Come Riconoscere l'Infertilità Maschile

Scritto in collaborazione con: Spencer McCleave, MD

In questo Articolo:Riconoscere i SintomiSottoporsi ai TestCapire il Proprio Rischio di Infertilità32 Riferimenti

È difficile individuare l'infertilità maschile; la diagnosi viene in genere formulata dopo aver sottoposto entrambi i partner a dei test e aver individuato problemi riproduttivi nell'uomo.[1] Una coppia sterile su cinque non riesce ad avere figli proprio per questa ragione;[2] le cause possono essere genetiche oppure riconducibili a fattori quali l'abuso di droghe, infezioni e un'eccessiva esposizione dei testicoli al calore.[3] Per capire se sei sterile, dovresti considerare i tuoi fattori di rischio, esaminare le condizioni di salute e chiedere al medico di sottoporti a degli esami.

1
Riconoscere i Sintomi

  1. 1
    Comprendi che la sterilità è spesso asintomatica. Molti uomini che non possono avere figli hanno però una vita sessuale normale e a occhio nudo il loro sperma non presenta anomalie.[4] Da questo punto di vista, è difficile identificare degli indizi fisici; i segnali di avvertimento sono rari, ma alcuni individui hanno dei noduli o dei rigonfiamenti vicino ai testicoli, un seno più prominente, disfunzioni erettili e difficoltà di respirazione.[5]
  2. 2
    Controlla la presenza di un nodulo o un gonfiore alle gonadi. Un "bozzo", un ingrossamento, un dolore o un disagio nella regione dello scroto può essere sintomo di infertilità.
    • Esamina i tuoi testicoli restando in piedi di fronte allo specchio. Tieni quello destro nella mano con il pollice nella parte superiore, ruotalo delicatamente per percepire qualsiasi fastidio o dolenzia; passa poi a quello sinistro e ripeti la palpazione. Non preoccuparti se un testicolo è leggermente più grande dell'altro, perché è una caratteristica del tutto normale.[6]
    • Se lamenti dolore o pesantezza nella zona inguinale, contatta il medico.[7]
  3. 3
    Ispeziona il seno per accertarti che non sia troppo sviluppato. Se il tessuto mammario è davvero molto grande (condizione nota come ginecomastia), potresti essere sterile.
    • In tal caso, rivolgiti al dottore. La ginecomastia viene spesso confusa con un eccesso di tessuto adiposo, quindi dovresti chiedere al medico di visitarti affinché possa escludere un cancro o un'infezione chiamata mastite.[8]
  4. 4
    Osserva i peli del viso e del corpo. Uno dei possibili segnali di infertilità nell'uomo è la riduzione della peluria che può indicare uno squilibrio ormonale; se hai davvero pochi peli rispetto al normale, c'è la possibilità che tu non riesca ad avere figli.
  5. 5
    Considera se hai difficoltà a mantenere l'erezione. La disfunzione erettile è un'altra causa di sterilità;[9] in questo caso, devi chiedere al medico dei trattamenti specifici per tale disturbo.
    • In genere, si prescrivono farmaci come sildenafil (Viagra), tadalafil (Cialis), avanafil (Spedra) e vardenafil (Levitra, Vivanza); questi principi attivi aiutano l'organismo ad aumentare l'afflusso di sangue al pene. Tuttavia, dovresti sempre rivolgerti al medico per una terapia completa e assicurarti di poter assumere determinati prodotti; in particolare, quelli descritti in precedenza sono pericolosi per gli individui ipotesi, con malattie epatiche o renali.[10]
  6. 6
    Monitora eventuali problemi respiratori o infezioni. Si tratta di un'altra serie di sintomi legati all'infertilità dell'uomo. Se soffri di respirazione affannosa o hai avuto parecchie infezioni delle vie aeree, potresti avere una malattia associata a disturbi riproduttivi.[11]

2
Sottoporsi ai Test

  1. 1
    Esegui una conta spermatica. Circa i due terzi degli uomini con problemi di infertilità mostrano difficoltà nella produzione di spermatozoi che non riguardano solo il numero, ma anche la qualità.[12] In termini quantitativi, una concentrazione inferiore a 15 milioni di spermatozoi per millilitro di sperma è considerata bassa; se temi che questo sia il tuo problema, dovresti chiedere al dottore di eseguire il test.[13] Eventualmente, puoi anche fare un esame casalingo.
    • Sottoponiti a una conta spermatica a casa. Puoi acquistare dei kit specifici online; in Italia non sono ancora molto diffusi (e in certi casi la loro affidabilità è dubbia), ma tentar non nuoce. Devi eiaculare in un contenitore, aspettare dieci minuti e poi osservare i risultati.[14]
    • Ricorda che questi kit casalinghi hanno dei limiti nella valutazione dell'infertilità maschile; sono in grado di misurare la concentrazione di spermatozoi, ma non la forma, la motilità e altre caratteristiche qualitative.[15]
  2. 2
    Ricorda che non sempre gli esami sono coperti dal Servizio Sanitario Nazionale. Puoi informarti presso l'ASL di competenza o, se hai un'assicurazione sanitaria privata, contattare il tuo agente per conoscere i dettagli della polizza e sapere quali test puoi svolgere senza costi aggiuntivi.[16]
    • In certi casi, l'assicurazione copre i costi per la procedura diagnostica, ma non per i trattamenti; verifica anche questo dettaglio.
    • Controlla inoltre che non ci siano clausole restrittive in merito all'età e al sesso.
  3. 3
    Chiedi al medico di sottoporti all'iter diagnostico. Il dottore esegue probabilmente un esame fisico e raccoglie l'anamnesi, inclusi i dati sulla tua vita sessuale. La fase successiva prevede delle analisi dello sperma; devi masturbarti ed eiaculare in un contenitore, in modo che il campione possa essere inviato a un laboratorio per la conta spermatica.[17]
    • Se le analisi non sono sufficienti per formulare una diagnosi, il medico potrebbe richiedere un'ecografia dello scroto. Durante la procedura si possono visualizzare eventuali problemi, come il varicocele (vene varicose nello scroto).[18]
    • Esegui dei test ormonali per capire se ci sono problemi con la produzione di testosterone.[19]
    • Sottoponiti ad analisi delle urine post-eiaculazione. Questo esame si utilizza per capire se lo sperma segue un percorso anatomico sbagliato finendo nella vescica.[20]
    • Valuta i test genetici. Se la conta spermatica rivela una concentrazione molto bassa, puoi sottoporti a tali accertamenti per capire se si tratta di un problema ereditario.[21]
    • In circostanze anomale si può anche procedere a una biopsia testicolare, che permette di capire se il problema è localizzato a livello della produzione degli spermatozoi o del loro trasporto.[22]
  4. 4
    Vai da uno specialista per valutare la possibile infertilità maschile. Se hai cercato di concepire per anni e non sei riuscito a determinare il problema con il supporto del medico di famiglia, devi rivolgerti a uno specialista che valuta la situazione nel dettaglio e prescrive degli esami molto mirati.[23]

3
Capire il Proprio Rischio di Infertilità

  1. 1
    Esamina la tua storia clinica. In particolare, dovresti capire se hai avuto problemi con gli organi riproduttivi; se hai subito un intervento chirurgico allo scroto, dovresti informarne il medico mentre discutete della tua possibile infertilità.[24]
  2. 2
    Valuta la presenza di tossine nell'ambiente di lavoro. Osserva se ti sei esposto a numerose sostanze nocive, come piombo, pesticidi e altre tossine che possono mettere a rischio la capacità di procreare.[25]
  3. 3
    Prendi in considerazione un possibile passato di abuso di alcol e droghe. Se hai fatto uso di queste sostanze in abbondanza, corri il rischio di non poter avere figli.[26]
    • La produzione di spermatozoi può venir alterata dall'abuso di steroidi, cocaina, fumo di sigarette e marijuana.[27]
  4. 4
    Considera se hai il criptorchidismo. Si tratta della mancata discesa di uno o entrambi i testicoli che quindi non "penzolano" fuori dal corpo;[28] in tal caso, hai un solo testicolo e il medico dovrebbe esaminarti per definire meglio la situazione.
  5. 5
    Osserva la tua storia clinica in merito alle terapie oncologiche. Se hai avuto il cancro e sei stato curato con la chemioterapia o la radioterapia, corri un maggiore rischio di infertilità.[29]
  6. 6
    Rifletti se hai sottoposto i testicoli a un calore eccessivo. Se fai regolarmente la sauna, ti immergi in bagni molto caldi o indossi abiti estremamente attillati, potresti surriscaldare la zona inguinale; questi sono tutti comportamenti che aumentano il rischio di non poter avere figli.[30]
    • La produzione di DNA nei testicoli è molto sensibile alle fluttuazioni di temperatura;[31] gli idromassaggi, le saune e gli altri ambienti molto caldi tendono a innalzare troppo la temperatura dello scroto, causando una possibile perdita di fertilità.[32]

Riferimenti

  1. https://www.andrologyaustralia.org/your-health/male-infertility/
  2. https://www.andrologyaustralia.org/your-health/male-infertility/
  3. http://www.hsadeghi.com/male-infertility
  4. https://www.andrologyaustralia.org/your-health/male-infertility/
  5. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/male-infertility/basics/symptoms/con-20033113
  6. http://tcrc.acor.org/tcexam.html
  7. http://tcrc.acor.org/tcexam.html
  8. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gynecomastia/basics/tests-diagnosis/con-20028710
  9. https://www.andrologyaustralia.org/your-health/male-infertility/
Mostra altro ... (23)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Spencer McCleave, MD. Il Dottor McCleave lavora come Medico di Medicina Generale in Arizona. Si è laureato in Medicina alla Dalhousie University nel 1977.

Categorie: Salute Uomo

In altre lingue:

English: Recognize Male Infertility, Español: detectar la infertilidad masculina, Português: Identificar Infertilidade Masculina, Русский: распознать мужское бесплодие, Deutsch: Unfruchtbarkeit bei Männern erkennen, Français: savoir si l'on est stérile (pour les hommes), 日本語: 男性不妊症を見分ける

Questa pagina è stata letta 32 432 volte.
Hai trovato utile questo articolo?