Come Riconoscere il Tipo di Pelle

4 Parti:Capire se la Pelle è Grassa o SeccaValutare il Rischio di Danni Solari con il Test di FitzpatrickValutare la Reazione della Pelle ai Raggi SolariPersonalizzare la Protezione in base al Proprio Fototipo

La pelle umana può essere categorizzata in base a diverse caratteristiche: grassa, secca, normale, sensibile o mista. Identificare il tuo tipo di cute ti aiuterà a capire quali prodotti utilizzare per averla più sana [1]. Oltre a stabilire se è oleosa o secca, puoi valutare anche la tua vulnerabilità genetica per quanto riguarda danni cutanei e reazioni ai raggi solari: basta usare il sistema di classificazione di Fitzpatrick; dopo aver risposto alle domande, otterrai un punteggio che ti permetterà di determinare il tuo tipo di pelle. Questo quiz non può però sostituire il parere di un medico [2][3][4].

Parte 1
Capire se la Pelle è Grassa o Secca

  1. 1
    Osserva se la pelle ha zone aride. Se alcune parti della cute sono rosse, rugose, spente e ruvide, probabilmente hai la pelle secca. In questo caso, difficilmente riuscirai a vederne i pori. L'epidermide può sembrare anche squamosa o darti prurito. Se è soggetta a seccarsi, è possibile proteggerla in questo modo [5]:
    • Evita docce lunghe e bollenti. Dovrebbero durare al massimo 10-15 minuti e l'acqua dovrebbe essere piacevole, ma non troppo calda. Non fare la doccia più di una volta al giorno.
    • Utilizza detergenti delicati. Evita i saponi dal profumo intenso. Non strofinare la pelle durante il lavaggio, altrimenti eliminerai il suo sebo naturale.
    • Idratati dopo la doccia. Può essere necessario applicare una crema idratante mattina e sera.
    • Riscalda la casa in maniera moderata. Se l'aria tende a essere molto secca, prova a usare un umidificatore per rimediare.
    • Proteggi la pelle da sostanze chimiche aggressive. Questo significa che devi mettere i guanti quando lavi i piatti, usi saponi o prodotti per la pulizia aggressivi.
    • Proteggi la pelle dagli agenti atmosferici, tra cui vento, sole, caldo e freddo. Tutto questo può contribuire a farla seccare. Copriti quanto più possibile e applica la protezione solare, anche in inverno.
  2. 2
    Impara a riconoscere una pelle grassa. Se la cute è oleosa, allora è lucida, ha pori dilatati e visibili, ed è soggetta alla comparsa di punti neri e brufoli. Ecco come potresti rimediare a questi problemi [6]:
    • Usa solo prodotti non comedogenici, che sono stati cioè testati per dimostrare che non ostruiscono i pori. Questo è particolarmente importante se ti trucchi.
    • Non schiacciare o stuzzicare brufoli e punti neri, altrimenti peggiorerai la situazione e irriterai la pelle circostante.
    • Lavati dopo aver fatto sport o altre attività che causano sudorazione. Non farlo però più di due volte al giorno.
    • Usa detergenti delicati e non irritanti.
  3. 3
    Cerca di capire se hai la pelle mista. È un tipo di epidermide piuttosto comune. Molte persone hanno la pelle grassa in alcuni punti (come il naso) e secca in altri. Le zone soggette a seccarsi includono dorso delle mani, gomiti e arti; se è questo il tuo caso, può essere necessario adottare azioni mirate per ciascuna area.
    • Le zone grasse possono essere lucide e soggette alla formazione di punti neri. Dovresti lasciare che i brufoli e i punti neri passino. Lava il viso due volte al giorno con un detergente delicato. Utilizza solo prodotti non comedogenici.
    • I punti secchi possono essere rossi, ruvidi, squamosi e pruriginosi. Applica regolarmente una crema idratante su queste zone. Proteggi la pelle da temperature estreme, vento e sostanze chimiche aggressive.
  4. 4
    Se hai la pelle normale, sei fortunato. I bambini sono i più predisposti ad avere una cute priva di particolari problemi. Ecco le sue caratteristiche [7]:
    • Raramente hai brufoli o punti neri.
    • I pori non sono dilatati e non si vedono facilmente.
    • La pelle non ha zone secche, squamose, pruriginose e arrossate.
    • La pelle sembra sana, ha un colore uniforme ed è elastica.
  5. 5
    Prenditi cura della pelle indipendentemente dalla sua categoria di appartenenza. Questi suggerimenti ti aiuteranno ad averla sempre sana e luminosa. Dovrebbero funzionare per tutti i tipi di cute e a tutte le età [8]:
    • Elimina sebo, cellule morte e sporco quotidianamente con un detergente delicato. In questo modo eviterai che si occludano i pori e si formino brufoli. Rimuoverai anche le sostanze irritanti con cui sei entrato in contatto durante la giornata.
    • Struccati prima di andare a letto, altrimenti è probabile che il trucco ostruirà i pori durante il sonno, causando la formazione di brufoli.
    • Combatti le rughe usando quotidianamente una crema idratante con SPF, in modo da proteggere la pelle dai raggi solari.
    • Non fumare, altrimenti la cute sembrerà più vecchia, raggrinzita e poco sana. Se fumi già, smettere migliorerà la grana della tua pelle.

