Come Ridurre al Minimo la Caffeina nel Tè Verde

Il tè verde è una bevanda deliziosa e ricca di antiossidanti. Ha però un lato negativo, ossia il contenuto di caffeina, che può sorprendere alcuni bevitori di tè e avere effetti nocivi su di essi. Con l’idea di non rinunciare ai benefici che si ricevono per la salute bevendo questo tè, ecco qui di seguito alcuni metodi semplici ed efficaci per gustare il tè verde senza soffrire gli effetti secondari dovuti alla caffeina.

Passaggi

  1. 1
    'Impara a conoscere il tè verde che usi. Più giovani sono le foglie del tè, più alta è la caffeina in esse contenuta. Le parti più di valore del tè verde sono il bocciolo terminale e le due foglie ad esso adiacenti, definite anche “di prima raccolta”. Sono le più dolci, ma sono anche quelle che contengono le maggiori quantità di caffeina. Il colore non è un indicatore attendibile dei livelli di caffeina: il Gyokuro, un tè verde giapponese di primo livello, contiene ad esempio più caffeina che un tè nero come il Lapsang Souchong. I tè di più alto livello sono realizzati con il bocciolo e le due foglie adiacenti (quelle di prima raccolta, appunto), dove il contenuto di caffeina è come abbiamo detto, maggiore. Dal lato dei vantaggi, sono le parti più dolci e contengono anche catechina e teanina (di cui parleremo oltre).
  2. 2
    Impara a conoscere il tuo livello di tolleranza alla caffeina. Molti esperti raccomandano di non consumare più di 300 milligrammi di caffeina per giorno. A confronto con il tè nero, il caffè e alcune bevande analcoliche, il tè verde è una fonte stabile e light di stimolanti, e solo in pochi casi dà origine agli effetti secondari propri della caffeina, quali ad esempio il nervosismo e il mal di testa. La caffeina nel tè verde si comporta in maniera diversa nel corpo rispetto a quella del caffè, perché il tè verde contiene anche l-teanina. La teanina è un amminoacido che produce effetti rilassanti sul cervello. I ricercatori giapponesi hanno scoperto che la teanina agisce in maniera antagonistica rispetto alla caffeina, compensando gli effetti della caffeina produttori dello stato di “alterazione”. Dei 20 differenti tipi di amminoacidi che si trovano nel tè, il 60% sono rappresentati dalla teanina. E questa è una caratteristica unica dei tè verdi e bianchi, perché il processo di vaporizzazione non li elimina. La teanina fornisce anche quel gusto elegante e dolce al tè verde. Per assicurare gli effetti anti-cancerogeni del tè verde, i ricercatori sono d’accordo sul fatto che bere 415-475 ml (14-16 once) al giorno di tè sia una quantità ragionevole. Se ci sono 30 mg di caffeina ogni tazza da 240 ml (8 once) di tè verde, bere la quantità raccomandata si traduce in 60 mg di caffeina al giorno (ossia molto meno che i 300 mg sopraccitati), e questo ammontare di caffeina può essere ulteriormente ridotto seguendo le istruzioni date da questo articolo. Qui di seguito un confronto tra i contenuti di caffeina di varie bevande: caffè (147 ml / 5 once) 40 – 170 mg; coca cola (lattina da 350 ml / 12 once) 30 – 60 mg; tè nero (tazza da 240 ml / 8 once) 25 – 110 mg; tè oolong (tazza da 240 ml / 8 once) 12 – 55 mg; tè verde (tazza da 240 ml / 8 once) 8 – 30 mg; tè bianco (tazza da 240 ml / 8 once) 6 – 25 mg; tè decaffeinato (tazza da 240 ml / 8 once) 1 – 4 mg.
  3. 3
    Bevi tè verde i cui valori di caffeina sono bassi per natura. Alcuni tè verdi sono processati in maniera tale da essere per loro stessa natura bassi in contenuto di caffeina. Un esempio sono i seguenti tre: 1) il tè verde giapponese Houjicha che è cotto facendolo saltare o è tostato in forno. Il tè è cotto ad alte temperature e il sapore di tostatura è predominante in questa miscela. I tipi principali di Houjicha sono quello “leggero” e quello “cotto a fondo”. Le foglie di quest’ultimo producono un aroma e un sapore di tostatura più accentuato. 2) il tè giapponese Genmaicha, ossia una miscela tra tè verde Bancha e Genmai (chicchi di riso tostati). La proporzione tra tè e riso è importante, e i Genmaicha più aromatici hanno una proporzione più grande di riso. 3) il tè giapponese Bancha, che una qualità più grezza e “pesante” di tè verde, derivando dal taglio in tarda stagione. Il Bancha è una classe di Sencha tagliata come tè di seconda raccolta, tra l’estate e l’autunno, contenente meno caffeina. La comparazione tra la caffeina presente per bevuta, è la seguente: Tè Nero 0,05%; Tè Verde Gyokuro 0,02%; Tè Verde Sencha 0,015%; Tè Verde Houjicha 0,008%.
  4. 4
    Compra del tè verde decaffeinato. Ci sono due tipi di processi di decaffeinazione utilizzati per il tè. Assicurati di comprare il tè verde che usa il processo naturale di decaffeinazione più salutare, ossia quello per “effervescenza”. In questo processo non sono usati agenti chimici poiché il processo stesso è naturale essendo in esso utilizzate acqua e anidride carbonica (CO2), capaci di trattenere il 95% dei polifenoli. L’altro processo, a volte erroneamente e cinicamente chiamato di “decaffeinazione naturale”, usa invece l’acetato di etile, che è un solvente chimico, il quale trattiene invece solo il 30% dei polifenoli. Sia i chicchi di caffè che le foglie di tè vengono decaffeinate con l’acetato di etile come solvente/diluente, perché è un prodotto a basso costo, con bassa tossicità e con un odore gradevole. E’ tuttavia da considerare che l’acetato di etile è usato anche per la pulizia delle tavole dei circuiti nei computer, in alcuni prodotti per rimuovere lo smalto per le unghie, e come attivatore per le vernici. Inoltre, va notato che ogni processo di decaffeinazione cambia in un qualche modo il gusto del tè. Controlla quindi sempre che nel tè che hai scelto sia stato usato il processo di “effervescenza” o di C02.
  5. 5
    Evita le bustine di tè verde. Le bustine di tè verde contengono molta più caffeina. In più, percepirai anche una certa diminuzione della qualità del tè dal momento che le bustine hanno un sapore meno intenso che le foglie sfuse di tè verde. Cerca quindi di comprare foglie sfuse. Puoi usare le stesse foglie di tè di alta qualità per tre volte prima di gettarle via, di conseguenza dopo che avrai buttato via la prima infusione (come descriviamo più avanti), ti rimarranno due ulteriori tazze di tè verde da gustare.
  6. 6
    Butta via la prima infusione. La caffeina si dissolve più rapidamente che gli altri componenti del tè. Il dottor Andrew Weil, un dottore e nutrizionista particolarmente famoso in ambito anglosassone, rileva che è possibile eliminare la maggior parte della caffeina immergendo il tè per 45 secondi nell’acqua calda ed eliminando poi l’acqua. Il dottor Weil rileva anche che fino all’80% della caffeina viene eliminata da questa prima infusione nell’acqua, con il risultato che il tenore di caffeina si riduce così al minimo alla seconda infusione. Questo metodo elimina solo una minima parte del sapore e dell’aroma del tè. La lunghezza della prima infusione ha tuttavia effetto sulla corposità della seconda infusione: più lunga la prima infusione, più blando sarà il sapore e l’aroma della seconda, ma allo stesso tempo minore sarà il contenuto di caffeina. Cerca dunque di capire qual è il massimo tempo di prima infusione, a patto tuttavia che sia preservato il sapore e l’aroma di tuo gradimento.
  7. 7
    Comincia a bere con moderazione. Una tazza di tè verde può avere un contenuto di caffeina variabile tra i 15 e i 75 milligrammi. La cosa migliore che puoi fare è di provare il tè verde a piccole dosi e monitorare le tue reazioni. Comincia con mezza tazza al giorno e poi aumenta gradualmente le dosi, osservando qual è la tua reazione all’aumentare delle stesse e aggiustando le dosi di conseguenza. Se ti senti stimolato e contento nella maniera giusta, allora il tè verde sta facendo su di te il suo giusto effetto.
  8. 8
    Non prepararti del tè verde troppo forte. Dosare attentamente le quantità può essere una soluzione se soffri d’intolleranza alla caffeina. Se compri del tè verde sfuso potrai essere in grado si decidere quante foglie mettere in infusione nel tuo tè. La maggior parte delle persone mette in infusione 1 o 2 cucchiaini di tè verde sfuso per tazza; puoi cominciare dimezzando queste quantità. Se poi il risultato è troppo leggero, aumenta a poco a poco.
  9. 9
    Bevi il tè quando è caldo. Il tè verde contiene catechina (un polifenolo con effetti antiossidanti) e teanina (un amminoacido che dà al te il connotato di dolcezza e freschezza), entrambe capaci di ridurre l’attività della caffeina. Mettere in infusione il tè verde permette alle loro molecole di combinarsi con la caffeina nell’acqua calda, diminuendo così gli effetti della caffeina. Se lasci raffreddare troppo il tè dopo aver fatto l’infusione, le molecole di catechina si rompono e la caffeina viene rilasciata di nuovo.

Consigli

  • Se il tè verde è messo in infusione in acqua relativamente fredda (attorno a 70°C/158°F), una quantità maggiore di caffeina e polifenoli antiossidanti verrà estratta con la seconda infusione. Quando invece è usata acqua relativamente calda (sopra gli 85°C/185°F), una quantità maggiore di caffeina e polifenoli sono estratti con la prima infusione.
  • Se bere tè verde continua a produrti effetti indesiderati, valuta le alternative. Le infusioni (o le tisane) di fiori ed erbe non sono Camellia sinensis (tè) e non contengono caffeina. Il “Rooibos” e la “Pianta del miele”, entrambi originari del Sud Africa, non contengono caffeina, ma hanno alte proprietà antiossidanti: potresti dunque ottenere gli effetti salutari di queste bevande eliminando il problema caffeina. Oppure, considera una miscela di Rooibos e di tè verde per dimezzare il contenuto di caffeina.
  • Sappi che i polifenoli del tè verde, come l’epigallocatechingallato, sono gli antiossidanti principali che si possono trovare nel tè verde. Questi antiossidanti sono rinomati per proteggere il fegato grazie alle loro proprietà antiossidanti e antiinfiammatorie. I polifenoli possono anche aiutare a proteggersi dall’insorgere di alcune forme di cancro, problemi al cuore, diabete e malattie neurodegenerative. E’ anche appurato che i polifenoli aiutano a proteggere contro gli effetti deleteri della caffeina. E’ stato teorizzato che quando la caffeina è assunta con moderazione, specialmente quale componente naturale di una bevanda ricca di polifenoli come il tè verde, essa può avere effetti salutari.
  • La teanina è un calmante ed è stato di mostrato che ha un qualche effetto nel combattere l’aumento della pressione sanguigna che può insorgere con l’assunzione di caffeina.

Avvertenze

  • Evita ogni energy drink a base di tè verde. Molte, anche se non tutte, le bevande in bottiglia a base di tè verde contengono una forte concentrazione di caffeina. Enviga, una bevanda della Coca Cola disponibile sul mercato statunitense, contiene 100 milligrammi di caffeina per bevuta. Altre bevande in bottiglia contengono pure un livello abbastanza elevato di zucchero, che non ha effetti salutari (seppure sia da rilevare che Enviga non contenga zuccheri).
  • Se sei incinta o se stai assumendo farmaci, e il medico ti ha prescritto di ridurre la quantità di caffeina che assumi, consulta il medico stesso prima di bere tè verde in maniera regolare. Sebbene gli studi scientifici indichino che il tè verde sia, generalmente parlando, una bevanda con effetti benefici e salutari, tuttavia in alcune circostanze legate a specifici stati di salute o all’interazione con farmaci, non è raccomandabile.
  • Non eccedere mai. La caffeina nel tè verde non è l’unica cosa che può non essere salutare in grandi quantità. I polifenoli che ci sono nel tè verde, se consumati in maniera eccessiva, possono causare problemi al fegato e ai reni. Non bere più di 10 tazze al giorno e presta attenzione ad assumere integratori al tè verde, che contengono 50 volte i polifenoli che è possibile trovare in una tazza di questo tipo di tè.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 30 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Drinks

In altre lingue:

English: Minimize Green Tea Caffeine, Español: minimizar la cafeína del té verde, Português: Minimizar a Cafeína do Chá Verde, Русский: уменьшить содержание кофеина в зеленом чае, Deutsch: Koffein im grünen Tee minimieren, Français: réduire les effets de la caféine dans le thé vert

Questa pagina è stata letta 31 042 volte.
Hai trovato utile questo articolo?