Scarica PDF Scarica PDF

L'otite esterna acuta, nota anche come otite del nuotatore, è un'infezione dolorosa del canale auricolare che si trova tra l'orecchio esterno e il timpano. Deve il suo nome al fatto che si verifica molto spesso quando dell'acqua sporca entra nel canale uditivo delle persone che nuotano o fanno il bagno. Può anche essere la conseguenza di una pulizia scorretta, che causa danni allo strato sottile di pelle che protegge l'orecchio. Un ambiente umido nel canale uditivo permette all'infezione di radicarsi. È importante imparare a riconoscere questo disturbo e trovare i giusti trattamenti prima che l'infezione diventi troppo dolorosa e possa diffondersi.

Parte 1
Parte 1 di 3:
Identificare Precocemente l'Infezione

  1. 1
    Fai attenzione a una sensazione di prurito. Il prurito nell'orecchio esterno e nel canale uditivo è il primo segno di otite del nuotatore.[1]
    • Dato che la causa principale di questa infezione è l'esposizione all'acqua, devi prestare particolare attenzione se il prurito si sviluppa durante i giorni appena successivi a una nuotata.
    • Se l'infezione è di origine micotica, è più pruriginosa rispetto a quella batterica.[2]
  2. 2
    Controlla se l'interno dell'orecchio è arrossato. Se noti un leggero arrossamento, probabilmente si sta infettando.[3]
    • Nella maggior parte dei casi, l'infezione si sviluppa in un solo orecchio.
  3. 3
    Presta attenzione al disagio. Potresti non avvertire un dolore vero e proprio, ma anche un leggero fastidio può essere segno di infezione.[4]
    • Se il sintomo peggiora quando tiri il padiglione auricolare o premi sulla sporgenza che si trova davanti al canale auricolare (trago), ci sono maggiori probabilità che si tratti di un'infezione. L'irritazione che si prova sul padiglione auricolare e sul trago viene considerata il sintomo classico dell'otite del nuotatore.
  4. 4
    Controlla se esce del liquido. In questa fase dell'infezione, eventuali secrezioni che escono dall'orecchio sono ancora trasparenti e senza odore.[5]
    • Le secrezioni iniziano a diventare rapidamente giallastre e maleodoranti, man mano che l'infezione peggiora.
  5. 5
    Vai dal medico. Ai primi segnali di infezione, devi farti visitare. Sebbene non si tratti di una patologia che richiede intervento medico urgente, l'infezione può aggravarsi fino a diventare parecchio dolorosa, portando danni cronici all'orecchio e diffondendosi nel corpo.[6]
    • Esiste una differenza tra l'otite del nuotatore, un'infezione all'orecchio dovuta in genere all'esposizione all'acqua, e l'otite media, un'infezione che si sviluppa nell'orecchio medio. Quest'ultima si manifesta di solito dopo un'infezione alle vie respiratorie superiori o a causa di allergie. Il medico è in grado di stabilire il tipo di malattia che ti sta affliggendo e sarà in grado di trovare le giuste cure.
    • Non fare affidamento sulle gocce auricolari che trovi in libera vendita. Queste solitamente non contengono principi attivi efficaci per trattare l'infezione; devi invece farti prescrivere degli antibiotici o delle gocce antimicotiche.
    • Il medico controllerà l'orecchio con un otoscopio, che viene inserito delicatamente nel canale uditivo. Questo strumento permette di controllare le condizioni dell'interno dell'orecchio, oltre alla membrana del timpano, che non è visibile dall'esterno.
    • Potrà anche prendere un campione di fluido dall'orecchio per definirne la natura. In questo modo, saprà stabilire se l'infezione è batterica o micotica e decidere quindi se prescriverti antibiotici o farmaci antifungini. Il campione verrà inviato a un laboratorio, ma il medico ti consiglierà di iniziare fin da subito la cura con le gocce auricolari.
    • Solitamente, vengono prescritte delle gocce antibiotiche per trattare l'orecchio del nuotatore, che contengono anche una sostanza steroide per ridurre l'infiammazione e il dolore. Il medico ti consiglierà inoltre di gestire il dolore finché l'infezione non sarà eradicata.
    Pubblicità

Parte 2
Parte 2 di 3:
Osservare l'Evoluzione dell'Infezione

  1. 1
    Valuta i cambiamenti nelle sensazioni. Con il progredire della malattia, potresti provare un maggiore prurito e fastidio che si aggrava fino a diventare dolore. Questo peggioramento dei sintomi indica che il fluido e l'infiammazione nell'orecchio stanno aumentando e l'infezione non è più moderata.[7]
    • Potresti provare una sensazione di pienezza nel canale uditivo e una parziale ostruzione dovuta all'accumulo di secrezioni.
    • Potrebbero essere necessari alcuni giorni prima di provare questa sensazione, che può anche essere più intensa quando sbadigli e deglutisci.
  2. 2
    Osserva l'arrossamento. Man mano che l'infezione peggiora, l'orecchio interno diventa sempre più arrossato.[8]
  3. 3
    Controlla i cambiamenti delle secrezioni. Potrebbero iniziare ad aumentare di volume e diventare purulente.[9]
    • Il pus è un liquido denso e giallastro, in genere maleodorante, che trasuda dalle infezioni. Usa un fazzoletto pulito per toglierlo dall'orecchio esterno.
  4. 4
    Verifica l'udito. A volte la percezione dei suoni è leggermente ridotta o smorzata.[10]
    • Questa alterazione è dovuta alle secrezioni che bloccano il canale uditivo.
    • Copri l'orecchio sano e controlla se senti normalmente con quello infetto.
    Pubblicità

Parte 3
Parte 3 di 3:
Valutare la Progressione Tardiva dell'Infezione

  1. 1
    Preparati a un aumento del dolore. Con l'avanzare dell'infezione, il dolore può diffondersi anche al viso, al collo, alla mascella o sulla testa sullo stesso lato dell'orecchio malato.[11]
    • Se i sintomi sono gravi, devi rivolgerti immediatamente al medico o andare al pronto soccorso.
  2. 2
    Aspettati di sentire meno. In questa fase dell'otite, il canale uditivo potrebbe ostruirsi completamente, riducendo la capacità di sentire dall'orecchio infetto.[12]
  3. 3
    Fai attenzione ai cambiamenti fisici. L'arrossamento peggiora e l'orecchio esterno potrebbe diventare gonfio e rosso.[13]
  4. 4
    Controlla se il collo si gonfia. Quando l'infezione progredisce, il sistema linfatico dell'organismo si attiva per combatterla. Se i linfonodi del collo si gonfiano, si tratta di un segnale del peggioramento della malattia.[14]
    • Usa le tre dita centrali della mano per controllare i linfonodi. Premi delicatamente sul lato del collo e sotto la linea della mandibola alla ricerca di zone edematose.
  5. 5
    Misura la temperatura. Quando l'infezione inizia a diffondersi in altre parti, l'organismo lavora duramente per debellarla. Uno dei modi per combatterla è quello di aumentare la temperatura per rendere l'ambiente inospitale ai batteri.[15]
    • In genere, si parla di febbre quando la temperatura supera i 37,3 °C.
    • Esistono diversi metodi per misurare la temperatura, compreso anche l'uso di un termometro auricolare. Se hai un'infezione all'orecchio, devi però inserire lo strumento nell'orecchio sano; l'infezione tende infatti ad aumentare naturalmente la temperatura nell'area affetta, potresti quindi ottenere dei risultati sbagliati.
    Pubblicità

Consigli

  • Per ridurre il rischio di otite esterna, evita di nuotare in acque dolci (invece che in piscina, per esempio), soprattutto se è stato emesso un comunicato pubblico in merito a un'elevata carica batterica; indossa i tappi per le orecchie quando nuoti; metti dei batuffoli di cotone nel canale auricolare quando applichi degli spray o tinture per capelli; asciuga accuratamente le orecchie con un asciugamano dopo averle bagnate; evita di inserire qualunque cosa al loro interno, compresi i cotton fioc e le dita.[16]
  • In farmacia puoi trovare delle gocce auricolari da banco per asciugare le orecchie dopo il nuoto. Possono esserti utili se vai spesso a nuotare.
  • Nei bambini che hanno i canali auricolari più stretti l'acqua tende a rimanere intrappolata con maggiore facilità.
  • Il cotton fioc è il mezzo più comune con cui un bambino contrae questa infezione.[17]
  • L'infezione all'orecchio è quasi sempre causata da batteri. L'otite del nuotatore è dovuta generalmente allo "Staphylococcus aureus" o alla "Pseudomonas aeruginosa", che è il batterio più comune tra i due. Solo meno del 10% dei casi è causato da funghi.[18]
Pubblicità

wikiHow Correlati

Far Uscire l'Acqua dalle OrecchieFar Uscire l'Acqua dalle Orecchie
Stappare un Orecchio Tappato
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Scrocchiarsi la Schiena AltaScrocchiarsi la Schiena Alta
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Curare un Dito Insaccato
Riconoscere i Sintomi della LeucemiaRiconoscere i Sintomi della Leucemia
Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Camminare con una StampellaCamminare con una Stampella
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Laura Marusinec, MD
Co-redatto da:
Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato co-redatto da Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995. Questo articolo è stato visualizzato 5 069 volte
Questa pagina è stata letta 5 069 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità