Scarica PDF Scarica PDF

Per trauma cranico si intende qualunque tipo di trauma subito da cervello, cranio o cuoio capelluto. Può essere una ferita aperta o chiusa e può variare da una lieve contusione fino a una vera e propria commozione cerebrale. A volte è difficile riuscire a valutare correttamente il danno semplicemente osservando la persona; devi inoltre tenere presente che ogni tipo di ferita alla testa è potenzialmente grave.[1] Tuttavia, cercando i potenziali segni di questo tipo di lesione con un breve esame, puoi riconoscere i sintomi del trauma cranico e prestare le cure appropriate.

Parte 1 di 2:
Cercare i Segni della Lesione

  1. 1
    Sii consapevole dei rischi. Un trauma alla testa può verificarsi ogni volta che si subisce un colpo, un urto o un'abrasione alla testa e può essere la conseguenza di un incidente stradale, una caduta, una collusione con un'altra persona o semplicemente battendo il capo. Sebbene nella maggioranza dei casi si tratti di una lesione lieve che non richiede un ricovero in ospedale, è comunque importante controllare se stessi e le altre persone vicine dopo un incidente. In questo modo, puoi essere certo di non aver subito ferite gravi o potenzialmente mortali alla testa.[2]
  2. 2
    Controlla se ci sono lesioni esterne. Se tu o un'altra persona avete subito qualunque tipo di incidente o infortunio che ha coinvolto la testa o il viso, prendetevi qualche minuto per fare una ricerca minuziosa di eventuali ferite evidenti.[3] Così facendo, puoi capire subito se ci sono tagli che richiedono immediate cure mediche o un intervento di primo soccorso, oltre ad altri problemi che potrebbero aggravarsi. Controlla molto attentamente ogni sezione della testa, osservando e palpando delicatamente la pelle con le mani. I sintomi che possono destare preoccupazione sono:
    • Sangue che esce da un taglio o un'abrasione, che può essere grave, in quanto la testa ha un numero maggiore di vasi sanguigni rispetto a qualunque altra parte del corpo;
    • Perdita di sangue o altri fluidi che escono dal naso o dalle orecchie;
    • La pelle attorno agli occhi o alle orecchie diventa nera o bluastra;
    • Ecchimosi;
    • Protuberanze chiamate anche "bernoccoli";[4]
    • Un oggetto estraneo rimasto incastrato nella testa.
  3. 3
    Fai attenzione ai sintomi fisici. Oltre al sanguinamento e ai lividi, puoi notare altri segni fisici che indicano una ferita alla testa; molti di questi possono far capire se si tratta di una grave lesione interna o esterna. Possono inoltre manifestarsi immediatamente o svilupparsi con il passare del tempo, da qualche ora fino anche ad alcuni giorni dopo, e richiedere immediate cure mediche. Assicurati di controllare te stesso o la vittima dell'incidente alla ricerca di:
    • Interruzione della respirazione;
    • Forte mal di testa o che peggiora;
    • Perdita di equilibrio;
    • Perdita di coscienza;
    • Debolezza;
    • Incapacità di usare un braccio o una gamba;
    • Pupille di dimensioni diverse o movimento degli occhi anomalo;
    • Convulsioni;
    • Pianto persistente nei bambini;
    • Perdita di appetito;
    • Nausea o vomito;
    • Vertigini o sensazione di capogiri;[5]
    • Temporaneo ronzio nelle orecchie;
    • Improvvisa sonnolenza.[6]
  4. 4
    Controlla i segni cognitivi correlati alle lesioni interne. Spesso risulta più facile individuare una lesione alla testa attraverso i sintomi fisici. In alcuni casi, potresti però non vedere tagli, bozzi evidenti o notare cefalee.[7] Tuttavia, ci sono altri segnali potenzialmente gravi che possono far pensare a un trauma cranico e a cui devi prestare attenzione. Cerca immediate cure mediche se noti uno qualunque dei sintomi cognitivi descritti di seguito:
  5. 5
    Continua a monitorare i sintomi. È importante sapere che potresti non rilevare eventuali sintomi di un trauma cranico; potrebbero essere impercettibili e non manifestarsi per diversi giorni o settimane dopo l'infortunio. Per questo motivo, devi continuare a controllare la tua salute o quella della persona che ha subito l'incidente alla testa.[12]
    • Chiedi ad amici o familiari se notano dei possibili cambiamenti nel tuo comportamento e se rilevano evidenti segni fisici, come un'alterazione del colore della pelle.

Parte 2 di 2:
Prestare le Cure per il Trauma Cranico

  1. 1
    Cerca cure mediche. Se riconosci i sintomi di un trauma alla testa e/o hai dei dubbi in proposito, vai dal medico o rivolgiti al pronto soccorso. In questo modo, sei certo di non avere una lesione grave o mortale e ottieni le cure adeguate.[13]
    • Chiama l'ambulanza se noti uno dei seguenti segnali: forte emorragia al viso o alla testa, forte cefalea, perdita di coscienza o mancanza di respiro, convulsioni, vomito persistente, debolezza, confusione, pupille di diametro differente, colore nero o bluastro attorno agli occhi e alle orecchie.[14]
    • Vai dal medico entro uno o due giorni dopo una grave lesione alla testa, anche se al momento dell'incidente non hai avuto bisogno di interventi d'urgenza. Assicurati di riferire al dottore la dinamica del trauma e informalo delle misure che hai preso per trattare la ferita a casa, inclusi eventuali farmaci antidolorifici o altre cure basilari di primo soccorso.[15]
    • Tieni presente che per un soccorritore di primo intervento è pressoché impossibile riuscire a individuare il tipo e la gravità della lesione alla testa. I traumi interni devono essere esaminati da medici specialisti presso strutture mediche adeguate.
  2. 2
    Stabilizza la testa. Se la vittima che ha subito il trauma è cosciente, è importante stabilizzarle la testa, mentre fornisci le cure adeguate o aspetti l'intervento dell'ambulanza. Mettere le mani ai lati del capo impedisce ulteriori movimenti e danni e allo stesso tempo ti permette di prestare il primo soccorso.[16]
    • Metti un cappotto, una coperta o un altro indumento arrotolato vicino alla sua testa, in modo da tenerla ferma mentre presti le prime cure.
    • Tieni ferma la vittima il più possibile, con la testa e le spalle leggermente sollevate.[17]
    • Non toglierle il casco, se lo stava indossando, per evitare ulteriori possibili lesioni.
    • Non scuoterla, anche se ti sembra in stato confusionale o che abbia perso conoscenza. Limitati a darle qualche colpetto senza muoverla.
  3. 3
    Ferma l'emorragia. A prescindere se la ferita alla testa è grave o meno, devi interrompere il sanguinamento. Applica una fascia o un indumento pulito, in modo da fermare il sangue da qualunque tipo di lesione cranica.[18]
    • Applica una pressione decisa quando metti il panno o la benda, a meno che non temi che possa esserci una frattura cranica. In questo caso, limitati a coprire il sito dell'emorragia con una fasciatura sterile.
    • Non togliere il bendaggio o l'indumento. Se vedi che il sangue continua a uscire dal taglio e passa attraverso il tessuto, appoggia semplicemente un nuovo panno sopra quello sporco. Fai inoltre attenzione a non togliere eventuale sporcizia o residui dalla ferita. Se ci sono molti detriti, copri leggermente la lesione con una benda.
    • Ricorda che non devi mai lavare una ferita che sanguina molto o che è molto profonda.
  4. 4
    Gestisci il vomito. In alcuni casi di trauma cranico, la vittima potrebbe vomitare. Se hai stabilizzato la testa e la vittima inizia a vomitare, devi evitare che soffochi. In questo caso, falla rotolare su un lato per ridurre al minimo il rischio di soffocamento.[19]
    • Fai in modo di sostenerle la testa, il collo e la colonna vertebrale quando è stesa su un lato del corpo.
  5. 5
    Applica un impacco di ghiaccio contro il dolore. Se tu o un'altra persona riscontrate gonfiore sulla zona lesa, devi mettere il ghiaccio per ridurlo. Questo permette di tenere sotto controllo l'infiammazione, il dolore e il disagio.[20]
    • Appoggia il ghiaccio sulla ferita per 20 minuti alla volta fino a tre-cinque volte al giorno. Ricorda di rivolgerti al medico se il gonfiore non si riduce entro uno o due giorni. Se la flogosi peggiora, è accompagnata da vomito e/o da un forte mal di testa, vai subito al pronto soccorso.
    • Usa un impacco di ghiaccio già pronto che trovi in commercio oppure preparane uno usando un sacchetto di verdura o frutta congelata. Toglilo dalla lesione, se è troppo freddo o provoca dolore. Assicurati di tenere un asciugamano o un panno tra la pelle e il ghiaccio, per evitare il rischio di disagio e geloni.
  6. 6
    Monitora costantemente la vittima. Quando una persona subisce una ferita alla testa, devi sempre tenerla d'occhio per alcuni giorni o finché non viene sottoposta a trattamenti medici. Così facendo, puoi essere pronto a fornire assistenza qualora notassi dei cambiamenti dei parametri vitali, oltre a rassicurarla e calmarla.
    • Presta attenzione a ogni cambiamento nel respiro e nella soglia di attenzione. Se smette di respirare e hai le opportune conoscenze, devi praticare subito la rianimazione cardiopolmonare (CPR).[21]
    • Parlando alla vittima per rassicurarla puoi anche accorgerti di eventuali alterazioni nel modo di parlare o delle sue capacità cognitive.
    • Assicurati che non consumi alcool per 48 ore, perché questa sostanza può nascondere eventuali sintomi di una lesione grave o un peggioramento delle sue condizioni di salute.[22]
    • Devi cercare cure mediche se hai dei dubbi in merito ai cambiamenti delle condizioni di salute di una vittima di trauma cranico.

Avvertenze

  • Non permettere agli sportivi che hanno subito un trauma cranico di tornare a partecipare al gioco.

wikiHow Correlati

Organizzare una Cassetta del Pronto SoccorsoOrganizzare una Cassetta del Pronto Soccorso
Gestire una Commozione CerebraleGestire una Commozione Cerebrale
Togliere una SpinaTogliere una Spina
Sapere se ti Sei Rotto un Dito del Piede
Stabilire se un Dito è FratturatoStabilire se un Dito è Fratturato
Trattare una Abrasione da AsfaltoTrattare una Abrasione da Asfalto
Fasciare il Mignolo del Piede Fratturato con il Nastro Adesivo MedicoFasciare il Mignolo del Piede Fratturato con il Nastro Adesivo Medico
Trattare una Frattura del Mignolo del PiedeTrattare una Frattura del Mignolo del Piede
Curare una Contusione al Dito del PiedeCurare una Contusione al Dito del Piede
Guarire un Labbro SpaccatoGuarire un Labbro Spaccato
Rimuovere i Residui Adesivi di un Cerotto dalla PelleRimuovere i Residui Adesivi di un Cerotto dalla Pelle
Rimuovere una Scheggia ProfondaRimuovere una Scheggia Profonda
Fasciare un Dito del Piede Infortunato con quello AdiacenteFasciare un Dito del Piede Infortunato con quello Adiacente
Eliminare un LividoEliminare un Livido

Informazioni su questo wikiHow

Michael Lewis, MD, MPH, MBA, FACPM, FACN
Co-redatto da:
Medico Iscritto all'Albo Specializzato in Salute del Cervello
Questo articolo è stato co-redatto da Michael Lewis, MD, MPH, MBA, FACPM, FACN. Il Dottor Michael D. Lewis possiede un Master in Salute Pubblica e un Master in Business Administration. È un esperto in interventi nutrizionali per la salute del cervello, mirati in particolare alla prevenzione e alla riabilitazione delle lesioni cerebrali. Nel 2012, dopo aver servito nell'esercito degli Stati Uniti per 31 anni come Colonnello, ha fondato l'organizzazione no-profit Brain Health Education and Research Institute. Ha uno studio privato nel Potomac, nello Stato del Maryland, ed è l'autore del libro "When Brains Collide: What every athlete and parent should know about the prevention and treatment of concussions and head injuries". Si è laureato all'Accademia Militare degli Stati Uniti di West Point e alla Tulane University School of Medicine. Ha completato la formazione post-laurea presso il Walter Reed Army Medical Center, la Johns Hopkins University e il Walter Reed Army Institute of Research. Il Dottor Lewis è iscritto all'albo dei medici, inoltre è membro dell'American College of Preventive Medicine e dell'American College of Nutrition. Questo articolo è stato visualizzato 13 700 volte
Categorie: Incidenti & Ferite
Questa pagina è stata letta 13 700 volte.

Hai trovato utile questo articolo?