Come Ridurre Gradualmente la Dipendenza da Alcool o Droga

Scritto in collaborazione con: Trudi Griffin, LPC

In questo Articolo:Trovare Aiuto ProfessionaleSmettere da SoloTrovare SupportoMantenere uno Stile di Vita più Salutare16 Riferimenti

Consulta un medico per sapere se puoi ridurre gradatamente la dipendenza dall'alcool o dalle droghe in maniera sicura e da solo. In molti casi è necessaria la supervisione di un dottore o di un terapeuta specializzato in dipendenze. Inoltre, un processo eseguito in autonomia potrebbe causare una serie di complicazioni potenzialmente mortali. Con il giusto aiuto e alcuni cambiamenti dello stile di vita, puoi riuscire a smettere di assumere alcool o droghe in maniera progressiva.

Parte 1
Trovare Aiuto Professionale

  1. 1
    Parla con il tuo medico di famiglia affinché ti aiuti. Può discutere con te dei sintomi e aiutarti a trovare un servizio sanitario per la valutazione delle dipendenze. In molti casi può essere pericoloso e addirittura mortale cercare di ridurre gradatamente l'assunzione di droghe e alcool in maniera autonoma; non dovresti farlo quindi senza la supervisione di un dottore o al di fuori di un centro di disintossicazione.
  2. 2
    Ottieni una valutazione o un certificato in merito all'abuso di sostanze. Questo è il primo passo verso il trattamento. Il medico di famiglia può stilare una relazione oppure inviarti presso un professionista abilitato a farlo. In questo modo, si può capire se hai bisogno di disintossicarti e quale piano terapeutico è più adatto alla situazione. Incontrerai un consulente, un medico o uno psicologo specializzato in questo settore; dovrai inoltre rispondere a delle domande in merito all'utilizzo attuale della sostanza, allo stato di salute, ai trattamenti precedenti a cui ti sei sottoposto per la dipendenza e alla tua storia clinica. La valutazione potrebbe anche prevedere un esame fisico.
    • Contatta la compagnia assicurativa, se hai una polizza sanitaria privata.[1] Il Servizio Sanitario Nazionale garantisce il trattamento delle dipendenza attraverso il SerT. Tuttavia, se possiedi una copertura assicurativa privata, puoi controllare se la polizza include anche questo tipo di servizi. Contatta l'agente e fissa un appuntamento.
    • Se non hai una polizza sanitaria privata o vuoi risolvere il problema attraverso il servizio pubblico, chiama il distretto sanitario competente, per metterti in contatto con il SerT. In questo modo puoi avere una valutazione in merito alla tua dipendenza. I professionisti che lavorano al centro sanitario sapranno guidarti lungo il percorso di disintossicazione.
  3. 3
    Inizia a disintossicarti. Si tratta di un procedimento diverso dal trattamento e ne rappresenta solo la prima fase. Ti permette di ridurre gradatamente le dosi della sostanza di cui fai uso (alcool o droghe), in modo che l'organismo possa funzionare senza la sua presenza. La disintossicazione richiede giorni o settimane.
    • Il programma varia in base al tipo di dipendenza. Quello per l'alcol e per molte droghe, come l'eroina, richiede la supervisione di un medico, in quanto causa gravi sintomi fisici di astinenza.[2]
    • In questi casi si utilizzano dei farmaci per controllare i sintomi dell'astinenza e si monitorano accuratamente i parametri vitali, come il battito cardiaco e la respirazione. Il paziente può essere ricoverato oppure può rimanere a casa finché non sarà fisicamente stabile e indipendente dalla sostanza.
  4. 4
    Inizia il trattamento. I risultati della valutazione iniziale determinano il tipo di cure a cui puoi sottoporti. Che tu voglia liberarti dall'alcool o dalle droghe da solo o con la supervisione di un medico, il trattamento è essenziale per non ricadere nel vizio. La frequenza e l'intensità delle terapie, cioè il livello di trattamento, variano in base alla situazione personale e ai bisogni del paziente. In genere, si interviene con una combinazione di incontri con uno psicologo, individuali e di gruppo, e un monitoraggio medico.[3]
    • I trattamenti in regime di ricovero prevedono che il paziente resti nella clinica o nel centro di recupero 24 ore al giorno, sette giorni la settimana. Si tratta dell'approccio più intenso. In questo caso, parteciperai ai programmi di psicoterapia individuali e di gruppo; le tue attività saranno organizzate, un team di medici e specialisti in dipendenze si prenderà cura di te.
    • I trattamenti ambulatoriali intensivi prevedono più di nove ore di cure a settimana. Il paziente deve di solito recarsi in una clinica o in un centro specializzato per sottoporsi al programma, ma può vivere a casa e continuare ad adempiere alle sue responsabilità, ad esempio il lavoro. In genere, le sedute vengono organizzate tenendo conto degli impegni della persona.
    • Il trattamento ambulatoriale prevede degli incontri individuali e di gruppo con uno psicologo per poche ore a settimana. Il paziente deve recarsi al centro per le dipendenze o nello studio del terapista. Si tratta del programma meno intenso.
  5. 5
    Impegnati per tutta la vita a recuperare dalla dipendenza. Man mano che migliori nel tuo percorso verso la sobrietà, le terapie diventano via via più leggere. Ad esempio, il programma può iniziare in regime di ricovero, passare a un trattamento intensivo ambulatoriale e infine alle terapie ambulatoriali meno frequenti. La maggior parte dei pazienti che riescono a liberarsi dalla dipendenza dall'alcool e dalle droghe resta in cura per anni.
    • Rispettare il trattamento permette di evitare ricadute. Se fai "un passo falso", puoi recuperare il processo di recupero più in fretta, perché sei già in contatto con le strutture che offrono cure professionali.

