Come Ridurre il Gonfiore e l'Arrossamento dei Brufoli

2 Metodi:Rimedi a Breve TermineCure a Lungo Termine

Ti sei mai svegliato solo per vedere nello specchio un brufolo rosso e gonfio? I brufoli sono parte della vita di molte persone, ma il gonfiore e gli arrossamenti che li accompagnano non devono esserlo. Ridurre il gonfiore dei brufoli, così come prevenirli o combatterli, può essere una battaglia persa se non sai cosa fare. Fortunatamente esistono alcuni metodi comprovati per farlo. Ecco come.

1
Rimedi a Breve Termine

  1. 1
    Applica dell'amamelide. L'amamelide è una pianta che viene spesso usata come astringente, il che significa che tonifica temporaneamente la pelle. È però anche un comune rimedio per l'acne, per dare sollievo a prurito e arrossamento. Anche se utilizzare questa pianta probabilmente non servirà a curare l'acne, aiuterà certamente a lenire le irritazioni della pelle e a ridurre al minimo l'evidenza del brufolo.[1]
    • Troverai più frequentemente l'amamelide come astringente. Puoi acquistarla in formule con o senza alcol (le più comuni sono soluzioni al 14% di alcol), ma è consigliato fare uso di quelle analcoliche. L'alcol può seccare e irritare la pelle.[2]
  2. 2
    Usa un cubetto di ghiaccio. Questo metodo a breve termine ti aiuterà se il brufolo è rosso o dolorante. Usa un cubetto di ghiaccio dopo qualche minuto che lo hai rimosso dal freezer, e tienilo sul brufolo per ridurre il gonfiore. Il freddo aiuta a contrarre i vasi sanguigni sotto la pelle, riducendo al minimo l'evidenza e l'arrossamento del brufolo.[3]
  3. 3
    Usa una bustina di tè imbevuta d'acqua per coprire la zona. Lasciala in ammollo nell'acqua calda per un minuto; il tè nero è particolarmente utile in questo caso (in seguito puoi bere il tè, se lo desideri). Prendi la bustina e spremi la maggior parte del liquido. Attendi che si raffreddi abbastanza e posala delicatamente sul brufolo.
    • Le bustine di tè contengono una buona quantità di tannino. Questa sostanza aiuta a ridurre il gonfiore e spesso viene usata come trattamento topico per curare dei problemi come gli occhi gonfi.[4]
  4. 4
    Prova a prendere il serrapeptase, un sostituto dell'ibuprofene, per ridurre le infiammazioni. Si tratta di una sostanza chimica naturale ricavata dai bachi da seta e viene classificata ufficialmente come integratore alimentare. Riduce le infiammazioni favorendo una rottura più rapida ed efficace delle proteine.[5]
  5. 5
    Prepara una pasta con l’aspirina. L'aspirina è un rimedio casalingo popolare usato per combattere arrossamenti e gonfiore.[6] Il suo effetto benefico deriva all'acido salicilico, una sostanza antidolorifica e antinfiammatoria.[7] L'aspirina seccherà il brufolo oltre a ridurne il gonfiore, offrendoti due vantaggi con un solo trattamento.
    • Sbriciola una compressa di aspirina in una polvere fine, e poi mescolala con dell'acqua, poche gocce alla volta. Aggiungi abbastanza acqua da creare una pasta granulosa.
    • Applica la pasta con un bastoncino di cotone sul brufolo, coprendolo completamente.
    • Lascia che la pasta si indurisca sul brufolo e non rimuoverla per alcune ore. Molte persone usano questo trattamento prima di andare a dormire e rimuovono la pasta la mattina seguente.
  6. 6
    Usa del dentifricio per ridurre le dimensioni di un brufolo. Si tratta di un altro rimedio casalingo molto usato. Anche se è possibile che il dentifricio secchi i tuoi brufoli grazie agli ingredienti specifici che contiene – bicarbonato di sodio, perossido di idrogeno, triclosano e altri – non si un tratta di un trattamento migliore di altri.[8] Esistono anche delle prove che il dentifricio possa irritare la pelle, perciò usalo con attenzione.
    • Usa del dentifricio in crema e non quello in gel. Le creme contengono gli ingredienti responsabili dell’essiccazione e della riduzione del gonfiore, mentre quelli in gel possono non contenerli.
  7. 7
    Prova l'olio dell'albero di neem e di melaleuca. Entrambi questi oli essenziali sono ricavati da alberi; riducono il gonfiore combattendo i batteri che provocano l'acne. Mentre l'olio di neem è una sorta di panacea per diversi disturbi e malattie, l'olio di melaleuca è particolarmente utile nel trattamento di infezioni e disturbi della pelle.[9][10]
    • Entrambi questi oli essenziali possono irritare in forma pura, perciò diluiscili in una soluzione 1:1 di acqua prima di applicarli. Poi, usa un bastoncino per bagnare il brufolo con la soluzione, lasciandola riposare per 10-20 minuti. In seguito rimuovi l'olio.
  8. 8
    Prova una maschera d'argilla. Può aiutarti a rimuovere l'umidità dalla pelle, a curare le infiammazioni e a estrarre il pus dai brufoli. I pori possono apparire molto più piccoli e stretti dopo l'applicazioni di una maschera d'argilla. Per migliori risultati, usa una maschera sull'intero viso una volta a settimana e poi tratta in modo topico i punti problematici.
  9. 9
    Prova il limone, il cetriolo o i pomodori. Questo trio di ingredienti naturali ha aiutato molti pazienti che si sono curati con metodi casalinghi. Anche se sfruttano principi differenti, si ritiene che combattano l'acne con la stessa efficacia. Non esiste però alcuna prova scientifica che questi ingredienti naturali possano curare l'acne o ridurre le infiammazioni, perciò usali a tua discrezione.
    • Taglia una fetta di limone e mettila sulla pelle, sopra i brufoli. L'acido citrico nel succo di limone dovrebbe combattere i batteri che provocano l'acne e aiutare nella guarigione delle cicatrici.[11] Ricorda che usare del limone provocherà bruciore.
    • Le proprietà antinfiammatorie del cetriolo sono rinomate.[12] Taglia una fetta di cetriolo e mettila sopra i brufoli. Il cetriolo dovrebbe lenire la pelle e ridurre le infiammazioni.
    • La leggera acidità dei pomodori aiuta a combattere l'acne. In effetti, molti farmaci per l'acne contengono vitamina A e vitamina C, due sostanze presenti anche nei pomodori.[13] Taglia una fetta di pomodoro e applicala sopra i brufoli. Non lasciarla per più di un'ora.

2
Cure a Lungo Termine

  1. 1
    Determina il tuo tipo di pelle. Tutti hanno un particolare tipo di pelle: normale, secca, sensibile, grassa o mista.[14] Conoscere il tuo tipo ti permetterà di acquistare i giusti prodotti per la cura della pelle e di usare i trattamenti più efficaci, riducendo al minimo le irritazioni. Se non conosci il tuo tipo di pelle, puoi chiedere a un dermatologo, a un truccatore o al commesso di un negozio di cosmetici. Possono eseguire un test e darti dei consigli sui prodotti da acquistare.
    • Normale: pori appena visibili, nessuna sensibilità, buon colorito.
    • Secca: pori piccoli, punti rossi, poca elasticità, colorito opaco.
    • Sensibile: soffri di arrossamenti, pruriti, bruciori o secchezza quando sei esposto a un irritante.
    • Grassa: pori più grandi, colorito luminoso, presenza di punti neri, brufoli e altre imperfezioni.
    • Mista: normale in alcune zone, secca o grassa in altre, soprattutto sul naso.
  2. 2
    Lavati il viso due volte al giorno con un sapone o un detergente delicato. Cerca di essere più delicato che puoi nelle zone colpite e usa acqua tiepida, non calda. Cerca un prodotto delicato, specifico per pulire la pelle senza seccarla o irritarla. Puoi usare anche un detergente per il viso con acido salicilico, un composto che ti aiuta a rimuovere e prevenire l'acne.
    • Lavati con le mani pulite ed evita gli irritanti come spugne, loofah o panni. Le tue mani basteranno. Tutte le altre cose probabilmente irriteranno solamente la pelle.
  3. 3
    Idratati. Idratare la pelle è un aspetto importante per tenere lontani gli irritanti. Ti aiuterà a mantenere la pelle sana e tonica. Per risultati migliori, idrata sempre la pelle dopo esserti lavato, usando un idratante non comedogenico. Non comedogenico significa semplicemente che non ostruirà i tuoi pori.
    • Trova un idratante o una lozione adatti al tuo tipo di pelle. Se ad esempio hai la pelle grassa, acquista un idratante privo di oli. Non è necessario idratare la pelle ogni 20 minuti, ma specialmente d'inverno, a causa del freddo e del vento, dovresti idratare la pelle ogni volta che la senti secca.
    • Esistono due tipi di idratanti: in gel e in crema. Gli idratanti in gel sono più adatti alle pelli grasse e miste, mentre quelli in crema per quelle secche o sensibili.
  4. 4
    Rimani idratato. Bere più acqua ti aiuterà a mantenere il corpo in salute e a farlo funzionare meglio. Inoltre bere acqua significa che probabilmente non berrai bevande zuccherate e alcolici. Ci sono infatti sempre più testimonianze di un collegamento tra ciò che mangi e la comparsa dell'acne.[15][16][17]
  5. 5
    Assicurati di struccarti prima di andare a letto. Non farti vincere dalla pigrizia: lasciare il trucco sulla pelle può ostruire i pori e portare ad altri brufoli. Se possibile, tieni delle salviette struccanti sul comodino e usale quando non hai la forza di arrivare fino al bagno.
  6. 6
    Esfolia la pelle una volta a settimana. Questo ti aiuterà a rimuovere le cellule epiteliali morte, ad ammorbidire la pelle e a rendere più uniforme la carnagione. Puoi acquistare uno scrub o un esfoliante. Ricorda di non esagerare: esfoliare la pelle più di una volta a settimana può far seccare la pelle e irritarla.
  7. 7
    Usa un astringente. Si tratta di una sostanza che rinforza e tonifica la pelle stringendo i pori. Anche se non dovresti usare astringenti troppo spesso, possono essere utili per rimuovere l'olio e lo sporco prima di lavarti il viso.
    • Se vuoi usare un astringente naturale, puoi strofinare delle fette di limone sulla pelle, come indicato in precedenza. In seguito, risciacqua la pelle e falla asciugare all'aria o tamponala delicatamente con un asciugamano. La tua pelle avrà anche un buon odore.
    • Se usi un astringente forte, assicurati di applicare anche un idratante, per evitare che la pelle si secchi troppo. Se usi del limone, fai attenzione alla zona intorno agli occhi. Se delle gocce entrano negli occhi, fermati e lavali per diversi minuti.
  8. 8
    Indossa una protezione solare. Anche se prendere un po' di sole fa bene alla salute, prenderne troppo può provocare arrossamenti e irritazioni sul viso. Inoltre, i raggi UV possono provocare punti neri e ti espongono al rischio di cancro alla pelle. Prima di uscire, prova a usare un idratante con protezione solare 30 o 45.
    • Non c'è bisogno di usare prodotti con un fattore di protezione più alto; una protezione 30 o 45 blocca già più del 90% dei raggi nocivi.
  9. 9
    Riconosci le diverse cause dell'acne. I brufoli colpiscono più comunemente gli adolescenti, ma possono essere provocati da molte cause. Eccone alcune:
    • Cambiamenti ormonali: possono derivare dalla pubertà, dall'uso di certi farmaci, dalla pillola anticoncezionale eccetera.
    • Alimentazione: latticini e prodotti contenenti glutine possono provocare sfoghi della pelle.
    • Capelli non lavati: l'olio dei tuoi capelli può ostruire i tuoi pori, soprattutto intorno alla corona della testa.
    • Cosmetici: se usi del trucco, anche dopo esserti lavato il viso, potrebbero rimanere dei residui in grado di coprire i tuoi pori e far nascere dei brufoli. Procurati un buon struccante se pensi che sia il tuo caso. Anche i prodotti per la pelle troppo grassi o aggressivi possono avere lo stesso effetto.
    • Sudore o umidità eccessivi: può sembrarti strano, ma è presente un lievito sulla tua pelle chiamato malassezia. Può trovarsi sulla tua pelle senza causare problemi, ma quando viene esposto a troppa umidità, può crescere rapidamente e provocare sfoghi.
  10. 10
    Non toccarti i brufoli o la pelle del viso. Anche se puoi essere tentato di schiacciarti i brufoli, si tratta di un metodo controproducente. Farlo provoca la diffusione dei batteri in altre parti del viso. Inoltre le tue mani portano sporco, oli e altri grassi sulla pelle. Prova a tenere il più possibile le mani lontane dal viso e dalle altre zone in cui si presentano i brufoli.

Consigli

  • Non provare tutti questi consigli contemporaneamente. Scegline uno o due e provali insieme, e osserva quelli che funzionano meglio. Non sempre più è meglio.
  • Non toccarti il viso con le mani o le dita. La tua pelle produce naturalmente oli, perciò toccandoti il viso potresti trasferirli e ostruire i pori.
  • Esistono maschere facciali che aiutano a ridurre temporaneamente gli arrossamenti e idratano il viso. Se vuoi provare questo trattamento, cerca maschere con aloe vera o altri ingredienti dalle note proprietà lenitive.

Avvertenze

  • Se la tua acne dura per settimane, fissa un appuntamento con il tuo medico o un dermatologo. Alcune forme di acne sono ostinate e possono essere trattate efficacemente solo con farmaci che richiedono una ricetta. Inoltre, un problema persistente potrebbe essere un sintomo di altri problemi della pelle.

Informazioni sull'Articolo

Categorie: Cura della Pelle

In altre lingue:

English: Reduce the Swelling and Redness of Pimples, Español: reducir la inflamación y el enrojecimiento de las espinillas, Français: réduire les gonflements et rougeurs des boutons, Português: Reduzir o Inchaço e a Vermelhidão das Espinhas, Русский: уменьшить припухлость и покраснение прыщей, 中文: 减轻痤疮的红肿, Deutsch: Die Rötung und Schwellung von Pickeln reduzieren, Nederlands: Zwelling en roodheid van puistjes verminderen, Čeština: Jak zmírnit otok a zarudnutí pupínků, Bahasa Indonesia: Mengurangi Pembengkakan dan Kemerahan dari Jerawat, العربية: الحد من تهيج واحمرار البثور, ไทย: ลดอาการบวมแดงของสิว, 日本語: ニキビの腫れと赤みを抑える, हिन्दी: मुहांसों की सूजन और लालिमा कम करें, Tiếng Việt: Giảm bớt Sưng và Tấy đỏ do Mụn, 한국어: 여드름 붉은 기와 부기 가라앉히는 방법, Türkçe: Sivilcelerin Kabarıklığı ve Kızarıklığı Nasıl Azaltılır

Questa pagina è stata letta 236 270 volte.

Hai trovato utile questo articolo?