Come Riconoscere i Sintomi del Cancro della Vulva

Scritto in collaborazione con: Lacy Windham, MD

In questo Articolo:Riconoscere i SintomiDiagnosi e Trattamenti

Sebbene tutte le donne siano potenzialmente a rischio di cancro della vulva, in realtà questa malattia è molto rara. Anche se le persone che si ammalano di questo tumore sono poche, è comunque importante saperne riconoscere i segni. Se noti dei sintomi, il medico dovrà confermare la diagnosi. Le cure per questa malattia sono efficaci, ovviamente in base alla gravità della situazione.

Parte 1
Riconoscere i Sintomi

  1. 1
    Riconosci i sintomi potenziali. Quando il cancro alla vulva è nelle fasi iniziali, potrebbe anche essere asintomatico, nonostante possano essere presenti alcuni segnali. Identificare precocemente i sintomi è indubbiamente utile per giungere a una diagnosi accurata e trovare il prima possibile le cure adeguate.
    • Tra i sintomi o i segni di questa malattia può esserci un insolito gonfiore, prurito o dolenzia al tatto nella zona vulvare, oltre a un possibile sanguinamento.
    • Dovresti osservare nel tempo la salute e le caratteristiche della tua vulva, in modo da capire cosa è normale per te e poter riconoscere più facilmente eventuali anomalie.
  2. 2
    Valuta il tuo grado di rischio. Le cause esatte sono a tutt'oggi sconosciute, ma la ricerca ha riscontrato che determinati fattori e comportamenti possono aumentare il rischio di ammalarsi. Se conosci questi fattori, puoi individuare più facilmente lo sviluppo della malattia, ottenere una diagnosi e iniziare rapidamente la terapia.
    • Le probabilità di contrarre il cancro aumentano con l'età; in genere viene diagnosticato alle donne verso i 65 anni.
    • Se ti esponi al papillomavirus umano, o HPV, una malattia sessualmente trasmissibile, puoi aumentare il rischio del cancro della vulva.
    • Anche il fumo è tra i fattori di rischio.
    • L'HIV indebolisce il sistema immunitario e rende l'organismo più sensibile a sviluppare questo tipo di cancro.
    • Una storia clinica di malattie precancerose o di disturbi della pelle della vulva, come il lichen sclerosus, può aumentare il rischio di contrarre la malattia.
  3. 3
    Presta attenzione a eventuali noduli o altre irregolarità della vulva. Delle masse di tessuto e altre escrescenze irregolari possono essere un segno di cancro. Tocca delicatamente con le dita la zona vulvare per individuare eventuali crescite anomale.
    • Non sentirti a disagio o imbarazzata nel toccarti la vulva. Non stai facendo nulla di male, anzi, stai proteggendo la tua salute.
    • Tocca con molta cautela le varie parti della vulva per sentire eventuali possibili zone gonfie, irregolari o delle anomalie, come delle protuberanze o delle lesioni simili a verruche. Controlla anche l'area interna delle labbra.
    • Dovresti prendere l'abitudine di verificare regolarmente la vulva, in modo da sapere cosa è normale per te.
    • Fatti visitare dal ginecologo il prima possibile, se noti qualcuno di questi sintomi.
  4. 4
    Presta attenzione a dolore, prurito o sanguinamento. Sii particolarmente vigile nei casi di prurito, bruciore o sanguinamento insolito o prolungato: sono tutti sintomi che possono indicare un cancro della vulva, in particolare se non scompaiono.
    • Controlla ogni dolore persistente nella zona pelvica, soprattutto durante la minzione o quando hai dei rapporti sessuali.
    • Verifica qualunque tipo di emorragia che non sia correlato al ciclo mestruale, perché può essere un sintomo di questa malattia.
    • Rivolgiti al medico il prima possibile, se riscontri uno di questi segni.
  5. 5
    Esamina i tuoi genitali. Il cancro vulvare si sviluppa nella vulva, che è costituita dai genitali esterni femminili, tra cui il clitoride, le labbra, l'apertura vaginale e la pelle o tessuti circostanti. Se osservi i genitali, prestando particolare attenzione ai sintomi che identificano la malattia, puoi individuare le potenziali lesioni cancerose della vulva.
    • Puoi prendere uno specchio per aiutarti durante l'esame.
    • Fai dei controlli con una certa regolarità, in modo da sapere come si presenta normalmente la tua vulva e poter individuare facilmente ogni possibile cambiamento che rappresenta un potenziale problema.
    • In particolare devi controllare delle eventuali alterazioni nell'aspetto della pelle vulvare, come un cambiamento di colore o spessore della cute. Anche delle escrescenze simili a una verruca o a un'ulcera possono essere un segno di cancro.
    • Questo tipo di tumore si forma più spesso sui bordi interni delle labbra, le due pieghe della pelle dei genitali esterni femminili.
    • Se hai un partner da molto tempo, puoi anche chiedergli se ha notato dei cambiamenti nella tua zona vaginale. Egli potrebbe vedere eventuali differenze prima di te.
    • Fatti visitare dal ginecologo il prima possibile, se riscontri uno qualunque di questi sintomi.

