Come Ridurre il Gonfiore alle Gengive

In questo Articolo:Alleviare il DolorePrevenire il Gonfiore delle Gengive

Il gonfiore alle gengive può essere causato da innumerevoli fattori. Chi ha le gengive gonfie può soffrire di parodontite, irritazione causata da cibo o bevande, carie, alimentazione insufficiente o altri problemi al cavo orale. Questo articolo descrive diverse soluzioni per alleviare le gengive gonfie, ma ricordati che l'unico modo per capire esattamente la causa di fondo è farti visitare da un dentista.

Parte 1
Alleviare il Dolore

  1. 1
    Identifica la causa. Le gengive possono gonfiarsi per una varietà di ragioni e in molti casi può essere un sintomo di malattia. È importante capirne le motivazioni, in modo da seguire la giusta linea di condotta, che si tratti di una cura da fare a casa o farti visitare da un dentista. Alcune tra le cause più comuni sono:
    • Errate tecniche di spazzolatura o d’uso del filo interdentale. In molti casi, le gengive gonfie sono il risultato di una cattiva igiene orale, che provoca la formazione della placca tra i denti e sulla linea gengivale. Per ovviare a questo, è necessario lavarsi i denti a fondo e usare regolarmente il filo interdentale. Inoltre, molte persone che utilizzano il filo interdentale usano una tecnica troppo aggressiva, che può essere un altro fattore di gonfiore.
    • Gengivite e parodontite. Se non viene mantenuta una buona igiene orale, si possono sviluppare facilmente delle malattie gengivali come la gengivite e la parodontite. La gengivite è la forma meno grave e può essere curata se presa in tempo. La parodontite, invece, è più grave e può portare persino alla perdita dei denti. Se temi di avere una di queste malattie dovresti consultare un dentista senza indugio.
    • Ulcere alla bocca. Se si formano delle ulcere sulle gengive possono provocare dolore e gonfiore. Le ulcere, note anche come afte, di solito si riconoscono facilmente per il loro aspetto; hanno la zona centrale biancastra e i bordi rossi. Si possono anche formare delle afte multiple in una sola volta, ma generalmente sono curabili e non contagiose.
    • Chemioterapia. Tra i suoi tanti sfortunati effetti collaterali ci sono le gengive doloranti, gonfie e sanguinanti. Questa terapia può anche causare la formazione di ulcere e piaghe sulle gengive. Anche se sono sintomi che possono essere alleviati, continuano a presentarsi per tutto il periodo del trattamento chemioterapico.
    • Tabacco. Il fumo di sigarette e l’utilizzo di altri prodotti del tabacco facilita il gonfiore e il dolore gengivale. In effetti, i fumatori e i fruitori dei prodotti del tabacco hanno molte più probabilità di sviluppare malattie del cavo orale rispetto ai non fumatori. Pertanto, la prima cosa da fare per ridurre il gonfiore alle gengive è smettere di fumare.
    • Ormoni. Le gengive gonfie possono essere il risultato di un aumento del rilascio di ormoni, con conseguente maggiore flusso di sangue in questa zona. Si tratta degli ormoni che vengono prodotti durante la pubertà, le mestruazioni, la gravidanza e la menopausa. Anche alcune pillole anticoncezionali possono rilasciare questi ormoni.
  2. 2
    Spazzola delicatamente la superficie masticatoria dei denti, la parte anteriore e posteriore (accanto alla lingua) e soprattutto i denti posteriori di entrambe le arcate; fai un movimento circolare, ma evita di spazzolare da lato a lato. Come già accennato in precedenza, le gengive gonfie spesso sono una conseguenza della placca formatasi sui denti. La soluzione migliore in questo caso è di rimuovere la placca per evitare le malattie gengivali, risolvendo facilmente il problema con una spazzolatura delicata ma approfondita e il filo interdentale. Dovresti cercare di lavarti i denti almeno due volte al giorno, mattina e sera, dopo i pasti, se possibile.
    • Usa uno spazzolino morbido con le setole in nylon. Questo permette di pulire i denti senza causare ulteriore irritazione. Evita gli spazzolini che hanno le setole medie o dure, perché possono peggiorare il gonfiore alle gengive ed erodere lo smalto dei denti.
    • Spazzolare in modo energico non significa spazzolare meglio. Le gengive sono delicate, pertanto, se sei troppo aggressivo, crei più danni che benefici. Non lavare i denti con un movimento troppo vigoroso in senso orizzontale che non segue la direzione degli spazi interdentali.
    • Scegli un dentifricio che protegge le gengive, appositamente studiato per prevenire la gengivite. La maggior parte delle grandi marche di dentifricio produce una versione specifica per la cura delle gengive.
  3. 3
    Usa il filo interdentale una volta al giorno per rimuovere la placca nei punti che lo spazzolino non riesce a raggiungere, ma non eccedere con l’uso, perché potrebbe irritare ulteriormente le gengive.
    • L’uso del filo interdentale è una pratica che viene trascurata da molte persone, ma anche coloro che lo usano possono aggravare il gonfiore delle gengive se utilizzano una tecnica troppo aggressiva. Evita di fare "scattare" il filo tra gli spazi interdentali perché puoi danneggiare il delicato tessuto gengivale. Cerca invece di farlo scorrere con attenzione tra i denti, seguendo la curva di ciascuno di essi.
  4. 4
    Risciacqua la bocca con acqua del rubinetto o con una soluzione di acqua salata. Fare gargarismi con una soluzione di acqua salata è la soluzione apparentemente più semplice, quando si tratta di ridurre le gengive gonfie, ma è ancora una delle più efficaci. Il sale agisce come agente antibatterico, liberando la bocca dai contaminanti e dando sollievo alle gengive infiammate.
    • Fai i gargarismi e risciacqua: prepara una soluzione salina, sciogliendo un cucchiaino di sale da tavola in 240 ml di acqua calda. Risciacqua accuratamente tutto il cavo orale in modo da raggiungere anche le gengive. Cerca di non ingerire troppa acqua salata.
    • Puoi ottenere un risultato analogo facendo un risciacquo per circa 30 secondi con una miscela di acqua e succo di limone fresco. Questo potrebbe non essere così efficace come la soluzione di acqua salata, ma sicuramente ha un sapore migliore!
    • Con la soluzione di acqua salata puoi anche fare i gargarismi per alleviare il mal di gola, per pulire eventuali nuovi piercing e per disinfettare le ferite.
  5. 5
    Fai degli impacchi caldi e freddi. Entrambi forniscono un facile e immediato sollievo alle gengive infiammate e gonfie. Gli impacchi caldi sono i più indicati per alleviare il dolore, mentre quelli freddi sono efficaci nel ridurre il gonfiore. Tieni l’impacco appoggiato al viso invece che direttamente sulla gengiva, in quanto è meno imbarazzante ed evita che le gengive possano irritarsi ulteriormente a causa degli sbalzi di temperatura.
    • Per fare un impacco caldo: bagna un panno pulito in acqua calda (non bollente), strizza l'umidità in eccesso e appoggialo contro il viso finché il dolore inizia a diminuire.
    • Per fare un impacco freddo: avvolgi un paio di cubetti di ghiaccio in un piccolo panno pulito o un tovagliolo di carta. In alternativa, puoi usare un sacchetto di verdure surgelate (come i piselli) o uno speciale impacco freddo che hai conservato nel congelatore. Appoggialo sul viso nella zona adiacente l’area sofferente e tienilo finché il gonfiore si riduce e la zona si intorpidisce un po’.
  6. 6
    Evita i fattori che possono irritare le gengive. Quando hai un’infiammazione alle gengive, è importante evitare eventuali sostanze che possono peggiorare la situazione, come i prodotti del tabacco e l’alcool. Inoltre, se stai usando dei collutori disinfettanti, sappi che sono piuttosto aggressivi e possono aggravare il problema, quindi dovresti evitare di usarli almeno per un po’.
  7. 7
    Bevi molta acqua. L’assunzione di molta acqua aiuta a eliminare i residui di cibo e i batteri dalla bocca, limitando lo sviluppo di altra placca. Inoltre, l'acqua stimola la produzione di saliva, che aiuta a uccidere i batteri in modo naturale.
  8. 8
    Prova a massaggiare delicatamente le gengive. Un leggero massaggio gengivale può aiutare ad alleviare il dolore e ridurre l'infiammazione, aumentando la circolazione del sangue nell’area. Fai un tenue movimento circolare sulle gengive per circa un minuto. Ricordati di lavarti prima le mani e assicurati che le unghie siano pulite e tagliate. Questo aiuterà a prevenire la diffusione di batteri.
  9. 9
    Applica un po' di olio di chiodi di garofano. Si tratta di un trattamento naturale che si è dimostrato efficace nel ridurre il dolore e l'infiammazione. Basta applicarne un po' direttamente sulle gengive gonfie tre volte al giorno con un cotton fioc. In alternativa, puoi aggiungerne alcune gocce in una tazza di acqua e fare dei risciacqui in tutta la bocca. Puoi trovare l’olio di chiodi di garofano nelle principali farmacie, nei negozi di prodotti naturali o nelle erboristerie.

Parte 2
Prevenire il Gonfiore delle Gengive

  1. 1
    Spazzola delicatamente i denti in modo accurato almeno 2, o anche 3, volte al giorno. Lavare i denti permette di rimuovere la placca dalla bocca e aiuta a prevenire le malattie gengivali e le carie. A dire il vero, quasi tutti i problemi di salute del cavo orale possono essere prevenuti con un’adeguata igiene dentale costante e completa. Dovresti lavarti i denti almeno una volta al mattino e una la sera, preferibilmente dopo i pasti.
    • Se non conosci la tecnica corretta di spazzolamento, dovresti chiedere al dentista di farti una breve lezione durante la prossima visita di controllo; sarà ben felice di insegnarti!
  2. 2
    Usa il filo interdentale ogni giorno e inseriscilo come parte essenziale della tua routine di igiene orale, visto che spesso è una pratica che viene trascurata. Usarlo con regolarità permette di rimuovere la placca e i batteri che si insediano nelle fessure tra i denti, dove lo spazzolino non riesce ad arrivare.
    • Ricordati di usarlo con delicatezza, per non irritare il delicato tessuto gengivale, usane un pezzo pulito in ogni coppia di denti, per evitare che i batteri si diffondano da una zona all’altra della bocca.
    • Se trovi scomodo usare il filo interdentale, puoi procurarti gli scovolini che trovi facilmente nelle farmacie; si tratta di piccoli bastoncini di legno o di plastica che vanno inseriti tra i denti per ottenere gli stessi effetti del filo interdentale.
  3. 3
    Segui una dieta varia e ricca di vitamina C, calcio e acido folico. La cattiva alimentazione può portare all’infiammazione delle gengive (oltre a creare altri problemi). In particolare, è importante assumere adeguate quantità di vitamina C, calcio e acido folico. Questo perché la vitamina C e l’acido folico aiutano attivamente a mantenere sane le gengive e a prevenire le gengiviti; inoltre è stato dimostrato che le persone carenti di calcio hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie gengivali. Prendi ogni giorno un integratore multivitaminico e mangia molta frutta e verdura fresca.
    • Le migliori fonti alimentari di vitamina C sono papaya, peperoni, fragole, broccoli, ananas, cavolini di Bruxelles, kiwi, arance, melone e cavoli.
    • Le migliori fonti di calcio sono i latticini come latte, formaggi e yogurt, oltre a sardine, tofu, salmone, latte di soia, cereali e cavolo.
    • Gli alimenti con elevati livelli di acido folico sono le verdure a foglie verde scuro, broccoli, asparagi, piselli, fagioli, lenticchie, sedano, avocado e agrumi.
  4. 4
    Non fare mai gargarismi con aceto o succo di limone: dato che sono acidi possono erodere e rovinare i denti. Risciacqua la bocca con acqua.
  5. 5
    Dormi a sufficienza e cerca di non stressarti. La troppa spossatezza può creare gonfiore al viso e alle gengive, quindi cerca di dormire almeno 7-8 ore a notte. Devi anche cercare di evitare il più possibile lo stress, in quanto stimola il corpo a rilasciare una sostanza chimica, nota come cortisolo, che è stata associata all’infiammazione delle gengive e di altre parti del corpo.
    • Puoi ridurre lo stress facendo regolare attività fisica. L’esercizio fisico rilascia gli ormoni della felicità, che mettono di buon umore. Inoltre, l'allenamento ti stanca fisicamente, aiutandoti a dormire meglio. In questo modo prendi due piccioni con una fava!
    • Puoi cercare di ridurre la tensione, l’ansia e favorire il rilassamento, prendendo ogni giorno un po' di tempo per te stesso per fare una passeggiata, leggere un libro o fare un bagno rilassante. Non dovresti neppure avere troppi stimoli eccitanti prima di dormire, quindi spegni la televisione e il computer almeno un'ora prima di andare a letto.
  6. 6
    Elimina il tabacco. Come già detto in precedenza, il tabacco è molto irritante sulle gengive e le persone che fumano o usano altri prodotti del tabacco corrono un rischio maggiore di sviluppare malattie gengivali. Se possibile, dovresti cercare in tutti i modi di smettere di fumare o, per lo meno, ridurne il consumo.
  7. 7
    Fatti visitare dal dentista per una pulizia dei denti e un esame di controllo. Le gengive gonfie sono spesso la manifestazione di un problema dentale più grave, come la parodontite, causato da placca, germi e carie quindi, se noti che le tue gengive sono sempre gonfie, dovresti fissare un appuntamento dal dentista. Egli sarà in grado di dirti esattamente qual è il problema del tuo cavo orale e ti consiglierà il trattamento appropriato. Anche se i denti e le gengive sembrano perfettamente sani, è una buona abitudine farti visitare dal dentista o da un igienista dentale, almeno due volte l'anno.

Consigli

  • Quando ti lavi i denti, assicurati di non spazzolare troppo energicamente per non irritare le gengive. Usa uno spazzolino a setole morbide, fai dei lenti e delicati movimenti circolari per mantenere le gengive sane.
  • Sostituisci lo spazzolino ogni mese, in quanto quello vecchio spesso trattiene molti batteri.
  • Se hai cambiato ultimamente le tue abitudini con il filo interdentale o se hai ripreso a usarlo dopo un periodo di inutilizzo, le gengive possono essere dolenti, sanguinare leggermente o infiammarsi nella prima settimana. Mantieni comunque l’abitudine di usarlo e vedrai che le gengive torneranno normali!

Avvertenze

  • Anche se ci sono dei modi per lenire il dolore con rimedi casalinghi, se le gengive continuano a essere gonfie è imperativo farti visitare da un dentista. Dietro un’infiammazione gengivale spesso si nasconde una malattia ben più grave che può causare seri danni.
  • Cerca di non consumare alimenti e bevande troppo calde o troppo fredde. Molte persone affermano di avere le gengive molto sensibili alla temperatura, soprattutto quando si invecchia. Di conseguenza, sarebbe meglio evitare le bevande ghiacciate o i tè, caffè e zuppe bollenti. Questo non significa che devi evitare completamente di consumarli, ma è meglio se aspetti finché si sono rispettivamente riscaldati o raffreddati un po’ prima di berli.

Informazioni sull'Articolo

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 17 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Categorie: Denti & Bocca

In altre lingue:

English: Reduce Gum Swelling, Español: disminuir la inflamación de las encías, Deutsch: Zahnfleisch Schwellungen reduzieren, 中文: 舒缓牙龈肿痛, Français: réduire l'inflammation des gencives, Português: Diminuir o Inchaço das Gengivas, Русский: уменьшить воспаление десен, Nederlands: Gezwollen tandvlees verminderen, Bahasa Indonesia: Mengurangi Bengkak pada Gusi, Čeština: Jak zmírnit otok dásní, हिन्दी: घटायें मसूढ़ों की सूजन, العربية: تخفيف التهاب اللثة, 日本語: 歯茎の腫れを抑える, Tiếng Việt: Giảm Sưng Lợi, ไทย: บรรเทาอาการเหงือกบวม, 한국어: 잇몸 부기 다스리는 법

Questa pagina è stata letta 46 835 volte.
Hai trovato utile questo articolo?