Parte 2
Smettere da Solo

  1. 1
    Parla con il medico per sapere se è una soluzione sicura. Prima di smettere di utilizzare le sostanze da cui sei dipendente, devi parlare con il dottore di famiglia per capire se puoi farcela anche senza supporto professionale. L'organismo si è abituato a funzionare con alcol o droga e la loro mancanza improvvisa può innescare gravi complicazioni.[4]
    • Chiedi al medico quanto tempo impiega il tuo organismo a espellere l'alcol o le droghe. Di solito sono necessari diversi giorni.
  2. 2
    Fatti aiutare da un amico. Se il medico ti dà il suo benestare, chiedi a un amico di supportarti durante il percorso. Può controllarti e consigliarti di rivolgerti al dottore, nel caso non avessi successo. Accertati che si tratti di una persona fidata e che sostenga la tua decisione di smettere.
  3. 3
    Decidi se interrompere gradatamente o improvvisamente l'abuso della sostanza. Un'interruzione repentina e improvvisa può causare gravi sintomi di astinenza, mentre queste ripercussioni possono essere meno intense se riduci progressivamente le dosi ogni giorno. Discutine con il medico per trovare un programma sicuro.
    • I sintomi dell'astinenza sono qualcosa di più di un semplice "dopo sbornia". La persona soffre di vomito, diarrea, cefalea, tremori, palpitazioni cardiache, paranoia, insonnia e allucinazioni. Tutti questi disturbi associati possono anche essere mortali.
    • Un esempio di riduzione lenta e graduale dell'uso di alcol è di eliminare una birra al giorno (da dodici a undici e poi da undici a dieci).
    • Un esempio per diminuire progressivamente l'abuso di idrocodone è di passare dai soliti 80 mg al giorno a 70 mg durante la settimana successiva e così via.[5]
    • L'interruzione improvvisa significa passare dal dosaggio attuale a "zero" e in questo caso devi sbarazzarti di tutto l'alcool e di tutte le droghe presenti in casa.
  4. 4
    Scegli la data in cui iniziare il trattamento. Annulla tutti gli impegni del giorno, in modo da poterti concentrare sulla disintossicazione. Nei primi giorni potresti non sentirti in grado di andare al lavoro o di gestire le tue responsabilità.
  5. 5
    Resta ben idratato. Bevi molta acqua durante il procedimento, per aiutare l'organismo a espellere le tossine e ridurre la cefalea. I ginger ale e l'acqua frizzante non sono difficili da trattenere nello stomaco e, se provi nausea, sono una buona alternativa all'acqua naturale. Bevi spesso durante tutto il percorso.[6]
    • Puoi usare gli antidolorifici, come l'ibuprofene o il paracetamolo, o gli impacchi di ghiaccio sulla testa per gestire la cefalea.
  6. 6
    Mangia cibi facili da digerire. Probabilmente, soffri di nausea mentre cerchi di liberarti dalla tua dipendenza. I carboidrati semplici come i cracker, il riso e il pane tostato non mettono sotto sforzo l'apparato gastrico. La purea di mele e le banane ti forniscono preziosi nutrienti e calmano lo stomaco.[7]
    • Bevi una tisana allo zenzero e prendi degli antiacidi per gestire la nausea.
  7. 7
    Fai qualunque attività ti aiuti a rilassarti. Puoi uscire per una passeggiata, fare un bagno o una doccia calda per stare meglio. Puoi anche guardare uno spettacolo televisivo o un vecchio film; prenditi cura di te mentre affronti la disintossicazione.
  8. 8
    Chiedi aiuto medico se i tuoi tentativi non hanno successo. Interrompere una dipendenza da soli non è facile. Se non ci riesci o torni ad abusare della sostanza – cose che possono succedere – significa che hai bisogno di un trattamento diverso. Parla con il dottore in merito a un programma controllato di disintossicazione.

Parte 3
Trovare Supporto

  1. 1
    Evita le situazioni e i luoghi negativi. Resta alla larga dai posti e dalle occasioni in cui si beve e si fa uso di droghe. Cambia le tue abitudini. Per esempio, se tornando dal negozio di alimentari passi davanti al tuo bar preferito, trova un altro negozio in cui fare la spesa oppure fai un'altra strada.
    • Se frequentare un certo gruppo di amici ti invoglia a bere o a drogarti, dovresti evitare queste persone. Aspetta di essere più forte prima di affrontare situazioni potenzialmente "pericolose". Trova delle persone positive con cui uscire.
  2. 2
    Unisciti a un gruppo di mutuo aiuto. Restare sobri è un impegno che dura tutta la vita. Mantieni il contatto con le persone che si sono liberate da una dipendenza sia durante il trattamento sia alla fine di esso. Questo tipo di gruppi è composto solo da individui che stanno percorrendo la tua stessa strada, non ci sono professionisti. Frequentando gli incontri puoi trovare la forza di spezzare le vecchie abitudini malsane e rispettare un nuovo stile di vita.
    • Gli Alcolisti Anonimi (AA) e i Narcotici Anonimi (NA) sono associazioni diffuse in molti Paesi. Frequenta regolarmente gli incontri e segui il programma in dodici passi per trovare l'aiuto necessario al recupero. I dodici passi rispettano dei principi spirituali.[8]
    • Esistono altri tipi di gruppi di mutuo aiuto. Alcuni sono strutturati in programmi di quattro punti che aiutano le persone a modificare comportamenti, pensieri e azioni pericolosi. Puoi trovare delle comunità online oppure fisiche.[9]
  3. 3
    Riprendi i contatti con la famiglia e i tuoi cari. I membri stretti della famiglia sono le persone che maggiormente risentono della tua dipendenza e hanno bisogno di recuperare insieme a te. Sarà necessario del tempo per ricostruire e rafforzare il legame, ma quando si accorgeranno che sei costantemente impegnato verso la sobrietà, i vostri rapporti miglioreranno. Sostenetevi l'uno con l'altro durante il trattamento e la riabilitazione.
    • Segui una psicoterapia famigliare. Gli incontri con un professionista aiutano te e i tuoi cari a superare il dolore causato dalla dipendenza. Potete imparare delle strategie di gestione e a sostenervi meglio reciprocamente.
    • I familiari possono unirsi a Al-Anon o Alateen. Si tratta di gruppi di supporto per i parenti e gli amici di persone con dipendenze. Al-Anon si rivolge agli adulti che hanno una persona cara in difficoltà, mentre Alateen è per i ragazzi con genitori o tutori bevitori. Questi gruppi sono diffusi in quasi tutti i Paesi.[10]
  4. 4
    Struttura un piano per il posto di lavoro. Alcune persone devono assentarsi dal lavoro per un po' mentre si sottopongono alle cure; altre invece riescono a rispettare le proprie responsabilità, pur con qualche modifica. L'approccio verso il lavoro varia in base alla situazione specifica e al programma di disintossicazione. La maggior parte dei datori di lavoro cercherà di collaborare per sostenerti durante il recupero.
    • Parla con il responsabile delle risorse umane per discutere delle tue opzioni. L'azienda potrebbe concederti un periodo di aspettativa per questioni di salute oppure dovrai metterti in malattia. In questi casi, la tua richiesta deve essere supportata da documentazione medica.
    • Valuta di modificare l'agenda. Chiedi al responsabile del tuo reparto o al responsabile dell'ufficio del personale se puoi lavorare a tempo parziale o con orario flessibile.
    • Scegli con cura le persone a cui confidare la tua dipendenza e il trattamento. Non tutti sono positivi e di supporto nei confronti di chi sta attraversando questo processo. Evita di essere oggetto di pettegolezzo e giudizio, parlandone solo con individui fidati e d'aiuto.

Parte 4
Mantenere uno Stile di Vita più Salutare

  1. 1
    Migliora la dieta. Molto probabilmente, non hai rispettato le migliori abitudini alimentari durante la dipendenza. Prendendoti cura di te, ti accorgerai che ti sentirai meglio. Aumenta lentamente il consumo di frutta, verdura e proteine magre, come pollo e pesce; inoltre, bevi molta acqua.
    • Valuta di rivolgerti a un dietologo o nutrizionista. Alcune dipendenze causano danni al sistema digerente. In tal caso, devi seguire una dieta specifica che non aggravi il tratto digestivo e ti permetta di assorbire i nutrienti. Il nutrizionista o il dietologo ti aiuterà a sviluppare un programma alimentare sano e personalizzato.[11]
  2. 2
    Fai più attività fisica. L'esercizio fisico regolare non solo fa bene ai muscoli e al cuore, ma riduce lo stress migliorando l'umore. Inizia lentamente; anche solo una passeggiata quotidiana di 10 minuti ha un grande impatto sullo stato di salute. Con il passare del tempo, potrai aumentare il livello di intensità.[12]
    • Allenati con un amico. Sei meno tentato di abbandonare l'attività fisica, se devi renderne conto a un'altra persona. Inoltre, è molto più divertente camminare, andare in bici o in palestra con un amico. Così facendo, hai maggiori probabilità di rispettare questa nuova e sana abitudine.
  3. 3
    Migliora il sonno. Sviluppa un "rito della buona notte" rilassante facendo un bagno caldo e leggendo un libro. Riduci al minimo l'uso degli apparecchi elettronici come il cellulare, il tablet, il computer e il televisore prima di coricarti. Qualche minuto di yoga o di stretching delicato ti aiutano a prendere sonno. Cerca di dormire 6-8 ore ogni notte e prova ad andare a letto sempre alla stessa ora.[13]
    • Chiedi aiuto al medico di famiglia, se non riesci a dormire bene. Il dottore potrà sviluppare con te un piano per migliorare la qualità del riposo e diagnosticare un'eventuale patologia che ti impedisce di avere un sonno ristoratore. Potresti aver bisogno di farmaci su prescrizione.
  4. 4
    Trova dei nuovi interessi. La dipendenza è stata al centro della tua vita. Liberarsene e restare sobrio significa rifocalizzare l'attenzione verso qualcosa di nuovo. Trova del tempo per riscoprire vecchie passioni e trovare nuovi hobby. In questo modo la tua vita avrà più senso.[14]
    • Inizia un nuovo hobby. Pensa a quelle attività che ti piacevano da giovane. Gli interessi che hanno portato gioia nella tua giovinezza sono in genere hobby perfetti in età adulta. Prova la pittura, la musica, lo sport, la fotografia, la cucina, il cucito o il ballo. Cerca dei corsi nella tua zona.
  5. 5
    Definisci degli obiettivi scolastici e lavorativi. La scuola non è solo per i bambini. Imparare nuove abilità e acquisire nuove competenze professionali è un percorso che dura tutta una vita. Non smettere mai di crescere. Pensa al tuo impiego. Sei nel ramo giusto e ricopri il ruolo corretto? Ti piacerebbe lavorare in un altro campo? Cosa devi fare per avere una carriera appagante? Dedicati alla tua istruzione e formazione per raggiungere gli obiettivi.
    • Chiama un sindacato o il centro per l'impiego locale per sapere se ci sono corsi di aggiornamento o di qualifica professionali gratuiti e adatti alle tue esigenze.[15]
  6. 6
    Diventa un volontario. Aiuta gli altri nel loro processo di recupero e aumenta la consapevolezza della gente in merito alle dipendenze. Le associazioni e i gruppi di supporto offrono delle opportunità per fare volontariato. Questa attività non solo aiuta il prossimo, ma ti permette di sentirti più forte e migliorare la sicurezza in te stesso.[16]

Avvertenze

  • Interrompere bruscamente l'assunzione di una sostanza che crea dipendenza può innescare sintomi di astinenza potenzialmente fatali. Se provi disturbi come palpitazioni cardiache, diarrea, vomito, tremori o fremiti, cerca immediate cure mediche. Chiama il 118 o vai al pronto soccorso più vicino.
  • Se provi il desiderio di fare del male a te o ad altre persone, chiedi subito aiuto chiamando il 118 o i soccorsi al 112.

Informazioni sull'Articolo

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Trudi Griffin, LPC. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011.

Categorie: Dipendenza

In altre lingue:

English: Taper off from a Drug or Alcohol Addiction, Español: disminuir gradualmente una adicción al alcohol o las drogas, Русский: побороть зависимость от алкоголя или наркотиков, Português: Interromper Gradualmente a Dependência Química, Français: réduire une addiction à la drogue ou à l'alcool, Deutsch: Eine Alkohol oder Drogenabhängigkeit loswerden

Questa pagina è stata letta 1 880 volte.
Hai trovato utile questo articolo?