Scarica PDF Scarica PDF

I pidocchi pubici (o “piattole”) si trasmettono attraverso il contatto fisico diretto, e spesso per via sessuale. Si tratta di insetti parassiti, chiamati “Pthirus pubis”, che attaccano soprattutto i peli pubici, anche se a volte possono colpire anche altre zone del corpo, ad esempio i peli di gambe, barba e ascelle. Oltre al contagio per via sessuale, questi fastidiosi parassiti sono trasmissibili attraverso la condivisione di asciugamani o lenzuola usati da persone affette[1] . Fortunatamente però, questi fastidiosi ospiti indesiderati sono facilmente riconoscibili e curabili.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Riconoscere i Sintomi

  1. 1
    Fai attenzione al prurito, soprattutto la notte. Questo è il sintomo più comune, che di solito si manifesta 5 giorni dopo l’esposizione al parassita e si concentra sulla zona genitale e anale.[2] Il prurito tende a peggiorare la notte, quando i pidocchi diventano più attivi e si nutrono più spesso.
    • Cerca di non grattarti, perché se i parassiti penetrano sotto le unghie o sulle mani è più probabile che l’infezione si diffonda. Anche se non sei sicuro che si tratti effettivamente di pidocchi pubici, per sicurezza evita di grattarti.
  2. 2
    Controlla la comparsa di macchie blu scure sulla zona affetta. Quando i parassiti iniziano a mordere la superficie della pelle, il tuo sangue viene risucchiato e di conseguenza appariranno diverse macchie, in base al numero di pidocchi presenti.
    • Le macchie saranno più visibili se i pidocchi sono presenti da tanto tempo. Se non trattata, la zona colpita sarà completamente ricoperta da macchie scure in corrispondenza dei morsi.
  3. 3
    Controlla la presenza di puntini bianchi. I pidocchi si attaccano al pelo con i loro artigli per non cadere. Se osservi con attenzione, noterai delle uova attaccate ai peli e i parassiti che si muovono.
    • Controlla anche altre zone del corpo, come sopracciglia e ciglia.
  4. 4
    Controlla se le lendini sono attaccate ai peli. Le lendini sono le uova dei pidocchi. Esse assomigliano a delle piccole uova bianche di forma ovale. Di solito si trovano sulla radice o sulla base del pelo.
    • È importante rimuovere le lendini tanto quanto i pidocchi. Dopo avere eliminato i pidocchi adulti, fai attenzione a rimuovere anche le loro uova per prevenire l’insorgenza di infezioni future.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Riconoscere le Caratteristiche dei Pidocchi Pubici

  1. 1
    Prendi una lente d’ingrandimento. I pidocchi pubici assomigliano molto ai dei granchi – hanno cioè gli artigli caratteristici dei granchi marini. Tuttavia, date le loro piccole dimensioni, essi non sono facili da vedere. Con l’aiuto di una lente d’ingrandimento dovresti riuscire a vedere dei piccoli artigli.
    • La misura standard di un pidocchio del pube è di 1-2 mm di diametro. Sono insetti molto piccoli, difficili da vedere a occhio nudo.
    • Il tuo dermatologo potrebbe usare una lente d’ingrandimento per la diagnosi.
  2. 2
    Cerca pidocchi pubici dal colore bianco-grigio o marrone scuro. I pidocchi che non hanno ancora succhiato sangue sono bianco-grigi – dopo essersi nutriti, diventano marrone scuro o color ruggine a causa della presenza di sangue nel loro corpo.
    • I pidocchi pubici si nutrono ogni 45 minuti. Se osserverai con attenzione, noterai un cambiamento di colore durante questo intervallo di tempo.
  3. 3
    Sappi che i pidocchi possono sopravvivere fino a due giorni, se non attaccati al tuo corpo. in generale, questi parassiti possono sopravvivere fino a 30 giorni; tuttavia, senza fonti di nutrimento, possono sopravvivere solo per due. Questo significa che, anche se sei riuscito a eliminarli con successo dal tuo corpo, non significa che la tua casa non sia infestata.
    • I pidocchi amano le zone calde. Se la temperatura si abbassa (cioè quando sono rimossi dal corpo), essi cercheranno zone calde, come ad esempio le lenzuola del letto o i divani.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Capire la Tua Condizione

  1. 1
    Tratta la zona con shampoo o lozioni specifici. Nel momento in cui scopri di essere affetto da pidocchi pubici, vai subito in farmacia e compra un prodotto per eliminarli. Se seguirai correttamente le istruzioni riportate sulla confezione, i pidocchi spariranno in un batter d’occhio, anche se può essere necessario ripetere l’applicazione del prodotto diverse volte.
    • Dopo avere trattato il tuo corpo, prenditi cura della tua casa. Lava lenzuola, asciugamani, cuscini, ecc. per uccidere i pidocchi sopravvissuti sui tessuti e per prevenire infestazioni future. Se vivi con altre persone, chiedi anche a loro di lavare gli oggetti appena elencati, perché i pidocchi pubici si possono contagiare anche senza contatto fisico.
  2. 2
    Sappi che devi eliminare i pidocchi pubici e le loro uova. Esistono due forme di pidocchi che possono essere presenti nel tuo corpo:
    • Pidocchi vivi (che vedi camminare nella zona infetta).
    • Uova di pidocchi (conosciute anche come “lendini”).
    • Entrambe le forme indicano la presenza di un’infestazione che va assolutamente trattata; infatti, anche un singolo uovo può moltiplicarsi in centinaia di pidocchi.
  3. 3
    Comprendi le complicazioni se non tratti il problema. In generale, i pidocchi pubici non sono pericolosi per gli esseri umani; tuttavia, in soggetti con sistema immunitario compromesso, o affetti da altre malattie croniche, possono presentarsi altre complicazioni. È anche per questa ragione (oltre che per motivi estetici) che occorre iniziare il trattamento il più presto possibile.
    • Se l’infestazione non è trattata per lunghi periodi di tempo, la pelle delle zone affette potrebbe presentare delle chiazze provocate dai morsi costanti dei parassiti.
  4. 4
    Fai attenzione alle infezioni. Se nella zona dei genitali sono presenti delle ferite, la pelle potrebbe infettarsi provocando infezioni in tutto il corpo attraverso la circolazione sanguigna. Questo tipo di condizione si chiama “infezione secondaria”.
    • Pidocchi pubici nelle ciglia o sopracciglia aumentano il rischio di irritazione agli occhi, causando, in alcuni casi, congiuntiviti e altre infezioni secondarie.
  5. 5
    Tratta altre zone, come le sopracciglia, con un medicinale prescritto dal medico. Data la sensibilità di queste zone, il tuo medico o l'oculista ti prescriverà del petrolato oftalmologico da applicare sui margini delle ciglia 2-5 volte al giorno per 7-10 giorni. I pidocchi saranno uccisi.
    • Inoltre, puoi anche usare delle pinzette per rimuovere pidocchi visibili da ciglia e sopracciglia. La vaselina è sconsigliata in queste zone perché irrita gli occhi.
    Pubblicità

wikiHow Correlati

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 24 656 volte
Categorie: Igiene Personale
Questa pagina è stata letta 24 656 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità