Come Riconoscere una Persona Autoritaria

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

In questo Articolo:Analizzare il suo ComportamentoOsservare le sue Interazioni SocialiLiberarsi di una Persona Autoritaria25 Riferimenti

Le persone che cercano di controllare gli altri non sono, detto semplicemente, né cortesi né rispettose, ma egocentriche e immature. Se sei in continuo contatto con loro, sarai probabilmente costretto a vivere una vita poco appagante e a limitare la tua autonomia. Per evitare di farti condizionare da una persona autoritaria o capire che tra voi due è lei ad avere problemi, leggendo questo articolo troverai alcuni metodi collaudati che ti permetteranno di riconoscere un individuo dispotico e reagire di conseguenza.

Parte 1
Analizzare il suo Comportamento

  1. 1
    Considera prima di tutto come ti senti quando sei in compagnia delle persone che fanno parte della tua vita. Coltivi delle relazioni in cui ti senti soffocare e hai l'impressione di essere dominato, confuso o stressato? Ne hai abbastanza che ti si dica sempre che cosa devi fare e ti senti in colpa perché continui a cedere? C'è qualcuno nella tua vita che ti costringe a camminare in punta di piedi affinché resti calmo e devi sempre cercare di tranquillizzarlo o stare attento a non mandarlo su tutte le furie? Conosci qualcuno che sembra avere un "interruttore" che scatta facendogli perdere le staffe senza motivo per qualunque cosa tu dica o faccia? Se hai la sensazione che questi atteggiamenti siano ricorrenti, vuol dire che hai a che fare con una persona autoritaria.[1]
    • Tutti possono essere dispotici, uomini e donne. Questo atteggiamento può presentarsi nelle relazioni di carattere sentimentale o platonico. Fai attenzione se un amico geloso detesta la persona che ti ama e che ami, soprattutto se è infelice della sua vita affettiva.
    • Solo perché una persona ha un carattere forte, non vuol dire necessariamente che sia anche autoritaria. La domanda che ti devi porre per capirlo è: "Mi permette di essere me stesso oppure condiziona eccessivamente il mio comportamento?".
    • Distingui le persone che hanno forti problemi a porsi dei limiti da quelle autoritarie, analizzando le loro reazioni nelle seguenti situazioni. Se qualcuno va su tutte le furie quando viene colto alla sprovvista, ma non reagisce in maniera autoritaria se cambi taglio di capelli, dimagrisci, ingrassi e così via, si tratta semplicemente di una persona che non ammette un'invasione dei suoi spazi personali. Anche le scelte personali, come cambiare religione, cominciare una dieta, prendersi cura del proprio corpo e allenarsi, rientrano nella questione dei limiti individuali. Persino quando pensi di avere ragione e ritieni che gli altri siano in torto, potresti trovarti di fronte un individuo piuttosto suscettibile che mette dei paletti se la situazione va a toccare la sua vita e il modo in cui viene trattato. Tuttavia, il vero problema si pone non appena qualcuno comincia a dirti chi devi essere, che cosa devi indossare, come devi pensare e sentirti sul piano emotivo. In questo caso, si sta comportando in maniera dispotica.
    • Non restarci troppo male se ti rendi conto che a volte fuoriesce la tua parte autoritaria con gli altri, soprattutto se sei cresciuto in un ambiente familiare dispotico. Ai tuoi occhi risulta normale comportarti come i tuoi genitori e impiegherai tempo prima di imparare ad agire diversamente. Se riesci a rompere questo schema, darai a te stesso la possibilità di cambiare. Quando noti questo atteggiamento, non esitare a fare un passo indietro e a chiedere scusa alle persone con cui oltrepassi i limiti. In questo modo, potrai salvare le tue amicizie e risanare i rapporti.
  2. 2
    Fai attenzione agli sbalzi di umore. Si tratta di un segnale importante che ti permette di scoprire se una persona è autoritaria. I soggetti dal temperamento volubile tendono a rimuginare a lungo quando pensano di aver subito delle ingiustizie e cercano di rimediare alla loro sofferenza ferendo e controllando gli altri, affinché la situazione volga a loro favore.[2] Cosa c'è di meglio che avere una persona a tua completa disposizione, che si precipita quando la chiami, che si assume ogni responsabilità o che ha paura quando non vuoi scavare a fondo per capire che cosa scatena il tuo dolore?
    • Di solito, le persone volubili mettono il broncio o tendono a rovinare i momenti di gioia.
    • Spesso hanno degli scatti d'ira quando sono convinti di non ricevere la dovuta attenzione o che i loro bisogni non vengano soddisfatti. È un modo di manipolare e controllare difficile da percepire perché chi lo mette in atto si nasconde dietro la sua sofferenza, il male e le ingiustizie subite, facendo sentire gli altri in colpa.
  3. 3
    Insospettisciti se una persona è irascibile e ne approfitta spesso. Le esplosioni di rabbia, soprattutto se accompagnate da un atteggiamento prepotente (indice di un animo vigliacco che tenta di dominare gli altri) o minaccioso (è più facile lanciare degli avvertimenti allarmanti per ferire le persone piuttosto che indagare sulle cause della propria sofferenza), sono tipiche di una personalità dispotica.[3] Gli scatti d'ira si verificano spesso quando sei in disaccordo con una persona (anche se le parli gentilmente) o quando non fai quello che dice (cosa molto difficile da intuire, perché i soggetti dispotici si aspettano che gli si legga nel pensiero). È convinta che la sua autorità venga messa in discussione quando non sei d'accordo o non ti pieghi alla sua volotà.[4]
    • È difficile avere a che fare con una persona volubile e al tempo stesso irascibile, perché non sai mai come devi comportarti in sua presenza. Sfortunatamente, essendo incapace di gestire e superare la rabbia e il risentimento, si sfoga sugli altri aggredendoli fisicamente, verbalmente o sessualmente. Non permettere mai che qualcuno ti faccia del male. Non è colpa tua se sta soffrendo. Purtroppo, è molto probabile che abbia assunto questo comportamento durante l'infanzia e che lo stia perpetuando ancora oggi.
  4. 4
    Rifletti sul modo in cui reagisce a delle semplici domande. Le domande possono rivelare molto di una persona e farti capire se è affetta da smania di controllo quando risponde con frustrazione o condiscendenza:[5]
    • Come detto in precedenza, una persona autoritaria pensa che gli altri leggano nel suo pensiero. A delle semplici domande come che cosa fare insieme, dove andare, che cosa preferisce e così via, potrebbe avvilirsi facilmente perché si aspetta che tu già conosca tutte le risposte e i suoi desideri e che soprattutto anteponessi le sue priorità alle tue. Dal momento che hai a che fare con un individuo dispotico, una domanda gli costa prendere delle decisioni quando è convinto che è già tutto deciso… e sulla base di ciò che è meglio per lui.
    • Spesso le persone che hanno questo temperamento credono di sapere come la pensi, anche quando le cose stanno diversamente. Si sentirebbero frustrate se l'immagine che hanno di te andasse in contrasto con quanto stai dicendo.[6]
    • Rivolgendo una domanda a una persona dispotica, rischi di irritarla perché crede di essere l'unica a poterle fare.
    • Da una domanda potrebbe intendere che chi gliela pone abbia bisogno di una guida e una supervisione giacché non conosce la risposta. Nel tempo la situazione rischia effettivamente di peggiorare perché il dispotico cerca di controllare la vittima portandola a dubitare delle sue capacità decisionali.
  5. 5
    Ascolta come ti parla. Una persona autoritaria può provare a controllarti facendoti sentire come se per lei fossi "tutto".[7] Arriva a lusingarti anche con complimenti superficiali o vaghi. Spesso, però, in un batter d'occhio comincia a sminuirti o maltrattarti, soprattutto se pensa che hai fatto qualcosa di sbagliato.[8] Se ti senti spesso insignificante, imbarazzato, umiliato o triste dopo che ti ha parlato, è probabile che tu abbia a che fare con un soggetto dispotico.
    • Per esempio, supponiamo che Caterina sia un punto di riferimento per Maria e che quest'ultima la comandi a bacchetta. Maria dice spesso a Caterina che tra loro c'è una bella amicizia, ma non accetta di definirla come migliore amica, sebbene Caterina faccia il contrario. In questo modo, Maria lascia intravedere una possibilità, ma non dà alcuna conferma, tenendo sotto controllo l'altra ragazza.
    • Una persona autoritaria può demoralizzarti o farti sentire stupido per convincerti di non poter fare a meno di lei. Ad esempio, Marco dice alla sua fidanzata Martina che, essendo in sovrappeso, non sarebbe mai in grado di trovare un altro ragazzo e che è stata fortunata ad averlo incontrato. Questo è un comportamento prevaricatore al quale non bisogna mai cedere.
    • Spesso gli individui dispotici umiliano o criticano gli altri per sentirsi più forti e dare l'impressione di essere superiori e avere in mano la situazione. In realtà, sono facili da individuare perché definiscono tutti gli altri corrotti, stupidi, cattivi, ridicoli, fastidiosi, eccetera (quando con ogni probabilità non sono così).
  6. 6
    Fai attenzione alle persone che sembrano incapaci di capire o accettare la parola "no".[9] Tendono a insistere finché non ti stanchi e non arrivi a cedere trasformando il tuo netto rifiuto in un debole assenso, facendoti sentire persino in colpa o provare un senso di vergogna verso te stesso. Ricorda che hai tutto il diritto di prendere le tue decisioni, anche quelle sbagliate, e di rifiutarti di sottostare a qualsiasi richiesta.
    • Un atteggiamento molto diffuso all'interno delle relazioni di coppia è quello in cui il partner dispotico esercita pressione sull'altro per fare sesso.[10] Se l'altra persona ti spinge ad avere dei rapporti sessuali anche quando non ne hai voglia, vuol dire che sta cercando di condizionare il tuo comportamento per ottenere quello che vuole. Ricorda che hai tutto il diritto di rifiutarti.
  7. 7
    Osserva cosa succede quando vuoi essere te stesso e fare le cose per conto tuo. Anche se di solito sei una persona forte, ti capita spesso di dover modificare il tuo modo di essere, i tuoi programmi o il tuo punto di vista per adeguarti a qualcun altro? Se la risposta è sì, hai probabilmente a che fare con una persona autoritaria. Ecco alcuni segnali d'allarme:
    • La persona con cui stai ignora, sottovaluta o minimizza le tue esperienze o quello che provi? I soggetti autoritari cercano di limitare il mondo degli altri. Se sostieni di essere stanco e l'altra persona ti contraddice, sappi che hai accanto un individuo dispotico.
    • Ti accorgi spesso di dover cambiare i tuoi piani per andarle incontro? Supponiamo che tu abbia pianificato la tua giornata e che poi tu riceva la telefonata di un amico durante la quale lo informi dei tuoi piani. Se è un tipo autoritario, vorrà unirsi a te, ma non gli staranno bene gli orari che hai stabilito. Insomma, dopo questa telefonata i tuoi programmi sono cambiati come per magia. Finisci col vedere un film che non ti interessa a un orario che non ti sta bene.
  8. 8
    Guarda come questa persona reagisce di fronte alle difficoltà, alle decisioni prese di comune accordo o alle responsabilità. È in queste situazioni che una persona autoritaria mostra la sua vera natura. A differenza di una persona supponente (che può essere effettivamente una seccatura, ma non cerca di esercitare alcun controllo perché dà solo voce alle sue opinioni), chi è dispotico non ha la capacità di tollerare o accettare le differenze con gli altri. In effetti, è sempre in cerca di un modo per cambiare una parte del tuo carattere o della tua personalità, rimodellarti nel disperato tentativo di controllare il mondo che lo circonda. Se da un lato non è possibile pensare che le relazioni sentimentali siano una forma di democrazia, dall'altro bisogna considerare che non sono nemmeno una forma di dittatura. È importante cercare un equilibrio che ti faccia sentire a tuo agio all'interno di qualsiasi relazione, perciò per costruire una relazione sana è essenziale saper trovare un compromesso, tollerare, essere elastici, dare e avere in entrambe le direzioni.[11]
    • La maggior parte delle persone autoritarie ti parlerà in questo modo: "Sei tu il problema" o "Tu hai un problema". Non è mai colpa loro.
    • Il più delle volte, una persona dispotica ha difficoltà a gestire obiettivamente i problemi e cerca di manipolare i discorsi incolpando gli altri nel momento in cui viene posta davanti ai suoi errori. Se dovesse succedere una situazione del genere, metti fine alla conversazione e non permetterle di addossarti tutte le colpe o screditare te o altri.
    • Se la ami davvero, il "legame" che hai con lei può complicare la situazione ulteriormente, che vogliate vedervi o che vogliate separarvi, perché spinto dal tuo sentimento cerchi continue giustificazioni al suo comportamento.

Parte 2
Osservare le sue Interazioni Sociali

  1. 1
    Osserva che cosa succede quando è in compagnia dei tuoi amici. Fai attenzione quando una persona dispotica è circondata dalle tue amicizie e i tuoi affetti. Cercherà di creare problemi, mettere zizzania, dividervi dicendo bugie su di te o su di loro (per fare bella figura) e persino distruggere i tuoi legami.[12]
    • Il suo obiettivo è isolarti dagli altri per averti tutto per sé all'interno del mondo che sta cercando di costruire per te. Fai attenzione. Ogni tentativo di allontanarti dai tuoi amici o sminuirli è un campanello d'allarme.[13]
    • Chi è autoritario è solitamente molto geloso. La sua gelosia va oltre il fatto di non gradire quando qualcuno ti fa l'occhiolino: spesso si comporta come se fossi una sua proprietà e avesse il diritto di sindacare sulle persone con cui devi passare il tuo tempo, su ciò che devi fare, sui posti in cui puoi andare e su quando devi tornare a casa.[14] Non è un segno di affetto, ma puro e semplice possesso.
  2. 2
    Scopri se ha degli amici.[15] Di solito, i soggetti autoritari non hanno amici stretti e di rado frequentano persone più interessanti, intelligenti o benvolute di quanto non siano loro stessi. Tendono a essere gelosi di chi è conosciuto o ha successo e criticano le persone che godono della stima altrui. Se non ha amici, vuol dire che non sopporta nessuno e che ha bisogno di instaurare relazioni che gli diano un forte controllo.
    • Ricorda che i rapporti e le amicizie non si costruiscono sulla base del dominio dell'uno sull'altro, ma si fondano sullo scambio e la condivisione, su un equilibrio tra dare e ricevere.
  3. 3
    Fai attenzione agli abusi di potere su questioni di carattere amministrativo e sociale, anche quando si condividono certi diritti. Una persona autoritaria tende a servirsi dei rapporti sociali e legali, attraverso tutti i canali necessari, per minacciare di fare causa, divorziare, manipolare il matrimonio, il contratto di locazione con altri coinquilini, i piani telefonici del cellulare in condivisione, usare impropriamente i soldi in comune e contratti simili. Anche attraverso i social network può bloccare e sbloccare qualcuno invece di eliminarlo dalle sue amicizie nel tentativo di controllare un rapporto complicato o andato male. Tutto questo perché una persona prepotente e autoritaria ha un disperato bisogno di dominare.[16]
    • Sospetta degli eccessi di generosità da parte di una persona dispotica: è un modo per fare colpo su di te, allo scopo di controllarti. Subissandoti di attenzioni, farà in modo che tu abbia sempre l'impressione che il vostro rapporto ti offra dei benefici e che tu ti senta in debito nel corso del tempo. Alla fine, ne approfitterà per controllarti.[17]

Parte 3
Liberarsi di una Persona Autoritaria

  1. 1
    Accetta la sua vera natura. Fidati delle tue sensazioni e cerca di essere onesto con te stesso. Se vedi questi segnali nell'altra persona e senti odore di marcio in tutto ciò che la circonda, vuol dire che devi eliminarla dalla tua vita o trattarla diversamente. Non essere troppo severo con te stesso. Non è il momento di rimproverarti per essere stato così stupido da farti abbindolare. Il temperamento dispotico di un partner può palesarsi all'improvviso in una relazione: dissimulato con tante attenzioni e premure, infinita dolcezza e gentilezza nei tuoi confronti, si trasforma in un coltello che si rigira nella piaga una volta che capisce di "averti in pugno".[18]
    • Più ti dimostri forte, più l'autoritario cercherà di controllarti: è una questione di ego. Quando ti fa un complimento mettendo in luce che sei una persona forte, ti sta prendendo di mira indirettamente: vorrebbe essere come te, ma non ne ha il coraggio.
    • Se ne hai bisogno, non aver paura di rivolgerti alle persone di cui ti fidi. Ti permetteranno di acquisire una visione della vita più equilibrata e ti spingeranno a maturare la tua soggettività e la tua indipendenza lontano da questa persona. Non darle spiegazioni in merito al tuo bisogno di cambiamento, altrimenti manipolandoti tenterà di esercitare un controllo ancora più forte se sa fin dove sei disposto a spingerti. Limitati ad apportare i cambiamenti che desideri.
  2. 2
    Preparati a porre dei limiti e a conservare il tuo punto di vista. Aspettati che eserciti pressioni o ti faccia sentire in colpa quando agisci nel modo in cui hai deciso. Probabilmente proverà a manipolarti dicendo: "Sarai sicuramente d'accordo con me sul fatto che …" oppure "Se mi ami davvero, farai ...".[19] In alternativa, può essere più incisivo con altre frasi: "Se te ne vai, allora ...", "Devi ..." e così via. Quando senti questo genere di discorsi, non andare oltre i limiti che ti sei imposto.[20]
    • Sii deciso e parla in modo chiaro e diretto, dicendo ad esempio: "Non tollererò più il fatto che vuoi controllare il modo in cui uso Internet. Se vuoi stare con me, sappi che ho bisogno della mia privacy".
    • Non stupirti se reagisce male al tuo tentativo di liberarti dalla morsa del suo controllo. Quando una persona dispotica ha l'impressione di perdere il controllo, potrebbe somatizzare questo disagio manifestando problemi fisici come mal di schiena, mal di stomaco o mal di testa, essere triste e piangere, svenire o grattarsi. È semplicemente un modo per dominare la situazione attirando l'attenzione, la compassione e la preoccupazione degli altri. Accompagnala dal medico se sei preoccupato (così facendo, scoprirai anche se ha tendenze ipocondriache), ma non cascarci sottostando alla sua volontà.
    • Una persona autoritaria è abilissima a manipolare la gente, qualunque sia la ragione nascosta dietro il suo bisogno di controllo. Non gradisce che tu difenda le tue opinioni su qualcosa che ti sta a cuore. Cerca sempre di mantenere la calma durante un duro confronto e non perdere il controllo. Ricorda che molto probabilmente sarà lei a perderlo visto che stai sfidando il suo predominio. Nel caso cominciasse a diventare verbalmente violenta, metti subito fine alla conversazione, andando via o salutando e riagganciando il telefono.
  3. 3
    Non aspettarti che migliori. Sai che questa persona sente il bisogno di controllare tutto, ma non devi metterti nella condizione di "risolvere il suo problema". Ricorda che non potrai mai "cambiarla", a meno che non sia disposta a farlo lei stessa, e che le tue spiegazioni serviranno solo a dargli un mezzo per manipolarti ancora di più.[21] Tieni sempre presente che il problema è suo e non tuo. Concentrati sul tuo comportamento e sui tuoi problemi, ma non credere di poter "cambiare" un soggetto dispotico: non è possibile.
  4. 4
    Sii affidabile (giusto e onesto), ma non includere nel tuo orizzonte di vita chi ti manipola distorcendo i fatti e tessendo una rete di bugie. Spesso, la persona dispotica ti spinge a confidarti o a rispondere a domande apparentemente innocue di cui si servono per informarsi sulle esperienze più spiacevoli che hai vissuto, sulle tue debolezze o sui tuoi fallimenti.[22] Successivamente, userà tali informazioni per persuaderti a fare qualcosa o manipolarti. Le persone autoritarie hanno una memoria lunghissima riguardo a quello che hanno scoperto durante le loro indagini.
    • Se qualcuno che hai appena conosciuto ti sta già chiedendo informazioni intime o molto personali, fai attenzione; potrebbe essere una persona dispotica.
  5. 5
    Decidi di prendere le distanze.[23] Se possibile, evita questa persona se credi che stia cercando di controllarti. Potresti anche decidere di tagliare tutti i ponti, ma è difficile se si tratta di un familiare, una persona cara o un collega. Ecco come potresti porti nei suoi riguardi:
    • Porgiti in modo gentile nei suoi confronti, senza dilungarti troppo.
    • Non prendere decisioni che ti riguardano personalmente se sei confuso o agitato, altrimenti accrescerai a dismisura la sua tendenza a dominarti. Si tratta di una persona che vuole farti titubare o allontanarti da ciò che desideri fare negli studi, nella vita, nella tua carriera professionale. Rifiutando e disprezzando il tuo punto di vista, a meno che non sia completamente d'accordo, non ha altro che negare la tua individualità. Dal tuo canto, ribalta la situazione dicendo che apprezzi il suo aiuto, ma che non cambierai idea, andrai avanti per la tua strada, farai ciò che è meglio per te e resterai la persona che sei.
  6. 6
    Distaccati con compassione.[24] Sebbene sia importante essere comprensivi, devi anche riuscire a distaccarti e lasciar perdere gli atteggiamenti, il carattere e i problemi di chi intende dominarti. I suoi problemi non ti riguardano e non devi fartene carico. Ogni essere umano deve imparare a far emergere il lato migliore di sé. Giustificando l'atteggiamento dispotico di una persona solo perché ha avuto una vita difficile o continua ad avere problemi che la inducono a comportarsi male, farai del male a te stesso e a lei. Se sei distaccato e al tempo stesso comprensivo, continuerai a volerle bene, ma senza lasciarti coinvolgere sul piano emotivo o restare intrappolato nella sua rete.
    • Adottando un approccio distaccato e comprensivo, vorrai sempre bene alla persona, ma saprai anche riconoscere che il suo comportamento è sbagliato e intollerabile. Non accetterai i suoi atteggiamenti né le permetterai di continuare a interferire nella tua vita.[25] Ad esempio, se un amico sta cercando di controllare le tue frequentazioni, potresti dirgli: "Ti stimo molto, ma non posso essere amico di qualcuno che mi impedisce di avere altri rapporti. Se sei in grado di essere più libero e aperto con me, potremo continuare a vederci, ma se insisti, non potremo più essere amici".
    • Non puoi imparare a separarti dalle persone da un giorno all'altro e commetterai tanti errori prima di riuscirci. In ogni caso, più ti eserciti a prendere le distanze, più sarai libero e prima accetterai gli altri per come sono senza cercare di aiutarli, salvarli o soccorrerli. Sebbene non sia facile, è meno difficile che dipendere dallo stato d'animo di qualcun altro.

Consigli

  • Se sei una persona forte e sicura, col tempo potresti cominciare a sentirti strano se qualunque cosa tu facessi non andasse bene a un soggetto che cerca di dominarti, soprattutto su questioni in cui si sente capace e preparato. Ascolta il tuo istinto: potrebbe guidarti. Se non lo segui adesso, tra dieci anni rischi di trasformarti nell'ombra della persona che avresti pensato di diventare. Non permettere che accada.
  • Non permettere che un individuo dispotico ti monopolizzi o ti faccia sentire impotente. A prescindere dalla gravità della tua situazione finanziaria o personale, metti la qualità della vita al primo posto, a costo di perdere una simile persona!
  • Non confidare mai le tue esperienze più strane a un soggetto autoritario, né i tuoi pensieri più profondi; potrebbe usare queste informazioni contro di te allo scopo di controllarti. Molto probabilmente ne approfitterà per isolarti dagli altri e convincere la gente a non apprezzarti o fidarsi di te. Che dica qualcosa in tua presenza o parli alle spalle, probabilmente vuole manipolarti – tirando i fili come se fossi un burattino – per diventare il tuo unico "amico" (il "controllore della tua mente" alla stregua di un burattinaio).
  • Ricorda che non puoi controllare gli altri, ma solo le tue reazioni di cui sei consapevole nei loro confronti. Assicurati di gestire le situazioni nel modo migliore che credi, ma senza reagire in maniera dispotica per cercare di avvicinarti a qualcuno o farlo tornare. Questo atteggiamento non ti porterà da nessuna parte.
  • Se ti sta isolando o spingendo a passare più tempo solo con la sua famiglia o i suoi amici, vuol dire che non rispetta i tuoi sentimenti e i tuoi bisogni.
  • Una persona dispotica in una posizione molto forte può sfruttare gli altri nel tentativo di controllarti a distanza. Potrebbe spingerli a chiederti che cosa pensi di lei. Nel frattempo, hai solo l'impressione che c'è qualcosa che non va. Non farti coinvolgere in una conversazione con un'altra persona se sospetti che la utilizzi per questo scopo, ma limitati a parlare di argomenti banali e generici.
  • La mancanza di autonomia può generare un rapporto di codipendenza. Se sei disabile, hai difficoltà finanziarie o altri problemi importanti da risolvere, è quasi inevitabile che per necessità di sopravvivenza finirai per dipendere da una persona che cerca di dominarti. Sarà un'ardua impresa liberartene se si occupa delle tue esigenze o ti assiste fisicamente. Informati e chiedi gli stessi servizi e la stessa assistenza a una persona più equilibrata. Cerca aiuto se al di là dei tuoi reali problemi qualcuno sta controllando e limitando la tua vita.
  • L'invalidità andrebbe presa in considerazione. Talvolta le persone disabili sono costrette a cambiare programmi o non sono capaci di portare a termine tutto ciò che devono. Se dicono "no" a molte cose e suggeriscono di fare altro, cerca di capirne il motivo. Testa la loro amicizia parlando di argomenti che ti riguardano personalmente, come i capelli, i vestiti, le tue idee. Dato che molte persone sono allergiche ad alcuni profumi e fragranze, se qualcuno ti chiede di non usare un determinato shampoo o persino di non mettere il profumo in sua compagnia, la sua è più una richiesta attinente ai limiti personali che non un'opinione sul tuo profumo, a meno che non ti dica che DEVI usare il profumo che desidera.

Avvertenze

  • Poni dei limiti netti su cosa reputi accettabile o meno nei rapporti con una persona autoritaria. Metterà i tuoi limiti alla prova per testarti. Resta fermo sulle tue posizioni e non piegarti.
  • Se ti accorgi di aver adeguato i tuoi interessi a quelli dell'altra persona o di aver abbandonato qualche passione o parte dei tuoi amici, probabilmente stai vivendo una relazione in cui il tuo partner ti sta dominando.
  • Fai attenzione alle persone che all'inizio di un'amicizia cercano di giocare con la tua sensibilità per guadagnarsi la tua fiducia. Ti diranno di aver avuto una vita difficile, di essere state vittime di prepotenze e di potersi fidare solo di te. Allo stesso tempo, ti spingeranno a raccontare le tue esperienze più spiacevoli. Dopodiché vorranno sapere che cosa gli altri ti hanno detto o fatto per ferirti. Una volta scoperto tutto questo, ne parleranno in continuazione chiedendoti: "Che cosa hai provato quando sei stato tradito? Non credi di aver fatto qualcosa per meritartelo?". All'inizio sembrano sinceri e premurosi, ma poi ti ritorceranno contro le tue confidenze per offenderti velatamente finché non avrai acquisito il loro punto di vista. Ti disorienteranno con i loro giochetti mentali finché non arriverai a vederti nel modo che preferiscono. Spesso proverai rabbia, ti sentirai agitato e stanco dopo una conversazione con una persona dispotica e quest'ultima continuerà a convincerti a fare quello che non vuoi. Puoi capire se stai avendo un sano confronto con qualcuno quando, dopo esservi confidati, vi sentite entrambi più sollevati e compresi. In caso contrario, fai attenzione ai giochetti mentali delle persone autoritarie.

Riferimenti

  1. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/adult-health/in-depth/domestic-violence/art-20048397
  2. https://www.psychologytoday.com/blog/friendship-20/201506/20-signs-your-partner-is-controlling
  3. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/adult-health/in-depth/domestic-violence/art-20048397
  4. https://www.psychologytoday.com/blog/friendship-20/201506/20-signs-your-partner-is-controlling
  5. https://www.psychologytoday.com/blog/friendship-20/201506/20-signs-your-partner-is-controlling
  6. http://psychcentral.com/lib/signs-of-a-controlling-guy/
  7. http://psychcentral.com/lib/signs-of-a-controlling-guy/
  8. http://www.helpguide.org/articles/abuse/domestic-violence-and-abuse.htm
  9. http://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/adult-health/in-depth/domestic-violence/art-20048397
Mostra altro ... (16)

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.

Categorie: Gestire Rapporti Difficili

In altre lingue:

English: Recognize a Controlling Person, Español: reconocer a una persona controladora, Deutsch: Kontrollsüchtige Personen erkennen, Português: Reconhecer uma Pessoa Controladora, Русский: распознать человека, склонного к контролю, 中文: 应对控制性人格, Français: reconnaitre une personne autoritaire, Bahasa Indonesia: Mengenali Orang yang Bersifat Pengendali, Nederlands: Een controlerende persoon herkennen, Tiếng Việt: Nhận ra người có tính thích kiểm soát, ไทย: ดูลักษณะคนที่ชอบควบคุมคนอื่น, العربية: تمييز شخص تحكمي, हिन्दी: लोगों को नियंत्रित करने वाले इंसान की पहचान करें (Recognize a Controlling Person), Türkçe: Kontrolcü Bir Kişi Nasıl Tanınır

Questa pagina è stata letta 88 131 volte.
Hai trovato utile questo articolo?