può metterle in bocca.
  5. 5
    Presta attenzione agli altri segni di infestazione. Oltre a una notevole sensazione irritante nell'area del retto, alcune persone possono essere infestate dagli ossiuri senza presentare altri sintomi. Quando però "sono" presenti, i sintomi possono essere:[5]
    • Irrequietezza, disturbi del sonno, soprattutto se in precedenza non sono mai stati un problema;
    • Enuresi infantile;
    • Irritabilità (ad esempio episodi di bruxismo);
    • Perdite vaginali nelle donne;
    • Infezioni cutanee di origine batterica.
  6. 6
    Cerca la presenza dei vermi. Se mostri qualcuno di questi sintomi, puoi controllare a occhio nudo la presenza dei vermi nei seguenti modi:[6]
    • Puoi vederli nell'area anale (del retto), soprattutto due o tre ore dopo che la persona infetta si è addormentata. Usa una torcia per vedere meglio.
    • Puoi anche osservarli nella tazza del bagno dopo aver defecato. Controlla se si dimenano nelle feci. I vermi sono molto piccoli, lunghi circa così: ___. Sembrano dei piccoli pezzi di filo bianco.
    • Puoi anche notarli nella biancheria intima dei bambini al mattino.
  7. 7
    Prendi un campione dalla zona infetta. Se sospetti un'infestazione da ossiuri, il medico potrebbe chiederti di mettere un pezzo di nastro adesivo trasparente sul retto. In questo modo, se ci sono delle uova, si attaccheranno al nastro. Il medico lo analizzerà al microscopio per valutarne la presenza.[7]
    • Il dottore potrebbe anche prelevare alcuni campioni da sotto le unghie della persona infestata ed esaminarli alla ricerca di uova.
    • Puoi anche usare una spatolina specifica. Questo strumento raccoglie letteralmente ogni elemento presente nell'area anale e viene inserito in un tubetto di plastica per essere esaminato.

Parte 2
Prevenire le Infezioni da Ossiuri

  1. 1
    Pratica e insegna le tecniche corrette per lavare le mani. Questo è il modo migliore per evitare un'infestazione di nematodi. Le mani sono la parte del corpo che può diffondere più facilmente le uova dei vermi, quindi assicurando la loro igiene puoi evitare questo rischio. Fai in modo che tu e gli altri membri della famiglia vi laviate le mani prima di mangiare o di maneggiare il cibo, dopo essere stati in bagno e dopo aver cambiato i pannolini.
    • Usa acqua calda e sapone neutro e strofina vigorosamente le mani per circa 30 secondi. Canta mentalmente due volte la canzone "Tanti auguri" o la canzone dell'ABC.
    • Lava le mani prima, durante e dopo essere entrato in contatto con amici/parenti o colleghi che vivono negli istituti (case di cura, ospizi, eccetera).
    • Tieni le mani lontane dalla bocca ogni volta che ti rechi in questi luoghi o nelle scuole.
    • Assicurati di lavare le mani dopo aver assistito dei bambini che sono stati trattati contro i vermi.[8]
  2. 2
    Tieni le unghie pulite e tagliale regolarmente. Evita di mangiarle. Ricorda che questo è il nascondiglio preferito delle uova di ossiuri. Se sei entrato in contatto con i nematodi o ti sei grattato una zona pruriginosa dove si sono nascosti (per esempio i vestiti o la pelle esposta), questi andranno sotto le unghie.
    • Fai attenzione però a non tagliare le unghie troppo corte, perché potresti causare altri problemi di salute per te o per le dita della persona di cui ti stai prendendo cura.
    • Pulisci sempre con grande scrupolo anche la zona sotto le unghie quando lavi le mani, fai il bagno o la doccia. Dovrebbe essere una normale procedura di igiene per mantenere pulita l'area.
  3. 3
    Non grattare la pelle della zona anale. Fai in modo che i bambini indossino il pigiama, la biancheria intima e dei guanti ben aderenti. In questo modo hanno maggiore difficoltà a grattarsi la notte e raccogliere i vermi sulle dita.
    • Ogni membro della famiglia dovrebbe fare il bagno o la doccia ogni mattina e cambiare la biancheria intima ogni giorno (sarebbe più indicata la doccia, per evitare di contaminare l'acqua nella vasca). Durante il trattamento di disinfestazione si dovrebbe fare la doccia ogni sera e mattina, per eliminare le uova deposte durante la notte.
  4. 4
    Evita di mangiare quando sei a letto. In questo modo aumenteresti il rischio di entrare in contatto con le uova.
  5. 5
    Fai un ciclo di lavaggio in acqua molto calda e imposta l'asciugatrice ad alta temperatura per la biancheria da letto, gli asciugamani e gli indumenti che temi o sai per certo che sono entrati in contatto con qualche elemento infestato. In realtà, per evitare qualunque dubbio, dovresti lavare ogni cosa in acqua calda. Presta solo attenzione a non mescolare i calzini rossi con il bucato bianco.
    • Fai molta attenzione quando maneggi le lenzuola, i vestiti e gli asciugamani di una persona infetta (o che sospetti possa esserla). Non scuotere i tessuti e lava gli elementi infestati (biancheria intima, lenzuola, pigiami e asciugamani) separatamente dagli altri indumenti.
  6. 6
    Mantieni le stanze ben illuminate. Tieni le tende e i tendaggi aperti durante tutto il giorno, perché le uova di ossiuri sono sensibili alla luce del sole.[9]

Consigli

  • Un'infezione da ossiuri non significa mancanza di pulizia. Si può evitare semplicemente mettendo in atto delle semplici misure di igiene, ma non indica che la famiglia o il soggetto siano poco puliti.
  • La cura prevede due dosi di un farmaco da banco o prescritto dal medico e la seconda dose deve essere presa due settimane dopo la prima.
  • Negli asili nido e nelle scuole dove c'è una grave infestazione, tutti i soggetti malati devono essere trattati nello stesso periodo e si dovrà ripetere la cura due settimane dopo.
  • Indossa sempre biancheria intima pulita e lavala spesso.
  • Raramente si trovano le uova nei campioni di feci o urina.
  • Tieni presente che una nuova infestazione può avvenire facilmente. Se uno o più membri della famiglia sono contagiati, devono sottoporsi al trattamento tutte le persone che vivono nella stessa casa.
  • Se si verificano diverse nuove infestazioni dopo il trattamento, è necessario prendere dei provvedimenti per individuare l'origine del problema. Devi considerare anche i compagni di scuola o di gioco dei bambini, coloro che se ne prendono cura e gli altri membri della famiglia, perché tutti potrebbero essere l'origine dell'infestazione.
  • Consulta sempre il medico prima di gestire un caso di sospetta infezione da ossiuri.
  • Usa un prodotto disinfettante o delle salviette antibatteriche anziché una spugna per pulire i sanitari, i lavandini e le altre superfici del bagno.
  • I luoghi dove le uova possono diffondersi più facilmente sono:
    • Biancheria da letto, asciugamani, biancheria intima e pigiami;
    • Servizi igienici e sanitari del bagno;
    • Cibi, bicchieri, posate e bancone della cucina;
    • Giocattoli e sabbionaie;
    • Banchi e tavoli per il pranzo nelle scuole.

Avvertenze

  • Le infezioni da ossiuri in genere colpiscono più di una persona negli ambienti domestici e nei centri residenziali.
  • Nei centri di assistenza pediatrica i casi di infestazioni spesso sono più di uno.
  • Solo perché rientri in una determinata categoria di rischio non significa necessariamente che ti infesterai.

Cose che ti Serviranno

  • Torcia
  • Nastro adesivo
  • Medicinale prescritto dal medico
  • Acqua e sapone
  • Acqua calda per il bucato

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Victor Catania, MD. Il Dottor Catania è un Medico di Medicina Generale Iscritto all'Albo in Pennsylvania. Si è laureato in Medicina alla Medical University of the Americas nel 2012.

Categorie: Salute

In altre lingue:

English: Recognize and Prevent a Pinworm Infection, Español: reconocer y prevenir una infección de oxiuros, Português: Reconhecer e Prevenir uma Infecção por Parasitas, Deutsch: Vorbeugung und Erkennung einer Madenwurminfektion, Русский: распознать энтеробиоз и предотвратить заражение острицами, Français: reconnaitre et prévenir une infestation par les oxyures, Tiếng Việt: Nhận biết và Ngăn ngừa Nhiễm Giun kim, Bahasa Indonesia: Mengenali dan Mencegah Infeksi Cacing Kremi, ไทย: สังเกตและป้องกันโรคพยาธิเข็มหมุด, Nederlands: Een infectie met aarsmaden herkennen en voorkomen, العربية: التعرف ومنع الإصابة بالديدان الدبوسية, 한국어: 요충 감염을 인지하고 예방하는 방법

Questa pagina è stata letta 50 007 volte.
Hai trovato utile questo articolo?