Come Riconoscere la Rogna nei Cani

4 Parti:Riconoscere i Sintomi della RognaEseguire un Test per la Rogna SarcopticaComprendere i Diversi Tipi di RognaTrattamento Iniziale e Prevenzione

La rogna è una malattia infiammatoria della pelle dei cani causata dagli acari parassitari. Esistono due tipi principali di rogna: la sarcoptica e la demodettica, che hanno sintomatologia e cause diverse. È molto importante saper riconoscere i segni e i sintomi di ciascuna per capirne la differenze. Sebbene la rogna abbia raramente un esito fatale, sapere come riconoscere questa malattia frustrante fin dall’insorgenza rende il trattamento molto più semplice nel lungo termine.

Parte 1
Riconoscere i Sintomi della Rogna

  1. 1
    Controlla la presenza di un prurito intenso. La rogna sarcoptica, solitamente, causa un prurito incessante. Il cane si gratta senza sosta oppure si morde la pelle per trovare un po’ di sollievo. La cute, irritata dalla continua frizione e dai morsi, si infetta con facilità. Il prurito può diventare tanto grave che distoglie l’animale dalle attività vitali come mangiare, bere e dormire.
    • I casi acuti di rogna sarcoptica che sfociano in infezioni batteriche o fungine secondarie manifestano una crosta bianca sulla superficie cutanea del cane, sebbene non in maniera sistematica. Inoltre i cani con gravi infezioni secondarie spesso perdono peso, hanno la febbre e i linfonodi ingrossati.
  2. 2
    Verifica la perdita di pelo. La rogna demodettica localizzata, il tipo meno grave, si manifesta con una o due zone di "diradamento" del pelo o di alopecia. Solitamente queste aree non sono infiammate o irritate e non causano un intenso prurito.
  3. 3
    Guarda se le zone di alopecia si allargano. Se la rogna demodettica localizzata non guarisce da sola, può diffondersi al resto del corpo dell’animale trasformandosi in un caso di rogna generalizzata. Il cane manifesta numerose aree di diradamento del pelo su tutto il corpo, che possono crescere fino a raggiungere i 2,5 cm di diametro. La cute diventa rossa, squamata e/o con croste.
    • Questa irritazione cutanea costringe il cane a grattarsi, il che porta, a volte, ad altre infezioni ben più serie. Le infezioni secondarie presentano una sintomatologia analoga a quella della rogna sarcoptica: febbre, dimagrimento, linfonodi gonfi e così via.
  4. 4
    Ispeziona le zampe del tuo amico peloso per capire se sono gonfie o irritate. In alcuni specifici casi di rogna demodettica si riscontra una condizione chiamata pododermatite demodettica, che si manifesta quando gli acari che causano la malattia penetrano profondamente nelle zampe dell’animale dove sono molto difficili da rimuovere. Tale genere di rogna porta a gonfiori e irritazioni che sono più gravi in prossimità delle unghie, e si accompagnano a infezioni secondarie.
  5. 5
    Controlla se tu o altri membri della famiglia avete sulla pelle delle macchie arrossate, gonfie e irritate. Un modo per identificare la rogna del tuo cane è trovare dei morsi di acari su te stesso. Quando il parassita che causa la rogna sarcoptica nei cani entra in contatto con l’uomo, genera dei ponfi rossi simili alle punture di zanzara. Per fortuna non sono quasi mai un problema grave. Tuttavia, se noti questi segni dopo essere stato vicino a un cane che si gratta, allora ci sono alte probabilità che si tratti di rogna sarcoptica.
    • Ricorda che gli esseri umani non possono essere infestati dagli acari che causano la rogna demodettica.
  6. 6
    Non dimenticare che i segni di rogna possono anche essere sintomi di altre malattie serie. Il prurito o le zone di alopecia sono sempre sinonimo di un problema di salute di fondo come le allergie, l’iperadrenocorticismo (malattia di Cushing), il diabete, l'ipertiroidismo e le infezioni parassitarie. Per questo motivo è fondamentale rivolgersi al veterinario per una diagnosi e trattamento adeguati.

Parte 2
Eseguire un Test per la Rogna Sarcoptica

  1. 1
    Afferra un orecchio del cane. Se hai l’impressione che si stia grattando più del solito, ma non sei sicuro se soffra di rogna sarcoptica, allora esegui questo semplice esame. Per iniziare, afferra delicatamente un orecchio dell’animale. Tieni la parte morbida e cadente dell’orecchio fra pollice e indice.
    • Se temi di poter essere morso dagli acari della rogna, indossa dei guanti monouso.
  2. 2
    Strofina con delicatezza l’orecchio fra le dita. Con pollice e indice accarezza l’orecchio del cane su entrambi i lati. Esegui un movimento lento e costante e non schiacciare con forza. Mentre lo fai, controlla la zampa posteriore corrispondente al lato dell’orecchio.
  3. 3
    Verifica se vuole grattarsi. Se il cane agita la zampa come se volesse grattarsi l’orecchio, allora potrebbe avere la rogna sarcoptica. In tal caso, lavati subito le mani e porta l’animale dal veterinario il prima possibile.
    • Questo test funziona perché, nella maggior parte dei casi di rogna sarcoptica, gli acari che causano questa malattia sono presenti soprattutto attorno all’orecchio dell’animale. Quando lo strofini, il cane percepisce una sensazione di irritazione generata dai parassiti e tenta di grattarsi.
  4. 4
    Questo test non fornisce una diagnosi definitiva di rogna sarcoptica, sebbene confermi che l’animale prova prurito ed è sensibile. La rogna sarcoptica è molto difficile da diagnosticare; il test può presupporre che il cane ne soffra e in tal caso bisogna iniziare subito un trattamento. Se l’animale risponde bene alla terapia, allora questo viene considerato una conferma della diagnosi.

Parte 3
Comprendere i Diversi Tipi di Rogna

  1. 1
    Riconosci la rogna sarcoptica da quella demodettica. Questi sono i due tipi di rogna che i cani contraggono. Entrambe sono malattie serie, manifestano sintomi diversi (vedi la prima sezione di questo articolo) e hanno cause differenti. La rogna sarcoptica è generata da uno specifico acaro che si trasferisce da un animale infetto a un altro. Quella demodettica, invece, è causata da un altro acaro che normalmente vive sulla cute dei cani. Sebbene la maggior parte degli animali viva in simbiosi con il parassita, questo può prendere il sopravvento e proliferare causando irritazione e alopecia.
    • Nonostante sia la rogna sarcoptica che quella demodettica generalizzata provochino prurito, è importante distinguere fra le due infezioni: gli acari responsabili della prima causano un prurito immediato e molto intenso, mentre quelli che provocano la seconda conducono a zone di pelle irritata e priva di peli che successivamente diventano pruriginose.
    • La rogna sarcoptica, di per sé, non è letale per l’animale, ma ne deteriora gravemente lo stato di salute esponendolo a gravi infezioni, impedendogli di mangiare o dormire. Per tali ragioni devi rivolgerti immediatamente a un veterinario. Non dovresti avere alcun dubbio: un cane affetto da rogna sarcoptica ha un aspetto malato e profondamente provato.
    • La rogna sarcoptica viene anche chiamata “scabbia dei cani”.
    • La rogna demodettica è chiamata anche demodicosi.
  2. 2
    Comprendi le differenze fra rogna demodettica generalizzata e localizzata. Quest’ultima è caratterizzata da una o due macchie di alopecia sul corpo del cane. Se non si risolve (cosa che può accadere in caso di sistema immunitario depresso, allergie o malattie endocrine), la malattia può diffondersi a tutto il corpo con una estensione delle aree prive di pelo che successivamente si irritano e infettano. Queste possono diventare pruriginose e ricoprirsi di croste.
    • La rogna demodettica localizzata è più comune fra i cuccioli. Nel 90% dei casi, la malattia scompare spontaneamente, senza bisogno di trattamenti, nel giro di un mese o due. Tuttavia, in piccola percentuale, il disturbo si evolve in malattia demodettica generalizzata (più grave).
    • Sebbene i cani non ereditino la malattia di per sé, si ritiene che gli esemplari che sviluppano la demodettica generalizzata abbiano un sistema immunitario geneticamente più debole.
  3. 3
    Impara a riconoscere i sintomi della pododermatite demodettica il prima possibile. Questo è un terzo tipo di rogna; in alcuni casi il cane presenta i classici segni di rogna, mentre in altri manifesta solo l’infezione alle zampe. Il trattamento per questa malattia è lungo e complicato, prevede la somministrazione di antibiotici e frequenti “pediluvi” medicali con antiparassitari. Dato che la cura è piuttosto complessa, è fondamentale una diagnosi precoce.

Parte 4
Trattamento Iniziale e Prevenzione

  1. 1
    Rivolgiti a un veterinario. Se credi che il tuo animale soffra di qualche tipo di rogna, allora dovresti portarlo da un medico veterinario. Solo un professionista esperto e capace è in grado di eseguire tutti i test diagnostici per determinare il tipo di rogna e il livello di gravità. In base alla diagnosi, il veterinario stabilirà una terapia adatta per curare il cane. Dato che si tratta di una malattia abbastanza semplice da debellare prima che diventi grave, è indispensabile recarsi all’ambulatorio veterinario il prima possibile, per consentire al cane di guarire.
    • I casi di rogna sarcoptica richiedono un intervento medico più urgente rispetto a quelli di rogna demodettica. Dato che il prurito intenso della sarcoptica getta il cane in condizioni pietose (e, cosa ancor più grave, porta a problemi di salute gravi), una diagnosi e un trattamento precoci sono essenziali.
    • L’eccezione a questa regola generale è rappresentata solo dai casi molto lievi di rogna demodettica localizzata. Dato che il più delle volte si risolvono da soli, l’intervento veterinario non è sempre indispensabile, anche se è opportuno consultare un medico per stare tranquilli ed escludere altre patologie.
  2. 2
    Lava o sostituisci la cuccia del cane, il collare e i suoi oggetti personali. Nei casi di rogna (soprattutto sarcoptica, che è contagiosa), tutti gli oggetti che sono entrati recentemente in contatto con l’animale dovrebbero essere immediatamente lavati o sostituiti. Fra questi rientrano il collare, la cuccia, il guinzaglio, la pettorina, le coperte, le spazzole e tutti gli altri strumenti per la toelettatura. La pulizia è ancora più urgente se hai altri animali domestici ancora sani.
    • Lava gli oggetti in tessuto con candeggina o borace e mettili in asciugatrice alla massima temperatura. Gli oggetti duri e le superfici resistenti vanno lavati con un disinfettante ospedaliero. Lava tutto ogni giorno finché la rogna sparisce.
  3. 3
    Non fare accoppiare i cani che hanno la rogna demodettica. Come detto in precedenza, i cani con un grave episodio di questa malattia, a volte, hanno un sistema immunitario debole, ereditato dai genitori. Per questo motivo si sconsiglia ai proprietari degli animali che hanno sofferto di una lunga e grave rogna demodettica di farli accoppiare. I cani che invece hanno manifestato casi lievi e localizzati possono riprodursi, soprattutto se la rogna si è sviluppata in giovane età e si è risolta spontaneamente.
    • Vale la pena notare, comunque, che alcuni veterinari sconsigliano l’accoppiamento per tutti i cani che hanno sofferto di qualunque genere di rogna demodettica. Se hai dei dubbi in merito consulta il medico, che conosce bene te e il tuo cane, per farti consigliare. Solitamente ti suggerirà la cosa migliore da fare per conciliare le tue necessità e la salute dei futuri cuccioli.
  4. 4
    Tieni gli altri animali lontani dal cane che soffre di rogna sarcoptica. Dato che si tratta di un tipo contagioso, un periodo di quarantena è essenziale per evitare la diffusione ad altri animali e per impedire che la malattia diventi più grave. Se il tuo amico a quattro zampe ha la rogna sarcoptica, separalo immediatamente dagli altri animali. Non farlo dormire, non dargli da mangiare e non permettergli di giocare con loro. Se credi che il cane dei vicini sia malato, non consentire al tuo di avvicinarsi. Una volta che la rogna è scomparsa, potrai reintrodurre il cane alla sua normale vita sociale.
    • Si ritiene che nessuna forma di rogna demodettica sia contagiosa per l’uomo o per gli altri animali. In casi molto rari, può essere trasmessa ad altri cani. Tuttavia, la quarantena non è necessaria se i sintomi non sono gravi.
  5. 5
    Comprendi i fattori di rischio per la rogna sarcoptica. Si tratta di una malattia altamente contagiosa che si trasmette da un cane infetto a un altro. Una volta contagiato, il cane presenta pochi e a volte nessun sintomo. La rogna sarcoptica può trasmettersi dalla madre ai cuccioli, ed è molto comune nei casi in cui gli animali vivano in ambienti troppo affollati, in cattive condizioni come negli allevamenti abusivi, nei canili e nei rifugi per animali abbandonati. Tuttavia, un cane può essere esposto agli acari responsabili di questa malattia pur non entrando in contatto con un animale infetto: gli acari sopravvivono fino a 21 giorni fuori dal loro ospite se la temperatura ambientale è di 10-15 °C, e fino a 6 giorni se la temperatura si aggira intorno ai 20-25 °C.
    • Un cane può ammalarsi anche toccando un oggetto che è stato recentemente usato da un animale infetto, come una coperta o un asciugamano. Allo stesso modo, se i saloni di toelettatura non mettessero in atto regolari procedure di disinfezione per le forbici, i panni e le gabbie, sarebbero responsabili di diffondere la malattia.
    • Poiché gli animali selvatici come coyote e volpi possono infettarsi con la rogna sarcoptica, permettere al cane di frequentare ambienti in cui sono presenti questi animali potrebbe esporlo alla malattia.

Avvertenze

  • Se non vengono trattati, tutti i tipi di rogna possono causare gravi danni al cane. Se sospetti che il tuo animale ne sia affetto, portalo dal veterinario il prima possibile.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Cani

In altre lingue:

English: Identify Mange on Dogs, Español: identificar la sarna en perros, Deutsch: Hunderäude erkennen, Português: Saber se seu Cachorro Tem Sarna, Русский: понять, что у собаки чесотка, Français: identifier la gale chez un chien, Bahasa Indonesia: Mengidentifikasi Kudis pada Anjing, 中文: 为狗狗诊断疥癣, Čeština: Jak rozpoznat svrab u psa, العربية: التعرف على نوع الجرب الحيواني في الكلب, 한국어: 애완견 흡윤개선 치료 증상 알아보는 법, Tiếng Việt: Nhận biết bệnh ghẻ lở ở chó

Questa pagina è stata letta 298 943 volte.

Hai trovato utile questo articolo?