Come Riconoscere i Sintomi di un'Emorragia Post partum

In questo Articolo:Riconoscere i SintomiOttenere una Diagnosi Professionale9 Riferimenti

L'emorragia post partum (PPH) è una condizione clinica di emergenza in cui si verifica una perdita di sangue eccessiva e potenzialmente letale dalla vagina a seguito di un parto. Generalmente ci sono due tipi di PPH: precoce e ritardata. La PPH precoce si verifica quando la perdita di sangue avviene entro 24 ore dal parto, quella ritardata dalla ventiquattresima ora in poi. Qualsiasi perdita di sangue superiore ai 500 ml a seguito di un parto vaginale si considera PPH, e le perdite che eccedono 1000 ml sono considerate come PPH grave e richiedono un immediato intervento da parte di un medico. Per riconoscere i segnali della presenza di una emorragia post partum, impara a riconoscerne i sintomi, ottieni una diagnosi professionale e sii cosciente dei fattori di rischio.

Parte 1
Riconoscere i Sintomi

  1. 1
    Fai attenzione se il flusso di sangue penetra attraverso più di tre assorbenti dopo il parto. Un sanguinamento incontrollabile è il sintomo più ovvio e indicativo dell'emoraggia post partum.
    • Tieni in considerazione il fatto che il sangue che vedi è solo una parte della perdita, poiché questa può essere misurata solo internamente.
    • Un sangue di color rosso chiaro è un altro indicatore dell'emoraggia post partum.
    • Le perdite di sangue incontrollate di solito provengono dall'utero e dalla cervice.
  2. 2
    Quando respiri, fai attenzione se il respiro è rapido e superficiale. Un respiro rapido e superficiale (tachipnea) è spesso associato a un'emorragia post partum.
    • Questo tipo di respiro indica che il tuo corpo sta cercando di compensare la perdita di sangue.
    • Una volta che il sangue è andato perso, nel corpo diminuisce la quantità di ossigeno disponibile; il corpo reagisce incrementando la frequenza respiratoria.
  3. 3
    Fai attenzione a qualsiasi tipo di dolore allo stomaco o alla vagina. I dolori nel basso addome sono spesso associati all'emorragia post partum, a causa della perdita di sangue e delle possibili lesioni ai tessuti in quest'area.
    • Il mal di stomaco può anche essere causato da un'irritazione del peritoneo (la membrana dello stomaco).
    • In tal caso potresti sentire l'addome duro e rigido.
  4. 4
    Chiedi a un amico di tastarti le mani per vedere se sono fredde e sudaticce. Le estremità del corpo fredde e sudaticce possono indicare una grave perdita di sangue.
    • Potresti non essere in grado di accorgerti di questi cambiamenti da sola: è sempre meglio avere accanto un amico o un familiare per controllare la situazione.
    • Inoltre, i letti ungueali diventeranno bianchi a causa della mancanza di sangue ossigenato circolante all'interno del corpo.
  5. 5
    Controlla se la pressione sanguigna presenta eventuali anomalie. Un calo della pressione sanguigna è un sintomo comunemente associato alle perdite di sangue.
    • Un calo significativo della pressione sanguigna è un segnale d'allarme che può indicare la potenziale presenza di un trauma.
    • Inoltre, un calo significativo della pressione sanguigna indica che c'è già una perdita di sangue evidente.
  6. 6
    Prendi in considerazione anche sintomi meno gravi. Anche se un'emorragia post partum acuta è spesso accompagnata da segni di trauma come un calo della pressione sanguigna, tachicardia, bassa frequenza cardiaca, febbre, brividi, debolezza o collassi, ci sono anche sintomi meno gravi che possono manifestarsi alcuni giorni dopo il parto.
    • Questi sintomi più leggeri includono febbre, dolori addominali, minzione dolorosa, stanchezza generale e sensibilità nella zona addominale.
  7. 7
    Sii coscente dei fattori di rischio che possono aumentare la possibilità di avere un'emorragia post partum. Ci sono una varietà di fattori di rischio e di condizioni preesistenti che possono drasticamente aumentare la possibilità di avere una PPH. Fra questi:
    • Un precedente episodio di PPH durante la gravidanza.
    • Un peso eccezionalmente elevato del nascituro, dovuto alle sue dimensioni, causerà ulteriore lacerazione e stiramento dell'utero.
    • Induzione e aumento delle doglie tramite l'utilizzo di methergine.
    • Traumi (lacerazioni, parto cesareo).
  8. 8
    Rivolgiti immediatamente a un medico se riconosci i sintomi di una grave PPH. Una grave PPH, con presenza evidente di perdite di sangue importanti e sintomi da trauma, dev'essere curata immediatamente e in maniera approfondita dal personale medico.
    • Chiama il 118, e non tentare di guidare da sola fino all'ospedale, poiché rischi di svenire mentre sei al volante.
    • È fondamentale ricevere assistenza medica prima di aver perso troppo sangue, altrimenti si corre il rischio di subire lesioni permanenti o addirittura di morire.

Parte 2
Ottenere una Diagnosi Professionale

  1. 1
    Sottoponiti a una visita medica per determinare l'origine dell'emorragia. Il tuo dottore determinerà l'origine dell'emorragia con una visita medica.
    • Questo permetterà al personale medico di sottoporti alla terapia più adatta, e di metterti sulla giusta strada per una veloce guarigione.
    • La visita medica consisterà in un esame fisico del tuo corpo per stabilire la causa del sanguinamento.
  2. 2
    Fai un esame del sangue per stabilire se ci siano problemi a livello di coagulazione. Le analisi del sangue possono identificare eventuali patologie sanguigne, come l'anemia o un basso livello di piastrine, che potrebbe essere la causa dell'eccessivo sanguinamento.
    • Identificare una patologia o una malattia può essere di grande aiuto nella terapia per trattare la PPH.
  3. 3
    Utilizza gli ultrasuoni per determinare l'origine del sanguinamento. Nel caso in cui un esame fisico non fornisse sufficienti informazioni riguardo l'origine del sanguinamento, fai un test con gli ultrasuoni per individuarne la causa.
    • Con il metodo degli ultrasuoni si utilizzano le onde audio per misurare le strutture interne del corpo umano, permettendo al medico di capire con grande chiarezza qual è la causa del sanguinamento.
  4. 4
    Approfondisci con un'angiografia o i raggi X dei vasi sanguigni. Per questa procedura, ti verrà iniettato un anestetico nel braccio o nell'inguine.
    • Il medico a questo punto ti inserirà un catetere o un lungo e sottile tubicino attraverso un'arteria, fino a raggiungere il cuore.
    • Viene iniettato un colorante, al fine di individuare eventuali blocchi all'interno dei vasi sanguigni.
    • Questo è utile in caso di PPH, soprattutto quando si ha un'ipertensione indotta dalla gravidanza.
    • Questa procedura può durare da 30 minuti a un'ora.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Salute Donna

In altre lingue:

English: Recognize the Signs of a Postpartum Hemorrhage, Русский: распознать признаки послеродового кровотечения, Español: reconocer los signos de una hemorragia posparto, Deutsch: Anzeichen einer Nachgeburtsblutung erkennen

Questa pagina è stata letta 2 424 volte.
Hai trovato utile questo articolo?