Come Riconoscere la Posizione del Bambino nell'Utero

3 Metodi:Esaminare la Pancia e Prendere Nota di quello che si SenteTecniche MedicheProvare a Fare una Mappa della Pancia (Belly Mapping)

Se aspetti un bambino, sappi che si girerà e rigirerà in continuazione dentro la pancia. Percepirne i movimenti può essere un'esperienza divertente e magica: cercare di capire in quale posizione si trova può essere emozionante. Che tu sia semplicemente curiosa, o che si stia avvicinando la data del parto, esistono tecniche mediche e metodi fai da te più o meno accurati per determinare la posizione del bambino nella pancia. Provane qualcuno e, se hai qualche dubbio, chiedi l'aiuto del tuo medico o dell'ostetrica.

1
Esaminare la Pancia e Prendere Nota di quello che si Sente

  1. 1
    Tieni un diario dei movimenti. Al termine della gravidanza potrebbe essere divertente rivedere le diverse posizioni in cui si è trovato il bambino durante tutto il periodo. Tieni un diario, un registro o un quaderno per raccogliere i dati e ogni volta che ne hai l'occasione, annota la data, la settimana di gravidanza e la posizione del feto.
  2. 2
    Tocca la pancia per localizzare le protuberanze. Anche se non si tratta di una scienza esatta, potresti essere in grado di localizzare la testa o il sedere del bimbo semplicemente toccandoti la pancia. Applica una leggera pressione e cerca di rilassarti mentre lo fai, premendo mentre espiri. Una protuberanza dura e rotonda come una piccola palla da bowling sarà probabilmente la testa del feto, mentre una tonda ma più morbida potrebbe essere il fondoschiena. Usa alcune linee guida standard per stimare la posizione:[1]
    • È presente una protuberanza sul lato destro o sinistro della pancia? Premila delicatamente: se tutto il corpo del bimbo si muove, potrebbe significare che si trova in posizione cefalica (a testa in giù).
    • Se percepisci una protuberanza dura e rotonda al di sotto delle costole, potrebbe trattarsi della testa, segno che il feto si trova in posizione podalica (a testa in su).
    • Se le due zone dure e rotonde (la testa e il fondoschiena) si trovano su un lato della pancia, il bambino potrebbe essere disposto orizzontalmente. Solitamente il feto si sposta da questa posizione all'ottavo mese.[2]
  3. 3
    Localizza i punti in cui senti scalciare. I bambini scalciano spesso all'interno della pancia, pertanto potrebbe essere uno dei modi più semplici per capire come sono posizionati. Se senti scalciare al di sopra del tuo ombelico, significa probabilmente che il bambino è posizionato a testa in giù, viceversa si trova a testa in su. Cerca di immaginare dove si trovano i suoi piedi e le gambe in base alla zona in cui lo senti scalciare.[3]
    • Se senti scalciare nella parte centrale della pancia, significa che il bambino potrebbe trovarsi in posizione posteriore, con la testa verso il basso e la schiena contro la tua schiena. Inoltre in questa posizione la tua pancia potrebbe risultare appiattita piuttosto che tonda.

2
Tecniche Mediche

  1. 1
    Chiedi al tuo medico di mostrarti come sentire il bambino. Spesso i medici professionisti sono in grado di capire in quale posizione si trova il feto semplicemente tastando l'addome della madre. Durante la tua prossima visita chiedi al medico di guidarti in questa operazione: può darti dei consigli su come fare da sola a casa.[4]
    • Chiedigli di poter tastare la pancia insieme a lui, per renderti conto di come risultano diverse le parti del feto se percepite dall'esterno.
  2. 2
    Cerca di sentire il battito cardiaco del bimbo. Anche se non ti dirà tutto riguardo alla sua posizione, localizzarne il cuore ti darà alcune indicazioni per capire com'è sdraiato. Se possiedi un fetoscopio o uno stetoscopio, usalo per auscultare la tua pancia. Se non ce l'hai, chiedi al partner o a una persona intima di appoggiare l'orecchio sulla tua pancia mentre vi trovate in una stanza silenziosa. Di solito è possibile sentire in questo modo il battito cardiaco del feto negli ultimi due mesi di gravidanza, anche se localizzare esattamente il cuore può essere difficile.[5] Spostati in diverse zone per sentire dove il battito è più forte e nitido.
    • Se il battito è più forte al di sotto dell'ombelico, il feto si trova probabilmente a testa in giù, viceversa si trova a testa in su.
    • Prova ad ascoltare attraverso il rotolino della carta igienica per amplificare il suono.
  3. 3
    Fai un'ecografia. È l'unico metodo per sapere con sicurezza in quale posizione si trova il bambino: è un sistema che sfrutta le onde sonore per realizzare un'immagine del feto nell'utero. Pianifica ecografie regolari con il ginecologo o l'ostetrica per controllare lo sviluppo del bambino, o semplicemente per stabilirne la posizione nell'utero.[6]
    • Pianifica un'ecografia nel primo trimestre e un'altra nel secondo trimestre o con maggiore frequenza nel caso in cui la salute del feto necessiti di essere tenuta sotto controllo. Chiedi consiglio al tuo medico per sapere quando effettuare un'ecografia.[7]
    • Le nuove tecnologie a ultrasuoni sono in grado di realizzare immagini incredibilmente nitide del feto, sebbene non siano disponibili presso tutti gli studi medici.

