Gli indicatori dei disturbi dello spettro autistico (DSA) sono già visibili nei bambini di età inferiore a un anno. Talvolta, questi segni sono difficili da distinguere e un genitore potrebbe confonderli con problemi uditivi. In effetti, determinati soggetti infantili potrebbero anche presentare una perdita dell'udito o essere semplicemente "late bloomers", delicatissima espressione usata dai pediatri statunitensi per definire i bambini che hanno difficoltà linguistiche, ma con un normale sviluppo intellettivo e socio-affettivo. Se tuo figlio mostra alcuni sintomi tipici dell'autismo, il primo passo da fare è rivolgersi al pediatra,[1] il quale valuterà il bambino e seguirà i suoi progressi a ogni controllo. È possibile effettuare lo screening per diagnosticare ufficialmente l'autismo quando il bambino ha 18 mesi di età. Tuttavia, sarebbe necessario studiare i ritardi generali nello sviluppo fin dai 9 mesi. La diagnosi precoce è uno strumento importante per la crescita del bambino.[2]

Metodo 1 di 2:
Riconoscere i Segni dell'Autismo nei Neonati

  1. 1
    Nota le espressioni del volto di tuo figlio. Normalmente, dai 7 mesi di età i bambini esprimono gioia e sorridono quando sono felici.[3][4]
    • Spesso, il primo sorriso di un bambino può avvenire anche prima dei 3 mesi.
    • Se un bambino non segue gli oggetti con gli occhi da quando ha 3 mesi, questo atteggiamento potrebbe essere un indicatore precoce di autismo.
    • Osserva le altre espressioni facciali.
    • Dai 9 mesi di età, i bambini comunicano con gli altri tramite alcune espressioni quali smorfie, broncio e sorrisi per comunicare il loro stato d'animo.
  2. 2
    Nota se inizia a farfugliare. I bambini neurotipici farfugliano intorno ai 7 mesi.[5][6]
    • I suoni che emettono potrebbero non avere alcun senso.
    • È normale che i bambini emettano suoni ripetitivi, ma i bambini autistici lo fanno con modi e ritmi diversi.
    • A 7 mesi di età, i bambini non autistici sono in grado di ridere e strillare.
  3. 3
    Considera quando il bambino comincia a parlare. Alcuni bambini autistici presentano un ritardo nell'eloquio o non imparano mai a parlare del tutto. Circa il 15-20% delle persone autistiche non parlano,[7] anche se questo aspetto non comporta una totale mancanza di comunicazione.
    • Da un anno di vita, i bambini non autistici sono in grado di pronunciare singole parole, come "mamma" e "papà".
    • Dai 2 anni, la maggior parte dei bambini sono in grado di unire insieme le parole. Solitamente un bambino di 2 anni dovrebbe avere un vocabolario composto da più di 15 parole.
  4. 4
    Controlla le reazioni del bambino alle parole e al gioco. Un bambino autistico potrebbe non rispondere al proprio nome o evitare di giocare con gli altri.[8][9]
    • Dai 7 mesi, un bambino reagisce a semplici giochi, come cucù.
    • Un bambino non autistico risponde al suo nome dai 24 mesi in poi.
    • Dai 18 mesi, normalmente un bambino inizia a "fingere" quando gioca: ad esempio, fa finta di nutrire un bambolotto. I bambini autistici tendono a non giocare in questo modo e possono apparire privi di immaginazione agli occhi di chi li osserva.
    • Dai due anni, i bambini non autistici imitano le parole e le azioni degli adulti.
    • Presta attenzione alla regressione linguistica. Alcuni bambini seguono il percorso delle le tappe evolutive per poi perdere le capacità acquisite in età più avanzata.
  5. 5
    Esamina i movimenti di tuo figlio. In genere, i bambini indicano gli oggetti dai 7 mesi di età. Metti un giocattolo fuori dalla portata di tuo figlio per vedere se lo indica.[10][11]
    • I bambini di appena 7 mesi cercano di attirare l'attenzione degli altri muovendosi. I bambini autistici possono essere meno attivi.
    • Dai 6 mesi di età, girano la testa in direzione dei i suoni che odono. Se tuo figlio non si comporta in questo modo, potrebbe avere un problema di udito o presentare un primo sintomo autistico.
    • Intorno ai 12 mesi, molti bambini iniziano a muovere la mano per salutare e a indicare gli oggetti che desiderano.
    • Se tuo figlio non inizia a camminare o gattonare dai 12 mesi, potrebbe trattarsi di una disabilità dello sviluppo piuttosto grave.
    • Dal primo anno età, la maggior parte dei bambini comincia a utilizzare i gesti, come scuotere la testa per dire "no".
    • Se intorno ai 2 anni tuo figlio non riesce a camminare, dovresti assolutamente sottoporlo all'esame del medico il quale diagnosticherà se soffre di autismo o altre disabilità.
  6. 6
    Cerca i segnali dell'autostimolazione. L'autostimolazione serve a vari scopi, tra cui calmarsi ed esprimere le emozioni. Se tuo figlio fa dei cenni con le mani, si dondola col corpo o gira in cerchio continuamente, tutto questo costituisce un probabile segnale di autismo.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Individuare i Segni dell'Autismo nei Bambini Più Grandi

  1. 1
    Osserva come tuo figlio interagisce con gli altri. I bambini autistici non sono capaci di stringere amicizie con i loro coetanei. Magari sentono il desiderio di avere amici, ma non sanno come fare, oppure non sono affatto interessati.[12]
    • A volte hanno difficoltà a comprendere e reagire di fronte a quello che gli altri provano emotivamente.
    • Può capitare che i bambini autistici non vogliano unirsi alle attività di gruppo, perché è difficile o perché non sono interessati.
    • I bambini autistici possono ignorare il concetto di spazio personale: alcuni possono opporre resistenza al contatto fisico o non comprendere i confini che delimitano gli spazi personali.
    • Un altro sintomo dell'autismo si verifica quando non vi è reazione di fronte a gesti o parole di conforto da parte di un'altra persona durante un momento di difficoltà.
  2. 2
    Nota la comunicazione non verbale di tuo figlio. I bambini autistici possono sentirsi a disagio quando avviene un contatto visivo.[13]
    • Possono mostrare un volto inespressivo o avere manifestazioni esagerate.
    • I bambini autistici non riescono a comprendere né sanno reagire ai segnali non verbali delle altre persone.
    • Le persone autistiche non possono utilizzare i gesti e hanno difficoltà a interpretare quando gli altri li usano.
    • Spesso i bambini autistici non indicano gli oggetti né reagiscono quando gli altri puntano col dito in direzione di qualcosa.
  3. 3
    Presta attenzione alla comunicazione verbale di tuo figlio. I bambini che presentano deficit linguistici o ritardi nello sviluppo del linguaggio possono essere autistici.[14]
    • I bambini autistici che si esprimono verbalmente hanno una voce spenta o monocorde.
    • Alcuni bambini autistici tendono all'ecolalia, ovvero a ripetere meccanicamente le parole e le frasi degli altri, per comunicare e concentrarsi.
    • Invertire i pronomi (usando "tu" invece di "io") è un altro tratto comune nei bambini che soffrono di disturbi dello spettro autistico.
    • Molte persone autistiche non capiscono le battute, il sarcasmo o gli scherzi.
    • Alcune persone autistiche possono sviluppare in ritardo le facoltà linguistiche o non completamente. Queste persone possono vivere una vita felice in maniera adeguata, usando sistemi alternativi per comunicare, come la dattilografia, il linguaggio dei segni o lo scambio per immagini. Un intervento precoce può aiutare un bambino autistico a imparare l'uso di questi strumenti.
  4. 4
    Riconosci se tuo figlio ha interessi particolari. La passione per qualcosa in particolare, come i giochi al computer o le targhe delle automobili, può indicare autismo.[15] Le persone autistiche sono affascinate da determinati aspetti, studiandoli con passione e condividendo le informazioni che hanno raccolto (con entusiasmo o senza) con chiunque mostri voglia di ascoltare.
    • Spesso le persone affette da autismo sono conquistate da fatti e numeri che memorizzano e catalogano in un certo modo.
  5. 5
    Considera se gli interessi di tuo figlio sono "adatti alla sua età". Lo sviluppo emotivo delle persone autistiche differisce da quello dei loro coetanei neurotipici, e questo può portarle ad appassionarsi a cose diverse.[16]
    • Non stupirti se un ragazzo di 12 anni legge testi di letteratura classica per divertimento e guarda cartoni animati per i bambini. In alcuni aspetti potrebbe restare "indietro", mentre in altri essere "superiore".
  6. 6
    Guarda come gioca. I bambini autistici tendono a giocare in modo diverso rispetto a quelli neurotipici,[17] concentrandosi di più sulla schematizzazione che non sul gioco immaginario. Potrebbero mostrare un'attitudine insolita per i giochi di costruzione.
    • I bambini autistici possono fissarsi su una certa parte del giocattolo, ad esempio le ruote.
    • Mettere in fila giocattoli di diversi modelli è un segno tipico dell'autismo.
    • Tuttavia, l'attitudine a ordinare gli oggetti non è necessariamente indice di una mancanza di immaginazione. I bambini autistici possono avere un mondo interiore piuttosto intenso, non facilmente individuabile dagli adulti.[18]
  7. 7
    Presta attenzione a come il bambino reagisce agli stimoli sensoriali. Molti bambini autistici presentano un disturbo di elaborazione sensoriale, una condizione in cui i sensi possono essere affetti da ipersensibilità o iposensibilità.[19]
    • I bambini con disturbi di elaborazione sensoriale possono sentirsi facilmente oppressi quando vengono iperstimolati.
    • Nota se il bambino si nasconde quando sente rumori forti (ad esempio, l'aspirapolvere), vuole andarsene presto quando si trova tra la gente, ha problemi di concentrazione quando vi sono distrazioni, è costantemente attivo o si arrabbia in ambienti rumorosi o affollati.
    • Alcuni bambini autistici reagiscono in modo strano agli odori forti, ai colori vivaci, alle consistenze insolite dei tessuti e a rumori particolari.
    • Alcuni bambini con disturbi di elaborazione sensoriale hanno spesso crolli nervosi o reagiscono male quando vengono iperstimolati. Altri possono allontanarsi.
  8. 8
    Stai attento ai crolli nervosi. In apparenza sono simili ai capricci, ma non nascono di proposito e non è possibile controllarli una volta iniziati.[20] Si verificano quando esplode una carica di stress represso. A volte vengono scatenati da un sovraccarico sensoriale.
  9. 9
    Esamina le abitudini di tuo figlio. Molti bambini autistici hanno bisogno di seguire una routine per sentirsi al sicuro e si angosciano notevolmente se questo schema viene interrotto. Ad esempio, tua figlia potrebbe insistere per sedersi sulla stessa sedia ogni sera quando bisogna cenare oppure ostinarsi a mangiare quello che ha nel piatto seguendo un ordine particolare.
    • Molte persone autistiche seguono una particolare routine o rituali specifici quando giocano o svolgono determinati compiti. I bambini affetti da autismo possono turbarsi eccessivamente se avvengono dei cambiamenti nei loro schemi abitudinari.
  10. 10
    Fai attenzione agli errori che capitano nei contesti sociali. Se da un lato tutti i bambini possono comportarsi con maleducazione o in maniera inopportuna, dall'altro chi è autistico lo fa con maggiore frequenza e agisce con atteggiamento stupito e dispiaciuto quando se ne accorge. Questo accade perché le persone affette da disturbi dello spettro autistico non imparano le norme sociali tanto facilmente, perciò potrebbe essere necessario insegnare loro in modo esplicito ciò che è appropriato e inappropriato.
  11. 11
    Osserva altri sintomi. L'autismo è una disabilità complessa che colpisce ogni persona in modo diverso. Ecco alcuni sintomi riscontrati in alcune persone autistiche:[21]
    • Iperattività (può essere altalenante)
    • Impulsività
    • Soglia di attenzione limitata
    • Aggressività
    • Autolesionismo
    • Scatti d'ira o crolli nervosi
    • Abitudini alimentari o di sonno insolite
    • Umore o reazioni emotive insolite
    • Mancanza di paura o panico in situazioni innocue
    Pubblicità