Parte 2
Valutare il Rischio di Danni Solari con il Test di Fitzpatrick

  1. 1
    Considera il colore dei tuoi occhi. Chi ha gli occhi chiari generalmente ha anche la pelle chiara. Determina il tuo punteggio in base al colore dell'iride [9][10][11].
    • 0. Azzurri, grigi o verde chiaro.
    • 1. Blu, grigi o verdi.
    • 2. Nocciola o castano chiaro.
    • 3. Castano scuro.
    • 4. Castano scurissimo.
  2. 2
    Valuta il colore dei capelli. In questo caso, dovresti considerare il colore naturale dei capelli nei primi anni dell'età adulta, prima di diventare grigi. Ecco le varie categorie [12][13][14]:
    • 0. Rosso, biondo fragola o biondo chiaro.
    • 1. Biondo.
    • 2. Biondo scuro, castano sabbia o castano chiaro.
    • 3. Castano scuro.
    • 4. Nero.
  3. 3
    Considera il colore che ha la tua pelle al naturale. In generale, una pelle più scura tende ad abbronzarsi con più facilità ed è meno predisposta ai danni solari [15][16][17]:
    • 0. Molto bianca.
    • 1. Diafana o chiarissima.
    • 2. Chiara, beige o dorata.
    • 3. Olivastra o scura.
    • 4. Scurissima o nera.
  4. 4
    Considera se hai lentiggini. Le persone dalla pelle chiara tendono ad averne di più. Le lentiggini sono macchioline cutanee di un marrone scuro, che spesso si manifestano dopo essersi esposti al sole. Solitamente hanno un diametro pari a 1-2 millimetri. Considera quante ne hai sulle zone della pelle protette dall'esposizione al sole [18][19][20]:
    • 0. Molte.
    • 1. Alcune.
    • 2. Solo un paio.
    • 3. Pochissime.
    • 4. Nessuna lentiggine.

Parte 3
Valutare la Reazione della Pelle ai Raggi Solari

  1. 1
    Considera se tendi a scottarti. Quando esponi la pelle ai raggi solari, valuta se tende ad abbronzarsi oppure a scottarsi, ad arrossarsi o a formare delle vesciche. Determina quale delle seguenti descrizioni è più adatta al tuo caso [21][22][23]:
    • 0. Ti scotti sempre. La pelle diventa rossa, si ustiona, presenta vesciche e si spella.
    • 1. Solitamente ti scotti, hai delle vesciche e ti spelli.
    • 2. Leggere scottature. Ti ustioni leggermente, ma in genere non succede in maniera particolarmente grave.
    • 3. Scottature non frequenti. Non ti ustioni spesso.
    • 4. Nessuna ustione. La pelle non si scotta.
  2. 2
    Considera se ti abbronzi. In generale, chi tende a scottarsi è meno predisposto ad abbronzarsi, e viceversa. Valuta le seguenti descrizioni e applicale al tuo caso specifico [24][25][26]:
    • 0. Non ti abbronzi.
    • 1. Non ti abbronzi quasi mai.
    • 2. A volte ti abbronzi.
    • 3. Solitamente ti abbronzi.
    • 4. Ti abbronzi sempre.
  3. 3
    Considera la qualità dell'abbronzatura. In generale, chi ha la pelle scura tende ad abbronzarsi più facilmente e intensamente rispetto a chi ha una carnagione diafana. Considera la seguente scala [27][28][29].
    • 0. Non ti abbronzi.
    • 1. Ti abbronzi leggermente.
    • 2. Ti abbronzi, quindi la pelle diventa notevolmente più scura.
    • 3. Ti abbronzi intensamente.
    • 4. Hai già la pelle scura, ma il colore può diventare ancora più intenso.
  4. 4
    Considera come reagisce la pelle del viso quando ti esponi al sole. Alcune persone sono più sensibili di altre, quindi si ustionano e assistono alla comparsa di lentiggini con estrema facilità. Valuta come reagisce la pelle al sole [30][31][32]:
    • 0. Sei molto sensibile. Ti scotti e vedi comparire delle lentiggini anche quando non ti esponi al sole per intervalli prolungati.
    • 1. Sei sensibile al sole. Il viso si scotta e le lentiggini compaiono facilmente.
    • 2. Non sei molto sensibile, non ti scotti e le lentiggini non compaiono facilmente.
    • 3. La pelle resiste ai danni del sole. Puoi esporti spesso senza notare alcun effetto.
    • 4. Non hai mai notato di tendere a scottarti o ad avere lentiggini, anche dopo una lunga esposizione a una luce solare intensa.

Parte 4
Personalizzare la Protezione in base al Proprio Fototipo

  1. 1
    Se il tuo fototipo è il numero 1, devi fare particolarmente attenzione. Dopo aver risposto alle domande della sezione precedente, hai ottenuto un punteggio compreso tra 0 e 6. La tua pelle è molto chiara e si scotta con estrema facilità. Ecco che cosa dovresti fare per proteggerti [33]:
    • Prima di uscire, applica una crema protettiva con un SPF di almeno 30 (ma usare una protezione superiore sarebbe ancora meglio). Assicurati di utilizzarla sempre, non solo al mattino o sulla spiaggia. Potresti applicare una crema idratante con fattore di protezione solare ogni mattina.
    • Minimizza l'esposizione al sole indossando maglie a maniche lunghe, pantaloni e cappelli. Puoi ustionarti anche quando è nuvoloso!
    • Sottoponiti a un test per il cancro della pelle almeno una volta all'anno. Sei ad alto rischio per quanto riguarda carcinoma basocellulare, carcinoma a cellule squamose e melanoma. Dovresti esaminare la pelle ogni tot settimane per osservare se ci sono protuberanze, nei ingranditi o dalla forma particolare. Se noti anomalie, rivolgiti immediatamente a un dermatologo.
  2. 2
    Se il tuo fototipo è il 2, scopri come prenderti cura della tua pelle. In questo caso, hai ottenuto un punteggio compreso tra 7 e 12. In comparazione con il fototipo 1, sei leggermente meno predisposto ai danni cutanei, ma comunque ti scotti con facilità e devi applicare la protezione solare con diligenza. Ecco che cosa dovresti fare [34]:
    • Applica la protezione solare prima di uscire, sia quando c'è il sole sia quando è nuvoloso. Per comodità, puoi applicare una crema idratante con fattore di protezione solare. Affinché sia efficace, dovrebbe avere almeno un SPF di 30. Sarà anche utile coprirti quanto più possibile con maglie a maniche lunghe, cappelli e pantaloni.
    • Vai dal dermatologo almeno una volta all'anno per esaminare lentiggini, nei e altre macchie cutanee. Sei anche a rischio per quanto riguarda carcinoma basocellulare, carcinoma a cellule squamose e melanoma. Controlla la pelle da solo una volta al mese e, se noti che alcune macchie sono più estese o diverse rispetto al solito, chiama il tuo dermatologo.
  3. 3
    Se il tuo fototipo è il 3, previeni le scottature profonde. In questo caso hai ottenuto un punteggio compreso fra 13 e 18. Chi ha questo fototipo presenta una pigmentazione cutanea più intensa rispetto all'1 e al 2, ma comunque può subire danni solari. Ecco come puoi minimizzare il rischio [35]:
    • Applica una crema con un SPF di almeno 15 ogni giorno ed evita di esporti direttamente al sole nelle ore più calde – questo significa che devi cercare di rimanere a casa o stare all'ombra nell'orario compreso tra le 10 di mattina e le 4 di pomeriggio. Se non riesci a farlo perché lavori fuori, utilizza la protezione solare, indossa maglie a maniche lunghe, pantaloni e un cappello dalla falda ampia.
    • Vai dal dermatologo una volta all'anno per farti controllare. Chi ha il fototipo 3 è altrettanto soggetto al carcinoma basocellulare, al carcinoma a cellule squamose e al melanoma. Esamina autonomamente la pelle una volta al mese per assicurarti di non avere macchie estese o dalla forma diversa dal solito.
  4. 4
    Se il tuo fototipo è il 4, non esagerare con l'abbronzatura. In questo caso hai ottenuto un punteggio compreso tra 19 e 24. Ciò significa che solitamente ti abbronzi e raramente ti scotti. In ogni caso, la pelle può essere danneggiata comunque, quindi dovresti proteggerti [36]:
    • Usa una protezione solare con un SPF di almeno 15 tutti i giorni ed evita di esporti al sole nelle ore più calde. Rimani quanto più possibile all'ombra tra mezzogiorno e le 15.
    • Controlla la pelle una volta al mese per vedere se presenta anomalie e sottoponiti a un esame professionale una volta all'anno. Il rischio di contrarre il cancro è inferiore, ma non impossibile.
  5. 5
    Se il tuo fototipo è il 5, devi comunque controllare la pelle per osservare eventuali danni. In questo caso hai ottenuto un punteggio compreso tra 25 e 30. Ciò significa che difficilmente ti scotti, anche quando la cute assorbe i raggi solari e subisce dei danni. Ecco come dovresti proteggerti [37]:
    • Applica una protezione solare leggera con un SPF di almeno 15 tutti i giorni. Ti proteggerà dai raggi ultravioletti. In particolare, cerca di tenerti alla larga dalla luce solare diretta tra mezzogiorno e le 15, quando i raggi sono particolarmente intensi.
    • Osserva se sono presenti i sintomi del melanoma acrale lentigginoso. Questo tipo di tumore si manifesta più frequentemente tra chi ha la pelle scura. È particolarmente pericoloso perché spesso si presenta in zone che non vengono esposte molto al sole – ciò significa che spesso non viene riconosciuto finché non arriva a uno stadio avanzato. Se osservi anomalie sui palmi delle mani, sulle piante dei piedi o sulle membrane mucose, chiama subito il tuo dermatologo. Esaminati una volta al mese e sottoponiti sempre a una visita annuale.
  6. 6
    Proteggiti anche se il tuo fototipo è il 6. In questo caso hai ottenuto un punteggio superiore a 31. Ciò significa che non ti scotti, anche quando ti esponi a una luce solare intensa. Sei comunque vulnerabile al cancro e devi proteggerti [38]:
    • Usare una protezione solare leggera di almeno 15 ti proteggerà dai raggi solari più dannosi. Dovresti anche evitare di trascorrere molto tempo all'aperto tra mezzogiorno e le 15.
    • Riconosci il melanoma acrale lentigginoso. Chi ha la pelle scura è predisposto alla comparsa di melanomi in quelle zone dove solitamente vengono riconosciuti con più difficoltà. Spesso si manifestano sulle membrane mucose, sulle piante dei piedi o sulle mani. Non saltare l'appuntamento annuale dal dermatologo ed esamina la pelle una volta al mese con diligenza per osservare eventuali anomalie.

Avvertenze

  • I bambini sono molto sensibili al sole. Se hanno meno di 6 mesi, dovrebbero essere protetti quanto più possibile. Tuttavia, le protezioni solari potrebbero non essere sicure a questa età. Prima di applicare una crema sulla pelle di un bambino di età inferiore ai 6 mesi, consulta il pediatra [39].
  • Dopo aver compiuto 6 mesi, i bambini vanno protetti con una crema contenente un SPF di almeno 30. Cercane una adatta ai più piccoli e applicala seguendo le istruzioni riportate sulla confezione [40].

Fonti e Citazioni

  1. http://www.webmd.com/beauty/face/whats-your-skin-type
  2. http://www.skincancer.org/prevention/are-you-at-risk/fitzpatrick-skin-quiz
  3. http://www.dermatology.ca/skin-hair-nails/skin/photoaging/know-your-skin-type/
Mostra altro ... (37)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Cura della Pelle

In altre lingue:

English: Know Skin Types, Español: conocer los tipos de piel, Deutsch: Die unterschiedlichen Hauttypen erkennen, Português: Identificar Tipos de Pele, Русский: различить типы кожи, Français: connaitre les différents types de peau, Bahasa Indonesia: Mengetahui Tipe Kulit, Nederlands: De verschillende huidtypen herkennen

Questa pagina è stata letta 22 571 volte.

Hai trovato utile questo articolo?