3
Provare a Fare una Mappa della Pancia (Belly Mapping)

  1. 1
    Procurati il materiale necessario. Il Belly Mapping può essere una sfida, ma è divertente. All'ottavo mese di gravidanza prova a tracciare una mappa sulla pancia in seguito a una visita ecografica o di monitoraggio del cuore del feto. Una volta a casa procurati della vernice o dei pennarelli atossici e una bambola con gli arti mobili.[8]
  2. 2
    Localizza la testa del feto. Sdraiati sulla schiena in una posizione comoda e solleva la maglietta. Applicando una pressione costante tasta la zona pelvica alla ricerca di una forma tonda e dura, quindi usa i colori per tracciare un cerchio che corrisponda alla testa del bambino.[9]
  3. 3
    Localizza il battito cardiaco. Traccia una sagoma a cuore nella zona dove senti il battito cardiaco: probabilmente ti è appena stata indicata dal medico durante la visita. Se non è questo il caso, usa uno stetoscopio o un fetoscopio, se ne possiedi uno, oppure chiedi a un familiare o a una persona intima di appoggiare l'orecchio sulla tua pancia e di dirti il punto in cui il battito è più forte.[10]
  4. 4
    Cerca il fondoschiena del feto. Tasta delicatamente la pancia alla ricerca del fondoschiena - che dovrebbe avere una forma tonda e risultare duro, sebbene più morbido rispetto alla testa, quindi segnalo sulla pancia.[11]
  5. 5
    Segna qualsiasi altro punto che percepisci. Una zona lunga e piatta potrebbe essere la schiena del bimbo mentre dei punti bitorzoluti potrebbero essere le ginocchia o i gomiti. Pensa al punto in cui hai sentito scalciare e segna qualsiasi riferimento sulla pancia.[12]
  6. 6
    Sistema la bambola in posizioni diverse. Comincia a maneggiarla sistemandola in diverse posizioni a seconda di dove si trovano la testa e il cuore del bimbo: può aiutarti a visualizzarne meglio la posizione.[13]
  7. 7
    Sii creativa, se lo desideri. Disegna o dipingi il feto come se si trattasse di un progetto artistico oppure scatta qualche fotografia divertente: potrà costituire un bellissimo ricordo.[14]

Consigli

  • Può essere difficile percepire le diverse parti del corpo del bimbo nel caso in cui tu sia particolarmente muscolosa o abbia molto grasso nella zona addominale.[15] Inoltre la posizione della placenta può influire su ciò che senti: se si trova nella parte frontale della pancia (placenta anteriore), potresti non percepire molti movimenti né calci.
  • Potrebbe essere più semplice usare metodi fai da te dopo la trentesima settimana: prima di questo periodo un'ecografia è senz'altro il metodo migliore.
  • Il feto è di solito più attivo dopo che hai consumato un pasto: è questo il momento migliore per prestare attenzione a eventuali movimenti e calci.[16]

Avvertenze

  • Parla con il tuo medico o l'ostetrica, se il momento del parto è vicino, ma il bambino è in posizione podalica o trasversale (orizzontale): in questo caso potrebbe essere necessario un parto cesareo, se non è possibile spostare il feto in una posizione più adeguata.
  • Se ti stai toccando la pancia per capire la posizione del feto e avverti una contrazione di Braxton-Hicks, fermati un attimo e aspetta che passi. Non è pericolosa né per te né per il bimbo, ma non sarai in grado di capire la sua posizione finché non sarà passata.[17]
  • È una buona idea iniziare a monitorare i movimenti del feto a partire dalla ventottesima settimana di gravidanza. Dovresti essere in grado di sentire all'incirca 10 calci o altri movimenti nel corso di un paio d'ore: non aver paura se non ne senti alcuno, semplicemente aspetta qualche ora e riprova. Se al secondo ascolto non riesci ancora a percepire alcun movimento, contatta il tuo ginecologo.[18]

Fonti e Citazioni

Mostra altro ... (3)

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Genitori

In altre lingue:

English: Tell the Position of a Baby in the Uterus, Español: saber la posición de un bebé en el útero, Português: Saber a Posição do Bebê no Útero, العربية: معرفة وضع الجنين في الرحم, Deutsch: Die Position deines Babys im Mutterleib bestimmen, Français: connaitre la position de bébé dans l'utérus

Questa pagina è stata letta 4 724 volte.

Hai trovato utile questo articolo?