Consigli

  • Effettua un'attenta ricerca sull'autismo e sulle disabilità connesse, prima di saltare a una conclusione. Ad esempio, quello che sembra autismo può essere un disturbo dell'elaborazione sensoriale.
  • Alcuni bambini sono cosiddetti "late bloomers", soggetti con difficoltà linguistiche, ma che presentano ritardi nel con normale sviluppo intellettivo e socio-affettivo.
  • Se sei preoccupato perché tuo figlio manifesta alcuni di questi comportamenti, portalo dal pediatra per una valutazione.
  • È stato dimostrato che l'intervento precoce ha una grande efficacia nel permettere ai bambini autistici di integrarsi a scuola e interagire con i loro coetanei.
  • Datti il tempo per riflettere, correggere e affrontare la situazione.
  • Contrariamente a quanto creda la gente, l'autismo non rovina la vita dei bambini e delle loro famiglie.[22] Tutto andrà bene. [23]

Pubblicità

Avvertenze

  • Mai acconsentire a un metodo che, a parer tuo, può mettere a disagio persino un bambino neurotipico (ad esempio, il gioco del silenzio) o classificato come tortura (ad esempio, l'elettroshock).
  • Fai attenzione alle campagne e alle organizzazioni anti-autismo, in quanto possono diffondere messaggi distruttivi che danneggiano l'autostima del bambino. Cerca con cura un'associazione per l'autismo prima di esporre tuo figlio a questo rischio.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Come

Parlare con un Bambino Autistico

Come

Sapere se hai un Nervo Compresso

Come

Curare un Nervo Compresso

Come

Eliminare il Mal di Testa

Come

Fermare gli Attacchi di Panico

Come

Alleviare i Sintomi dell'Epilessia in Modo Naturale

Come

Curare la Paralisi di Bell

Come

Simulare un Mal di Testa

Come

Trattare l'Emicrania Durante la Menopausa

Come

Diagnosticare la Sindrome della Cauda Equina

Come

Liberarti Velocemente di un'Emicrania

Come

Diagnosticare una Lesione del Nervo Vago

Come

Diagnosticare le Cause del Tremore Essenziale

Come

Calmare una Persona Autistica
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 13 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 80 748 volte
Questa pagina è stata letta 80 748 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità