Scarica PDF Scarica PDF

Il livello di potassio influisce sui nervi e sulle comunicazioni delle cellule muscolari presenti nell'apparato digerente, nel cuore e in tutti gli altri muscoli. La maggior parte del potassio contenuto nel nostro corpo si trova nelle cellule e, normalmente, il suo livello nel sangue viene mantenuto entro valori specifici dal nostro sistema endocrino. Le persone con un basso livello di potassio (ipokaliemia), così come coloro che hanno invece un alto livello di potassio (iperkaliemia), presentano diverse difficoltà fisiche.

Metodo 1
Metodo 1 di 3:
Identificare i Sintomi Comuni

  1. 1
    Presta attenzione ai primi segnali di allarme. Le prime indicazioni di una carenza moderata di potassio possono essere dolori muscolari, crampi ed eccessiva stanchezza. Bassi livelli di potassio non consentono alle cellule neuromuscolari di ricaricarsi velocemente e di attivarsi ripetutamente, di conseguenza i muscoli avranno difficoltà nel contrarsi.
    • Debolezza, spasmi muscolari e formicolio o intorpidimento muscolare possono segnalare un peggioramento nella carenza di potassio e richiedono un immediato controllo medico.[1]
  2. 2
    Fatti fare una diagnosi il prima possibile. Una carenza di potassio grave o protratta può danneggiare il cuore. Bassi livelli di potassio possono modificarne negativamente le funzioni. Tra le conseguenze possiamo includere un battito cardiaco irregolare, che talvolta può sfociare in una pericolosa aritmia.
  3. 3
    Sii consapevole delle possibili cause di una carenza di potassio. In caso di dissenteria, disidratazione, vomito o debolezza, potrebbe essere consigliabile sottoporsi a un test dei livelli di potassio. Un esame completo fornisce una diagnosi attraverso un pannello metabolico di base (BMP)[2] e un test degli elettroliti (che include sodio, potassio, calcio, magnesio, cloro, idrogeno fosfato e carbonato di idrogeno).
    • In base alle tue condizioni, il medico potrebbe invece prescriverti un pannello metabolico completo (CMP),[3] in cui verranno analizzate anche le funzionalità epatiche.
    Pubblicità

Metodo 2
Metodo 2 di 3:
Farsi Fare una Diagnosi

  1. 1
    Controlla i tuoi livelli di potassio. Un livello di potassio sierico inferiore ai 3,5 millimoli per litro (mmol/L) può essere considerato scarso; il range normale è compreso tra 3,6 e 5,2 mmol/L).[4] È possibile esaminare anche i livelli di altri elettroliti, come calcio, glucosio, magnesio e fosforo.
    • Un esame del sangue può includere anche i livelli di creatina e l'indice di azoto ureico (BUN), indicatori delle funzionalità epatiche.
    • I pazienti che stanno assumendo la digitale (farmaco per la cura delle patologie cardiache) necessitano che vengano esaminati anche i livelli di digossina essendo un medicinale che influenza i ritmi cardiaci.
  2. 2
    Sottoponiti a un elettrocardiogramma (ECG o EKG). Le funzionalità cardiache verranno monitorate per ricercare eventuali segnali di danneggiamento o patologie.[5] In presenza di una folta peluria corporea, il medico potrebbe decidere di rasare alcune aree di cute per posizionare 12 elettrodi su braccia, petto e gambe. Ogni elettrodo trasmette a un monitor delle informazioni elettriche relative al cuore, per un tempo di 5-10 minuti. Come paziente dovrai rimanere il più fermo possibile e talvolta doverti sottoporre a un secondo ECG.
    • Bassi livelli di potassio possono anche essere correlati a bassi livelli di magnesio. Questo potrebbe prolungare gli intervalli sull'ECG e potrebbe portare a torsioni di punta.
    Pubblicità

Metodo 3
Metodo 3 di 3:
Determinare le Cause

  1. 1
    Se hai la necessità di assumere un diuretico, parlane con il tuo medico. I farmaci diuretici possono influenzare negativamente i livelli di potassio. Le persone che soffrono di particolari patologie, tra cui l'ipertensione possono aver bisogno di assumere un diuretico. Nel caso di una conseguente carenza di potassio sarà però necessario parlare con il proprio medico e cercare una soluzione alternativa.[6]
    • I diuretici sono una categoria di farmaci che include furosemide e idroclorotiazide (HCTZ). Lo scopo dei diuretici è quello di ridurre la pressione alta aumentando la minzione. Poiché alcuni minerali, quali il potassio, vengono espulsi dal corpo attraverso le urine, i diuretici possono però creare uno squilibrio corporeo.
  2. 2
    Analizza il tuo stile di vita alla ricerca di potenziali cause della carenza di potassio. Sebbene alcune ragioni possano essere mediche, spesso un cambio nel nostro stile di vita può aiutarci a ritrovare la salute. Se bevi alcool in quantità eccessive, fai un uso troppo frequente di lassativi o sei affetto da una sudorazione abbondante, puoi influenzare direttamente la carenza di potassio.[7] Parla con un medico e discuti di come poter modificare le tue abitudini per superare il problema.
    • Se temi di non poter rinunciare all'alcool senza fatica, chiedi aiuto a un amico o in un gruppo di supporto.
    • Se fai un uso frequente di farmaci lassativi, parla con il tuo medico e scopri come sostituirli con metodi naturali.
    • Se sudi in modo copioso, modifica le condizioni ambientali a tuo favore. Mantieniti idratato, rinfresca la stanza in cui studi o lavori o chiedi aiuto al tuo medico.
  3. 3
    Sottoponiti a ulteriori esami per evidenziare eventuali patologie. Talvolta una carenza di potassio può indicare la presenza di una malattia più grave. Una patologia renale cronica o una chetoacidosi diabetica possono causare un basso livello di potassio e andrebbero curate immediatamente.[8] Ulteriori patologie che possono condurre a una carenza di potassio sono una deficienza di acido folico o disturbi di stomaco che causano vomito o dissenteria persistenti.
    • L'iperaldosteronismo porta a una sindrome che comprende ipertensione e ipopotassiemia.
  4. 4
    Correggi la tua alimentazione. Il modo migliore per aumentare i livelli di potassio consiste nel mangiare alimenti che ne contengano in grande quantità. In alternativa puoi assumere un integratore di potassio, ma solo dopo aver consultato il tuo medico per evitare di sovraccaricare il tuo corpo. Tra gli alimenti ricchi di potassio possiamo citare:
    • Banane;
    • Avocado;
    • Pomodori;
    • Patate;
    • Spinaci;
    • Fagioli e piselli;
    • Frutta secca.
    Pubblicità

Consigli

  • Gli esami potrebbero indicare la necessità di assumere un integratore di potassio, sotto forma liquida o in capsule, per aumentarne i livelli nel sangue. Discuti con il tuo medico della possibile presenza di cause sottostanti alla carenza di potassio e della necessità di modificare la tua alimentazione o eventuali farmaci (tra cui i diuretici).
  • Il potassio è un elemento chimico presente solo in natura sotto forma di sali, tra cui ad esempio il cloruro di potassio usato in cucina come sostituto del sale, seppure abbia un sapore meno gradevole del comune sale da tavola (cloruro di sodio). Contenuto comunemente nell'acqua di mare e in molti minerali, è un elemento fondamentale per ogni organismo.
  • I casi gravi di ipokaliemia possono essere trattati per via farmacologica iniettando una soluzione di potassio direttamente nelle vene o attraverso la sua assunzione per via orale.
  • In assenza di sintomi, nei casi di ipokaliemia meno gravi, i farmaci possono non essere necessari. Il medico potrebbe consigliarti di modificare la tua dieta includendo quei cibi che sono ricchi di potassio e di affidarti alla naturale capacità del corpo di correggerne i livelli.
Pubblicità

wikiHow Correlati

Far Scrocchiare la Parte Bassa della Schiena
Scrocchiarsi la Schiena AltaScrocchiarsi la Schiena Alta
Trattenere la PipìTrattenere la Pipì
Rallentare il tuo Battito Cardiaco
Rimuovere una Cisti SebaceaRimuovere una Cisti Sebacea
Riconoscere i Sintomi dell'HIVRiconoscere i Sintomi dell'HIV
Controllare i LinfonodiControllare i Linfonodi
Curare un Dito Insaccato
Liberarsi di un'Unghia IncarnitaLiberarsi di un'Unghia Incarnita
Urinare Dopo un Intervento ChirurgicoUrinare Dopo un Intervento Chirurgico
Camminare con una StampellaCamminare con una Stampella
Riconoscere i Sintomi della LeucemiaRiconoscere i Sintomi della Leucemia
Liberarsi Velocemente delle EmorroidiLiberarsi Velocemente delle Emorroidi
Trattare il Mal di Gola dopo aver VomitatoTrattare il Mal di Gola dopo aver Vomitato
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 13 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Questo articolo è stato visualizzato 60 279 volte
Questa pagina è stata letta 60 279 volte.

Hai trovato utile questo articolo?

Pubblicità