Parte 2
Diagnosi e Trattamenti

  1. 1
    Consulta il medico. Se riscontri dei segni o sintomi del carcinoma e sai di essere a rischio per questa malattia, devi farti visitare il prima possibile. Questo cancro è facilmente curabile, ma è importante una diagnosi tempestiva per ridurre al minimo la durata e la gravità della terapia.
    • Se ti è possibile, fatti visitare dal ginecologo, che ha tutti gli strumenti e la competenza per diagnosticare la malattia. Se lo riterrà opportuno, ti potrà indirizzare ad altri medici o specialisti.
    • Il medico eseguirà un esame fisico per controllare la presenza di segni di cancro alla vulva e probabilmente ti porrà delle domande per conoscere la tua storia di salute, compresi alcuni aspetti, come le tue abitudini e malattie del passato.
    • Durante la visita il medico potrebbe anche sottoporti a un esame della vulva usando un dispositivo ingrandente.
  2. 2
    Sottoponiti a diversi test per giungere a una diagnosi precisa. Se il medico sospetta che tu sia malata di cancro alla vulva, potrebbe prescriverti degli esami una volta conclusa la visita fisica. Questi test sono il solo modo per confermare la diagnosi.
    • L'esame più comune è la biopsia. Il medico preleva una piccola quantità di cellule o tessuto vulvare e la invia a un laboratorio per verificare la presenza tumorale.
    • Se gli esami confermano la diagnosi di carcinoma, dovrai eseguire ulteriori test per stabilire se il tumore si è diffuso in altre parti del corpo.
    • Tra le prove diagnostiche che dovrai eseguire ci sono un esame pelvico, la colposcopia, delle radiografie, la TAC o una risonanza magnetica e una biopsia dei linfonodi.
  3. 3
    Sottoponiti alle cure. In base alla gravità riscontrata nella fase diagnostica, il medico ti prescriverà una terapia specifica. Ci sono varie possibilità e puoi guarire con successo, se il tumore viene identificato precocemente.
    • I quattro trattamenti tipici che vengono proposti per questo tipo di cancro sono: chirurgia, radioterapia, chemioterapia e terapia biologica.
    • La chirurgia è la procedura più comune per curare questa forma di tumore e permette di rimuovere tutte le cellule malate senza danneggiare la funzionalità sessuale.
    • Il medico potrà consigliarti diversi tipi di procedure, in base alla gravità del tumore.
    • Puoi anche valutare la possibilità di prendere parte a una sperimentazione clinica, che ti offre la possibilità di provare uno dei metodi più moderni. Se il tumore è nello stadio 1 o 2 può essere sufficiente un intervento chirurgico, ma se si trova già nello stadio 3 o 4 potrebbe essere necessaria un'asportazione più radicale, oltre alla chemioterapia e radioterapia.

Avvertenze

  • Non ignorare i sintomi. Se le cellule tumorali raggiungono i linfonodi pelvici, possono diffondersi e causare tumori secondari in qualunque altra area del corpo.
  • Una volta contratto, non esistono cure per l'HPV. Se hai meno di 30 anni, puoi pensare di farti vaccinare contro questo virus per ridurre i rischi di contagio.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Lacy Windham, MD. La Dottoressa Windham lavora come Ostetrica e Ginecologa Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Tennessee. Ha completato l’internato alla Eastern Virginia Medical School nel 2010, dove ha ricevuto un premio per il suo eccezionale operato come medico interno.

Categorie: Salute Donna

In altre lingue:

English: Recognize Vulva Cancer Symptoms, Español: reconocer los síntomas del cáncer de vulva, Русский: распознать симптомы рака вульвы, Deutsch: Die Symptome von Vulvakrebs erkennen, Français: reconnaitre les symptômes du cancer de la vulve, Bahasa Indonesia: Mengenali Gejala Kanker Vulva, Tiếng Việt: Nhận biết triệu chứng ung thư âm hộ, Nederlands: Symptomen van schaamlipkanker herkennen, العربية: التعرف على أعراض سرطان الفرج, 中文: 识别外阴癌的症状

Questa pagina è stata letta 94 148 volte.
Hai trovato utile questo articolo?